• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 10 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 141
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di Emiliana
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    97

    cosa ne pensate di Jacques Lacan

    conoscete le sue teorie....?
    non è tra fgli autori più accessibili sicuramente.
    Mi piacerebbe sentire la vostra.
    emi

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Re: cosa ne pensate di Jacques Lacan

    Originariamente postato da Emiliana
    conoscete le sue teorie....?
    non è tra fgli autori più accessibili sicuramente.
    Mi piacerebbe sentire la vostra.
    emi

    Io sto seguendo una formazione psicoanalitica lacaniana, credo che Lacan (vedi l'avatar!), "il Picasso della Psicanalisi" (come è stato definito), sia stato in assoluto lo psicoanalista post-freudiano più geniale e coraggioso di tutto il '900.

    Saluti,
    ikaro

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di zibboooo
    Data registrazione
    14-09-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    101
    Non lo conosco bene, ma il post che hai creato mi sembra interessante...
    tutto quello che so è che le teorie di Lacan prendono le mosse da quelle di S.Freud, ma con un approccio critico e revisionista del messaggio freudiano che, come "cura attraverso la parola", è possibile solo se si prende alla lettera che <<l'inconscio è strutturato come un linguaggio>>, e come tale da trattare con gli strumenti che lo strutturalismo da un lato e la linguistica dall'altro hanno messo a disposizione.
    L'inconscio per Lacan è la struttura nascosta sotto l'apparenza di una disposizione cosciente di se stessi; ed è strutturato come un linguaggio.
    La parola, per lui, viene prima di ogni cosa, anche del pensiero, il quale è generato da essa e non viceversa.
    Sempre secondo Lacan, nell'uomo convivono 3 istanze:
    1- l'immaginario: è ciò che deriva dall'immagine che egli legge dapprima nello specchi, poi nello sguardo e nelle parole degli altri;
    2- il simbolico: è il terreno di conciliazione ( tuttavia impossibile) tra questa immagine e la verità del soggetto; il piano del simbolico è quello dell'inconscio, e cioè del linguaggio;
    3- il reale: è il non delinebile, l'inevitabile e irrimediabile nostro essere uomini in carne e ossa.

    GIro a voi la palla....un saluto!
    "Chi ha occhi per vedere e orecchi per intendere si convince che ai mortali non è possibile celare nessun segreto. Chi tace con le labbra chiacchiera con la punta delle dita, si tradisce attraverso tutti i pori.."(S. Freud, 1905)

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di Emiliana
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    97
    sto leggendo il libro di Di Ciaccia e Recalcati "Jacques Lacan", molto interessante
    e ho quasi finito "L'utlima cena" su anoressia e bulimia sempre di Recalcati che è un lacaniano.
    Non è sicurramente una lettura scorrevole o da metropolitana ma sono davvero interessanti.
    mi piacerebbe scambiare idee se qualcuno ha letto questi o altri libri del genere.
    ciao
    emi

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975
    Originariamente postato da Emiliana
    sto leggendo il libro di Di Ciaccia e Recalcati "Jacques Lacan", molto interessante
    e ho quasi finito "L'utlima cena" su anoressia e bulimia sempre di Recalcati che è un lacaniano.
    Non è sicurramente una lettura scorrevole o da metropolitana ma sono davvero interessanti.
    mi piacerebbe scambiare idee se qualcuno ha letto questi o altri libri del genere.
    ciao
    emi
    Incominciamo a scambiarci idee e pareri? Da cosa partiamo? ;-)
    Ultima modifica di ikaro78 : 11-12-2008 alle ore 11.36.53

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    16-06-2006
    Residenza
    cesena
    Messaggi
    75
    ciao a tutti.il mio prof di ps.clinica era lacaniano x cui mi ha "allevato" seconde questi principi.dopo la laurea x cui penso di iscrivermi alla scuola lacaniana. per chi volesse saperne di più può collegarsi al sito: www.istitutofreudiano.it ci sono anche corsi di formazioni anche x noi studenti.io l'ho seguito l'anno scorso a catania e ho letto parecchi libri su questo genere.cmq è un bellissimo e completissimo approccio, anche se da molti psicoanalisti Lacan è stato molto criticato.ciao

  7. #7
    Matricola
    Data registrazione
    11-08-2004
    Messaggi
    20
    Anche a me interessa molto l'orientamento lacaniano, sto infatti facendo una tesi su Lacan e Klein. Un testo di consultazione molto valido è il "Dizionario di psicanalisi" a cura di R. Chemama e B. Vandermersch edito da Gremese Editore.

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di Emiliana
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    97
    deve essere interessante anche questo libro:

    "Quel che Lacan diceva delle donne. Studio di psicoanalisi"

    Autori e curatori: Colette Soler

    qualcuno lo ha letto?

    emi

  9. #9
    Matricola
    Data registrazione
    11-08-2004
    Messaggi
    20
    Originariamente postato da Emiliana
    deve essere interessante anche questo libro:

    "Quel che Lacan diceva delle donne. Studio di psicoanalisi"

    Autori e curatori: Colette Soler

    qualcuno lo ha letto?

    emi
    Ho iniziato a leggerlo, molto interessante perchè non parla solo della femminilità o del femminile in psicoanalisi. La questione serve piuttosto a toccare gli snodi essenziali della psicoanalisi. Avevo anche assistito alla presentazione del libro fatta dall'autrice.

    Come introduzione a Lacan mi è stato consigliato anche
    Rifflet LeMaire, Introduzione a Jaques Lacan, Astrolabio
    purtroppo non è di facile reperibilità essendo molto vecchio.

    Qui qualcuno frequenta l'ICLeS?

  10. #10
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975
    Originariamente postato da serenase
    Ho iniziato a leggerlo, molto interessante perchè non parla solo della femminilità o del femminile in psicoanalisi. La questione serve piuttosto a toccare gli snodi essenziali della psicoanalisi. Avevo anche assistito alla presentazione del libro fatta dall'autrice.

    Come introduzione a Lacan mi è stato consigliato anche
    Rifflet LeMaire, Introduzione a Jaques Lacan, Astrolabio
    purtroppo non è di facile reperibilità essendo molto vecchio.

    Qui qualcuno frequenta l'ICLeS?
    Io frequento l'Icles, anche tu?
    Io consiglio anche "Lacan, il maestro assoluto" di Mikkel Borch-Jacobsen (Einaudi), che invece è di facile reperibilità.
    Il testo di Rifflet LeMaire io lo trovai usato al Libraccio, con un pò di fatica lo si trova!

  11. #11
    Matricola
    Data registrazione
    11-08-2004
    Messaggi
    20
    Sì frequento ancora come studente della Formazione Clinica, mi sto laurendo. Allora ci si vede là!

    Molto buono anche il testo che hai citato, tempo fa era nella bibliografia d'esame della Maiocchi tra quelli a scelta.
    Un altro che può essere utile è:
    Davide Tarizzo, Introduzione a Lacan, Laterza, Bari, 2003
    c'è chi mi dà energia
    e chi me la porta via

  12. #12
    Thanatos
    Ospite non registrato
    Non conosco Lacan bene da poterne parlare, conosco meglio Slavoj Zizek alievo di Lacan che potrei definire un pazzo furioso in senso positivo, ovvero un grande...
    Invece volevo sapere se qualcuno sapesse meglio spiegarmi la rottura che avvenne fra la Luce Irigaray e il suo maestro Jacques Lacan, dato che reputo Speculum molto interessante ed è proprio questo testo che segnò la rottura fra i due...
    Grazie per l'aiuto!

  13. #13
    Partecipante Affezionato L'avatar di valecarroz
    Data registrazione
    27-09-2005
    Residenza
    Cernusco sul Naviglio (MI)
    Messaggi
    108

    Riferimento: cosa ne pensate di Jacques Lacan

    Citazione Originalmente inviato da Emiliana Visualizza messaggio
    sto leggendo il libro di Di Ciaccia e Recalcati "Jacques Lacan", molto interessante
    e ho quasi finito "L'utlima cena" su anoressia e bulimia sempre di Recalcati che è un lacaniano.
    Non è sicurramente una lettura scorrevole o da metropolitana ma sono davvero interessanti.
    mi piacerebbe scambiare idee se qualcuno ha letto questi o altri libri del genere.
    ciao
    emi
    Ciao Emi,
    oltre ad aver letto i due testi che citi conosco anche direttamente Massimo Recalcati. E' molto bravo, secondo me, a rendere meno oscuri i concetti lacniani e a trattare il tema con serietà, ma in maniera comprensibile anche a chi non ha una profonda conoscnza di questo autore o della psicoanalisi in generale.
    Del libro "Jacques Lacan" ho trovato anche molto interessante l'ultimo capito, tanto da rileggerlo piu' vote, ma piu' vado avanti piu' mi accorgo che alcuni concetti è possibile comprenderli e farli propri solamente "vivendoli" facendone esperienza.
    Ti consiglerei anche il libro "Sull'odio" sempre di Recalcati, se ti piace il "genre".
    Ottima idea questo post! Vado subito a leggere gli altri interventi.
    Ciao

    PS: Se a qucluno interessa consiglio di dare un'occhiata al sito del'IRPA Untitled Document Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, per la formazione post lauream o anche per formazione in itinere o anche per semplice curiosità.
    Ultima modifica di valecarroz : 25-07-2008 alle ore 15.31.16

  14. #14
    Partecipante Affezionato L'avatar di valecarroz
    Data registrazione
    27-09-2005
    Residenza
    Cernusco sul Naviglio (MI)
    Messaggi
    108

    Riferimento: cosa ne pensate di Jacques Lacan

    Citazione Originalmente inviato da Emiliana Visualizza messaggio
    deve essere interessante anche questo libro:

    "Quel che Lacan diceva delle donne. Studio di psicoanalisi"

    Autori e curatori: Colette Soler

    qualcuno lo ha letto?

    emi
    Bello ma difficile (o magari sono solo io che non capisco, ed è possibile!). Lo sto leggendo a piccoli passi...
    Molto interessante l'articolo sul "Desiderio di paternità" credo ci farò su la tesi...avete materiale per caso o libri da segnalarmi sulla funzione del padre e il Nome-del-Padre?
    Grazie
    Ultima modifica di valecarroz : 25-07-2008 alle ore 15.33.48

  15. #15
    Partecipante Affezionato L'avatar di valecarroz
    Data registrazione
    27-09-2005
    Residenza
    Cernusco sul Naviglio (MI)
    Messaggi
    108

    Riferimento: cosa ne pensate di Jacques Lacan

    Citazione Originalmente inviato da serenase Visualizza messaggio
    Sì frequento ancora come studente della Formazione Clinica, mi sto laurendo. Allora ci si vede là!

    Molto buono anche il testo che hai citato, tempo fa era nella bibliografia d'esame della Maiocchi tra quelli a scelta.
    Un altro che può essere utile è:
    Davide Tarizzo, Introduzione a Lacan, Laterza, Bari, 2003
    Credo siano buoni come introduzione anche due testi che credo esistano ormai solo in prestito (in Università Cattolica li hanno)
    -Guida a Lacan (non ricordo l'autore) edizioni BUR
    -Cinque lezioni su Lacan di Nasio
    -Seminario su Lacan di Perrella
    Come introduzione sono abbastanza coprensibili.

Pagina 1 di 10 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy