• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 65
  1. #1
    Yezidism
    Ospite non registrato

    A mali estremi estremi rimedi?

    Salve, mi serviva un vostro parere sul comportamento che sto per mettere in atto, cercherò di esporvi il mio problema senza dilungarmi molto.... sono 2 anni che sono iscritto all'ordine e che cerco lavoro come psicologo ma non ho trovato nulla di nulla, ho lavorato circa 6 mesi come operaio edile al nero insieme ad altri extracomunitari bangladesi e rumeni per poter avere i soldi per affittare uno studio, aperto lo studio da marzo non ci è stata altresì la minima possibilità di lavoro (nisba, nada, zero) non che non mi sia attivato.... ho provato tutte le strade istruzione, sanità, privati, ecc... ti senti rispondere non ci sono fondi, non è previsto, forse in futuro ecc... analizzando la realtà locale dove vivo posso dire che se non sei del "giro" non farai nulla.... nel senso che se non sei figlio di... se non sei politicamente sponsorizzato... se non hai parenti alla usl.... isnomma vivo nel classico posto dove puoi essere anche il più grande psicologo del mondo ma se non hai spinta non interessa niente a nessuno....
    andai 1 mese dal vicesindaco a proporgli qualche progetto mi disse che non avevano fondi, neanche 2 settimane fà la stessa persona ha assunto 2 assistenti sociali..... insomma per farla breve vivo nel classico posto dove i soldi ci sono ma solo per chi gli pare a loro.... sfortunatamente esiste una lobby fatta da assistenti sociali e politici locali con relative associazione create a loro immagine e somiglianza dove se non sei del giro purtroppo non si passa!
    veniamo al dunque.... dato che mi è completamente tolta la possibilità di lavoro ed avendo esaurito i soldi che avevo accumulato durante i 6 mesi di lavoro nero nei cantieri edili, mi è parso sacrosanto oggi chiudere l'iva ed iscrivermi al collocamento..
    bene se fin qui avete capito adesso vi spiego la mossa che sto per fare.... dato che la mia attuale situazione civile è la seguente: senza casa, senza auto, senza conto in banca, senza lavoro, senza soldi, insomma tutto quello che ho per legge è: i vestiti che indosso, i miei organi, la carta di identità, il tesserino di psicologo ed un foglio dove si certifica che faccio lo psicologo volontario nella mediazione penale. Praticamente un cane sciolto! quei tipi che io definisco i più pericolosi perchè sono quelli che non hanno nulla da perdere... ecco la mossa che sto per fare, nella mia condizione gestaltica da nullatenente lunedì mi presento dagli assistenti sociali e gli dico: Eccomi! senza soldi, senza casa, senza nulla tranne il fatto di essere uno psicologo, io come campo? secondo voi quali saranno le conseguenze di questo gesto? come mi gestiranno gli assistenti sociali che con le loro associazioni e legami politici che non mi hanno dato la minima opportunità di lavoro nella mia zona? purtoppo io non ho nulla da perdere, dovrei andare a rubbare? o devo ritornare a fare lavoro nero nei cantieri edili a 35 euro al giorno? io lunedì devo essere un uomo in mezzo alla strada devo fare lo stesso percorso di chi ci sta veramente e voglio sentire con le mie orecchie cose mi diranno le zelanti assistenti sociali quando lunedì gli dico: io come pranzo oggi? stanotte dove dormo? voi cosa ne pensate del mio gesto? c'è qualcuno di voi che si è trovato nella mia condizione?

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    Mi dispiace molto leggere la tua storia. E mi dispiace per vari motivi, il primo è sapere che qualcuno sta male, il secondo è sapere che sta male per motivi di raccomandazioni, di clientelismo politico, o come vogliamo chiamare la realtà di cui ci parli.
    Anche io vivo (ma forse tutti) in un posto in cui la politica è molto forte, ma per fortuna, quando ho deciso di fare tirocinio in ospedale, ho incontrato delle persone estremamente umane che mi hanno aiutato ad inserirmi. Tuttavia le strade per cui sono arrivata ad avere un contratto non piacciono a certa gente ed io assisto al braccio di ferro quotidiano tra giganti buoni e giganti cattivi, chi la spunta ha il controllo del mio destino lavorativo. Non mi lamento affatto della mia situazione, anzi, mi ritengo una persona privilegiata che ha la possibilità di svolgere un lavoro che gli piace. Per quanto tempo ancora non lo so, forse potrei ritrovarmi nelle tue stesse condizioni, chissà.
    Io non so cosa farei nella tua situazione, però mi viene in mente un articolo sulla stampa, oppure scrivere a quelle trasmissioni tipo piazza grande in cui si parla di casi reali. Non ho idea di cosa potrebbero dire le assistenti sociali di fronte al tuo caso, potrebbero anche essere capaci di non fare nulla, in fin dei conti i soldi non ci sono per tutti neanche come fondi da destinare a chi non ha soldi!

  3. #3
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, ma i soldi dalle mie parti ci sono solo che vengano equamente distribuiti solo tra i membri di alleanza nazionale e basta..... l'assesore alle politiche sociali e le assistenti sociali sono di alleanza nazionale ed ovviamente tutte le loro associazioni che poi accedono ai fondi..... questa giunta di alleanza nazionale però ora non rispecchia i cittadini i quali nel mio comune alle ultime elezioni hanno votato per il 90% il centrosinistra.......
    si il mio obiettivo è usare la stampa, rendere noto al 90% dei miei compaesani che hanno votato il centrosinistra di che qualità è la gestione dei servizi sociali...
    se tutto va bene verranno decapitati: il sindaco, vicesindaco, l'assessore alle politiche sociali ed il comune sarà commissariato come lo sono gli altri 4 comuni confinanti.... purtroppo oltre non avere casa, lavoro, soldi, non ho neanche tessera politica..... mi rimangono solo amici neutri politicamente come l'attuale comandante dell'arma dei carabinieri, qualche magistrato e diversi giornalisti, i quali coralmente mi hanno suggerito di fare questa mossa e di tenerli aggiornati su come si evolve questa situazione...... ci sarà da fare chiarezza sul come mai in un comune capofila di altri 8 comuni sui piani di zona di sviluppo sociale ad uno psicologo con svariate pubblicazioni internazionali che vive al di sotto della soglia di povertà gli viene tolta qualsiasi possibilità di lavoro? sarà questo l'interrogativo a cui dovranno la settimana prossima rispondere i neo assunti assistenti sociali di alleanza nazionale dei servizi sociali del mio comune. cmq vi terrò aggiornati... per me questo comportamento significa molte cose, quasi un esperimento di psicologia sociale... vedere dal basso come veramente funziona un servizio sociale e un assistente sociale... quello che vi chiedo è se sapete se posso registrare le conversazioni che avrò con gli assistenti sociali per eventualmente usarle come prova (per i mie amici giudici) in caso in cui venga preso a maleparole, insultato o maltrattato o debba rivelare qualcosa che non funzioni.... ad esempio quando chiederò all'assistente sociale:"stanotte dove dormo?" e lei mi dovesse rispondere:" sono cazzi tuoi dove dormi, vai sotto i ponti!" sapendo che dalle persone di alleanza nazionale sovente ne escono insulti, urla, grezzita ecc.. è bene secondo voi che mi cauteli con qualche registratore in modo poi di informare sia compaesani che stampa che autorità giudiziaria che nel chiedere aiuto ai servizi sociali sono stato ricoperto di insulti? voi come mi consigliate di cautelarmi almeno nella mia dignità di essere umano?

  4. #4
    Neofita
    Data registrazione
    13-03-2005
    Residenza
    Policoro
    Messaggi
    5
    in questo caso si potrebbe dire mal comune mezzo gaudio,perchè la situazione che descrivi è esattamente identica alla mia...l'unica differenza è che essendo una donna non mi hanno preso a lavorare nei cantieri edili....io sono una lucana , dove la giunta regionale è di centro sinistra, quella provinciale è di centro sinistra, la giunta del mio paese è di centro sinistra.
    questo per dire che non è il colore politico che fa la differenza poichè nonostante io e la mia famiglia abbiamo sempre votato a SINISTRA, a tutt'oggi e dopo ben 2 anni dalla laurea,abilitata,ho trovato un misero posto all'interno di una coop, ma certo non come psicologa, e con le mie sole forze.....
    COMMENTATE VOI....

  5. #5
    agosnapo
    Ospite non registrato
    Quello che descrivete è una situazione allucinante... non ci sono parole... vorrei però consigliare a yezidism di stare attento con i registratori. E' sacrosanto tutelarsi ma non credo si possa registrare a sua insaputa una persona a meno che ciò non venga fatto dalle forze dell'ordine su un preciso mandato. Coraggio ragazzi... In bocca al lupo

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    carissimo,
    ho letto con attenzione la tua storia e ti ammiro per quello che vuoi fare, anzi verrei anche io con te per sputtanare queste situazioni a dir poco "ai confini della realtà".
    Ti racconto una storia.
    Un mio amico giornalista free lance, ha condotto un'inchiesta sui medici (cattolici e non) dei consultori in merito alla distribuzione della pillola del giorno dopo alle adolescenti. Essendo lui, di aspetto quasi bambinesco, facilmente scambiabile per un adolescente, si è portato in giro per alcuni consultori pubblici una sua amica (anch'essa di aspetto ingannevole) e munito di registratore ha condotto la sua inchiesta a dir poco sconvolgente.
    Altra storia.
    Sempre questo giornalista ha condotto un inchiesta nei confessionali dicendo di essere omosessuale per vedere quale fosse la reazione dei preti; tutto sempre munito di registratore imboscato, e anche lì sono uscite cose che Dio solo sa.
    Ora.
    Diciamo che il tuo problema è più o meno sulla stessa lunghezza e diciamo che forse l'unico tuo problema è quello di essere iscritto ad un albo professionale.
    Hai detto però che che hai contatti, e mi sembra anche abbastanza forti, con il maresciallo dei carabinieri e con alcuni giornalisti per non parlare di alcuni giudici (giusto). Per quanto riguarda le registrazioni chiedi al maresciallo, lui sicuramente saprà dirti qualcosa (non dimenticarti che striscia la notizie e le iene operano di continuo con questo sistema). Anche hai giudici potresti chiedere qualcosa sempre se tu sei sicuro che ci si possa fidera di queste persone.
    Quando avrai chiesto, e io credo non ci siano problemi nel registrare una conversazione se ci sono i propositi e gli estremi per una qualsiasi tipo di denuncia che possa mettere fine a certi "giochetti" e sopratutto alla non professionalità di chi lavora specie in strutture pubbliche, vai tranquillo.
    Se tu registri una conversazione e in questa conversazione ci sono insulti e via dicendo, ma non ci sono gli estremi per una denuncia, allora puoi semplicemete sputtanare quel centro tanto da farli saltare tutti, ovviamente in primis gli assistenti sociali che non hanno fatto il proprio lavoro. Come? un bellissimo articolo sulla carta stampata, o meglio ancora striscia o iene.
    Comunque vai tranquillo, massimo ti potranno accusare di violazione della privacy.
    Comunque chiedo a mio fratello che è avvocato poi ti faccio sapere con certezza a cosa potresti andare incontro a livello legale.
    Nel frattempo tu chiedi al maresciallo e ai giudici.
    Baci e fammi sapere
    grillo parlante

  7. #7
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao... vi ringrazio per la solidarietà..... si io so che se nella conversazione è coinvolta la propria voce la registrazione è lecita! è illecita se nella conversazione che registro non è coinvolta la mia voce ma è bensì un dialogo di terzi.... il maresciallo mi ha detto che io posso registrare tutte le telefonate in arrivo e in uscita del mio telefono, non posso registrare le telefonate delle altre persone ma quelle dove c'è la mia voce le posso registrare ed allegare ad ipotetiche denunce..... cmq se ultimamente è cambiata la legge non so... io non tanto sono amico al maresciallo dei carabinieri ma come scrivevo; conosco bene l'attuale GENERALE dell'arma dei carabinieri il generale Siatzu nominato comandante dell'arma dei carabinieri il 05/07/06 che guarda caso era il mio comandante diretto quando feci il militare, complimentandomi telefonicamente con lui per la carica ricevuta gli esposi invece la mia torbida situazione... lui mi ha consigliato di andare dai servizi sociali del comune ad esporre la mia situazione, di fargli vedere il curriculum, di fargli vedere le pubblicazioni internazionali che ho in materia, di fargli vedere il foglio di congedo dell'arma con la sua firma, di fargli vedere il foglio dove si certifica che faccio volontariato gratis in mediazione penale, e di domandargli dove posso trascorrere la notte e mangiare qualcosa essendo senza soldi? ovviamente ogni illazione, offesa, insulto, maltrattamento, arroganza o strafottenza se comprovato finirà in mano del comandante generale dei carabinieri che lo presenterà direttamente nelle mani del ministro di rifondazione comunista alle politiche sociali ferrero....
    la questione in merito alla registrazione che ponevo è un altra.... quasi assodato che posso reggistrare quando nel dialogo è coinvolta la mia voce... il problema è come può reagire l'assistente sociale se sgama che registro? devo registrare di nascosto oppure è meglio che la informo preventivamente che voglio registrare la conversazione? in tal caso potrebbe rifiutare di accettarmi come utente dei servizi sociali? sapete se esiste qualche norma che mi vieta la registrazione audio in un utenza pubblica? ri registrano i professori durante le lezioni di cosa dovrebbe temere un assistante sociale nel farsi registrare mentre mi dice dove dovrei trascorrere la notte? essendo smemorato a causa della fame e del sonno perchè non posso registrare i preziosi consigli che mi dettano gli assistenti sociali sul come sopravvivere?
    vi ringrazio per la solidarietà...

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    se gli dici che vuoi registrare potrebbero mangiare la foglia e fare di tutto per asecondarti e ti tratteranno con i guanti bianchi.
    Se invece fai il vago e ti imboschi il registratore potrebbero trattarti male o come potrebbero trattarti bene.
    Sta a te decidere.
    Cosa ti aspetti da queste persone? Lo scopo di tutto questo è una denuncia del fatto che tu non trovi lavoro, oppure che i servizi sono incompetenti, o che altro?
    A questo punto dato che puoi tranquillamente registrare le conversazioni, sta a te decidere come impostare la questione in funzione di quello che vuoi o vorresti ottenere.

    In bocca al lupo
    tienici aggiornati
    grillo parlante

  9. #9
    Originariamente postato da grillo parlante
    Cosa ti aspetti da queste persone? Lo scopo di tutto questo è una denuncia del fatto che tu non trovi lavoro, oppure che i servizi sono incompetenti, o che altro?
    A questo punto dato che puoi tranquillamente registrare le conversazioni, sta a te decidere come impostare la questione in funzione di quello che vuoi o vorresti ottenere.

    Secondo me gli scopi di tutto cio' sono entrambi.Fatti valere e ricordati che siamo tutti con te...falli finire su striscia o alle iene...ad un caso se ne aggiungeranno altri sicuramente!!!

  10. #10
    Yezidism
    Ospite non registrato
    Ciao, si, penso di optare per la reggistrazione nascosta, proprio perchè voglio arrivare li come ci arriva un utente qualsiasi che necessità di quel servizio... che senso ha arrivare li quando loro sono a conoscenza di tutto? mancherebbe l'effetto surprise come dicono gli anglofoni... un altro mio vecchio tutor come il professor avallone mi suggerirebbe il fatto che in questo gioco delle parti io ho 2 mosse fondamentali; la prima mossa è la prima mossa spetta a me (come a scacchi) quindi sono io che declino il problema, la seconda mossa più micidiale è la sorpresa! io so tutto di loro (quanto guadagnano, di che partito sono, da quanto sono assunti, le loro associazioni copertura, il numero di targa delle loro auto, ecc) viceversa loro non sanno completamente nulla di me!
    Mi vergogneri nel definirmi un abile stratega, se perdo una battaglia con 3 assistentini sociali avendo dalla mia quelle che sono le più magistrali condizioni favorevoli come sono l'effetto sorpresa e il poter fare la prima mossa.....
    quello che penso come psicologo è la ripercussione psicologica che può avere questo evento sulla psiche di queste persone.... mi spiego meglio.... facciamo empatia e immaginiamoci di essere un assistente sociale da poco assunto bello e ben protetto dallo stipendio fisso dal logo politico e dagli intrallazzi dei fondi per le associazioni relative ai piani di zona.... immaginiamo che questi stanno tranquilli sotto i condizionatori pensando che ad agosto vanno tranquillamente in ferie alle maldive, presumiamo anche che questi figuri abbiano anche comprato a rate una bella automobile... insomma la loro vita sembra scorrere in maniera liscia come l'olio..... totalmente inconsci dello tsunami che gli si sta probabilmente abbattendo contro..... se sfortunatamente vuoi magari per la calura estiva, per disagi emotivi, per vampate di menopausa, dovessero poco poco pronunciare qualche parola scorretta con il sottoscritto... il momento poi che realizzeranno quello che gli succede, che magari l'indomani si vedono sospesi dal servizio e indagati ed ergo addio ferie alle maldive, addio rate del mutuo di casa e della macchina.... qual'è poi la ripercussione psicologica di questo schock? quanta psicoterapia a 70 euro l'euro dovranno fare queste persone per riprendersi dal trauma? potrei io stesso generare prima (come disoccupato nullatenente) il trauma a queste persone e curarglielo poi in caso venissi assunto come psicologo dai servizi sociali? oppure devo girarli allo psicologo della usl? cmq stasera un mio amico della procura mi diceva che se mi rispondo:" venditi l'orologio e la colanna d'oro per mangiare e passare la notte!" mi ha giurato che li sbatte in galera con l'accusa di: Istigazione all'usura e omissione di atto pubblico!"

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    vorrei veramente essere presente quando farai questa cosa, ma di dove sei?
    Comunque...non preoccuparti delle conseguenze psicologiche che potresti causare a queste persone, ma pensa a quante "vite" potresti salvare (psicologicamente parlando); tutte quelle persone che riversano nella tua stessa situazione, o con problemi ancora più gravi.
    Non tutti sanno fare il lavoro che si sono scelti o peggio ancora che si sono trovati a dovere svolgere perchè garantiva uno stipendio.
    Alcuni servizi sociali, ma non solo, alcune strutture pubbliche, andrebbe fatto quello che vuoi fare tu, non tanto come vendetta personale (te la metto in questi termini anche se ho capito che si tratta di ben altro) ma proprio per capire quanto il servizio funziona!
    Esempio di cronaca di qualche anno fa, forse lo ricorderai sono due adolescenti che si ritrovano in attesa di un figlio, i servizi non li hanno aiutati ("dobbiamo parlare con i vostri genitori" questo gli è stato detto) conseguenza....il ragazzo si è suicidato.
    Ma te ne posso dire tanti altri....
    Ok forse non sono proprio simili al tuo problema ma morale della favola è che non ti devi preoccupare delle conseguenze psicologiche che potresti causare agli assistenti sociali, dato che a volte loro non si preoccupane delle conseguenze psicologiche che le loro azioni possono avere nell'utenza.
    Se vuoi un consiglio poi metti in scena con un altra persona un caso, di qualunque tipo per vedere come gestiscono la situazione.
    Ma non è che poi ti stai fasciando la testa prima di essertela rotta?
    Ovvero, cosa ti spinge a pensare che queste assistenti ti possano rispondere nel modo più sgarbato possibile?Solo per la questione politica e perchè sono iscritte al partito?
    Pensaci...
    grillo parlante

  12. #12
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao grillo, non è fasciarsi la testa ma per me è una prevenzione, nel senso che poi se le cose andranno in un certo modo ho prove concrete per dimostrarlo...
    ti faccio un analogia con l'arte della guerra..... nei secoli scorsi molte volte le popolazioni d'italia avevano il mio stesso problema... ovvero: "come si espugna un FEUDO circondato da mura e bastioni?" nel feudo sono rinchiusi dei signorotti che si ingrassano con le tasse (ICI) sottratte ai contandini....
    mia madre quando mi partorì mi chiamo Alessandro in onore del grande condottiero macedone.... tornando al Feudo da espugnare perchè non utilizzare la magistrale tattica del cavallo di troia? io che entro come un agnellino (disoccupato, nullatenente in cerca di aiuto) con un reggistratore nel sudicio invicta (cavallo)... entrare come un agnellino per abbassare il ponte levatoio in modo da far entrare: marescialli, giudici, politici dell'opposizione ecc...
    purtroppo io di modo per espugnare i feudi questo conosco... l'arte della guerra insegna che la sorpresa è la migliore alleata...
    più che altro mi interessa capire che ruolo dovrò adottare nel dialogo... nel senso come diceva il professore Tanucci nella formazione se posso comportarmi come facilitatore di gruppo nel senso che devo io proporre alternative per sopravvivere quali (farmi prestare soldi, rubbare, spacciare ecc..) ed aspettare la loro eventuale risposta affermativa che in tal caso verrà interpretata come: istigazione all'usura, istigazione all'accattonagio, istigazione al reato... oppure declinare semplicemente il problema? in soldoni dovrò mettergli le domandine apposite per farli cadere in errore da soli o devo suggerirgli che è bene che si assumano la responsabilità di ogni affermazione? il fatto che presumo siano sgarbati è perchè mi è stato riferito dal 90% dee cittadini che ha avuto a che fare con loro.... un mio amico assistente sociale che dirigeva da solo una casa famiglia nel comune è stato non solo fatto fuori ma anche trattato in una maniera indecorosa.... morale della favola ora la casa famiglia è chiusa.... io andai da queste persone per la prima volte a marzo quando aprii lo studio, andai con vari progetti alla mano proporre, l'assistente sociale (boss) mi liquido in fretta dicendo che se non era specializzato con loro non potevo lavorare.... nella mia mente pensai: è mai possibile che questi faccino solo psicoterapie?" poi conobbi un collega che lavora nei servizi sociali in un comune limitrofo dipendente del mio per quanto riguarda il piano di zona, il quale mi assicurò che per lavorare nei servizi sociali non serve assolutamente la specializzazione ma solo la laurea l'iscrizione all'albo e la raccomandazione politica....
    dato che la prima si perdona si perdona ma la seconda si bastona, come dovrei reagire io se l'assistente sociale (boss) mi dovesse sparare una seconda cazzata? se avessi già la prima volta registrato la sua voce dove asserriva cinguettando: "per lavorare con noi ci vuole per forza la specializzazione!"
    capisci grillo? se non mi prenderanno a male parole è perchè cercheranno di riprendermi per i fondelli.... quindi è bene andarci con i piedi di piombo con queti elementi! anche nella bibia c'è scritto: Pane al Pane e Vino al Vino!

  13. #13
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Scusa ma come psicologo devi per forza lavorare solo nelle pubbliche amministrazioni?
    Non sono obbligate ad assumere tutti quelli che gli presentano un progetto: i fondi possono essere destinati ad alcune cose ma non ad altre (fra l'altro credo che per i comuni sia obbligatorio avere la figura dell'assistente sociale mentre quella dello psicologo non è contemplata) e un progetto può anche non piacere o non essere ritenuto utile.
    L'opportunità di lavorare non è solo con il comune, anche con i privati (cooperative, associazioni,...) e se la tua situazione è così disperata l'assistente sociale potrebbe aiutarti a trovare un posto qualsiasi (spazzino, badante per anziani,...), lo prenderesti o vuoi che ti trovi proprio un posto da psicologo?
    Perchè credo che non abbia alcun obbligo in quel senso.
    Comunque noi per deontologia dobbiamo chiedere ai pazienti se possiamo registrare i loro colloqui, credo che la stessa cosa si debba fare con l'assistente sociale: devi chiedere il permesso, anche perchè se è vero che puoi registrare le telefonate che arrivano a casa tua perchè è casa tua, non è detto che tu abbia gli stessi diritti in una sede comunale...
    Vimae

  14. #14
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao vimae... una volta mi trovai davanti al senatore cossiga... lui mi fece notare che porta con sempre con se un piccolo aggeggio elettronico alla mia domanda sul cosa fosse mi rispose che è un segnalatore di reggistratori... mi spiego che molte persone avvicinandolo con falsa amicizia gli facevano domande taglienti in modo poi di avere le prove del suo pensiero.... per evitare ciò si fece apposiatamente costruire tale aggegio.... in modo che possa essere conscio di chi tenta di registrarlo e di dargli le risposte che merita.... vimae ti torno a ripetere che registrare conversione dove sia coinvolta la propria voce non è reato! un conto è che registro la mia voce mentre chiedo aiuto al servizio di assistenza sociale un conto che piazzo spie per spiare conversazioni di altri come faceva storace!!!!!!
    perchè un dipendente pubblico ha paura di rendere pubbliche le sue dichiarazioni? mica un medico di base si mette ad urlare se quando mi declina la cura io la registro perchè così capisco bene quali gocce vanno prese a digiuno e quali pasticche devo prendere prima di dormire....
    in più vimae se io lego sul quotidiano locale del 07/07/06 riporta sia la foto dell'assesore ai servizi sociali che un articolo autocelebrativo in cui si dichiara a caratteri cubitali che tale assessore (AN) stia dando lavoro a tutti gli psicologi del comprensorio dai proggetti da lei approvati... io nel mio comune posso raccogliere le firme di 10 psicologi su 15 dove sono pronti a dichiarare che non hanno mai ne partecipato ne recepito 1 euro dai proggetti di questo assessore... quindi a che titolo parla questo assessore? ovviamente agli assistenti sociali portero anche il giornale dove si dipinge l'assessorato ai servizi sociali come il paradiso della psicologia.... chiederò spiegazioni sul perchè io viva sotto la soglia di povertà e nessuno dei miei colleghi in zona concorda con quanto scritto nell'articolo.... ma allora tutti i finanziamenti dove vanno a finire? capisco che situazioni siano state costruite dai 5 anni di governo storace alla regione ma come è bene che stanno saltando le teste dei dirigenti usl di roma e bene che saltino anche i meccanismi creati da storace sui piani di zona relativi ai servizi sociali nella superfascistissima provincia di latina e frosinone......
    è mai possibile che se non si è membri delle 3 associazioni (stabili) targate AN operanti nella zona, i tuoi progetti non saranno mai letti, i fondi per te nn ci saranno mai, ti verrà bloccata ogni strada...
    cmq torno a ripetere a me di politica importa poco resta il fatto che come cittadino italiano vivendo sotto la soglia di povertà mi trovo costretto a chiedere aiuto ai servizi sociali del mio comune, ho già lavorato al nero nei cantieri edili a 35 euro al giorno posso documentare il fatto perchè un giorno mentre lavoravo in questa strepitosa villa suono alla porta 1 magistrato seguito da 16 poliziotti + 4 vigili urbani, il maggistrato cercava qualche documento che fosse la prova di chi fosse il proprietario della villa.... i poliziotti presero tutti i nominativi incluso il mio, mi ricordo che quando il poliziotto lesse sulla mia carta di identità Professione Psicologo, mi porto di parte è mi disse: "E TU COSA CAZZO CI FAI QUI?" pensava che la carta di identità era falsa! gli spiegai che di sicuro nn mi stavo divertidento e di certo in quell'ambiente non mi sentivo chiamare dottore...
    gli spiegai che se l'attuale governo mette in condizione i laureati di lavorare affianco ai rumeni al nero nei cantieri a 35 euro al giorno la colpa non è mia! fu così che fui obbligato ad uscire dal cantiere e dal lavoro nero..... adesso cosa dovrei fare? se lavoro al nero nei cantieri a 35 euro al giorno mi trovo i poliziotti addosso, se vado dall'assessore alle politiche sociali mi dice non ho soldi (per te!), se vado dall'assistente sociale mi dice che con lei posso lavorare solo se sono psicoterapeuta, se vado a cercare lavoro sul sito dell'ordine trovo solo l'offerta della BULGARI che stando li da 3 anni penso ci sia uscita la muffa, insomma io come campo? un cittadino senza lavoro, senza casa, senza soldi, senza auto, senza conti correnti può usufruire dei servizi sociali oppure nel 2006 con un presidente della republica comunista il cittadino viene abbandonato a se stesso quasi costretto a morire di fame? ben venga che i servizi sociali mi impieghino come scopino o giardiniere.... ma magari mi assumessero come zerbino.... come si fà poi a non rendere noto all'opinione publica locale sui giornali che differentemente da quanto asserisce l'assessore alle politiche sociali gli psicologi nel territorio comunale più che essere parte attiva nei progetti relativi ai piani di zona sono invece utilizzati per svuotare l'immondizia! magari io prego che mi mettano a fare anche il parafulmine perchè così facendo non solo creerebbero un martire per l'opinione pubblica locale ma si firmerebbero da soli la loro morte politica, sociale e culturale.....
    già c'è un clima politico molto teso e sull'orlo del commissariamento.... se riesco a essere la goccia che fa trabboccare il vaso ovviamente poi l'attuale minoranza ma maggioranza di fatto sia comunale che nazionale spero mene sia grata o almeno faccia in modo che possa guadagnarmi un piatto di minestra....
    se diventerò la goccia che fa trabbocare il vaso oppure no tutto dipende dalle abilità del servizio sociale a cui sto chiedendo umanamente aiuto... leggendo sui giornali il servizio sociale del mio comune risulta essere un orologio svizzero... melo auguro vivamente e lo spero tanto anche per loro..... perchè torno a ripetere: io come campo?

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di lucilla_80
    Data registrazione
    23-11-2005
    Residenza
    tra caserta e roma :ciao:
    Messaggi
    276
    Originariamente postato da Yezidism
    ciao vimae... una volta mi trovai davanti al senatore cossiga... lui mi fece notare che porta con sempre con se un piccolo aggeggio elettronico alla mia domanda sul cosa fosse mi rispose che è un segnalatore di reggistratori... mi spiego che molte persone avvicinandolo con falsa amicizia gli facevano domande taglienti in modo poi di avere le prove del suo pensiero.... per evitare ciò si fece apposiatamente costruire tale aggegio.... in modo che possa essere conscio di chi tenta di registrarlo e di dargli le risposte che merita.... vimae ti torno a ripetere che registrare conversione dove sia coinvolta la propria voce non è reato! un conto è che registro la mia voce mentre chiedo aiuto al servizio di assistenza sociale un conto che piazzo spie per spiare conversazioni di altri come faceva storace!!!!!!
    perchè un dipendente pubblico ha paura di rendere pubbliche le sue dichiarazioni? mica un medico di base si mette ad urlare se quando mi declina la cura io la registro perchè così capisco bene quali gocce vanno prese a digiuno e quali pasticche devo prendere prima di dormire....
    in più vimae se io lego sul quotidiano locale del 07/07/06 riporta sia la foto dell'assesore ai servizi sociali che un articolo autocelebrativo in cui si dichiara a caratteri cubitali che tale assessore (AN) stia dando lavoro a tutti gli psicologi del comprensorio dai proggetti da lei approvati... io nel mio comune posso raccogliere le firme di 10 psicologi su 15 dove sono pronti a dichiarare che non hanno mai ne partecipato ne recepito 1 euro dai proggetti di questo assessore... quindi a che titolo parla questo assessore? ovviamente agli assistenti sociali portero anche il giornale dove si dipinge l'assessorato ai servizi sociali come il paradiso della psicologia.... chiederò spiegazioni sul perchè io viva sotto la soglia di povertà e nessuno dei miei colleghi in zona concorda con quanto scritto nell'articolo.... ma allora tutti i finanziamenti dove vanno a finire? capisco che situazioni siano state costruite dai 5 anni di governo storace alla regione ma come è bene che stanno saltando le teste dei dirigenti usl di roma e bene che saltino anche i meccanismi creati da storace sui piani di zona relativi ai servizi sociali nella superfascistissima provincia di latina e frosinone......
    è mai possibile che se non si è membri delle 3 associazioni (stabili) targate AN operanti nella zona, i tuoi progetti non saranno mai letti, i fondi per te nn ci saranno mai, ti verrà bloccata ogni strada...
    cmq torno a ripetere a me di politica importa poco resta il fatto che come cittadino italiano vivendo sotto la soglia di povertà mi trovo costretto a chiedere aiuto ai servizi sociali del mio comune, ho già lavorato al nero nei cantieri edili a 35 euro al giorno posso documentare il fatto perchè un giorno mentre lavoravo in questa strepitosa villa suono alla porta 1 magistrato seguito da 16 poliziotti + 4 vigili urbani, il maggistrato cercava qualche documento che fosse la prova di chi fosse il proprietario della villa.... i poliziotti presero tutti i nominativi incluso il mio, mi ricordo che quando il poliziotto lesse sulla mia carta di identità Professione Psicologo, mi porto di parte è mi disse: "E TU COSA CAZZO CI FAI QUI?" pensava che la carta di identità era falsa! gli spiegai che di sicuro nn mi stavo divertidento e di certo in quell'ambiente non mi sentivo chiamare dottore...
    gli spiegai che se l'attuale governo mette in condizione i laureati di lavorare affianco ai rumeni al nero nei cantieri a 35 euro al giorno la colpa non è mia! fu così che fui obbligato ad uscire dal cantiere e dal lavoro nero..... adesso cosa dovrei fare? se lavoro al nero nei cantieri a 35 euro al giorno mi trovo i poliziotti addosso, se vado dall'assessore alle politiche sociali mi dice non ho soldi (per te!), se vado dall'assistente sociale mi dice che con lei posso lavorare solo se sono psicoterapeuta, se vado a cercare lavoro sul sito dell'ordine trovo solo l'offerta della BULGARI che stando li da 3 anni penso ci sia uscita la muffa, insomma io come campo? un cittadino senza lavoro, senza casa, senza soldi, senza auto, senza conti correnti può usufruire dei servizi sociali oppure nel 2006 con un presidente della republica comunista il cittadino viene abbandonato a se stesso quasi costretto a morire di fame? ben venga che i servizi sociali mi impieghino come scopino o giardiniere.... ma magari mi assumessero come zerbino.... come si fà poi a non rendere noto all'opinione publica locale sui giornali che differentemente da quanto asserisce l'assessore alle politiche sociali gli psicologi nel territorio comunale più che essere parte attiva nei progetti relativi ai piani di zona sono invece utilizzati per svuotare l'immondizia! magari io prego che mi mettano a fare anche il parafulmine perchè così facendo non solo creerebbero un martire per l'opinione pubblica locale ma si firmerebbero da soli la loro morte politica, sociale e culturale.....
    già c'è un clima politico molto teso e sull'orlo del commissariamento.... se riesco a essere la goccia che fa trabboccare il vaso ovviamente poi l'attuale minoranza ma maggioranza di fatto sia comunale che nazionale spero mene sia grata o almeno faccia in modo che possa guadagnarmi un piatto di minestra....
    se diventerò la goccia che fa trabbocare il vaso oppure no tutto dipende dalle abilità del servizio sociale a cui sto chiedendo umanamente aiuto... leggendo sui giornali il servizio sociale del mio comune risulta essere un orologio svizzero... melo auguro vivamente e lo spero tanto anche per loro..... perchè torno a ripetere: io come campo?
    E' davvero desolante leggere queste cose........
    E' incredibile e al tempo stesso assurdo che persona preparate, professionisti devono arrangiarsi a fare lavoretti e per di più in nero!!! Siamo tutti bene o male nella medesima situazione, il mio vantaggio è quello di aver conseguito la maturità magistrale e l'abilitazione all'insegnamento. Così dopo due anni dal conseguimento della laurea e l'iscrizione all'albo, continuo a fare l'insegnante...quando va bene!
    Ti faccio gli in bocca al lupo per tutto Yezidism ... Forza!
    ...Ah! Godete della vostra giovinezza finchè la possedete! Non sprecate il tesoro dei vostri giorni ascoltando la gente noiosa, cercando di consolare i predestinati all’insuccesso, donando la vostra vita agli incolti, ai mediocri, ai volgari. Vivete! Vivete la meravigliosa vita che è in voi! Il mondo è vostro, per una stagione.
    Oscar Wilde- Il ritratto di Dorian Grey




Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy