• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 71
  1. #1
    Yezidism
    Ospite non registrato

    Svendesi Cittadinanza Italiana, per acquistarla bastano solo 5 anni di lavoro!

    Salve, volevo un parere dagli psicologi del lavoro sul come interpretare la mossa economica del governo derivante dalla vendita della cittadinanza italiana, bastano solo 5 anni di lavoro per acquistarla, meno di un corso universitario è circa 1/6 del tempo di un mutuo di una casa..... stando così possiamo affermare che schumacher, cafu, seedorf, nedved, ecc. sono tutti nostri connazionali? quello che non capisco di questa strategia di svendita della cittadinanza è se è un semplice modo per battere cassa oppure tutto un tornaconto di voti?
    diamo per assodato che questa legge è priva di senso per i cittadini dell'unione perchè scontato che nessun tedesco, francese, inglese venga qui a lavorare 5 anni con la speranza poi di usufruire dell'inps italiano! quindi domando ai colleghi del lavoro:"a quali popoli è svenduta la cittadinanza italiana?" i primi saranno i rumeni, i secondi gli albanesi, i terzi gli islamici, i quarti gli africani/asiatici...
    pensare che la cittadinanza venga venduta a degli scienziati dell'est che lavorano nella ricerca in italia è una vera chimera dato che la ricerca non esiste in italia... pensare che la cittadinanza venga data ai miliardari americani o giapponesi che lavorano in italia sembra più un utopia che una chimera...
    per queste ragioni chi scrive ha interpretato la svendita della cittadinanza solo come una mera manovra che serve poi a portare voti alle elezioni.... ma secondo voi quali saranno le ripercussioni sul piano sociale di questa svendita dell'italianità nel mondo? siamo già 55 milioni e le ricchezze sono scarse, molti di noi del sud sono costretti ad emigrare in germania per un piatto di minestra e magari quando stanno in un bar italiano ad amburgo gli si avvicina un indiano e gli dice:"ciao paesà!"
    Tante complicazioni, i nostri parlamentari facevano prima a fare come fa israele.... bastava fare una legge che dice:"tutti quelli di religione cristiana ovunque siano nel mondo si possono ritenere cittadini italiani!" a mio avviso avrebbero fatto più bella figura....

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Stavolta ti do ragione. Certo la popolazione media non vuole questa novità ma il governo sta mettendo in pratica la massima "ainsi serà, groigne qui groigne", infischiandosene dell'opinione pubblica. Anche secondo me questa manovra è un mezzuccio per cercare di ottenere il voto di coloro che diventeranno cittadini italiani. Il governo non tiene però in considerazione l'i mprevedibilità dei singoli... Tremaglia docet: ha fatto tanto per dare il voto agli italiani all'estero i quali, contro ogni previsione, hanno poi votato per la coalizione opposta che invece non vedeva di buon occhio tale modifica. Con questo non voglio dire che gli extracomunitari voteranno poi per il polo delle libertà....ma a quel punto tutto sarà possibile e chi vivrà vedrà!

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di liliumviolet
    Data registrazione
    19-06-2006
    Messaggi
    269
    io non generalizzere con un "infischiandone dell' opinione pubblica" in quanto magari cè chi (ad esempio io) può essere d' accordo...
    io mi rendo conto di avere un' opinione un pò estremista in merito (fosse per me farei lo eliminerei proprio il concetto di cittadinanza...uno è cittadino de paese in cui dichiara di vivere e poche storie) però penso che questa storia di stati e confini, razze e religioni ha un pò stancato. non capisco quale sia il problema se invece che tedeschi vengono rumeni...

    non solo facciamo distinzioni totalmente superficiali e basate sul niente tra europei e, chessò africani o mediorientali.
    non ci basta più!!
    non ditemi, vi prego, che sia come esseri umani (e sarebbe già abbastanza) che come psicologi (che è ESTREMAMENTE PEGGIO) siete ancora lì a dire che i tedeschi sono tutti buoni e i rumeni tutti cattivi.

    e se un indiano dice "ciao paesà" ad un italiano ad amburgo credo sia solo una cosa bella. e, tra l altro, a te chi te l ha detto che lui magari non era lì in vacanza o per motivi di studio o per lavoro e la cittadinanza italiana se l è presa con 10 anni di lavoro qua????

    ragazzi, vi prego... un minimo di apertura, o la vostra vita sarà molto dura el a vostra professione anche di più.

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    "ragazzi, vi prego... un minimo di apertura, o la vostra vita sarà molto dura el a vostra professione anche di più."


    Francamente la mia mentalità mi va benissimo così com'è e non ritengo di aver bisogno delle lezioni di vita di nessuno.

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Originariamente postato da maryflower
    "ragazzi, vi prego... un minimo di apertura, o la vostra vita sarà molto dura el a vostra professione anche di più."


    Francamente la mia mentalità mi va benissimo così com'è e non ritengo di aver bisogno delle lezioni di vita di nessuno.
    solo i morti non devono imparare più nulla

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di liliumviolet
    Data registrazione
    19-06-2006
    Messaggi
    269
    Originariamente postato da maryflower
    "ragazzi, vi prego... un minimo di apertura, o la vostra vita sarà molto dura el a vostra professione anche di più."


    Francamente la mia mentalità mi va benissimo così com'è e non ritengo di aver bisogno delle lezioni di vita di nessuno.
    cavoli, come ti infiammi...
    non mi pare di aver dato lezioni di vita a nessuno, sei liberissima di continuare a pensarla come vuoi e esprimere le tue opinioni.

    ma lascia per favore, che io sia altrettanto libera di esprimere le mie.


    inoltre quoto willy...

  7. #7
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Esatto, non mi pare che ci fosse nulla di offensivo, cerchiamo di mantenere toni normali di discussione
    Tutti hanno diritto di esprimere le proprie opinioni e di pensarla come vogliono, nei limiri del rispetto reciproco
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  8. #8
    Yezidism
    Ospite non registrato
    Salve, io volevo fare una riflessione sul piano sociale, capisco che chi ha vinto con i voti degli italiani all'estero vorrebe rivincere con quelli degli immigrati in italia.... un giochino quasi banale per gli squali della politica..... quello che vorrei però capire è a cosa porterà questa mossa politica azzardata? Facciamo già parte dell'unione europea, tedeschi, inglesi, francesi e anche rumeni e polacchi entro 1 anno saranno UE e quindi possono permanere in italia quanto vogliono senza bisogno di cittadinanza... quindi mi ridomando a quali popoli viene svenduta l'italianità? il naso mi dice a non europei... rimangono quindi africani ed asiatici ovviamente tutta manodopera non qualificata e con grande difficoltà di apprendimento della nostra lingua.... Qualche psicologo di voi conosce qualche arabo, qualche africano, indiano o qualche cinese che in soli 5 anni parla e scrive correttamente l'italiano? sfortunatamente chi scrive sostiene che sovente neanche italiani con tanto di laurea scrivono correttamente italiano.... figuriamoci un cingalese, un filippino o un congolese che risiede da 5 anni a mazzara del vallo..... Come Psicologi vela sentite di affermare che ogni indiano che sta in italia da 5 anni a raccogliere pomodori sia in grado di compilarsi da solo in lingua italiana scritta la domanda per avere la cittadinanza italiana?
    Come Psicologi potete tranquillamente affermare che una persona che non parla la vostra lingua, non ha la vostra religione, non ha la vostra stessa cucina e non ha nessun legame di sangue con l'italia è un vostro connazionale? Da quello che capisco il discorso di popolo e di nazione non si basa più sulla cultura sulle tradizioni e sulla storia, ma solo come relazione tra essere umano e inps, iva..... il tutto porta ad un italia basata sull'iva e sull'inps più che basata su modelli culturali.... come reagirrano gli italiani? un analogo tentativo lo fece tito in jugoslavia questo generale prima getto gli italiani nelle foibe poi mischiò in modo guascone: Arabi, cristiani e ortodossi dicendogli che in nome dell'uguaglianza erano tutti jugoslavi.... quello che è successo mescolando in modo guascone le svariate etnie non dovrei essere io a dirvelo, basta osservare gli attuali balcani per capire quali possono essere i possibili sviluppi di errate svendite della cittadinanza.... poi ripeto si prende un indiano lo si porta su una montagna dell'appenino lo si mette a pascolare le pecore per 5 anni (assunto come badante), questo indiano poi scende dalla montagna e senza conoscere la lingua, senza neppure sapere chi sia bendetto xvi, senza sapere neppure che palermo è in sicilia o chi sia garibaldi, senza neanche mai aver mangiato le fettucine, questo indiano sarebbe un italiano? per me sta diventando un ossessione! mannaggia al cavaliere è quando la pronunciò! ma come si fa a non essere daccordo con silvio quando dice:"l'italia è come un Cervo senza capo ne coda che nell'opinione pubblica internazionale suscita sentimenti di Compassione ed Ilarità!"

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di Codename47
    Data registrazione
    11-03-2006
    Residenza
    GOMORRA - in attesa che Dio la distrugga
    Messaggi
    842
    Blog Entries
    12
    io personalmente amerei un'italia composta da persone di diversi paesi del mondo...A me piacerebbe un'italia fatta da africani, asiatici, ma anche da francesi, inglesi, tedeschi, americani ecc...
    il punto è che gli stranieri che vivono quì vengono sono SEMPRE e SOLO da certi paesi, quelli più poveri, fin quì in cerca di fortuna. Io ho vissuto 6 anni a Roma in appartamenti con albanesi e africani. Persone che ricevevano borse di studio dall'Italia, la mensa, posto alloggio, esclusione dalle tasse ecc...
    Io sono per aiutare le altre nazioni, però chi aiuta gli italiani?
    L'Albania non è nemmeno nell'Unione europea, ma noi(intendo lo stato italiano) cosa ci guadagna nel dar loro borse di studio e posti alloggio?
    Ogni loro borsa di studio o posto alloggio viene tolta ad un italiano povero...
    tu dirai:"però almeno, che gioia vederli grati a noi per quello che abbiamo(NOI POPOLO ITALIANO) fatto per loro!" E invece no. Sentire gli albanesi (nella casa data loro dall'università,che prendono borse di studio date dall'università) che ti dicono che l'Italia è un paese che fa schifo, vederli festeggiare quando l'Italia viene sconfitta agli europei di calcio (scesero tutti insieme a festeggiare e urlavano"GOOOOOAAAAL" ogni volta che l'Italia subiva un goal...), sentire uno che viene dal Togo (in Africa) che ti parla della superiorità del Togo sull'italia e della superiorità della razza nera su quella bianca (ovviamente era uno che mangiava con la borsa di studio ed aveva un alloggio gratuito dall'università)...allora ti viene davvero voglia di fare come in altre nazioni.
    Io chiesi a degli africani (di madrelingua francese) come mai non erano andati a studiare in Francia, visto che conoscevano già la lingua. E loro mi dissero che la Francia accettava ogni anno un numero minore di africani rispetto all'Italia e che le prove per entrare lì per gli stranieri erano più difficili.
    Peccato, si sono dovuti accontentare

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    Il Governo si è solo adeguato ad una direttiva Europea.
    Ci sono aziende che senza l'immigrazione chiuderebbero (viste personalmente); un maggior livello di coinvolgimento giova al profitto.
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  11. #11
    modramavrica
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da saperessere
    Il Governo si è solo adeguato ad una direttiva Europea.
    Ci sono aziende che senza l'immigrazione chiuderebbero (viste personalmente); un maggior livello di coinvolgimento giova al profitto.
    infatti, quanti amici operai avete? oggi le persone preferiscono lavori più dinamici e "cerebrali" o attinenti ai propri interessi. invece l'immigrazione fornisce la mano d'opera necessaria per lavori che non sono scelti dagli italiani molto spesso.

  12. #12
    Yezidism
    Ospite non registrato
    Ciao, esatto è come legalizzare il lavoro nero... mi spiego meglio... chi come me ha avuto l'esperienza sia di raccogliere i pomodori con gli indiani e sia di lavorare nell'edilizia con rumeni e albanesi può capire come sta la realtà delle cose... non è che gli italiani non vogliono fare lavorare umili questa è una favoletta per ignoranti.... quello che non vogliono gli italiani è essere sottopagati per fare lavori umili.... quanti di voi svuoterebbero una fogna per 25 euro al giorno? quanti di voi venderebbero fazzoletti al semaforo per 10 euro al giorno? quanti di voi pulirebbero le stalle per 15 euro al giorno? quanti di voi pulirebbero le scale per 4 euro l'ora? un mio amico italiano muratore è andato da un impresario edile italiano a chiedergli lavoro, contrattando la paga il muratore italiano per lavorare al nero 8 ore chiedeva 50 euro al giorno, sapete cosa gli ha risposto l'imprenditore? con 50 euro ci pago 2 operai rumeni come faccio a dartene 50 a te? il mio amico muratore gli ha risposto: mica siamo alla standa che paghi 1 e prendi 2! il problema di questi imprenditori prendi 2 e paghi 1 era quello che la manovalanza al nero extracomunitaria diveniva un problema col visto di soggiorno... nel senso che per pagare un operaio 25 euro al giorno doveva essere munito di visto altrimenti si rischiava il rimpatrio.... invece prodi con la svendita dell'italianità fa in modo che questa manovalanza da 25 euro sia permanente.... nel senso che acquistandola con soli 5 anni a regola poi puoi farne anche tranquillamente 20 in nero in modo che poi ironia del destino potrai anche usufruire dell'inps con soli 5 anni di contributi con una pensione minima.... io personalmente mi definisco un tipo riconoscente, non reputo giusto dare la cittadinanza a persone che lavorano solo 5 anni in italia e che poi magari non sanno neanche dire buongiorno o tantomeno abbino mai sentito parlare di giulio cesare... dicevo che sono riconoscente quindi se proprio si deve mettere ai saldi la cittadinanza italiana preferirei concederla a persone che vengono da paesi che hanno sempre accolto gli italiani e che sono in buoni rapporti con il nostro... mi riferisco ad argentina, brasile, canada, usa, germania, francia, inghilterra, giappone, australia, ecc.. tutte nazioni che da sempre hanno accolto nostri connazionali, che conoscono la nostra cultura e le nostre tradizioni... da quello che capisco i nostri politici confondono il diritto di cittadinanza con l'asilo politico..... cmq c'è molto relativismo chi scrive a visto con suoi occhi che in italia ci sono extracomunitari che lavorano al nero per 3 euro l'ora come ad esempio in agricoltura ed edilizia ed altri extracomunitari che lavorano per 500 euro l'ora come ad esempio le belle ukraine o slovacche che svolgono il mestiere più antico del mondo..... ora dichiarare tutte queste persone italiane solo per farle continuare ad esercitare le oscure professioni totalmente al nero mi sembra ridicolo!
    Viceversa ai comunistelli vorrei dire che se veramente ci fosse un salario sociale come in tutti i paesi di sinistra del nord europa come i 1200 euro che percepisce ogni disoccupato danese, allora vorrei vedere se prodi avrebbe voglia di dichiarare tutti gli immigrati cittadini italiani! cosi con il salario sociale un disoccupato indiano cittadino indiano potrebbe benissimo richiedere il sussidio....
    se veramente fosse gente di sinistra al potere prima dovrebbe aumentare le pensioni poi dare il salario sociale ai disoccupati e poi vediamo se ha la voglia di dichiarare cittadino italiano il primo che sbarca a lampedusa! prima ci vuole il benessere per gli italiani soprattutto per gli italiani del sud che in nome della svendita d'italia si trovano costretti ancora nel 2006 a dover emigrare per un piatto di minestra, a mio avviso è stata fatta l'italia ma ancora nel 2006 non abbiamo fatto gli italiani! con cosa gli vogliamo fare gli italiani con 4 indiani e 4 arabi in cerca di lavoro nero?

  13. #13
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    Hai capito modramavrica, ci siamo presi pure degli ignoranti.
    Forse dovremmo cominciare anche noi a sbagliare i congiuntivi "italiani", potremo così entrare nel club degli eletti, di coloro cioè che hanno sempre la soluzione per tutto e che hanno sempre capito tutto.
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  14. #14
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    Originariamente postato da Biz
    ...cerchiamo di mantenere toni normali di discussione
    Tutti hanno diritto di esprimere le proprie opinioni e di pensarla come vogliono, nei limiri del rispetto reciproco
    :ehgia:
    Yezidism ti prego di evitare di infarcire il tuo discorso con termini offensivi, puoi benissimo esprimerti senza frecciatine inutili
    Agli altri prego di confutare le tesi di yezidism, non gli errori grammaticali
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  15. #15
    ciaoragazzi!
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Yezidism
    invece prodi con la svendita dell'italianità fa in modo che questa manovalanza da 25 euro sia permanente.... nel senso che acquistandola con soli 5 anni a regola poi puoi farne anche tranquillamente 20 in nero
    La motivazione che presumi alla base di questa legge, secondo me regge poco. Il mio ragionamento è questo, posso anche sbagliare ma: prima di questa legge (se passa) per ottenere la cittadinanza servivano 10 anni di lavoro regolare, e poi potevi farne tranquillamente 20 o anche 30 in nero... non saranno mica questi 5 anni di sconto a far decollare l'economia italiana!
    E questo è il punto 1.

    Anzi, pur non intendendomene di macroeconomia, credo che sia più ragioneviole supporre che alle casse dello Stato giovi molto di più far pagare le tasse a tutti, e poi magari sostenere le imprese edili come quelle che ha visitato il tuo amico lavortore con incentivi o agevolazioni varie, piuttosto che incentivare il lavoro nero per fare 25 euro di sconto all'ora.. eq uestos arebbe il punto critico 2. Che ne pensi?

Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy