• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 45

Discussione: sono senza parole....

  1. #1
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1

    sono senza parole....

    l'ho sentita ora alla tv...sono rimasta allibita!

    Olanda, pedofili annunciano online fondazione di un partito
    Mar 30 Mag 12:27

    AMSTERDAM (Reuters) - In Olanda i pedofili stanno per fondare un partito politico per spingere ad abbassare l'età per rapporti sessuali legalizzati dagli attuali 16 a 12 anni ed autorizzare la pornografia riguardante bambini e rapporti sessuali con animali.

    Il partito Charity, Freedom and Diversity (NVD) (Carità, LIbertà e Diversità) ha annunciato sul suo sito web che domani verrà registrato ufficialmente, proclamando: "Stiamo per dare la sveglia con uno scossone all'Aja!".

    Il partito ha detto di voler abbassare l'età dei rapporti sessuali legalizzati a 12 anni ed eventualmente eliminare ogni limite.

    "Un divieto rende semplicemente curiosi i bambini", ha detto Ad van den Berg, uno dei fondatori del partito, al giornale Algemeen Dagblad (AD).

    "Vogliamo fare della pedofilia un tema da discutere", ha detto, aggiungendo che il tema è diventato un taboo da quando nel 1996 Marc Dutroux fu protagonista di atroci abusi sui bambini nel vicino Belgio. "Siamo stati zittiti. L'unica strada è il Parlamento".

    I Paesi Bassi hanno già politiche permissive in materia di droghe leggere, prostituzione e matrimoni omosessuali, ma è poco probabile che il Nvd guadagni molti consensi, ha scritto il giornale AD citando esperti.

    "Vogliono passare per paladini dei diritti dei bambini. Ma la loro posizione sul sesso dai 12 anni è naturalmente nel loro proprio interesse", ha detto al quotidiano una militante del movimento antipedofilia Ireen van Engelen.
    baciuz'

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320
    quando l'ho sentito ieri sono rimasta allibita anche io.. e il bello è che dal servizio sembrava volessero far passare x ipocriti chi non era d1aaordo! non facevano altro che ripetere che la motivazione di fondo era che vietando un comportamento se ne alimenta l'attuazione... ma siamo impazziti? e sono felice di dire (anzi di urlare) che se vietare con tutte le forze la pedofilia (in qualunque forma!!!) significa essere bigotti...beh..SONO UNA BIGOTTA A TUTTI GLI EFFETTI E FELICE DI ESSERLO!!!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  3. #3
    Ospite non registrato
    E cosa vi aspettate?
    Personalmente sapevo che prima o poi ci si sarebbe arrivati. Questo è il risultato di una società dove vige la legge della liberalizzazione di tutto, non c'è un'etica, non c'è morale (intendo una oggettiva, al di sopra delle religioni): "basta che uno sta bene, che problema c'è?".

    Tutto sta diventando lecito, la parola "normale" non va più di moda: "chi è che decide cosa è normale? ".

    Bene. Portando avanti questo modo di pensare , chi decide cosa è lecito e fino a che punto ci si deve fermare? La risposta è che a lungo andare si potrebbe arrivare a una situazione di completa anarchia , in cui ognuno fa quello che vuole perchè è "libero" .

    Comunque che schifo.

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320
    Originariamente postato da isotta80
    E cosa vi aspettate?
    Personalmente sapevo che prima o poi ci si sarebbe arrivati. Questo è il risultato di una società dove vige la legge della liberalizzazione di tutto, non c'è un'etica, non c'è morale (intendo una oggettiva, al di sopra delle religioni): "basta che uno sta bene, che problema c'è?".

    Tutto sta diventando lecito, la parola "normale" non va più di moda: "chi è che decide cosa è normale? ".

    Bene. Portando avanti questo modo di pensare , chi decide cosa è lecito e fino a che punto ci si deve fermare? La risposta è che a lungo andare si potrebbe arrivare a una situazione di completa anarchia , in cui ognuno fa quello che vuole perchè è "libero" .

    Comunque che schifo.
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    il movimento esiste da tempo, specialmente negli USA. anche qui da noi ci sono state chiusure di siti che diffondevano le teorie pro-pedofilia.
    Negli USA l'associazione + famosa è il NAMBLA, North American Man/Boy Love Association. Cercate con google e la trovate immediatamente. con anche l'immancabile carrellata di lettere di ragazzi a favore del sesso coi minorenni.
    Certo che se per parlarne aspettiamo che arrivino a formare un partito, siam messi male: NAMBLA esiste dal 1978... non proprio 2 gg.
    Cmq, dire che vogliono fare un partito è una cosa. Dire che avranno tanti voti da avere un seggio è tutt'altra, così come di avere la forza politica di avere una legge a loro favore.
    Forse però è la famosa palla da prendere al balzo per parlare della pedofilia apertamente e smontare le loro teorie di amore verso i bambini.
    Son d'accordo che fa star male l'idea di un partito del genere: ma fin quando noi diciamo così e basta, mentre loro portano delle argomentazioni (molto discutibili), loro vincono....
    Ultima modifica di LuisaMiao : 31-05-2006 alle ore 11.43.21
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    sinceramente non sapevo dell'esistenza di queste associazioni...o meglio...sapevo che c'era qualcosa ma non avevo mai trattato l'argomento sotto questo aspetto...in genere mi informavo su centri di "recupero" per pedofili pentiti...su come trattare con vittime di abusi e cose del genere...non avevo mai preso in considerazione il punto di vista del "carnefice"

    mi sembrerebbeuna cosa interessante cercare di sviluppare un confronto tra "vittima e carnefice" per trovare una possibile soluzione...

    ai miei tempi i genitori ci dicevano..."non accettare caramelle dagli sconosciuti...non sai mai chi puo' essere"...

    in un mondo come quello attuale...è ancora valida la regola delle caramelle?
    in un mondo dove a 8 anni i bambini hanno già cellulare e libero accesso ad internet...come si puo' arginare il problema della pedofilia?

    è ancora il carnefice che va in cerca della sua vittima o è anche la vittima che in un certo qual modo si "propone" al carnefice?

    i bambini...abbandonati davanti a internet...sanno a cosa vanno incontro quando chattano con qualcuno?
    sanno che facendo chiamate a caso dal cellulare possono incontrare qualche male intenzionato?

    i bambini di oggi...hanno ancora paura dell'uomo nero?
    baciuz'

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    belle domande Anandamyde!

    il punto di vista del "carnefice" è importante da considerare, se vuoi in qualche modo agire su di lui. anche x' una delle accuse che fanno i pro-pedofilia (ma tutti quelli pro qualcosa che la società non vuole) è che la società non li conosce, li etichetta e basta senza considerarli. il che in qualche modo è per vero...
    ma anche per il fatto che ormai tutti abbiamo una capacità mediatica enorme: possiamo diffondere le nostre idee in tutto il mondo, in tempi brevissimi e con un mezzo che non è del tutto regolamentato (sebbene osservato).

    per la regola delle caramelle: vale ancora, ma sappiamo bene che il "mostro" spesso non viene da fuori. e qui, la regola non serve +. quello che servirebbe è far comprendere ai bambini la differenza tra la carezza di chi ti ama e quella sessuale, del bacio dato dalla zia e quello dato in bocca... insomma, fargli conoscere il proprio corpo e i suoi confini.
    Ricordo bene a una conferenza in portogallo dopo un grosso scandalo per pedofilia in un istituto di Lisbona, la direttrice che aveva denunciato tutto (dopo 30 anni di silenzi) che parlava del progetto che stavano realizzando con la facoltà di psicologia x la prevenzione della pedofilia. Quando noi diciamo a un bambino "dai, dà un bacio alla zia" anche quando è chiaro che non ne ha nessuna voglia, qual è il messaggio che passiamo? che lui, bambino, se un adulto chiede un bacio, glielo deve dare. facile capire che se invece della zia ci fosse qualcun altro che vuol essere baciato, da altre parti, il bambino sa che lo deve fare, è quello che si si aspetta da lui.

    é vero quello che dici della vittima che si propone al carnefice... e forse un paio di colpe le abbiamo noi: ormai il sesso cos'è? divertimento, gioco, ricerca del nuovo, un aspetto essenziale per essere accettati e riconosciuti. Ma l'amore dov'è finito? Il messaggio passa anche ai bambini, che cmq sono alla ricerca di attenzioni e gioco: quindi perchè non il sesso?! tanto ormai non ci sono + barriere tra cose del mondo degli adulti dove i bambini non possono accedere e cose specifiche del mondo dei bambini.

    Certo che dare libero accesso a internet a bambini di 8 anni o i cellulari in mano depone poco a favore degli adulti!

    i bambini di oggi... hanno ancora paura dell'uomo nero?
    Secondo una recente ricerca (scusate, nn trovo la fonte: io ho avuto le info a un corso con la Dott.ssa Munari Poda) le paure dei bambini italiani sono, in ordine:
    guerra
    terrorismo
    perdita della casa (perdita dei genitori uniti)
    perdita del lavoro x i genitori (in alcune aree, con grossi prob. di licenziamenti)
    extracomunitari
    incidenti stradali
    rapimenti
    uomini che violentano
    droga
    ladri
    solitudine

    fa riflettere? a me tanto...
    Ultima modifica di LuisaMiao : 31-05-2006 alle ore 12.21.32
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di Anandamyde
    Data registrazione
    27-07-2005
    Messaggi
    1,800
    Blog Entries
    1
    fa riflettere soprattutto in considerazione del fatto che sono le stesse paure che hanno gli adulti...quindi...fondamentalmente...sono le reali paure dei bambini o quelle che gli adulti proiettano su di loro?

    un bambino dovrebbe aver paura di attacchi terroristici...del fatto che i suoi genitori possano perdere il lavoro o dovrebbe aver paura di un brutto voto a scuola...o di non potersi comprare un giocattolo nuovo?

    sono veramente le paura dei nostri figli o sono le nostre?

    e se ora che sono "bambini" hanno queste paure...quando saranno adulti e (forse) più consapevoli....di cosa avranno paura?
    baciuz'

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    Che proibire qualcosa faccia scattare il bisogno è indubbio. Questo non vuol dire consentire tutto.
    Le religioni non c'entrano nulla. Si può avere un'etica anche senza religione. Esistono altre etiche.
    I carcerati hanno un'etica che condanna stupri e pedofilia. L'ultimo caso di Parma lo dimostra. L'imputato costretto all'isolamento.
    Altra cosa indubbia è che l'età del primo rapporto sessuale consenziente continua ad abbassarsi.
    Sono cose che devono far riflettere non trincerandosi dietro un SI' a tutto o dietro un NO a tutto.
    Anche su internet avrei dubbi. Basta che un bambino passi davanti a certe edicole che può vedere di tutto.
    Dovremmo cominciare a chiederci perchè questa società produce il bisogno di droghe, di sesso, di prostituzione e di tutto ciò che consideriamo devianza.
    Sul concetto di normale e non normale penso sia meglio non cominciare neanche, perchè rischiamo di non finire più
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da Anandamyde
    fa riflettere soprattutto in considerazione del fatto che sono le stesse paure che hanno gli adulti...quindi...fondamentalmente...sono le reali paure dei bambini o quelle che gli adulti proiettano su di loro?

    un bambino dovrebbe aver paura di attacchi terroristici...del fatto che i suoi genitori possano perdere il lavoro o dovrebbe aver paura di un brutto voto a scuola...o di non potersi comprare un giocattolo nuovo?

    sono veramente le paura dei nostri figli o sono le nostre?

    e se ora che sono "bambini" hanno queste paure...quando saranno adulti e (forse) più consapevoli....di cosa avranno paura?
    appunto... e forse li facciamo partecipare un po' troppo alle nostre paure, non lasciandogli le loro sane paure da bambini (ma il mostro sotto il letto dov'è finito?!).
    leggendo quell'elenco sembriamo un paese in guerra, devastato da tutto e di +: forse ridimensionare le cose, almeno agli occhi dei bambini gli eviterebbe qualche incubo così grande e lascerebbe spazio a quelli che tutti abbiam avuto.
    e gli dai anche 1 visione del mondo negativa, dove nessuno e men che meno mamma e papà possono far qualcosa... insomme, una visione depressa del mondo.

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da saperessere
    Che proibire qualcosa faccia scattare il bisogno è indubbio. Questo non vuol dire consentire tutto.
    Le religioni non c'entrano nulla. Si può avere un'etica anche senza religione. Esistono altre etiche.
    I carcerati hanno un'etica che condanna stupri e pedofilia. L'ultimo caso di Parma lo dimostra. L'imputato costretto all'isolamento.
    Altra cosa indubbia è che l'età del primo rapporto sessuale consenziente continua ad abbassarsi.
    Sono cose che devono far riflettere non trincerandosi dietro un SI' a tutto o dietro un NO a tutto.
    Anche su internet avrei dubbi. Basta che un bambino passi davanti a certe edicole che può vedere di tutto.
    Dovremmo cominciare a chiederci perchè questa società produce il bisogno di droghe, di sesso, di prostituzione e di tutto ciò che consideriamo devianza.
    Sul concetto di normale e non normale penso sia meglio non cominciare neanche, perchè rischiamo di non finire più
    scusa, ma mi sa che fosse stato detto l'opposto: di un'etica oggettiva, al di sopra delle religioni....

    per il resto d'accordo con te :-)
    ed è anche vero lo spunto sull'età sempre più bassa del primo rapporto, qualche riflessione dovrebbe farla venire....
    Ultima modifica di LuisaMiao : 31-05-2006 alle ore 12.41.08

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di stillmad
    Data registrazione
    28-07-2004
    Residenza
    peripezie mentali
    Messaggi
    3,577
    Originariamente postato da isotta80
    E cosa vi aspettate?
    Personalmente sapevo che prima o poi ci si sarebbe arrivati. Questo è il risultato di una società dove vige la legge della liberalizzazione di tutto, non c'è un'etica, non c'è morale (intendo una oggettiva, al di sopra delle religioni): "basta che uno sta bene, che problema c'è?".

    Tutto sta diventando lecito, la parola "normale" non va più di moda: "chi è che decide cosa è normale? ".

    Bene. Portando avanti questo modo di pensare , chi decide cosa è lecito e fino a che punto ci si deve fermare? La risposta è che a lungo andare si potrebbe arrivare a una situazione di completa anarchia , in cui ognuno fa quello che vuole perchè è "libero" .

    Comunque che schifo.
    comunque c'erano già da tempo queste associazioni
    il nostro professore che si occpua di abusi e abusatori
    cia parlò di diversi livelli di "responsabilità " che un abusatore( pedofilo nello specifico) riconosce...
    al polo estremo ci nominò proprio questo tipo di associazioni che rivendicano il "diritto" al sesso per i bambini.
    .....penso che qualsiasi persona con un briciolo di senso critico dovrebbe interrogarsi su certi eventi
    fare schifo lo fa a tutti credo..
    ma se c'è anche questo dobbiamo parlarne
    ( e non sto dicendo ASSOLUTAMENTE che comprendo giustifico o faccio dietrologia...)

  13. #13
    Partecipante Esperto L'avatar di saperessere
    Data registrazione
    13-10-2005
    Residenza
    Ferrara
    Messaggi
    425
    Mi è venuto in mente un aneddoto carino, che coniuga sesso e normalità, o per lo meno certi significati che noi diamo a certe parole e che altri danno.
    Era il 1977, ero militare. In caserma venne un ragazzo a ritirare il congedo per "Tossicomania", questa era la dicitura del codice militare. Erano altri tempi, si parlava si di droga, ma non come oggi. C'era da parte nostra una sorta di curiosità morbosa. Chiedemmo "Senti ma, l'assuefazione, la dipendenza?" E lui rispose "Non so. Vedi io mi sono assuefatto anche a scopare".

    A voi il commento
    Chi non è impegnato a risorgere, è impegnato a morire. Bob Dylan

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di Isildur
    Data registrazione
    06-06-2004
    Residenza
    Vivo in un luogo sperduto chiamato Afragola.
    Messaggi
    475
    Circa qust'ultimo aneddoto, mi pare di ricordare che attualmente Catherine Zeta Jones abbia stipulato con il marito Micheale Douglas un accordo prematrimoniale secondo cui ad ogni scopata extraconuigale del marito, lei dovrebbe ricevere nn so quanti milioni di risarcimento.

    Questo perché Michael Douglas è un notoriamente "drogato di sesso" al punto che ha tentato varie disintossicazioni in alcuni centri specializzati.

    Emma Watson CBCR Fans Club

  15. #15
    betty1974
    Ospite non registrato
    Non c'è proprio più limite all'indecenza
    Questi vogliono normalizzare un qualcosa di assolutamente schifoso, ma temo proprio che in Olanda qualcuno gli darà voce purtroppo
    Speriamo bene perché questa è una cosa davvero ai limiti dell'accettabile!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy