• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 30
  1. #1
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536

    Paziente sequestra Psicologa

    BERGAMO - Una psicologa di Seriate, in provincia di Bergamo, e' stata sequestrata da un paziente durante una visita a domicilio. La donna trentacinquenne si era recata nell'abitazione dell'assistito, per una seduta di routine. Senza farsi notare, il paziente aveva chiuso la porta a chiave e, al termine della visita, aveva impedito alla dottoressa di uscire, scagliandosi su di lei. A risolvere la situazione e' stato il marito della donna, che ha chiamato i carabinieri: gli uomini dell'arma hanno fatto irruzione nell'appartamento dal balcone. Il paziente e' stato arrestato per sequestro di persona, lesioni aggravate, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. (Agr)
    FONTE

  2. #2
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886
    .... certo che ci siamo scelti proprio una professione di tutto riposo...
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    ....paura......
    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Una volta ero ad una riunione con gli scout (i 10 anni migliori della mia vita ). Uno dei capi, una persona eccezzionale, fa lo psichiatra e quel giorno era reperibile. Mentre parlavamo gli squilla il telefonino e risponde. La conversazione è stata pressappoco questa: "Si?... si... ho capito... va bene, dategli tot mg di (non so cosa tranquillante credo) e aspettate che sto venendo..." si gira verso di noi e fa "ragazzi scusate ma devo andare c'è stato un problemino in ospedale."
    Io sapendo che lavorava coi "pazzi" gli dico scherzando:
    "Filippo stai attento non è che questo ti salta al collo" e lui tranquillissimo "No no, non ti preoccupare. Ha già preso a martellate la sorella... penso che si sia sfogato."
    Io avevo all'incirca questa faccia Non ho mai capito se stesse scherzando o se diceva sul serio.
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di stellanera
    Data registrazione
    26-02-2006
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    840

    Re: Paziente sequestra Psicologa

    Originariamente postato da Accadueo
    BERGAMO - Una psicologa di Seriate, in provincia di Bergamo, e' stata sequestrata da un paziente durante una visita a domicilio. La donna trentacinquenne si era recata nell'abitazione dell'assistito, per una seduta di routine. Senza farsi notare, il paziente aveva chiuso la porta a chiave e, al termine della visita, aveva impedito alla dottoressa di uscire, scagliandosi su di lei. A risolvere la situazione e' stato il marito della donna, che ha chiamato i carabinieri: gli uomini dell'arma hanno fatto irruzione nell'appartamento dal balcone. Il paziente e' stato arrestato per sequestro di persona, lesioni aggravate, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. (Agr)
    FONTE

    oh-oh!

  6. #6
    Penelope*
    Ospite non registrato
    Non sono ancora laureata, ma questa delle aggressioni è una cosa che mi spaventa molto.Ho detto più volte sul forum che proprio per queste paure mi piacerebbe un lavoro che sviasse un pò dalla Psicologia "pura"

  7. #7
    samy
    Ospite non registrato
    d'altra parte si sa,sono persone instabili con cui bisogna avere prudenza e accortezza....è il rischio del mestiere,paura...si sa che può accadere,se si ha paura bisognava scegliere altro.Io ho fattop volontariato in una casa protetta con malati psichiatrici,lì le aggressioni,gli schiaffi e a volte un braccio rotto erano all'ordine del giorno,ma anche loro le cose non le fanno senza motivo,se si sta attenti certi atti si possono evitare...

  8. #8
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886
    se si ha paura bisognava scegliere altro
    cavolo non le mandi a dire... cmq è vero vedo spesso molte mie compagne di corso che quando incontrano un "matto" per strada scappano e vengono prese dal panico... mi chiedo come faranno
    sapete il prof. di psichiatria ci spiegò che si parlava anche di classificare il mestiere del terapeuta tra quei mestieri ad alto rischio (non so se si dice cosi')...cioè quelli che hanno diritto ad un tot di giorni di riposo "forzato" ed altro perchè in effetti il piu' alto tasso di burn out, depressione e suicidi si riscontra proprio tra medici e psicoterapeuti.... mha...voi che ne pensate?:
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  9. #9
    Penelope*
    Ospite non registrato
    Faccio finta di non prenderla come offesa
    E' chiaro che essere psicologo vuol dire anche affrontare queste situazioni, sono le situazioni estreme che mi preoccupano.
    Forse proprio la mia paura mi porterà ad essere più attenta di altri nel capire come evitare questi atti.

  10. #10
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,926
    Il fatto e' che chi fa psicologia soprattutto psicologia clinica la cui conseguenza piu' ovvia e' la psicoterapia deve avere un qualcosa in piu'... un approccio all'altro una curiosita' verso le persone, verso la diversita'... deve essere come dire... "svezzato" gia' in partenza come apertura mentale.... proprio perche' bisogna essere neutri e naturali nei confronti di chiunque ci sta davanti. E anche la troppa attenzione e premura non mi piace tanto... rischia di essere un atteggiamento che denota preoccupazione e timore.... e questo viene avvertito.... Bisognerebbe rapportarsi a persone con un disagio nella manoiera piu' normale possibile. Ricordo che ad un esame un professore fece provocatoriamente una domanda molto personale ed intima ad una ragazza... la quale arrossi' e abbasso' lo sguardo... e il professore le disse:"ma come si sta imbarazzando??? e se avra' un paziente che le dira' cosi' cosa fara' si imbarazzera' lo stesso??"
    Purtroppo queste cose succedono....ed e' anche vero che se uno non ha questa voglia di approfondire, di conoscere, questa curiosita' innata verso gli altri...probabilmente e' bene che prenda altre strade.... Oppure prendere il momento degli studi e delle prime esperienze proprio come un moo per sbloccarsi in tal senso...

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di scoutina87
    Data registrazione
    17-03-2006
    Messaggi
    3,910
    Blog Entries
    7
    “È la cattiveria il collante che tiene insieme gli uomini. Chi non ne ha abbastanza si distacca”(Schopenhauer)

    Non sono acida,sono diversamente ironica

    Il cervello non e' un nemico..........usalo ogni tanto

  12. #12
    Penelope*
    Ospite non registrato
    Durante un esame capitò di parlare di queste cose con un professore.Gli parlai apertamente dei miei timori, aggiungendo come penso ancora oggi, che spero con il tirocinio di poter affrontare meglio la realtà. Lui mi disse che essere consapevole delle proprie paure era il primo passo per essere una buona psicologa perchè sei consapevole dei tuoi limiti e riesci a focalizzare in modo migliore le strategie per superarli.
    Purtroppo ho sentito di storie di pazienti che infastidiscono più o meno pesantemente le famiglie dei loro teraupeuti.
    Più che altro mi spaventa questo.Io ho scelto qusta strada, ma loro no.

  13. #13
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886
    Lui mi disse che essere consapevole delle proprie paure era il primo passo per essere una buona psicologa perchè sei consapevole dei tuoi limiti e riesci a focalizzare in modo migliore le strategie per superarli
    ....
    secondo me vale il criterio del giusto mezzo...non bisogna essere completamente terrorizzati e rifuggire il contatto umano ma se si nega di avere un minimo di paura per un' eventuale aggressione (a se stesso a alla propria famiglia) secondo me si mente...la violenza fisica ci spaventa da chiunque provenga (che sia "sano" o "non sano") ed è giusto che lo faccia sennò non siamo persone ma macchine...chi dice di non avere un minimo di paura (di quella che ti spinge a "difenderti") o mente a se stesso o è in preda ad un "delirio da super eroe" ...poi ognuno è fatto a modo suo...ma non mi sembra carino leggendo 2 righe buttare giudizi sul fatto che si sia scelto o no la strada giusta...
    personalmente quando lessi di quella terapeuta a cui un paziente getto l'acido addosso feci il cosiddetto c*ccone...e non mi vergogno a dirlo...
    Ultima modifica di Lepre*marzolina : 20-04-2006 alle ore 12.51.12
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  14. #14
    samy
    Ospite non registrato
    no,no,non volevo offendere nessuno nè criticare,dicevo solo che il nostro è un lavoro che,in certi casi,può essere pericoloso...non vi immaginate quanto una persona,anche esile esile in certi momenti di follia avbbia una forza inaudita...quindi sicuramente il rischio di "prenderle"è alto,bisogna stare attenti e vagliare,soprattutto con pazienti psicotici ogni parola,perchè loro fraintendono spesso e si agitano per poco...insomma la paura non deve esserci con loro,se la sentono è finita...deve esserci empatia e sicurezza,sapendo che si è a rischio,ma mica son tutti così fuori :-)

  15. #15
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,926
    invece samy credo tu abbia detto una verita' che spesso da fastidio a molti (non per forza in questo forum parlo in generale) Perche' molti si iscrivono a psicologia senza una reale motivazione, senza sapere cosa fa lo psicologo e senza sapere chi e' lo psicoterapeuta.... Io sono sempre stato convinto che voler essere uno psicoterapeuta sia quasi una "missione" o cmq senza usare questi paroloni... una persona deve avere certe caratteristiche che si hanno o non si hanno... si deve avere una vocazione.... Fare lo psicologo e' molto diverso da fare l'architetto, l'avvocato e il medico....
    Sapessi quante persone ho conosciuto che hanno scelto psicologia perche' era una sorta di filosofia e perche' "ha quel non so che.." e poi che manco sapeva cosa fosse uno psicoterapeuta....

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy