• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 56

Discussione: competenze rubate...

  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    competenze rubate...

    Ciao a tutti,
    volevo sapere cosa pensate del fatto che molto spesso nelle aziende italiane per ricoprire certe mansioni come la sel. del pers. o la formazione non sono chiamati in causa laureati ma magari persone che stanno all' interno dell' azienda e senza aver competenze specifiche prendono il posto di coloro che hanno studiato una vita? a questo proposito per chiarire meglio quanto detto faccio l' es del call center ( realtà probabilmente conosciuta da molti di voi)

  2. #2
    irenedonata
    Ospite non registrato
    Io la penso male.
    Vedi il thread "risorse umane per laureandi".
    Credo che a questo punto occorra davvero fare qualcosa, farci sentire in qualche modo.

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    tipo cosa????

    le leggi non giocano a nostro favore e la prima manifestazione organizzata da e per psicologi a roma in cui si prometteva una sommossa GENERALE DELLA CATEGORIA c'ero io, il mio moroso e altre 100 persone..esagero...

    è stato molto deprimente!

  4. #4
    irenedonata
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da manuelas
    è stato molto deprimente!
    Immagino.
    Figuriamoci.
    Gli psicologi non si muovono mai per niente, tutti chiusi nel proprio orticello.

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Re: competenze rubate...

    Originariamente postato da larapull
    volevo sapere cosa pensate del fatto che molto spesso nelle aziende italiane per ricoprire certe mansioni come la sel. del pers. o la formazione non sono chiamati in causa laureati ma magari persone che stanno all' interno dell' azienda e senza aver competenze specifiche prendono il posto di coloro che hanno studiato una vita?
    Probabilmente ci sono dietro delle dinamiche di tipo economico...
    E non solo... In una grande azienda di Bologna è stata messa a fare colloqui di selezione una segretaria che ha la terza media, ma ha avuto la fortuna di intrattenere rapporti "intimi" con un superiore...
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di raffina
    Data registrazione
    25-02-2002
    Residenza
    MILANO
    Messaggi
    123
    sono d'accordo con tutto quanto è stato detto riguardo alla considerazione che di selezione e affini se ne occupano un po' tutti, un po' troppi...
    ma purtroppo credo che la strada per conquistarsi un riconoscimento passi dalla pratica della professione stessa e non da recriminazioni che, ahimè sono sempre state fatte, senza evidenti risultati.
    potrà sembrare pleonastico ribadirlo però spesso siamo noi i primi a screditare la nostra professionalità, sperimentandoci un po' troppo a 360° negli ambiti di competenza offerti dalla psicologia e rivendicando diritti che (mi personale opinione) non sempre ci appartengono.
    ora, non sarà certamente il caso, però non ritengo che la selezione debba essere di esclusiva pertinenza dello psicologo e la legge conforta questa mia convinzione ribadendo che sono le finalità della selezione stessa che fanno la differenza. così è dal mio punto di vista anche per la formazione, campo rispetto al quale rivendicano diritto anche altre professionalità.

  7. #7
    arkady03
    Ospite non registrato
    E' anche un fatto culturale. La realtà economico/aziendale nostrana è costituita in larga misura da piccole medie imprese costituite magari da imprenditori improvvisati che prendono finanziamenti agevolati o che hanno ereditato l'azienda di famiglia. Ahimè, in quanto tali, e quindi espressione di valori e credenze che caratterizzano la nostra identità nazionale, credono sia meglio, e di sicuro piu economico, fidarsi di loro stessi e di pochi altri, i familiari ad esempio. In questo scenario attribuire importanza alla figura del selezionatore appare utopistico. Ciò non toglie che da qualche parte, per introdurre un punto di rottura e quindi agevolare un cambiamento di rotta, bisognerà pure cominciare. Ma se i diretti interessati, gli psicologi invero, non si muovono....

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957
    Originariamente postato da raffina
    ora, non sarà certamente il caso, però non ritengo che la selezione debba essere di esclusiva pertinenza dello psicologo e la legge conforta questa mia convinzione ribadendo che sono le finalità della selezione stessa che fanno la differenza. così è dal mio punto di vista anche per la formazione, campo rispetto al quale rivendicano diritto anche altre professionalità.
    Quoto e straquoto...
    Provate a parlare con un laureato in Scienze della Formazione.... Vedrete che ha le nostre stesse convinzioni di dover lavorare nella formazione (ma anche nella selezione) in modo esclusivo...

    Purtroppo all'Università ci raccontano la favola che la selezione è di nostra competenza. Non è proprio così...
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di raffina
    Data registrazione
    25-02-2002
    Residenza
    MILANO
    Messaggi
    123
    Originariamente postato da Doni
    Quoto e straquoto...
    Provate a parlare con un laureato in Scienze della Formazione.... Vedrete che ha le nostre stesse convinzioni di dover lavorare nella formazione (ma anche nella selezione) in modo esclusivo...

