• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 64

Discussione: Che senso ha la Vita?

  1. #1
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2

    Che senso ha la Vita?

    Che senso ha la Vita per te?


    Che senso ha vivere?

    Penso che tutti, in modi diversi, ce lo continuiamo a chiedere e che non sia solo una domanda "adolescenziale"; d'altra parte, secondo me, l'adolescenza non ha mai fine del tutto...

    Perchè viviamo?

    Cosa ne pensate, in chiave psicologica? ( e, se volete, in altre chiavi?)




    Buona vita a tutti!

  2. #2
    Ghiotto patato ಠ_ಠ L'avatar di Biz
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    Topadilegnopoli
    Messaggi
    23,702
    In attualità e cronaca?
    Mhh, c'è qualche fatto che ti ha portato a queste domande?Sennò lo sposto in qualche altra stanza
    "Guardatemi, signori...sono un uomo di sessant'anni e ho il corpo di un ragazzino.Ce l'ho in frigo."
    This is a blog
    This is not a link.

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Non c' è un fatto specifico. Mi accorgo , più cresco, che la vita gira troppo in fretta e che troppi cambiamenti sociali avvengono quasi in contemporanea: qualsiasi punto di vista trova un posto nel mondo, siamo fagocitati dal relativismo, che in senso lato è vantaggioso ma portato all'estremo secondo me è una difesa personale che non giova all'equilibrio personale . Non giova in che senso? Perché....--sorge la domanda- che senso ha la Vita?
    Buona vita a tutti!

  4. #4
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao sinonimo.... perchè pensi che sia scientificamente provato che la vita deve obbligatoriamente avere senso? il senso della vita come lo intendi tu è solo un gracile escamotage della psiche per giustificare la morte....... ad esempio: dare un senso di cristianità alla propria vita perchè si crede nel paradiso.... vivere in senso induista perchè si crede alla reincarnazione.... l'ateo generalmente da un senso di scienza alla propria vita perchè crede che la soluzione alla morte sia la genetica e la clonazione........
    un cane, un gatto, un insetto e un pesce non si interesseranno mai del senso della loro vita proprio perchè non hanno nessuna interpretazione del concetto di morte...... non è tanto la domanda: qual'è il senso della vita... ma quanto: qual'è il senso della morte? visto che tutta la nostra vita e basata sull'evitare la morte....

  5. #5
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    10-03-2006
    Residenza
    Bresso
    Messaggi
    261

    Ti rispondo come avrebbe fatto un mitico personaggio di Corrado Guzzanti e cioè il Profeta Di Quelo!
    -la domanda è mal posta!lei mi voleva chiedere: maestro, che ore sono?-
    Sono le 11!

    Risposta seria: non se lo chiede solo l'adolescente (P.S. a causa di cambiamenti socio-culturali, se sei sotto i 30 sei ancora adolescente), se lo chiede l'umanità intera fin dalla notte dei tempi. Sono state scritte pagine, formulati modelli filosofici, le religioni stesse rispondono a questa domanda. Credo che alla fine ognuno si debbe dare la propria risposta, personale, intima e privata. Sarebbe banale dire che non sappiamo da dove veniamo, cosa siamo, perchè siamo, però siam qui e dobbiamo approfittare dell'unica esistenza che c'è stata data? Lascia la tua traccia, costruisci qualcosa, fa in modo che si pensi a te anche in tua assenza....per il resto, discorso troppo complesso e lungo...meglio essere un po' più frivoli e un po' meno riflessivi..
    Pier

    Membro del comitato anti-morelli

  6. #6
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da PierreMI

    Ti rispondo come avrebbe fatto un mitico personaggio di Corrado Guzzanti e cioè il Profeta Di Quelo!
    -la domanda è mal posta!lei mi voleva chiedere: maestro, che ore sono?-
    Sono le 11!

    Risposta seria: non se lo chiede solo l'adolescente (P.S. a causa di cambiamenti socio-culturali, se sei sotto i 30 sei ancora adolescente), se lo chiede l'umanità intera fin dalla notte dei tempi. Sono state scritte pagine, formulati modelli filosofici, le religioni stesse rispondono a questa domanda. Credo che alla fine ognuno si debbe dare la propria risposta, personale, intima e privata. Sarebbe banale dire che non sappiamo da dove veniamo, cosa siamo, perchè siamo, però siam qui e dobbiamo approfittare dell'unica esistenza che c'è stata data? Lascia la tua traccia, costruisci qualcosa, fa in modo che si pensi a te anche in tua assenza....per il resto, discorso troppo complesso e lungo...meglio essere un po' più frivoli e un po' meno riflessivi..

    Si, capisco il tuo punto di vista, pensare troppo ci fa andare in cortocircuito e rischiamo , paradossalmente, di non "godere" della vita.
    Ognuno si dà la sua risposta.....uhmm... ma è mai possibile che non ve ne sia una che fa da sfondo a tutte le possibili risposte?
    Buona vita a tutti!

  7. #7
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da Yezidism
    ciao sinonimo.... perchè pensi che sia scientificamente provato che la vita deve obbligatoriamente avere senso? il senso della vita come lo intendi tu è solo un gracile escamotage della psiche per giustificare la morte....... ad esempio: dare un senso di cristianità alla propria vita perchè si crede nel paradiso.... vivere in senso induista perchè si crede alla reincarnazione.... l'ateo generalmente da un senso di scienza alla propria vita perchè crede che la soluzione alla morte sia la genetica e la clonazione........
    un cane, un gatto, un insetto e un pesce non si interesseranno mai del senso della loro vita proprio perchè non hanno nessuna interpretazione del concetto di morte...... non è tanto la domanda: qual'è il senso della vita... ma quanto: qual'è il senso della morte? visto che tutta la nostra vita e basata sull'evitare la morte....
    Appunto ,se è un escamotage vuol dire che abbiamo "bisogno" di dare una risposta per giustificare la morte perchè essa non può essere la fine di tutto...

    io vorrei dare a questo 3d un'accezione non solo filosofica ma anche psicologica e in effetti l'evitamento della morte può essere un buon indizio....però va approfondito...
    Buona vita a tutti!

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Non so dare una risposta a questa domanda e se penso a quelli che se la ponevano troppo frequentemente e che prendevano troppo sul serio la cosa... bhè, sono finiti male!

    Cercando di leggere in chiave psicologica una domanda del genere, mi viene da dire che cercare il senso della vita sia cercare qualcosa per cui valga la pena vivere o essere vissuti. Poi ognuno si dà la sua spiegazione che giustifichi un'esistenza, che allontani lo spauracchio del suicidio, della sconfitta, dell'assenza di significato.

    Argomento molto complesso, sarebbe interessante se qualcuno avesse sotto mano delle ricerche o simili.

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Secondo me il senso nella vita sta nel fatto che siamo parte di qualcosa di più grosso... e che dopo la nostra morte continueremo a vivere in ciò che di buono abbiamo costruito...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  10. #10
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, io ci ho provato molte volte a credere che possa esserci qualcosa postmortem ma mi sono sempre ricreduto..... qualsiasi cosa provo ad immaginare che ci sia postmortem poi la interpreto sempre come una barzelletta... forse perchè ho troppo la mente ingabbiata dalla scienza... ma non riesco a vedere la vita come uno dei tanti bilioni di semplici processi che ogni microsecondo avvengono nel cosmo.... vedo l'essere umano come una semplice reazione termodinamica esattamente come è la combustione del gas... ma così qualsiasi cosa le piante, gli atomi, gli uomini, i pianeti ecc... purtroppo se devo essere sincero con me stesso vedo che l'uomo si da molta importanza ma la realtà indica che non è nulla praticamente quasi nulla nel cosmo... una semplice forma di vita (calore) in evoluzione temporale... già solo se riuscissimo definitivamente a capire se nel cosmo siamo soli o se ci sono anche altri sarebbe un grande passo per dare SENSO alla vita..... se fossimo scientificamente consci che nel cosmo esistono altre forme di vita superiori/inferiori alla nostra di sicuro il nostro SENSO della vita cambierebbe radicalmente! perchè se siamo i soli allora è probabile che le religioni siano vere ed ergo la terra è solo un banco di prova per passare successivamente ad altri paradisi/inferi! ma se si rivelasse il caso che nel cosmo non siamo i soli ed ergo la terra non è un banco di prova ed altre forme di vita potrebbero dirci che c'è anche il metodo per vincere la morte ecc.... tutto qui è il gioco..... dobbiamo solo riuscire a capire se siamo i soli oppure no.... stando alle leggi statistiche sulle probabilità di evoluzione di mondi simili al nostro (terra) sulla base del numero di stelle dell'universo dovremmo essere in buona compagnia....
    che senso avrebbe portare la democrazia in afghanista e iraq quando si è consci che esiste una civiltà talmente superiore a te che può spazzare via gli umani in meno di 6 minuti? oppure essere consci che ad 100 anni luce dalla terra ci sia una civiltà simile all'homo di neanderthal...... o come cambierebbe il senso della nostra vita se degli alieni ci facessero vedere che con un raggio laser si ridà la vita ad un morto.... finora le prove statistiche ipotizzano la quasi certezza di altre forme di vita... di contro la realtà ci dice che finora dal cosmo ancora non si è fatto vivo nessuno..... quindi l'opzione religione è ancora convalidata ed ergo la vita sarebbe un banco di prova in attesa di paradisi/inferi futuri...

  11. #11
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    10-03-2006
    Residenza
    Bresso
    Messaggi
    261
    Cercare una risposta a questa domanda è come tentare di svuotare il mare con un secchiello.
    Questa è una citazione, forse biblica, è un ricordo vago dell'epoca della scuola dalle Rosminiane

    La risposta non può essere psicologica: ci vorrebbe un'equipe multidisciplinare ma non si arriverebbe comunque da nessuna parte. Ember la pensa come me, ad esempio.

    Yez razionalizza: pensi che veramente questa perfezione che ci circonda sia avvenuta per caso?perchè, ad esempio, il nostro organismo è così perfetto e risponde al principio di massima efficenza con minor dispendio energetico?

    Sulla base di un relativismo cosmico, potremmo anche essere la cellula di un organismo che ci contiene, una capocchia di spillo in una dimensione sconfinata popolata da chissà cosa e chissà chi...e così si può continuare in eterno.....contando che si è iniziati dall'anno zero...
    Pier

    Membro del comitato anti-morelli

  12. #12
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da Ember
    Secondo me il senso nella vita sta nel fatto che siamo parte di qualcosa di più grosso... e che dopo la nostra morte continueremo a vivere in ciò che di buono abbiamo costruito...
    Anch'io la penso così
    Buona vita a tutti!

  13. #13
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da Yezidism
    ciao, io ci ho provato molte volte a credere che possa esserci qualcosa postmortem ma mi sono sempre ricreduto..... qualsiasi cosa provo ad immaginare che ci sia postmortem poi la interpreto sempre come una barzelletta... forse perchè ho troppo la mente ingabbiata dalla scienza... ma non riesco a vedere la vita come uno dei tanti bilioni di semplici processi che ogni microsecondo avvengono nel cosmo.... vedo l'essere umano come una semplice reazione termodinamica esattamente come è la combustione del gas... ma così qualsiasi cosa le piante, gli atomi, gli uomini, i pianeti ecc... purtroppo se devo essere sincero con me stesso vedo che l'uomo si da molta importanza ma la realtà indica che non è nulla praticamente quasi nulla nel cosmo... una semplice forma di vita (calore) in evoluzione temporale... già solo se riuscissimo definitivamente a capire se nel cosmo siamo soli o se ci sono anche altri sarebbe un grande passo per dare SENSO alla vita..... se fossimo scientificamente consci che nel cosmo esistono altre forme di vita superiori/inferiori alla nostra di sicuro il nostro SENSO della vita cambierebbe radicalmente! perchè se siamo i soli allora è probabile che le religioni siano vere ed ergo la terra è solo un banco di prova per passare successivamente ad altri paradisi/inferi! ma se si rivelasse il caso che nel cosmo non siamo i soli ed ergo la terra non è un banco di prova ed altre forme di vita potrebbero dirci che c'è anche il metodo per vincere la morte ecc.... tutto qui è il gioco..... dobbiamo solo riuscire a capire se siamo i soli oppure no.... stando alle leggi statistiche sulle probabilità di evoluzione di mondi simili al nostro (terra) sulla base del numero di stelle dell'universo dovremmo essere in buona compagnia....
    che senso avrebbe portare la democrazia in afghanista e iraq quando si è consci che esiste una civiltà talmente superiore a te che può spazzare via gli umani in meno di 6 minuti? oppure essere consci che ad 100 anni luce dalla terra ci sia una civiltà simile all'homo di neanderthal...... o come cambierebbe il senso della nostra vita se degli alieni ci facessero vedere che con un raggio laser si ridà la vita ad un morto.... finora le prove statistiche ipotizzano la quasi certezza di altre forme di vita... di contro la realtà ci dice che finora dal cosmo ancora non si è fatto vivo nessuno..... quindi l'opzione religione è ancora convalidata ed ergo la vita sarebbe un banco di prova in attesa di paradisi/inferi futuri...

    mi rifiuto di vedere l'uomo alla stregua di un principio termodinamico o come un vegetale: noi abbiamo anima e ragione e questo ci differenzia da tutte le forme di vita e da quelle inanimate . Se non fossimo anima e cervello non ci porremmo tali interrogativi sulla Vita e non avremmo bisogno di incorrere in principi divini che ci rassicurino sul senso di esistere.
    Buona vita a tutti!

  14. #14
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da PierreMI
    Cercare una risposta a questa domanda è come tentare di svuotare il mare con un secchiello.
    Questa è una citazione, forse biblica, è un ricordo vago dell'epoca della scuola dalle Rosminiane

    La risposta non può essere psicologica: ci vorrebbe un'equipe multidisciplinare ma non si arriverebbe comunque da nessuna parte. Ember la pensa come me, ad esempio.

    Yez razionalizza: pensi che veramente questa perfezione che ci circonda sia avvenuta per caso?perchè, ad esempio, il nostro organismo è così perfetto e risponde al principio di massima efficenza con minor dispendio energetico?

    Sulla base di un relativismo cosmico, potremmo anche essere la cellula di un organismo che ci contiene, una capocchia di spillo in una dimensione sconfinata popolata da chissà cosa e chissà chi...e così si può continuare in eterno.....contando che si è iniziati dall'anno zero...


    La risposta psicologica certo è difficile, se per psicologia si intende veramente scienza della mente..La filosofia d'altra parte si basa su intuizioni, certo dettate anche dall'esperienza comune; la scienza , poi, ci fa diventare esseri casuali...Io non mi sento un caso, è questo il punto ..
    Buona vita a tutti!

  15. #15
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    28-05-2004
    Messaggi
    329
    Originariamente postato da PierreMI
    pensi che veramente questa perfezione che ci circonda sia avvenuta per caso?perchè, ad esempio, il nostro organismo è così perfetto e risponde al principio di massima efficenza con minor dispendio energetico?
    Si...

    Evoluzione Darwiniana ?

Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy