• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 27
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268

    padre stupra la figlia e nasce una bambina...

    http://canali.libero.it/affaritalian...oviolenta.html


    ero tentata di postarlo nella stanza psicologia clinica...non so come commentare questa cosa, mi indigna, mi turba, mi sconvolge, mi confonde...

    come possono succedere cose del genere?
    cosa pensate?

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di nicole
    Data registrazione
    05-03-2005
    Messaggi
    552
    Indegna e come, cosa penso? lacio questa domanda ad altri, troppo dentro e non è questo il luogo comunque questo è solo mezza goccia di tante storie che so e chissà quante non ne so e non si sapranno.
    ne ho conosciute anche da vicino e ti, o meglio mi sono sentita importente.
    la vita che nasce ha diritto di vivere,ma digerire ciò non è facile....la bimba-mamma si troverà a dover elaborare una violenza,e non comune,ma dal padre....e una figlia che non so quanto possa accettare,
    Cosa provo? tanto dolore x entrambi e tanta tenerezza per una storia, una vita, un infanzia rubata.
    mi fermo qua,un saluto

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di scoutina87
    Data registrazione
    17-03-2006
    Messaggi
    3,910
    Blog Entries
    7
    concordo con nicole
    “È la cattiveria il collante che tiene insieme gli uomini. Chi non ne ha abbastanza si distacca”(Schopenhauer)

    Non sono acida,sono diversamente ironica

    Il cervello non e' un nemico..........usalo ogni tanto

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di cucciola
    Data registrazione
    01-02-2005
    Residenza
    in giro
    Messaggi
    74
    Ciao ragazzi, è vero c'è ben poco da dire, ma credo che cmq si debba riflettere su di una cosa...tempo fa ascoltai un servizio su gli abusi, violenze ed omicidi domestici / d'amore, bhè in Italia vi è un aumento vertiginoso di anno in anno...evidentemente, c'è qualcosa che non va e sta in fondo a tutto....

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di Isildur
    Data registrazione
    06-06-2004
    Residenza
    Vivo in un luogo sperduto chiamato Afragola.
    Messaggi
    475
    Però ricordiamo che stupro ed abusi sui minori sono una piaga che l'umanità si porta dietro sin dagli albori.

    L'elemento di novità è la risonanza che anche un solo singolo caso riesce ad avere al giorno d'oggi. Su questo aspetto mi soffermerei a riflettere.

    Emma Watson CBCR Fans Club

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    allora, come commentare questa notizia? come donna, non riesco a immaginare nulla di più ...(tutto quello che di negativo ci potete mettere, io non saprei quale parola usare) x una figlia.
    come psicologa, mi pongo dei dubbi e delle domande: l'incesto è sempre esistito (se una cosa ce la proibiscono così tanto, è perchè c'è... altrimenti non si perde tempo e fiato contro qualcosa che nn si attua). per rispondere ho fatto una ricerca su Google (che non è di certo la fonte del sapere universale, ma a volte dà delle immagini di cosa la gente guarda e cerca) dicintando "incesto": si trovano pagine e pagine di risultati di siti con racconti/foto/film porno sull'incesto e il link a wikipedia per la definizione. Per ciò, una deduzione che se ne può fare è che sebbene tanto osteggiato e connotato definitivamente, è fonte di eccitazione per molti...
    Le cose cambiano se si cerca in inglese: vengono fuori anche qui alcuni (ma solo alcuni) siti erotici, poi ci sono molti siti di reti e associazioni di supporto alle vittime di incesto, sia USA che Australia. Un paio di domande dovremmo cominciare a porcele: in Italia chi si occupa delle vittime di incesto? al di là dei singoli professionisti che cmq hanno poca visibilità e sono poco raggiungibili, c'è qualcuno che si occupa in modo specifico di questo tema? non è la stessa cosa delle donne maltrattate né di uno stupro, ha una sua speicficità... se in italia non si guardano e si riconoscono come tali le vittime, non si arriverà nemmeno tanto presto a guardare a che commette incesto.
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

  7. #7
    Johnny
    Ospite non registrato
    da un punto di vista antropologico, l'incensto è l'unico "divieto" presente in tutte le civiltà...ci sono varie teorie a riguardo, comunque il dato di fatto è quello.

    Dalla notizia non si capisce molto di quello ke è successo, non descrive la famiglia, l'ambiente familiare, le condizioni di vita, ecc...cioè, voglio dire ke ci sono dei fattori di rischio xke avvengano queste cose.

