• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante L'avatar di rossella5
    Data registrazione
    07-01-2005
    Residenza
    Matera
    Messaggi
    59

    psico dell'orientamento scolastico e professionale

    Ciao a tutti!
    Vi scrivo perchè avrei bisogno di confrontarmi con qualche collega:da qualche giorno mi hanno affidato un incarico di consulente esterna con ragazzi adolescenti che hanno abbandonato la scuola e che rientrano in una sperimentazione (di obbligo formativo) che prevede alcune ore di orientamento, laboratori di lavoro ecc. il fatto è che questi ragazzi sono demotivatissimi (si ritrovano di nuovo sui banche di scuola che odiano!!!! non a caso hanno lasciato la scuola...) e vengono da situazioni molto difficili, familiari e sociali...
    io trascorro con loro alcune ore in classe, sia al fianco dei docenti che da sola, ma mi accorgo che è molto difficile tenere viva la loro attenzione e che non hanno alcun interesse a parlare di orientamento....più che altro vorrebbero fare cose pratiche...fino ad ora ho provato con vari test, alcuni dei quali hanno attirato la loro attenzione, o ho suggerito di fare dei cartelloni, disegni, o ancora mi sono accorta che far si che nasca una discussione da temi che suggeriscono loro (per esempio dalla lettura della vita di un rapper che adorano) porta a discussioni e riflessioni molto più che imporre loro un tema o dare un compito da fare, dopo cui spesso, passata quella mezz'ora, ritornano ad essere inquieti!!!!! gli insegnanti sono molto demotivati, però a me dispiace molto, e visto che cmq sono piena di entusiasmo e voglia di stare con loro comunque in modo costruttivo, mi chiedevo se qualcuno di voi conosca dei test semplici, o dei giochi da suggerirmi che possano poi diventare utili spunti di discussione. Per esempio visto che si tratta di trascorrere con loro delle ore in una classe, mi chiedevo se qualcuno che lavora ad esempio, nelle case famiglia potesse darmi qualche idea.....Sono alla prima esperienza con gli adolescenti, quindi non ho fonti da cui trarre spunti.
    Vi ringrazio tantissimo in anticipo!!!

  2. #2
    RossellaP
    Ospite non registrato

    E'.....

    E' bellissimo leggere del tuo entusiasmo e questo mi porta a pensare o meglio, a sperare che in futuro le cose cambino un pò.
    Certo, leggere cose come : ""gli insegnanti sono molto demotivati"" mi lascia un pò di amaro in bocca, d'altra parte non si può pretendere che esca dell'oro da una barra di piombo sciolto,essa anche sciolta, rimarrà sempre piombo.
    Credo che tu non possa fare molto da sola se almeno alcuni di loro non ti offrano il loro appoggio, se almeno qualcuno di loro non senta il "problema" come sarebbe giusto che fosse.
    D'altro canto, spesso sono gli insegnati stessi che arrivano da:
    """"" e vengono da situazioni molto difficili, familiari e sociali... """ e sono già troppo presi dai loro stessi disagi per dedicarsi come dovrebbero a quello degli "altri".
    Peccato, perchè " gli altri", saranno il mondo di domani.
    Se nessuno si offre con il cuore per aiutarli a "vedere" e per insegnare loro a "scegliere" la strada giusta, le speranze di crescere sani ed equilibrati sarà veramente poca.
    L'irrequietezza di chi vive un disagio, sia esso famigliare o sociale è qualcosa che non si guarisce attraverso "un test", ma attraverso la comprensione, la disponibilità e soprattutto l'amore.
    Se ami davvero quei ragazzi, se vuoi arrivare al loro cuore, devi imparare la loro lingua e ascoltare..
    Spesso nei loro silenzi è nascosto tutto il rumore del mondo e nella loro irrequietezza, tutto il silenzio che la loro mente che vorrebbero.

    in bocca al lupo

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140
    personalmente inizierei a "rompere il setting" tipico dell'aula scolastica", con i classici banchi allineati di fronte alla cattedra, che predipone mentalmente a un ruolo passivo e ricettivo e alla dipendenza dall'autorità. Proverei a metterli in cerchio in modo che si guardano tra loro e si predispongano piùa un clima collaborativo che competitivo come quello tipico scolastico, così possono trarre motivazione l'uno dall'altro. Poi all'interno del cerchio più grande, invitare di volta in volta alcuni di loro a mettere in scena ciò di cui parlano: ad esempio, visto che sono interessati alla vita di questo rapper, non limitarsi a leggerla e a commentarla, ma inscenare anche episodi, e solo poi fare una specie di de-briefing, rinforzando soprattutto gli spunti di progetti operativi che emergono. Insomma, ricorrere alle tecniche dello psicodramma, in genere riescono a sbloccare le situazioni di motivazione così bassa... ;-)

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    hai mai sentito parlare del circle time?è un buon modo per capire di cosa i ragazzi hanno bisogno e rafforza a lunga andare il legame tra di loro.
    Tra l'altro non escluderei di provare questa tecnica anche con gli insegnanti.
    Se ti servono info fammi sapere.
    in bocca al lupo
    grillo parlante

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di angelocollev
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    chieti
    Messaggi
    138
    insieme al circle time io ti consiglierei un lavoro di tipo motivazionale.
    puoi far prdere un foglio ad ogni partecipante e scrivere cosa vogliono diventare da grandi (anche sognando un pò). dopo che hanno scritto "il sogno" cercare quali sono i lavori più realistici e far scrivere loro che tipo di studi intraprendere per arrivare all'obiettivo.
    dopo puoi continuare con attività che preferisci e ogni tanto inserisci incontri motivazionali per vedere cosa hanno fatto loro per l'obiettivo.
    Nuovo blog di psicologia...attendo consigli per migliorarlo www.psicopub.blogspot.com

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    bello quest'ultimo intervento..mi piace molto...
    e ci sono anche test appositi per le motivazioni, così possono lavorare un po' su di sè e tu hai un punto di partenza...

    ci sono le schede di lavoro della pombeni che sono molto buone..

  7. #7
    Partecipante L'avatar di rossella5
    Data registrazione
    07-01-2005
    Residenza
    Matera
    Messaggi
    59
    Ciao a tutti! rieccomi qui prima di tutto per ringraziarvi, e poi per raccontarvi come sta andando!
    per ste203: hai perfettamente ragione, la disposizione dell'aula già da sola fa tantissimo!!!! infatti dal primo giorno ho notato che era impossibile tenere i banchi così tradizionalmente e li abbiamo disposti in cerchio...anzi, ti dirò di più...visto che loro non amano molto le sedie (preferiscono sedersi SOPRA i banchi), anche io ho adottato questa nuova abitudine..mi siedo sopra la cattedra, in modo più informale....effettivamente non abbiamo mai provato a utilizzare tecniche tipo lo psicodramma, ma una volta ho proposto il test del villaggio, che consiste nel chiedere ad ognuno di loro che parte o persona vorrebbero essere di un villaggio immaginario, e non ha riscontrato molto successo....nel senso che ho notato che sono molto demotivati se gli si chiede di inscenare qualcosa, o di parlare di qualcosa.....
    potrebbe funzionare invece l'idea di angelocollev: effettivamente partire da un sogno, che è ben diverso da un progetto (di cui sono stufi di sentir parlare!!!!!) potrebbe suscitare il loro interesse....vi dirò...
    nel frattempo potreste essere così gentili da darmi indicazioni maggioori sul circle time? (grazie, grillo parlante per l'idea!!!!!)credo di averne sentito parlare in alcuni testi della Francescato, se non erro....correggetemi se sbaglio! in quale testo in particolare se ne parla?
    comunque sia vi terrò informati su tutta questa avventura: la scorsa settimana siamo stati a visitare 3 aziende che si occupano di salotti, pannelli solari e meccanica.....ma è stato durissimo tenerli fermi!!!!!!
    grazie davvero a tutti per i vostri consigli!!!!!
    aspetto ancora vostre info, rossella

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di grillo parlante
    Data registrazione
    31-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    172
    ciao rossella, vedrai che piano piano riuscirete a venirvi incontro.
    chiedevi del circle time ed hai ragione di averne sentito parlare sui libri della Francescato (grande pomotrice di questa tecnica).
    ti consiglio il libro "stare bene insieme a scuola" di francescato, putton e cudini (non è per la sessione superiore ma trovi gandi spunti).
    Se poi poi vuoi anora più info su questa tecnica basta che digiti in qualsiasi motore di ricerca "tecnica del circle time nelle scuole" o simili e ti tira fuori materile utile.
    se applichi questa tecnica correttamente sarranno i ragazzi a dirti di che cosa vogliono parlare da loro uscirà tutto quello che vogliono e che sentono di bello e di brutto...impareranno a conoscersi attraverso gli altri e all'inizio è la cosa più importante rispetto alla didattica o al reinserirli per forza nella scuola o fargli imparare un mestire con la "forza" perchè in questo modo troverai solo portoni chiusi dei ragazzi e una grande frustrazione tua.
    In bocca al lupo
    e tienici aggiornati

    baci
    carla

    grillo parlante

  9. #9
    Partecipante L'avatar di rossella5
    Data registrazione
    07-01-2005
    Residenza
    Matera
    Messaggi
    59
    ciao, ragazzi!
    per tutti coloro che sono interessati, vi segnalo una discussione aperta dal tema "giochi per l'orientamento", nella sezione "lavoro ed imprenditoria" sempre nel nostro forum, in cui è segnalato il nome di un sito interessantissimo doive di sono utilissimi spunti per chi si occupa come me di questo settore!
    a presto!
    "In questo mondo non vediamo le cose come sono. Le vediamo come siamo, perchè ciò che vediamo dipende principalmente da ciò che stiamo cercando"
    John Lubbock

Privacy Policy