• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11

Discussione: Info tesi autismo

  1. #1
    babina83
    Ospite non registrato

    Info tesi autismo

    Ciao Mausmaus! I complimenti li avevi meritatissimi! ultimi risvolti che ti renderanno ancora più soddisfatta... ho ordinato oggi il libro di Pani e Sagliaschi; mentre autismo ed intervento educativo...lo avevo già in casa preso in prestito dalla biblioteca!!!
    Si, so k sono un pò vergognosa, ma non mi ero ancora messa a leggere il materiale k ho trovato! Comunque ho ri-ristretto l'ambito, k avevo (a mio discapito) troppo ampliato: Competenza emotiva nel bimbo con utismo... la cosa su cui sinceramente sono più in panne è rediger una scaletta x questa benedetta tesina di 40 pag!!! Puoi darmi qualche consiglio x organizzare la mole di lavoro in così poche pagine, visto che tu avrai sicuramente le idee più chiare sull'argomento? Comunque già il cap. sull'emotività di autismo ed interv educativo mi sembra già una buona linea guida!! Grazie ancora Mausmaus x l'attenzione e la disponibilità!!
    Ultima modifica di ste203xx : 17-11-2010 alle ore 10.11.54 Motivo: titolo generico

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    25-07-2006
    Messaggi
    115
    Ciao Babina

    allora, vediamo se posso ancora aiutarti... spero di sì!

    Mi sembra che tu ora abbia ristretto l'ambito di parecchio: hai circoscritto all'area emozionale dell'autismo e per di più parli di bimbo... per cui credo che possiamo restringere l'interesse agli aspetti emozionali dello sviluppo. Dammi un paio di giorni per rovistare nella mia piccola biblioteca e tra gli articoli che ho e ti faccio sapere.

    Ricordo che in "Autismo ed intervento educativo" l'emozione era considerata soprattutto dal punto di vista educativo: cioè come fattore centrale dell'educazione e possibile 'via' dell'apprendimento. Non so quindi se ora, avendo ristretto il campo, possa comunque esserti utile.

    Per quanto riguarda i punti da affrontare provo a darti qualche idea: fin dalla sua prima descrizione Kanner parlò di 'disturbo dell'affettività', per non parlare delle successive (a dire il vero parecchio sciocche) teorie psicodinamiche che posero al centro dell'autismo proprio un problema emozionale dovuto alla presenza di 'madri frigorifero'. Potresti quindi iniziare con una introduzione che tracci un quadro sintetico dal punto di vista storico. Oggi (per fortuna già da un po') sappiamo che non è così: le difficoltà dello sviluppo potrebbero causare un disturbo emozionale, soprattutto dato che noi oggi sappiamo che nell'autismo non c'è un 'non-funzionamento' dei sentimenti veri e propri, ma sono disturbati solo quegli aspetti dello sviluppo che richiedono la comprensione delle emozioni altrui (e qui potresti anche accennare alla teoria della mente). Un autore importante e recente di quest'ambito è l'inglese Hobson, credo si trovi qualche suo articolo in rete, anche se in inglese. Potresti anche ipotizzare di inserire una sorta di comparazione tra lo sviluppo emozionale normale del bambino e quello di un soggetto autistico (per esempio, mi viene in mente la differenza evidente nel processo di attaccamento). Ti consiglio anche di leggere i libri di due soggetti autistici (due donne) che hanno scritto libri in cui hanno parlato della loro esperienza ed hanno toccato anche il tema delle emozioni: Temple Grandin ("Pensare in immagini", Erickson) e Donna Williams ("Nessuno in nessun luogo", non ricordo la casa editrice!). Niente più delle loro parole ha fatto capire a migliaia di persone nel mondo (forse non agli studiosi, ma sicuramente a migliaia di genitori, familiari, operatori) cosa significhi 'vivere da autistici'.

    Fammi sapere, un abbraccio.

  3. #3
    babina83
    Ospite non registrato

    Grazie...

    Mausmaus... grazie... grazie... grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! Non è la voglia che mi manca... ma è l'organizzazione!!! Tu mi stai dando un aiuto non grande, ma enorme!!! Veramente grazie x il tempo k stai perdendo, a scrivere e a cercare!!! Cmq nella tesina k dovrà contenere (credo) circa 3 0 4 capitoli, uno volevo dedicarlo alla riabilitazione, e parlerò anche del cd-rom della prof. Pinelli; se non lo conosci, ti consiglio di andarlo a vedere xk è molto bellino e interessante; inoltre c'è manuale scaricabile da internet(erickson). C'è qualche metodo o strumento k tu conosca, piuttosto mirato? magari restringendo: per il riconoscimento delle emozioni proprie e altui? Questo è l'argomento che più mi ha interessata, partendo dal bimbo con capacità normali, e mi ha fatto scegliere questa tesi. Oggi avevo intenzione di ordinare "La mente degli altri" di Ferretti Francesco. Ho cercato la ricerca di Baron-Cohen nell'ambito "teoria della mente" su internet, ma la ricerca in sè non l'ho trovata. Comunque ho preso il libro.
    Ci sono scoperte o ricerche piuttosto recenti in tutto l'ambito emozionale-autismo? Premetto: ank in inglese sono scarsa, xò ce la posso mettere tutta, e farmi aiutare... Grazie ancora Mausmaus, sei fondamentale!

  4. #4
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    25-07-2006
    Messaggi
    115
    Ciao Babina,

    ho giusto due minuti, prometto di ritornare più tardi e dirti di più.
    Il testo di Ferretti (anche se solo a cura di F.) è buono, raccoglie ricerche recenti sulla teoria della mente.

    Per quanto riguarda i metodi, così, di getto, mi viene in mente l'utilizzo delle storie sociali (tra l'altro conosco un'educatrice che lo utilizza). Ti dirò meglio pù tardi!

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    25-07-2006
    Messaggi
    115
    Ciao Babina,

    eccomi di ritorno!
    Allora, vediamo se ho ben capito...
    Conosco il software di cui parli (anche se non l'ho mai utilizzato, magari...) e, se non ricordo male, era incentrato sull'apprendimento dell'inferenza mentale... giusto?
    Quindi tu vorresti anche trattare dell'apprendimento?

    Riguardo il metodo delle storie sociali, in sostanza si tratta di storie nate per apprendere le abilità sociali. Esempio (assolutamente inventato ): Mario non comprende la semplice regola sociale di salutare con l'espressione giusta (buongiorno, buonanotte, ciao, ...) quando si incontrano persone conosciute. Costruire delle storie da leggergli in cui bambini come lui adottano dei criteri corretti nel saluto potrebbe facilitare l'apprendimento della regola. Con questa professionista ne parlammo e le espressi il dubbio che utilizzare con superficialità questo metodo, secondo me, potrebbe portare ad un apprendimento 'vuoto': Mario potrebbe imparare come e quando salutare meccanicamente, senza capirne il vero significato. Intendiamoci, io non vivo nel mondo delle favole: tra un bambino che utilizza 'malamente' il saluto ed uno relegato in un angolo dai compagni perchè "non risponde, o è sordo o è scemo" solo perchè al "ciao" di un compagno ha continuato a camminare per l'aula, senza fermarsi, rispondere o anche solo volgere lo sguardo, beh, io preferisco di gran lunga la prima situazione. Ciò non toglie che credo che uno dei rischi maggiori dell'apprendimento per i bimbi autistici (così inclini alla ripetitività meccanica) sia proprio quello di svuotare tutte le azioni di significato. Quale dunque potrebbe essere il giusto mezzo, ci siamo domandate? La risposta che ci siamo date è questa: costruire storie in cui non sia solo meramente descritta la situazione, la regola sociale e basta, ma storie in cui sia anche chiaro perché questa regola è necessaria, e quindi come sia collegata al mondo emotivo. Quindi, tornando all'esempio, non solo come e quando salutare ma anche storie che parlino del 'mondo emotivo' che c'è dietro al saluto (come si sente chi saluta? perché lo fa? come si sente quando non ottiene risposta?, ...)
    Non so se ho reso l'idea...
    Non conosco bene il tema, ma ho sentito parlare della narrativa psicologicamente orientata: storie costruite su misura da pscologi e psicoterapeuti rivolte a bimbi che hanno paura, che vivono un lutto, ecc. forse potrebbe eserre vicina al discorso che facevamo io e l'educatrice che ti dicevo.

    Appena ho il tempo di cercare un po', ritorno!

    P.S. Ho scritto alle ragazze della discussione sull'autismo che ne stavamo parlando anche qui... loro sapranno di sicuro aiutarti!
    P.P.S: Basta con i "grazie"!

  6. #6
    babina83
    Ospite non registrato

    Sorry!

    Scusa Mausmaus se non mi son più fatta sentire, ma son super in confusione ank x la preparazione dell'ultimo esme che ho mercoledì. Ormai di testi ne ho parecchi, e ne sto aspettando ank un paio in libreria. Sto leggendo Donna Williams. Ho cercato Hobson, ma l'unico libro che risultava presente e disponibile in una biblio della mia città... non è "materialmente presente"!! Tu avresti articoli su sviluppo emotivo o competenza emotiva nel bimbo autistico, suoi o di altri da poter x es. scannerizzare e mandare. Xò se riesci; non voglio esser un peso e chiederti troppo... potrebbe essere k lo faccio senza rendermene conto. Se così fosse, ti chiedo scusa, xk mi hai già dato info. importantissime. Ho trovato articolo su rivista erickson su sorriso in bimbi autistici e altri con sindrome di down.
    Toglimi una curiosità, se non sto diventando troppo invadente...
    il tuo lavoro, sbaglio, o è collegato con l'ambito autismo?.. K lavoro fai??
    Ti chiedo ancora scusa se non mi farò sentir tanto spesso nei prox giorni, ma davvero, non lo farò x non-curanza!
    Per adesso, come al solito (ank se non vuoi ) non mi rimane k ringraziarti.!!!! Un abbraccio

  7. #7
    babina83
    Ospite non registrato

    Ops!

    Scusa mausmaus, ma ho realizzato adesso... in che forum è la discussione sull'autismo??????

  8. #8
    babina83
    Ospite non registrato

    Re: Ops!

    Originariamente postato da babina83
    Scusa mausmaus, ma ho realizzato adesso... in che forum è la discussione sull'autismo??????

    Trovato!

  9. #9
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    25-07-2006
    Messaggi
    115
    Ciao Babina!
    Innanzitutto in bocca al lupo per l'ultimo esame...

    Credo di avere qualche articolo che fa al caso tuo, mi serve solo qualche giorno per cercare meglio.

    Nel mio farneticare a volte anche un po' insensato e sconnesso(qualche volta per la fretta scrivo sciocchezze, non ti dico che fastidio), ho dimenticato di citare un metodo: l'attivazione emotiva e reciprocità corporea (AERC) del prof. Zappella. L'idea di base è che l'autismo sia legato anche e soprattutto ad un disturbo dell'affettività di tipo depressivo o bipolare. Il metodo si basa sulle attivazioni delle emozioni del bambino; la reciprocità sociale è considerata il problema più grave da affrontare. Se ti interessa posso darti altre info più dettagliate ed eventuali testi da leggere.

    Per quanto riguarda il mio lavoro, credo avrai già letto la discussione nella stanza di psicologia dello sviluppo... ... comunque mi occupo maggiormente di altri tipi di disabilità.

    Un forte abbraccio (sono sicura che l'esame andrà benone!)

  10. #10
    Partecipante
    Data registrazione
    23-01-2008
    Messaggi
    53

    Riferimento: Ciao gentilissima Mausmaus

    ciao io dovrei fare la tesi sul riconoscimento delle emozioni nei bambini autisici..potete suggerirmi qualche libro?
    :

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Info tesi autismo

    ricordo il regolamento:
    - vietato lo stile da sms: invito tutti a non scrivere k, perké e amenità varie
    - vietata la chat: se è un dialogo privato tra due persone, si fa in privato, con la funzione "send a private message"
    - i titoli delle discussioni devono essere specifici e rispecchiare l'argomento: questa discussione si intitolata "Ciao gentilissima masmanus", preghiamo di fare attenzione
    Grazie per la collaborazione

    Dolcenera: essendo questo un thread vecchio, ti invito ad aprirne uno nuovo, così da avere maggiore visibilità. Questo, essendo ormai superato, si chiude.
    Ultima modifica di ste203xx : 17-11-2010 alle ore 15.01.08

Privacy Policy