• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 17
  1. #1
    Yezidism
    Ospite non registrato

    il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    Salve, volevo sapere un informazione circa il volontariato o l'associazionismo.... quello che vorrei capire è se il praticare questa attività viene poi riconosciuta come esperienza professionale..... mi spiego meglio facendo un esempio concreto, il fare lo psicologo volontario presso una casa famiglia occupandosi di bambini viene poi riconosciuto come esperienza professionale di psicologia minorile? o meglio, viene considerato il volontariato su tematiche specifiche una forma di formazione post-laura? chi fa lo psicologo volontario nei centri di accoglienza per extracomunitari può poi scrivere nel curriculum che ha esperienze professionali per quanto concerne la Psicologia di Immigrazioni, chi fa lo psicologo volontario per la protezione civile, può scrivere nel curriculum che ha esperienza professionale nella psicologia di emergenza? nel caso affermativo in che modo poi si può documentare poi questo tipo di esperienza?

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Ciao, io collaboro come volontaria con una onlus che si occupa di sostegno psicologico ai parenti dei malati di demenze senili. a me hanno detto che l'esperienza con loro la posso mettere nel curriculum, perchè il fatto che uno non sia retribuito non significa che non abbia assunto delle competenze. E questo mi è stato confermato anche dal mio ex docente di clinica..... io quindi l'ho messo, se lo dicono loro sarà sicuramente vero.

  3. #3
    Yezidism
    Ospite non registrato
    Ciao mary, il tuo pensiero non fà una piega... anch'io concordo con te, però questa eperienza o formazione post laurea come la si documenta? come la si comprova? bisogna farsi rilasciare un documento dal presidente che confermi l'attività svolta presso l'associazione?

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Dovresti andare dal presidente dell'associazione e farti rilasciare una dichiarazione in carta libera, ma attenzione, per la legge sulla privacy ricorda che non sei tenuto a specificare di cosa ti occupavi li: è una tua scelta. Poi mi sono informata con una mia collega anziana e mi ha detto che l'esperienza va, appunto, considerata come esperienza e non come formazione post-lauream, quindi mi vale sul mondo del lavoro come esperienza maturata, e questa è una bella notizia, ma quella brutta è che non viene riconosciuta dalle università ai fini di un ulteriore titolo accademico. Tutto sommato direi che non è male, no?

  5. #5
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, si mary la cosa penso sia buona... molte volte associazioni internazionali mi richiedono esperienza specifica su un settore tipo emergenza, minori, disabili, ecc... per loro va bene sia un titolo al riguardo tipo corsi, master, aggiornamenti sia aver svolto attività nel settore... quindi se posso acquisire/perfezionare alcune conoscienze tramite il volontariato allora è una cosa buona...
    in quanto al documentare ho vari interrogativi.... io pensavo che se cmq si fa volontariato come psicologo probabilmente firmeremo qualcosa, pareri, perizie, progetti ecc.. allora ti domando; possiamo usare questi documenti firmati da noi durante il volontariato come prova di aver fatto certe attività o non possiamo farlo per via della privacy e quindi non possiamo documentare nello specifico il volontariato svolto?

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    All'inizio della mia attività ho firmato un documento in carta libera dove mi impegno a non divulgare per nessun motivo quello che ho visto e sentito all'interno dell'associazione: anche se volontari, siamo0 comunque tenuti a rispettare il codice deontologico in tutte le sue parti, quindi le cartelle che firmi le devi considerare come se fossero le cartelle dei tuoi pazienti che vengono nel tuo studio. Quindi, quelle non le puoi usare. Quello che puoi fare, e che è tuo diritto fare, è fare un'autocertificazione controfirmata dal presidente dove dichiari che hai seguito i casi, in cosa consistevano i tuoi interventi etc.......ma mi raccomando non puoi assolutamente esibire le cartelle, pena la crocifissione in pubblica piazza!
    I progetti invece li puoi esibire, dato che dovrebbero essere pubblici e quindi chiunque può avervi accesso. La normativa per questi aspetti la trovi sul sito del Garante per la privacy, in particolare la stracitata 196/03 e il nostro codice.
    Io ho fatto così, come mi avevano consigliato, e mi trovo benissimo, perchè le competenze e le responsabilità sono molto chiare e non c'è pericolo di sbagliarsi!

  7. #7
    Yezidism
    Ospite non registrato
    ciao, ieri mi sono proposto volontario ad un associazione che fa mediazione familiare, il presidente mi ha fatto subito un foglio dove certifica che dalla data di ieri io sono uno psicologo volontario che si occupa di mediazione familiare....
    la cosa che mi ha colpito è che quando si lavora gratis magicamente compare una mole impressionante di lavoro!
    quindi mary se è vero quello che dici a me fa fede la data di ieri, ad esempio fra 1 anno potrei già inserirla nel curriculum come esperienza.... ora conto di iscrivermi anche come volontario presso qualche casa famiglia.... così fra 1 anno oltre che scrivere di aver esperienza con le coppie nella mediazione ho anche esperienza di minori....... io ho pensato che un ottima mossa per me è quella che domani mattina alla svelta vado dal commercialista a chiudere la inutile partita iva che oltre non averla mai usata mi espone solo ai controlli della guardia finanza che stanno per arrivare nel nome dell'evasione fiscale.....
    imediatamente dopo aver chiuso l'iva mi recherò ad iscrivermi presso l'ufficio di collocamento ed entro domani sera avrò un altro certificato che attesta la mia mansione di psicologo volontario presso una casa famiglia....
    insomma entro 3 giorni conto di diventare un disoccupato che dispensa gratuitamente psicologia a : tribunali, USL, ASL, Procure, Coppie, Minori, Disabili, Servizi sociali, Carceri, chiese, ecc...
    quello che mi interessa sapere è se chi è regolarmente iscritto all'albo ma non ha partita iva e lavora quando ha voglia come volontario può lasciare la targa fuori dell'ufficio? in soldoni io non so se la targa pubblicitaria fuori l'ufficio può starci anche se ci si occupa esclusivamente di volontariato... se mi togli questa curiosità mary mi fai un favore enorme....

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di maryflower
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    453
    Eh, bella domanda..........di questo non ne ho la più pallida idea!!!!! Comunque domani mattina dovrei vedere la mia ex tutor, eventualmente chiedo a lei e poi ti faccio sapere. su una cosa hai ragione da vendere...........quando lavori gratis il lavoro arriva in mole mastodontica! vattelappesca come mai.......

  9. #9
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    29-12-2006
    Messaggi
    144

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    Salve A Tutti! Io Sono Al Primo Anno Di Scuola Di Specializzazione Post Lauream...devo Iniziare Il Tirocinio..ma Mi Chiedevo ... Potrebbe Essere Piu Vantaggioso Fare Lo Psicologo Volontario ( Sempre Se Viene Riconosciuto Dall'università Come Tirocinio) Rispetto Al Semplice Tirocinio? Cioè Fare Lo Psicologo Volontario Potrebbe Essere Una Qualifica In Più? Perchè Se Cosi Fosse Potrei Chiedre Alla Struttura In Cui Ho Intenzione Di Fare Il Tirocinio Di Fare Invece La Psicologa Volontaria....non So Se Mi Sono Spiegata Chiaramente...cmq Grazie A Tutti Quelli Che Proveranno A Rispondermi!

  10. #10
    Matricola L'avatar di fsofia72
    Data registrazione
    16-01-2006
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    16

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    ciao a tutti.
    sto tentando di recuperare la normativa relativa alla regolamentazione dello psicologo volontario in strutture pubbliche dal momento che (al momento) io e un'altra collega ormai specializzate siamo state messe "alla porta" perchè c'è una normativa che vieta (così il direttore sanitario ha detto)la presenza degli psicologi volontari nelle strutture ospedaliere pubbliche ma solo specializzandi.
    Qualcuno può aiutarmi?
    grazie

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    cuccinella, il tirocinio lo devi fare obbligatoriamente per la scuola, sono dei moduli diversi da compilare che poi vanno al miur per riconoscertelo. Lo psicologo volontario eventualmente puoi farlo in più, dopo il tirocinio. A livello professionale non credo che ci sia molta differenza, cioè sul curriculum se leggono tirocinio o volontariato gli danno lo stesso valore, perchè sono sempre esperienze pratiche.

    Sofia, la normativa non la so, ma so che lo psicologo può stare nelle strutture come volontario, perchè io l'ho fatto. Forse dipende da leggi regionali a questo punto non lo so, ma a roma sia presso il policlinico che l'aslB è possibile fare una frequenza volontaria, che viene riconosciuta ufficialmente.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  12. #12

    Silvietta
    L'avatar di sildel82
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    prov di udine
    Messaggi
    2,146

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    Ciao, anche io so che è possibile frequentare le strutture pubbliche come psicologo volontario, lo hanno fatto alcune mie colleghe e ora pensavo di farlo anche io.
    Silvia


  13. #13
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    04-12-2007
    Messaggi
    283

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    ciao, anche io svolgo di attività di volontariato, è sicuramente una esperienza, personale, che però accresce anche competenze professionali. i due tipi di esperienza nel ns. campo sono strettamente connesse.
    consiglio, dopo aver fatto qualche mesetto di volontariato, e quindi con un po' di esperienza accumulata, proponiamoci però per una attività similare, ma retribuita... saluti

  14. #14
    Axamer Ibk
    Ospite non registrato

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    secondo me ogni esperienza è di per se positiva ma come già suggerito occhio che il volontariato non diventi una schiavitù moderna con il motto di "perchè dovrei pagare qualcuno se ne trovo mille altri che lavorano gratis?".

    E penso proprio che siano tanti i datori di lavoro che ci marciano alla grande.

  15. #15
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    04-12-2007
    Messaggi
    283

    Riferimento: il volontariato e l'associazione sono esperienze professionali?

    alla tua frase, Axamer, aggiungo (non intendo andare fuori topic) una citazione di Enzo Biagi: "c'è la diffusa tendenza da parte delle imprese a considerarti un beneficato per la sola ragione che pagno il tuo lavoro"...

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy