• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6

Discussione: counseling

  1. #1
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    05-01-2006
    Messaggi
    127

    counseling

    A proposito di counseling, e a parte le prese di posizione contro questa professione, qualcuno conosce la situazione normativa al riguardo? Mi risulta l'esistenza di scuole biennali o triennali che formano counselor, in molti casi chiedendo il solo diploma come requisito di accesso. Che voi sappiate, uno psicologo triennale o quinquennale può svolgere questa attività? e a quali condizioni?

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Ale_è_Ale
    Data registrazione
    22-07-2005
    Residenza
    Nord Est...
    Messaggi
    1,046
    io posso dirti quello che faccio io... a livello normativo non so, ma frequento una scuola di counseling, collegata allo studio in cui faccio analisi; ho fatto un anno, ora ne mancano altri due e avrò l'attestato; resta il fatto che la laurea triennale supera sicuramente quel titolo, per quello che vedo io si tratta di strumenti di pronto intervento, per così dire, e il corso che frequento io è più che altro orientato ad affinare le capacità di chi lavora in ambiti in cui il rapporto personale può essere anche faticoso da gestire... fisioterapia, ricerca del personale... non è improntato come lavoro autonomo, ecco...

    Ale
    Alessandra -------<---<---@


    "(...) I riflettori chiudono gli occhi, le lampade contemporaneamente chiudono le palpebre, e la folla spalanca la sua enorme bocca per l'applauso (...)" F. Depero; Notturno Metropolitano; da Prose Futuriste


    "Great Karen Walker!" - "Honey, what's going on with your hair?" - "Give me a Martini, and don't waste room with those olives!"

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di musicalmente
    Data registrazione
    06-12-2004
    Messaggi
    151
    peccato solo che molte di queste persone poi lo usino come "libera" (molto libera oserei dire) professione!!
    "e vivo di poche parole, di poche pretese, di mille altre cose.. fuori dal mondo.. la testa fra le nuvole" J.B.

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    Ringrazio chi ha aperto il 3d perché mi dato finalmente l'occasione di approfondire l'argomento.
    Ho provato a mettere la parola "counseling" in un motore di ricerca: qualcosa come 174milioni di pagine.
    Ho approfondito alcune pagine e ho scoperto che tutto ciò che per legge è di competenza dello psicologo è diventato....proprietà del counselor. Mille sfaccettature per spiegare come queste "figure" siano utili in una varietà estrema di disturbi. Precisazioni sul fatto che si occupano di tutto ciò che non rientra nella sfera della psicoterapia.
    Mi sono messo a riflettere.
    La loro preoccupazione è non invadere la psicoterapia, forse perché la qualifica di psicoterapeuta è abbastanza precisa, almeno in termini di titoli da possedere.
    Degli psicologi non gliene poteva fregare di meno. Secondo me sanno che essendo i poveri psicologi comunque squattrinati dopo un po' fermeranno la causa per eccesso di costi, oppure non la inizieranno nemmeno. Mi chiedo cosa ci stanno a fare gli Ordini.
    Seconda riflessione: 174milioni di pagine, sono tante. Pagine in cui viene spiegato chiaramente chi sono, dove sono, a cosa servono, per chi vanno bene. Avessero gli psicologi fatto una cosa del genere! Ancora mi chiedo cosa fanno gli Ordini.
    Terza riflessione: professione americana. Ho come il sospetto che negli USA esistano psicologi e psicoterapeuti; i primi nelle università a fare ricerca, nelle scuole, nei consultori e i secondi a fare terapia. In Italia, zero opportunità nelle università, zero nelle scuole, zero nei consultori, quindi tutti sulla psicoterapia, magari frequentando corsi gestiti da società di counseling.
    Penso che si debba cominciare a pensare ad una ridefinizione di ruoli, di professioni e di... Ordini.
    Non me la sento di criticare più di tanto il counseling. Quando mi sono laureato c'era il grande dibattito sul ruolo delle singole figure professionali all'interno della salute mentale e si cercava di privilegiare le capacità operativo-relazionali della persona, indipendentemente dal titolo posseduto, che spesso, allora, indicava uno status di potere più o meno grande. Penso solo che questi qrgomenti mi fanno pensare sempre più che la psicologia in Italia sia da considerare un'occasione persa, siamo arrivati troppo tardi.
    Ultima modifica di saperessere : 25-07-2006 alle ore 11.04.49
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di sorrisjhs
    Data registrazione
    05-06-2006
    Messaggi
    143
    Ciao, se riuscite a procurarvelo consultate il notiziario dell'ordine degli psicologi di novembre-dicembre del 2005. C'è un articolo a riguardo. Ciao, sorrisojhs

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di musicalmente
    Data registrazione
    06-12-2004
    Messaggi
    151
    ciao, io ho provato a cercare ma nn ho trovato niente..
    "e vivo di poche parole, di poche pretese, di mille altre cose.. fuori dal mondo.. la testa fra le nuvole" J.B.

Privacy Policy