    Forse una delle poche cose che si possono fare x cercare di evitare queste cose in futuro è fare prevenzione secondaria....ma è un mio punto di vista ovviamente.

    Poi la notizia non dice se il figlio è sano, siccome il padre è anche il nonno ho i miei dubbi: i rapporti tra consanguinei non danno malattie congenite?
    Ultima modifica di Johnny : 20-05-2006 alle ore 00.16.14

  8. #8
    Partecipante Super Esperto L'avatar di nicole
    Data registrazione
    05-03-2005
    Messaggi
    552
    No, non sempre,o almeno i casi che conosco non hanno malattie congenite, almeno non dovute a ciò...poi certo ci sono altri fattori che possono compromettere la gravidanza.
    con ciò che ho detto all'inizio non voglio dire di non voler vedere, sentire o sapere, ANZI mi arrabbio e come davanti a chi mi dice è una cultura.
    bene allora se è una cultura si può anche cambiarla, parlarne ecc....ma posso dire che tanti cambiano canale. a tanti da fastidio. tanti pensano alle loro cose, che non vogliono sentire, ne vedere la sofferenza dell'altro, egoisticamente dico io. tanti non credono, non riescono a reggere certe storie quando le racconti.
    Anche medici stessi, se non hanno rivisitato un pò il loro rapporto familiare,anche non così pesante, infastidisce sentirne parlare...con ok è accaduto,ma guardiamo avanti ora sta così così e così.
    Ti rimandano la storia indietro, perchè non riescono a reggerne il peso.
    personalmente ho iniziato a leggere libri su abusi a 16 anni...un perchè alla fine si scopre e c'è quasi sempre, e vorrei lavorare x ciò.
    per i bambini ingenerale,perchè sono la vita, la gioia, perchè la loro infanzia è dovuta ed è il futuro a loro volta.
    quello che volevo dire qui, è che non meravigliatevi di niente,nemmeno del professionista più calmo e gentile che possiate incontrare.
    non tutti per carità,ma queste violenze,non solo sessuali,ma anche di percosse e psicologiche, non risparmiano nessuno.nessun ceto sociale.
    Manuelas diceva appunto possibile? SI POSSIBILISSIMO
    ciao a tutti

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di cucciola
    Data registrazione
    01-02-2005
    Residenza
    in giro
    Messaggi
    74
    Devo ammettere di condividere in pieno le riflessioni fino a questo punto, aggiungendo anche , nello specifico, una ricerca che è stata compiuta sugli abusi e/o violenze mostrano, almeno in italia un netto aumento, che và al di là della rindondanza telesiva o giornalistica.
    Io credo, almeno, per opinione nel tutto personale, e quindi contestabile, che al di là delle riflessioni che si possono fare un abuso equivale ad uccidere una persona nel suo significato piu' profondo, ancora peggio quando questo va fatto sui bambini. Poi, sempre per me, il contesto all'interno del quale avviene, perde di significato...la violenza è un lutto della persona...
    Per me queste persone, devono pagare per il danno compiuto!!!

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da cucciola
    Devo ammettere di condividere in pieno le riflessioni fino a questo punto, aggiungendo anche , nello specifico, una ricerca che è stata compiuta sugli abusi e/o violenze mostrano, almeno in italia un netto aumento, che và al di là della rindondanza telesiva o giornalistica.
    o forse, + che l'aumento dei casi in sè, c'è un aumento delle segnalazioni/denunce? è davvero difficile dire quale sia l'incidenza di questi fenomeni: non ci sono statistiche molto attendibili sugli stupri a donne adulte, figuriamoci su cosa accade ai minori...

    [/B][/QUOTE] Io credo, almeno, per opinione nel tutto personale, e quindi contestabile, che al di là delle riflessioni che si possono fare un abuso equivale ad uccidere una persona nel suo significato piu' profondo, ancora peggio quando questo va fatto sui bambini. Poi, sempre per me, il contesto all'interno del quale avviene, perde di significato...la violenza è un lutto della persona...
    Per me queste persone, devono pagare per il danno compiuto!!! [/B][/QUOTE]

    che uno debba pagare per il danno, è fuor di dubbio.
    ma non considerare l'ambiente è rischioso: fin quando non capiamo in che condizioni (e qui ci va di tutto, dal sociale, alla famiglia, alla genetica, alla personalità e suoi disturbi, alla situazione economica) avvengono questi comportamenti non avremo mai modo per fare una prevenzione mirata e davvero efficacie.

  11. #11
    Partecipante Affezionato L'avatar di cucciola
    Data registrazione
    01-02-2005
    Residenza
    in giro
    Messaggi
    74
    Si, Luisa, concordo con te, è vero.forse sono stata un pò leggera nell'espimermi, però rimangono in me fortissimi dubbi....
    perchè nonostante tutte le segnalazioni, non c'è ancora una campagna di prevenzione? nel senso...forse ci sono, e sono io che non me ne accorgo....
    esempio: in tv passano mille pubblicità per le varie solidarietà, o varie campagne per la prevenzione in diversi amibiti, ma sulla famiglia..e bambini?
    poi un altra cosa, se penso ad esempio, al mostro che ha ucciso tommaso, si è visto come lui abbia già avuto precedenti di violenza su una ragazza disabile, ebbene, lui era di nuovo fuori....
    e allora penso a questo papà..che sconterà la sua pena..e poi? tornerà verso altri bambini?

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da cucciola
    Si, Luisa, concordo con te, è vero.forse sono stata un pò leggera nell'espimermi, però rimangono in me fortissimi dubbi....
    perchè nonostante tutte le segnalazioni, non c'è ancora una campagna di prevenzione? nel senso...forse ci sono, e sono io che non me ne accorgo....
    esempio: in tv passano mille pubblicità per le varie solidarietà, o varie campagne per la prevenzione in diversi amibiti, ma sulla famiglia..e bambini?
    poi un altra cosa, se penso ad esempio, al mostro che ha ucciso tommaso, si è visto come lui abbia già avuto precedenti di violenza su una ragazza disabile, ebbene, lui era di nuovo fuori....
    e allora penso a questo papà..che sconterà la sua pena..e poi? tornerà verso altri bambini?
    allora, i problemi son vari:

    1)la prevenzione costa... ma nessuno la vuol fare x' è un intervento a lungo termine.
    Ai politici serve il voto ora, non tra dieci-venti anni.. I giornali e il popolo vanno sull'emozione quindi appena succede qualcosa ed è sui giornali tutti lì a parlarne, a dire che nn è possibile, che bisogna punire,... ma dopo-domani al max se ne son dimenticati tutti. E appunto, visto che smuove le emozioni più forti, i pensieri seri su leggi e azioni da intraprendere andrebbero fatti "a freddo". Ma lì ce ne siamo già dimenticati...

    2)non si farà nulla di concreto sulla famiglia fin quando questa non è valorizzata: son tutti lì pronti a difenderla, ma quando si tratta di finanziare studi e camoagne preventive, si fanno orecchie da mercante.

    3) su cosa la facciamo la campagna di prevenzione con le info che abbiamo oggi? non basta dire "non commettere incesto"... non risolve molto. bisognerebbe prima capire e poi mandare il messaggio efficacie. Anche se la campagna di prevenzione è in tanti ambiti: anche il lavoro coi bambini sul loro corpo, sul conoscerlo e saperlo difendere.

    4)su come funziona il nostro sistema penale ce n'è tanto da dire... guarda il 3d sull'amnistia, cerchiamo di discuterne lì. certo, in carcere si dovrebbe fare riabilitazione per certi reati: ma ppunto, senza conoscenze serie non si può (e senza soldi nel caso italiano)

  13. #13
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    L'unica sensazione che esprimo è schifo.
    Una volta accertata la penale responsabilità io chiuderei in carcere questo animale e butterei la chiave.

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da **Ayax**
    L'unica sensazione che esprimo è schifo.
    Una volta accertata la penale responsabilità io chiuderei in carcere questo animale e butterei la chiave.
    ok, ma al prossimo caso cosa facciamo? lo buttiamo in carcere e via la chiave. e così per quello dopo e quello dopo, e quello dopo...
    non mi pare che così però si cambi gran chè: ognuno continuerà a fare ciò che vuole, sperando solo di nn essere preso. e la vittima zitta, x' ancora nn è vista come vittima...

  15. #15
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689
    La pena non ha solo una funzione preventiva ma anche repressiva.
    Se non c'è certezza e proporzionalità della pena (ossia non c'è un'adeguata e tempestiva repressione dei reati) è inutile cercare di costruire altre ipotesi preventive.

    Lo sai che il 90% degli stupri non viene nemmeno denuciato ? E secondo te qual'è il motivo ?

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy