• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di sorrisjhs
    Data registrazione
    05-06-2006
    Messaggi
    143

    Sindrome della crocerossina

    Ciao, sono laureata in psicologia sperimentale e non conosco molto l'argomento che propongo "la sindrome della crocerossina"detta anche "Sindrome dell'io ti salverò" mi dicono che abbia anche un altro nome, più scientifico ma non lo conosco..qualcuno mi può aiutare? Grazie a presto, sorrisojhs

  2. #2
    ciao sorrisjsh
    penso che ti riferisca all'oblatività: che è il farsi carico dei bisogni altrui dimenticando o mettendo in secondo piano i propri.. spesso avviene nelle professioni di aiuto come quando lo psicologo non fa come professione ma è proprio in termini identificativi, cognitivi ed emotivi nella vita colui che accoglie i problemi altrui.
    su questo ci sarebbe da scrivere 'na cifra ma intanto volevo capire se era più o meno questo che intendevi
    ciaooo
    lu
    "c'è gente che dice che vuol lottare e poi confonde il fischio d'inizio della partita con quello dell'ultimo minuto, e va a casa" (S. Benni)

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di sorrisjhs
    Data registrazione
    05-06-2006
    Messaggi
    143
    Grazie per la risposta, in parte è quello che intendevo. Io mi riferisco a quelle persone che non solo mettono da parte i propri interessi ma che si calano in storie complicatissime (spesso affettive e con l'altro sesso) per aver la gratificazione di essere indispensabili e la speranza che l'altro diventi dipendente dall'aiuto ricevuto e quindi da chi lo da.....non so se mi sto spiegando bene...mi sapresti dire se cìè un nome specifico da dare a questo comportamento?

  4. #4
    Partecipante Leggendario
    Data registrazione
    30-05-2003
    Messaggi
    2,051
    Non credo ci sia un termine tecnico per definire la "Sindrome della crocerossina" (anche perchè non credo sia stata ancora riconosciuta come una patologia, cosa, a mio avviso, MOLTO grave), ad ogni modo ho sentito parlare di "Istinto protettivo-materno" come sinonimo della Sindrome della crocerossina!

    C'è questo articolo che forse può interessare:

    http://www.centroceral.com/articoli/...spenzabili.htm

    Parafrasando una famosa espressione della Nordwood, “amare troppo” qualcuno significa non amare affatto sé stessi e forse non poter amare nessuno, davvero.

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di sorrisjhs
    Data registrazione
    05-06-2006
    Messaggi
    143
    La prima volta ne ho sentito parlare dalla Del miglio una prof di generale della Sapienza. Non credo che sia una patologia vera e propria, ma sicuramente ne contribuisce alla formazione. Grazie cmq per la risposta

  6. #6
    nicholas
    Ospite non registrato
    formazione reattiva per depressione post traumatica a seguito a vissuti abbandonici?

  7. #7
    Johnny
    Ospite non registrato
    secondo me ha a che fare con l'identificazione con il paziente.
    avevo letto qualcosa a riguardo, e si diceva che questo "bisogno" di aiutare l'altro è accentuato soprattutto x chi si occupa di assistenza agli anziani. Si crea un sistema chiuso in cui l'anziano è dipendente dall'operatore; l'operatore è gratificato dal dare aiuto al suo paziente (/e qui c'è un collegamento con la dimensione materna) e, quello che è negativo in tutto ciò è che si crea una sorta di chiusura nei confronti del mondo esterno.
    Mi sembra che era scritto sul libro "psicoanalisi nel campo sociale", ma nn ne sono sicuro al 100x100.

    Comunque credo ke si possa parlare di "sdr da crocerossina" solo se l'aiutare l'altro è indispensabile x mantenere l'autostima e x placare uno stato di ansia...quindi c'è una sorta di dipendenza, una simbiosi...x questo è negativa.

    Infatti, come raccomanda una delle regole della psicoanalisi: non bisogna usare il paziente x gratificare i desideri o bisogni del terapeuta (regola dell'astinenza)

    inoltre qui c'è qualcosa
    http://www.centroceral.com/articoli/...spenzabili.htm
    Ultima modifica di Johnny : 30-08-2006 alle ore 23.06.27

Privacy Policy