• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10

Discussione: Il Cardinal Martini

  1. #1
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877

    Il Cardinal Martini

    .....che io speravo potesse diventare il nuovo Papa....ha deto questo.....

    La Chiesa che vorrei.....e che forse un giorno sarà un pò più vera.




    Card. Martini: condom contro Aids


    I preservativi sono il "male minore" per contrastare il dilagare dell'Aids. Così il cardinale Carlo Maria Martini, componente autorevole del Collegio Cardinalizio, in un'intervista ha aperto all'uso del condom per fronteggiare il problema della diffusione dell'Hiv. Martini ha anche parlato di adozioni. Per la felicità dei piccoli, ha detto Martini, "al limite anche i single potrebbero dare garanzie essenziali".

    E' un Martini che con pacatezza e sobrietà parla di una dottrina cattolica che sembra un poco lontana da quella di Ratzinger. Laddove la Chiesa respinge qualsiasi idea di famiglia che non sia quella tradizionale, Martini allarga la possibilità dell'adozione anche ai single in determinate condizioni. Ratzinger boccia l'aborto, Martini difende la legge italiana e richiama i fedeli alla sacralità della vita intesa come spiritualità assoluta e non come accanimento assoluto nel salvare la vita umana fisica.

    Così sarà difficile che la lunga intervista rilasciata dal Cardinale all'Espresso non segnerà un solco ancora più profondo tra l'ex Arcivescovo di Milano e l'ala più tradizionale della Chiesa.

    Lotta all'Aids
    "Bisgona fare di tutto per contrastare l'Aids. Nel caso delle coppie il partner non malato deve potersi proteggere". Questo uno dei passi più importanti dell'intervista a Martini. "Certamente l'uso del profilattico può costituire, in certe situazioni, un male minore".

    Aborto
    "Bisogna sempre proteggere e promuovere la vita umana - dice Martini -. Ma è importante riconoscere che la prosecuzione della vita umana fisica non è di per se il principio primo e assoluto". In altre parole il cardinale apre alla possibilità seppur molto dolorosa dell'aborto in alcune condizioni e comunque difende la legge 194: "La legge ha contribuito a ridurre gli aborti clandestini".

    Eutanasia
    "Interrompere procedure mediche sproporzionate rispetto ai risultati attesi può essere legittimo. Non si vuole così procurare la morte: si accetta di non poterla impedire". Martini precisa: "Non si può appriovare il gesto di chi induce la morte di altri, in particolare se è un medico che ha come scopo la vita del malato e non la morte".

    Fecondazione assistita e single
    "In fatto di fecondazione assistita ci sono così tante zone grigie da imporre la necessità di nuove idee che superino inutili e frettolose divisioni". Così con delicatezza Martici cerca di analizzare l'argomento invitato a proseguire sulla strada dell'adozioni di embrioni, anche da parte di donne single. E sulle adozioni il Cardinale apre: "Il meglio per un bambino è una famiglia. In mancanza di cio' anche i single potrebbero davre garanzie essenziali".




    Qui qualche dato in più....
    http://www.repubblica.it/2006/04/sez...-bioetica.html
    Ultima modifica di pollon2 : 21-04-2006 alle ore 11.12.05
    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di tata_moni
    Data registrazione
    21-02-2006
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    974
    E' bello quello che dice, concordo con lui e sicuramente ha un'idea di Chiesa un po' più aggiornata. E' inutile chiudere gli occhi di fronte a problemi che esistono, come l'AIDS o l'aborto. Non è umanamente condivisibile che la Chiesa si ostini a proibire l'uso degli anticoncezionali. E per quanto riguarda l'aborto, io sono per usarlo solo in casi estremi, ma comunque ci sono casi in cui è purtroppo è una soluzione migliore. E pensiamo all'adozione: meglio stare in un istituto, con due genitori inadeguati o con uno che ti cresce con amore? Non sempre ciò che è meglio sulla carta lo è anche nella realtà!
    L'unico problema è che queste sono posizioni troppo lontane da quanto teorizzato dalla chiesa finora, che magari fra qualche decennio diventeranno quelle ufficiali, ma per ora no di certo. Ci vuole sempre qualcuno che inizi a sfondare i portoni e che viene ritenuto "eretico". In verità era solo un precursore.

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    Non è così detto.....il fatto che sia stato purtroppo eletto un Papa un pochino...come dire...."integralista" non significa che nella chiesa non sia fortunatamente presente una forte componente "riformatrice" attenta alla realtà ed al mondo che la circonda e che cambia....

    Mi dispiace davvero che non sia diventato papa Martini, credo che tutti ne avremmo guadagnato tanto.....

    E credo che molte persone si sarebbero avvicinate di più o non allontante da una chiesa che sarebbe stata in grado di conservare i propri principi conciliandoli però con il mondo di oggi....
    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  4. #4
    Penelope*
    Ospite non registrato
    Credo che la chiesa prima o poi dovrà avvicinarsi di più alla gente, perchè così proprio non va
    L'anno scorso sentii in un'intervista a Martini, che il Papa purtroppo qualsiasi persona essa sia non potrà mai aprirsi su certe questioni anche se personalmente lo farebbe.

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Originariamente postato da pollon2
    Non è così detto.....il fatto che sia stato purtroppo eletto un Papa un pochino...come dire...."integralista" non significa che nella chiesa non sia fortunatamente presente una forte componente "riformatrice" attenta alla realtà ed al mondo che la circonda e che cambia....
    Molto interessanti le parole del cardinale...ed esse stanno prprio a dimostrazione che nella chiesa c'è un'ala riformista e molto disposta ad andare avanti, che sicuramente per ora si scontrerà con l'ala integralista e conservatrice di Ratzinger. Purtroppo Ratzinger Papa non è stata la migliore delle idee dopo il papato di Woitila. Ma la chiesa è spaccata al suo interno, dentro è come il mantello della terra, che ribolle e si muove...prima o poi il magma verrà fuori, ci vogliono solo le condizioni propizie!
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  6. #6
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    Grazie della tua risposta

    La mia paura nell'aprire questo 3d era quella di offendere la sensibilità di chi è molto legato alla chiesa, mi fanno piacere le tue parole perchè danno spazio al dialogo......
    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Da come mi scaldo per certi argomenti può parere che io sia una di quelle cattoliche oltranzizte integraliste (come qualcuno infatti mi ha chiamato), ma in realtà critico continuamente i parere della chiesa riguardo ad alcune questioni, che non riguardano solo l'etica. Semplicemente credo che ci siano dei principi base che vanno rsipettati, perchè si ispirano al rispetto per certi valori a difesa della vita e dell'etica. Le parole del cardinale riflettono che dentro la chiesa si sente l'esigenza di un cambiamento e di un rinnovamento. Col prossimo papa le cose cambieranno. L'importante è non chiedere alla chiesa cose che vanno contro ai principi base del rispetto della vita. Il compromesso può spingersi solo fino ad un certo limite!
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  8. #8
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    Sull'ultimo punto siamo perfettamente d'accordo...

    Penso alcune cose che so non potranno mai appartenere alla chiesa, questo non significa che non ne capisca i principi e che non li rispetti....quello che non mi piace è il modo in cui questo papa sta portando avanti le cose, soprattutto se penso a come altri avrebbero invece potuto fare....

    Poi ti dirò, la mia stima per il cardinal martini è davvero tanta, quindi ho sempre fatto il tifo per lui...e sentirlo adesso dire certe cose da un lato mi dispiace (se penso a quanto avrebbe potuto fare...) ma dall'altro mi fa molto piacere perchè vedo che le cose si stanno comunque muovendo...
    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di Pandora
    Data registrazione
    21-02-2005
    Residenza
    Roma, nata e vissuta :)
    Messaggi
    906
    Originariamente postato da pollon2


    E credo che molte persone si sarebbero avvicinate di più o non allontante da una chiesa che sarebbe stata in grado di conservare i propri principi conciliandoli però con il mondo di oggi....

    Sono d'accordo con te, pollon.
    La chiesa è fatta di uomini e come tale non è da condannare in blocco, ci sono al suo interno, come ovunque, uomini validi e uomini meno validi.

    Io me ne sono allontanata perchè come tu dici sono cambiate molte cose e spesso ahimè, una grossa fetta del clero, quello integralista, non è stato disposto a scendere a compromessi.

    Contrariamente a molti atei non penso che la chiesa in quanto istituzione vada condannata od abolita, come qualcuno spesso propone; è capitato che gli uomini meno validi abbiano fatto danni, ma ci sono stati (e ci sono) anche uomini validi che hanno fatto molto e molti sono i credenti che grazie alla fede trovano la forza di andare avanti anche in situazioni difficili senza ricorrere a psicoterapie o a farmaci.

    Le parole del cardinale sono incoraggianti e lasciano intravedere un'apertura al dialogo che si rivelerà sicuramente costruttiva....molti giovani si sono allontanati dalla religione ma non hanno trovato altri ideali con cui sostituirla e questo disorientamento, sommato ad altri fattori ha prodotto spesso abulia e devianza.
    Personalmente ritengo che per una sana crescita sia necessario credere in qualcosa di forte, soprattutto per i giovanissimi che nel processo adolescenziale di separazione-individuazione hanno bisogno di indentificarsi in istituzioni e aggregati fortemente stutturati......e se frequentare di più gli oratori vuol dire meno sassi dai cavalcavia o attentati "dinamitardi" agiti per noia, ben vengano gli oratori

    Dove c'è la Ragione c'è il dispotismo, dove ci sono le ragioni c'è la libertà.
    (P. Martinetti)

    Giace l'alta Cartago, appena i segni
    dell'alte sue ruine il lito serba.
    Muoiono le città, muoiono i regni
    copre i fasti e le pompe arena et erba...

    (T. Tasso)

    -Membro del Club Del Giallo - tessera n°6-SEGRETARIA DI REDAZIONE

    TUTTO CIO' CHE NON CI UCCIDE CI RENDE PIU' FORTI

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Originariamente postato da -Pandora-
    ....molti giovani si sono allontanati dalla religione ma non hanno trovato altri ideali con cui sostituirla e questo disorientamento, sommato ad altri fattori ha prodotto spesso abulia e devianza.
    Personalmente ritengo che per una sana crescita sia necessario credere in qualcosa di forte, soprattutto per i giovanissimi che nel processo adolescenziale di separazione-individuazione hanno bisogno di indentificarsi in istituzioni e aggregati fortemente stutturati......e se frequentare di più gli oratori vuol dire meno sassi dai cavalcavia o attentati "dinamitardi" agiti per noia, ben vengano gli oratori
    E' importantissimo avevre dei valori religiosi forti, e la loro mancanza sta provocando molta confusione nei giovani. Molti giovani che sono legati ai gruppi religiosi, sopratutto quelli di ispirazione francescana, li vedo davvero molto impegnati in qualcosa, molto motivati, carichi di vita: ci vuole una chiesa attiva che proponga un ritorno autentico a Gesù, senza tante ridondanze dogmatiche ed ecclesiastiche. Già molti lo stanno facendo, ma si può fare di più e per far questo anche le alte sfere della chiesa devono dare una spinta positiva.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

Privacy Policy