    Purtroppo all'Università ci raccontano la favola che la selezione è di nostra competenza. Non è proprio così...
    Hai centrato il punto!!!!!
    Il problema non è rivendicare diritti contesi e contestabili, ma rivendicare il diritto a essere informati e formati correttamente!

  10. #10
    irenedonata
    Ospite non registrato
    Mi fate capire meglio per favore?
    Non ho molto chiara la situazione.
    Comunque concordo sul fatto che ci sia poca chiarezza ... e la pretesa per tutti di fare "tutto". Già mi sembra sia poca la differenziazione "stretta" per gli psicologi ... cioè ci laureiamo e possiamo fare tutto ciò che attiene alla psicologia.
    Ma io ho studiato psicologia del lavoro ... non saprei neanche da dove cominciare se dovessi lavorare con bambini o con persone con problemi psichiatrici!!

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    Tutto ciò che è stato fino ad ora detto è giustissimo.
    mii piacerebbe sentire qualche idea finalizzata a far cessare questa situazione....

  12. #12
    irenedonata
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da larapull
    mii piacerebbe sentire qualche idea finalizzata a far cessare questa situazione....
    Io purtroppo non conosco la legislatura in corso!
    Dove si possono trovare informazioni su questo?

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di raffina
    Data registrazione
    25-02-2002
    Residenza
    MILANO
    Messaggi
    123
    La prima idea che mi viene in mente è quella che, tra gli psicologi, ciascuno presti fede al percorso formativo intrapreso, senza cercare di "riciclarsi" in ambiti rispetto ai quali possiede poche o nessuna competenza...
    Questa è la mia prima idea: così facendo credo che ne potrebbe guadagnare l'immagine professionale che dforniamo di noi all'esterno...
    Preciso subito che la mia posizione non è di rigidità (se hai fatto il clinico, guai a te se fai altro) ma di tutela dela professionalità propria e altrui (qualsiasi cosa tu faccia, domandati se hai le carte in regola per farla, altrimenti passa...)

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di sarasarafr
    Data registrazione
    27-03-2006
    Messaggi
    327
    Originariamente postato da raffina
    La prima idea che mi viene in mente è quella che, tra gli psicologi, ciascuno presti fede al percorso formativo intrapreso, senza cercare di "riciclarsi" in ambiti rispetto ai quali possiede poche o nessuna competenza...
    Questa è la mia prima idea: così facendo credo che ne potrebbe guadagnare l'immagine professionale che dforniamo di noi all'esterno...
    Preciso subito che la mia posizione non è di rigidità (se hai fatto il clinico, guai a te se fai altro) ma di tutela dela professionalità propria e altrui (qualsiasi cosa tu faccia, domandati se hai le carte in regola per farla, altrimenti passa...)

    Concordo pienamente!!!
    sta a noi far valere la nostra categoria!!!

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di nancy1979
    Data registrazione
    02-12-2005
    Residenza
    Milano e Roma
    Messaggi
    434
    Concordo anch'io con quanto detto fin'ora!
    ho sempre studiato nell'ambito della psico del lavoro e non mi sogno di entrare in altri contesti perchè farei più danni che altro..
    Sicuramente una prima cosa è dar credito alle nostre competenze che cmq hanno qualcosa in più rispetto ad un giurista o ad un economo..in realtà a me non da problemi il fatto che anche altre lauree si possano occupare di HR,quanto la totale esclusione degli psicologi in tali ambiti..mi spiego meglio..
    Ci sono realtà dove lo psicologo non è previsto e la formazione e la selezione sono gestite solo da altri,che sicuramente avranno acquisito un'esperienza tale che gli consente di ottenere ottimi risultati,ma che con la collaborazione dello psicologo avrebbe un punto in più...
    Ricordiamoci anche che non tutta la selezione riguarda gli aspetti della persona..Ci sono posti in cui i criteri per la selezione sono ancora basati sulle competenze tecniche e quindi noi non abbiamo voce in merito.
    Mi piacerebbe vedere che nel futuro ci siano team composti da più "teste"...la diversità aiuta e in un'azienda ci sono tanti aspetti da considerare...
    Certo i laureati in fisica,matematica li manderei a fare altro e non HR...
    Nancy

    "Di tanto in tanto c'incontreremo nell'unica festa che non può finire"
    "Nessun luogo è lontano"

    "E' senz'altro possibile insegnare ad un tacchino ad arrampicarsi sugli alberi, ma perchè non assumere uno scoiattolo?"

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy