• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Yezidism
    Ospite non registrato

    Si vive a lungo ergo pensione a 80 anni: Produci, Consuma e Crepa!

    Salve, ieri ho sentito al tg rutelli che giustificava l'inalzamento dell'età pensionabile perchè oggi si vive più a lungo..... vorrei un vostro parere sul fatto se si deve lavorare per vivere o vivere per lavorare? rutelli secondo voi è a conoscenza che una persona di 60 anni che è in pensione possa dedicare il suo tempo per stare con i nipotini? che i nonni in pensione si rendono utili per i figli, nipoti, per dedicarsi ai loro hobby...... è deplorevole che questo governo di sinistra abbia una concezione del lavoratore quasi come quella degli schiavi che devono lavorare fino all'esalazione dell'ultimo respiro! cmq io vorrei mettere rutelli a lavorare in fabbrica o nei cantieri edili per vedere se avrebbe ancora voglia di dire che è giusto andare in pensione qualche attimo prima di rendere l'anima a dio, insomma la filosofia del nuovo governo è viviamo di più per lavorare di più! una volta il comunista che siede alla camera come presidente diceva di voler ridurre l'orario di lavoro da 40 a 36 ore perchè sosteneva che la vita dell'uomo non è fatta di solo lavoro, sempre questo comunista fece cadere il primo governo prodi proprio perchè volevano alzare l'età pensionabile, adesso mi domando il perchè al presidente della camera gli sia stata improvvisamente cancellata la bocca?
    vi sembra giusto che ogni governo deva battere cassa con le pensioni dei poveri operai che hanno sudato una vita per avere un anzianità tranquilla e a disposizione della famiglia? è mai possibile che luminari dell'economia come prodi, amato, padoa schioppa e draghi le uniche cose che sanno fare per risollevare l'economia è tagliare le pensione e la sanità? capisco che la moglie di rutelli è uno degli architetti che riceve più appalti di tutti gli altri architteti d'italia e putacaso lui è ministro delle belle arti in modo da girare altri appalti in favore della consorte ed ergo vuole avere appalti fino a 90 anni, putroppo però a realizzare i proggetti della moglie ci sono gli operai che sudano e poco gli va di sudare fino a 80 anni per arricchire i coniugi rutelli....
    che dire più vedo questi luminari dell'economia e più mi rendo conto di quanto era geniale tremonti, il quale faceva anche i condoni edili e fiscali pur di non andar a nuocere alle pensioni degli operai, insomma ricapitandolando le gesta del governo prodi si vede che volevano sollevare l'economia con:
    1) aumentare i taxy.
    2) vendere l'aspirina alla ikea.
    3) aprire le gabbie ai carcerati.
    4) mandare 3000 militari in libano.
    5) tagliare pensioni e sanità.
    il solo pensare che ho votato questa gente mi fa sentire mortificato, e non posso dire neanche di nn essere stato avvertito perchè l'ex presidente mi disse papale papale : se non voti per me sei proprio un coglione! Purtroppo cosa dovevo fare? il marxismo è nato nelle lande tedesche, il nazismo è nato in baviera ed il fascismo è nato a milano, io sono meridionale ergo non ho nulla a che spartire con queste tre ideologie le quali sono molto distanti dalla realtà del mezzogiorno italiano, noi abbiamo il valore della famiglia, della chiesa, del quieto vivere, quando prodi dice di alzare l'età pensionabile al sud gli rispondiamo: "ma il lavoro dove sta?" quando prodi dice di tagliare la sanità al sud gli rispondiamo:" noi non abbiamo strade figurati gli ospedali!" quei pochi cantieri che aveva aperto berlusconi al sud gli abbiamo visti chiudere da prodi dicendo che nn cerano soldi, noi non abbiamo lavoro come facciamo ad andare in pensione a 80 anni? se continuano così ci conviene annetterci alla spagna almeno zapatero qualche ospedale c'è lo fà, certo che tra prodi e zapatero c'è la differenza che passa tra la cacca e la cioccolata, cmq ogni giorno che passa al sud il malcontento cresce, siamo troppo stanchi di vederci ancora nel 2007 governi che ci pongo sempre il solito slogan:" O Briganti O Emigranti!"

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di thetruthofkayle
    Data registrazione
    27-03-2006
    Residenza
    Agrigento
    Messaggi
    947
    emigrare di corsa...aspetto il ritorno della destra

  3. #3
    Johnny
    Ospite non registrato
    quanto a politici, in Italia siamo messi male

    - politici di destra che oggi voterei: 0
    - politici di sinistra che oggi voterei: 0

  4. #4
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, hai ragione rasputin, è un vero pianto amaro sia a destra che a sinistra.... ci vuole un ideologia alternativa, un ripensare il concetto di stato, un sistema nuovo qualcosa che integri il meglio dei modelli conosciuti, un sistema che sia conscio dei limiti sia naturali che di risorse del nostro territorio e che sappia rivalutare le risorse che abbiamo, insomma ci vuole un sistema intelligente, che senso ha in questo sistema il fatto di scrivere sulla costituzione che l'italia garantisce il diritto allo studio quando io per specializzarmi devo pagare 40 000 euro? che senso ha scrivere nella costituzione che l'italia è fondata sul lavoro quando abbiamo maree di disoccupati? che senso ha scrivere nella costituzione che l'italia ripudia la guerra quando abbiamo i nostri militari in 8 nazioni straniere? Scrivere che la legge è uguale per tutti quando poi si aprono le gabbie con l'indulto? Oppure scrivere che c'è la libertà di parola quando poi vengono bannati biagi, santoro, luttazi?
    Lo si vede già dalla costituzione che il sistema attuale è marcio alle radici, un sistema talmente incompetente che non sa altro che nasconderi dietro alla UE e all'onu, una sorta di nazioncina sattellite incapace di guardare al futuro come se dipendesse totalmente da altri... politici che prendono ordini da kofy annan, barroso, condorica ryce, solana, ecc... quasi fossero incapaci di pensare e di proporsi.... eppure circa 15 anni fà non era così, avevamo qualche leader che era molto rispettato anche all'estero, basti ricordare craxi e andreotti, craxi creo la tunisia per farci passare il metanodoto che ci ha portato il gas a tutta italia, costrui le metropolitane di roma e milano, sapeva dialogare perfino con i cinesi, con craxi si stava bene e gli italiani come ringraziamento si sono comportati con lui come i napoletani con maradona..... da dopo craxi c'è stato il nulla solo totale dipendenza dallo straniero a partire dal cambio 1923,27lire per 1 eure! raddoppiando i prezzi si è dimezzato il salario e le pensioni, a questa mazzata economica dell'euro che è arrivata sulla testa delle famiglie italiane la risposta politca/economica dei nostri governi per arginare questa catastrofe economica è stata:
    1) aumentare la benzina e le sigarette.
    2) mettere la pantente a punti e gli autovelox.
    3) mandare i militari in iraq, afghanistan, kossovo e libano.
    4) alzare l'età pensionabile.
    5) diminuire la spesa sanitaria e la ricerca.
    6) far lavorare i dottorandi nei call center mediante la legge biaggi.
    potrei continuare la lista ma ciò provocherebbe solo ilarità nei lettori quindi per amor patrio è meglio fermarci a 6, altrimenti al numero 7 potrei inserire la legge che vuole rutelli per risollevare l'economia che è quella relativa a fare le ferie a giugno anzichè ad agosto! capite da che gente siamo governati? se continuiamo con questi personaggi fra 30 anni come staremo? aspettiamo sempre che la soluzione venga dall'estero? analiziamo il paradosso romano, io sono romano è fiero di avere anche il cognome del più grande imperatore romano, ma vediamo cosa è diventata roma nel 2006, da una sponda del tevere c'è la sede principale della più grande ed efficente efficace organizzazione al mondo ossia la città del vaticano ove all'interno risiedono persone che non hanno nulla da apprendere da nessuno, questa organizzazione usa direttamente vigilanti svizzeri (orologi), paradossalmente nell'altra sponda del tevere abbiamo il parlamento uno dei più grandi ricettacoli di incompetenti, ruffiani, truffaldini, voltafaccia, tornacontai ecc.. dell'intera italia, persone che dovrebbero solo mortificarsi al pensare di come era anticamente il senato romano! lo si nota anche dal vestire, nella roma antica i senatori avevano la tonaca come segno di distinzione, partecipavano assiduamente alle sedute ed erano ben consci dei problemi dell'impero, aiutavano l'imperatore ad affrontare le problematiche di integrazione, sviluppo, religione ecc... i romani ovunque andavano portavano civiltà e benessere mica cercavano il petrolio! in ogni parte creavano strade ed acquedotti prerogative per l'agricoltura ed il benessere, basta pensare la via appia che collega roma a brindisi fu creata dai romani i nostri politici non sono capaci nel 2007 a completare la salerno reggio... il solo pensare che londra sorga sulle latrine di un accampamento romano (londinum) dovrebbe rendere l'idea di chi erano i nostri avi.... adriano stufo dei druidi fece come sharon li spinse sui monti della scozia e li delimitò con un muro che divideva orizontalmente l'inghilterra (vallo di adriano) tutto il mondo conosciuto era roma sia bon che bucarest sorserò anch'esse presso le latrine degli accampamenti romani... nessuna civiltà al mondo è riuscita a portare lo stesso sviluppo culturale, militare e organizzativo dei romani, quando tedeschi, francesi, inglesi erano solo dei barbari con le clave i romani erano in grado di misurare è segnalare con apposite pietre i kilometri della strada appia, sapevano altresì creare orologi ad acqua per misurare il tempo, se guardiamo roma adesso sembra impossibile pensare che gli antichi romani fossero italiani, sembra che siano un popolo lontano che con la nostra cultura nn ha nulla a che fare tipo i faraoni... nel 2006 vediamo una roma senza memoria di se stessa e paradossalmente dipendente dall'estero che lei stessa creò, prodi fa il gradasso ad andare in libano quando 2000 anni fà a gerusalemme dettava legge quel romanaccio di pilato! iran, iraq, turchia, israele, libano, siria, giordania, era tutto romano, e adesso pendiamo dai comandi di bush in iraq? addirittura la famiglia reale russa faceva di cognome Romanov! Solo il fatto che prodi si chiami romano è un insulto al passato storico della città eterna.... certo poi vederci per sindaci veltroni e rutelli che danno lustro alla città eterna mediante le targhe alterne o la tassa di ingresso mi viene da pensare che se si riaprissero i giochi all'anfiteatro flavio (colosseo) vorrei mandarli in mezzo alle fiere per far divertire i romani, ad amsterdam credono di essere futuristici perchè legalizzano le droghe leggere, i romani a roma fecero il colle oppio già 2000 anni fà, ieri era S.P.Q.R. (Il Senato e il Popolo Romano) oggi sembra cambiato in: Siamo Parlamentari Quando Rubbiamo! Come possiamo tornare al periodo in cui dominavamo il mondo conosciuto in tutti i settori?

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    Gli ultimi studi di biochimica individuano le potenzialità di vita di un mammifero pari all'età della sua pubertà moltiplicata per 10. Se guardiamo le statistiche dei nostri comuni scopriamo che i centenari non sono più una rarità.
    Nessuno 50anni fa era in grado di prevedere che la vita media si sarebbe allungata così tanto. Prima si andava in pensione a 60 anni e a 70-75 si moriva. Oggi le cose sono cambiate e i soldi per pagare la pensione per 40 anni non ci sono. Il sistema si porta dietro errori di fondo che bisognerà cominciare a correggere. Un amico è appena andato in prepensionamento a 52 anni, è in perfetta salute e camperà altri 40 sicuramente. Tutti i governi hanno cercato di farlo, non solo in Italia. Quello precedente ha introdotto aumenti di età e il bonus, questo sta pensando di introdurre il part-time prepensionistico.
    La destra ha sempre detto che andava tutto bene, che i conti erano perfetti. Due giorni dopo le elezioni Tremonti disse a Vespa che dato il risultato elettorali occorreva pensare alla grande coalizione per risolvere i gravi problemi del Paese. Oggi si lamenta di una finanziaria troppo esigua, che non basterà a chiedere i buchi.
    Ma quali buchi? Non era tutto a posto?
    La legge Biagi prevede periodi di prova praticamente illimitati. L'attuale Governo sta gestendo il Paese sulla base delle finanziaria precedente e sul piano economico non può e non ha fatto nessun intervento. A due mesi dal suo insediamento c'è chi lo vuole già rispedire a casa.
    Ma se tutto andava così bene, non avendo fatto niente, significa che siamo a posto. Perché preoccuparsi.
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da saperessere
    Nessuno 50anni fa era in grado di prevedere che la vita media si sarebbe allungata così tanto. Prima si andava in pensione a 60 anni e a 70-75 si moriva.
    ma se uno invece di andare in pensione, continua a lavorare, ...la vita non si accorcia? Cioè, il lavoro non è fonte di stress, e quindi la pensione serve anche a prevenire morti premature? Immaginati un umo di 70 anni ancora là che lavora...oltre alllo sforzo fisico, c'è anche il disagio nel vedere le nuove generazioni che arrivano e sono più "aggiornate" (dico una banalità ma rende l'idea: mi ricordo tempo fa quando c'è stato il boom dei computer, c'era gente che magari lavorava da tempo ma, non sapendo usare il computer aveva dei disagi non da poco).

    E poi, detto terra terra, se qualcuno non va in pensione, come possono sbucare dal nulla nuovi posti di lavoro?

    Oggi le cose sono cambiate e i soldi per pagare la pensione per 40 anni non ci sono.
    dunque è xke mancano i soldi ke stanno pensando di aumentare l'età della pensione.
    Cioè, dopo 40 anni che uno lavora e suda e paga i contributi per lo Stato, questo non ha i soldi x pagargli la pensione?
    Ultima modifica di Johnny : 04-09-2006 alle ore 12.17.43

  7. #7
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, saperessere dice cose giuste, è vero che l'età media si è alzata però come facciamo a nascondere il fatto che si muore di più? 50 anni fà in italia cerano gli stessi morti di incidenti stradali di adesso? 50 anni fà erano minori o superiori di adesso i deceduti per cancro, hiv, diabete, ecc...
    il tasso di mortalità non infantile è deciuplicato! prima a 65 anni ci arrivavano quasi tutti, adesso a cento anni ci arriva 1 su un milione! Aggiungiamoci il fatto delle nascite 0, ma queste cose sono tutte congetture futili quasi da giornalasti pagati per celare le verità, se terminiamo di nasconderci dietro un dito la realtà è sotto gli occhi di tutti ed è elementare, quello che massacra l'inps non è l'allungamento dell'età di vita come dice rutelli, non è neanche colpa delle nascite zero anzi! non è neanche colpa di quelli che vanno in pensione anticipata, l'unico fattore che letteralmente massacra l'inps è il lavoro nero generalmente svolto dai milioni di extracomunitari che sono in italia! sapete quanti rumeni lavorano al nero nell'edilizia? sapete quanti indiani lavorano nell'agricoltura al nero? quanti cinesi nelle filatelie? tutto questo poi lo sconta l'italiano andando in pensione ad 80 anni! sapete quante persone lavorano in italia per pochi mesi senza relazione alcuna con il nostro fisco? tutti gli ambulanti? Il Re della thaylandia con una semplice legge ha stroncato subito questo parassitaggio nei confronti del popolo thay, avendo timore che la thaylandia divenisse meta di altri popoli che entrassero solo per speculare ha emanato a salvaguardia del suo popolo la seguente legge: è vietata qualsiasi forma di lavoro manuale di lavoro alle persone non aventi cittadinanza thay.
    le uniche forme di lavoro manuale che può fare un non thay sono quelle artistiche tipo suonare, dipingere, ecc. per il resto un non thay può fare il medico, il manager, lo psicologo, l'ingegnere tutti lavori mentali e non manuali, ad esempio io italiano posso essere proprietario di un ristorante ma mi è vietato cucinare o servire, in più in non thay per essere proprietari di attività devono essere soci al 50% con un thay! Se il re non avesse fatto questa legge la thaylandia sarebbe stata invasa da manodopera cambogiana, laotiana, cinese e filippina. Facendo questa legge il popolo thailandese a 60 anni va in pensione! Mi domando come psicologo capisco che il re della thaylandia è adorato dal suo popolo esattamente come un dio, ma è mai possibile che questo re sia anche più intelligente di tutti i nostri politici sia di camera che di senato? A volte penso che se noi avessimo lo stesso frame di leggi economiche che ha la thaylandia noi saremo tranquillamente i padroni d'europa.

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    I centenari non sono 1 su 1milione. Il comune di Ferrara ha 135.000 abitanti e i centenari sono 4 o 5, non ricordo esattamente. Sono in esponenziale aumento gli ultra85enni. Quindi l'invecchiamento della popolazione è un fatto reale. Programmare il pagamento delle pensioni, non significa affidarsi alla casualità degli incidenti stradali, ma ragionare sulla tendenza dell'aumento della vita media e delle aspettative di vita. Il sistema previdenziale è nato male, perché non funziona sul versato, come una polizza assicurativa, ma funziona contando su ciò che verseranno i lavoratori futuri. A queste condizioni è ovvio che meno lavoratori ufficiali ci saranno e meno si incasserà di contributi.
    Se si contasse solo sul versato, il lavoro nero non cambierebbe nulla. Da anni si parla di separare la parte previdenziale, dalla parte assistenziale, che oggi è a carico INPS. L'INAIL, che funziona più sul versato è nettamente in attivo. La difficoltà sta nel passare da un sistema all'altro, considerando il pregresso. Non è facile.
    Una soluzione esisterebbe: il TFR, cioé ciò che viene accantonato mensilmente e trattenuto in busta paga, per essere liquidato alla fine del rapporto di lavoro; se oggi questi soldi, che sono dei lavoratori, venissero fin da subito, tutti, utilizzati per la previdenza integrativa, in parte si risolverebbe il problema. Ma questi soldi, trattenuti dalle aziende, rappresentano la maggior fonte di liquidità per le aziende, pubbliche e private: col cavolo che li mollano, se non in percentuali minime. Il TFR è un'istituzione tipicamente italiana, una gentile concessione di liquidità, con minor necessità di indebitamento bancario, alle imprese. All'interno di questo sistema previdenziale, sbloccare questa enorme massa di denaro rappresenterebbe la soluzione meno indolore, anche perché sono soldi dei lavoratori che le aziende rivalutano in base al tasso d'inflazione, considerevolmente più basso dei tassi bancari di indebitamento e significativamente più basso di quello che i lavoratori potrebbero ottenere investendo quei soldi. Si potrebbere chiedere un limitato taglio pensionistico a fronte di un'integrazione consistente.
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  9. #9
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, il problema è il lavoro nero, non l'alzamento della vita media, non mi pare che i centenari ci siano solo in italia, la vita si è allungata in tutto l'occidente non a caso ironia della sorte la nazione più longeva è il giappone nonostante i regalini portati dal cielo dall'enola gay nel 45....
    non si capisce perchè nel resto dei paesi occidentali longevi le pensioni non siano un problema mentre in italia si!
    si ripete che la verità è il lavoro nero, giappone, geramnia, inghilterra, francia, svezia, danimarca, ecc. hanno tutti longevità ma a differenza di noi non sanno cosa è il lavoro nero! non siamo frivoli e futili come rutelli per cortesia..... saperessere mi spieghi perchè la danimarca nonostante sia longeva come noi non solo non ha problemi dell'inps ma concede addirittura il salario sociale ai disoccupati!!!! stando alla barzelletta rutelliana della longevità in italia è praticamente utopistico il pensare di dare un salario sociale ai disoccupati! non è questione di dividere inps dall'inail o andare a toccare il tfr è questione di cambiare completamente questa classe politica incompetente. Ripeto chi conosce bene l'asia sa che è impensabile che uno straniero entri in giappone e cominci a fare lavoro nero, in germania la polizei fece un controllo in un cantiere edile e prese dei miei amici a lavorare al nero, prima gli riempirono di botte poi gli ammanettarono e portarono in questura e poi li hanno rimpatriati in italia...
    In italia purtroppo si pratica lo schiavismo e come si sà lo schiavo non paga tasse ne contributi e questo gioco va a scapito nostro, ci sono imprenditori sempre più ricchi grazie agli schiavi e il ceto medio sempre più povero e tassato senza salario sociale e con la pensione ad 80 anni.
    Che dire poi che un generale in pensione prende 5000 euro al mese ed un operaio 500 euro al mese, anche questo è un problema di longevità? I nostri politici sono completamente ingiustificati l'unica cosa che possiamo fare e mandarli tutti a zappare la terra dalla mattina alla sera tardi.

Privacy Policy