• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    pulsatilla
    Ospite non registrato

    WAIS- R

    Ciao a tutti!
    Volevo sapere se c'è qualcuno particolarmente esperto nell'uso di questo test in grado di fugare alcuni miei dubbi:

    1) il Qi secondo le istruzioni del frontespizio del foglio di notazione andrebbe calcolato sulla base dei punteggi ponderati non per età. Però non ha molto senso!

    2) C'è una grande differenza (anche di 20 punti!) tra il Qi calcolato usando il campione di riferimento italiano e quello U.S.A.
    Per le certificazioni di invalidità quale è meglio usare?

    Qualcuno ha le idee chiare in merito?
    Grazie!
    Ultima modifica di pulsatilla : 19-04-2006 alle ore 22.52.42

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di manuelas
    Data registrazione
    19-11-2004
    Residenza
    modena
    Messaggi
    1,268
    ciao...infatti questa cosa dell'età l'ho notata anche io e non mi era molto chiara...
    il manuale non dice nulla in proposito?

    per l'invalidità..il campione è assolutam qello italiano, perchè è stato ri-standardizzato in italia su campioni italiani..e anche l'invalidità dipende da campioni prettamente italiani, quindi userei quello

  3. #3
    Partecipante Leggendario
    Data registrazione
    30-05-2003
    Messaggi
    2,051
    Una differenza di 20 punti? Ma ne sei sicura??

    Non so esserti molto di aiuto. Ad ogni modo, io somministro la WISC-R e valuto sempre le differenze tra il QI calcolato usando il campione di riferimento italiano e quello U.S.A. Ma le differenze sono sempre di pochissimi punti, tipo 1-2.

    Per le certificazioni di invalidità, credo si debba prendere in considerazione il campione di riferimento italiano.

    Ad ogni modo, perchè non contatti direttamente l'autore della standardizzazione italiana, il professore Orsini?

    Questa è la sua mail: arturo.orsini@uniroma1.it

    Sono sicuro che risponderà con estrema serenità ai tuoi quesiti!
    Ultima modifica di David : 19-04-2006 alle ore 20.49.27

  4. #4
    pulsatilla
    Ospite non registrato
    Grazie...penso che farò così...
    Ciao!

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    21-03-2005
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    100
    io utilizzo sempre la standardizzazione italiana specialente per le certificazioni di invalidità.
    Roberto

  6. #6
    pulsatilla
    Ospite non registrato
    Sì, credo sia la cosa migliore...
    Grazie per aver risposto. Ciao!

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di angelocollev
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    chieti
    Messaggi
    138
    per quanto riguarda l'invalidità penso che sia assodata che bisogn usare la standardizzazione italiana e i punteggi ponderati(non per età).
    visto che devi fare una certificazione medico-legale ti consiglio di sottolineare nel certificato la netta differenza tra i 2 Q.I. e quindi anche tra i due tipi di intelligenza.
    ti consiglierei di aggiungere anche l'analisi fattoriale a tre fatori, e successivamnte dei singoli sub test.
    di è molta varianza tra i vari sub tests?
    ciò è importante in quanto ti può dare molte più informazioni, e stai attenta perchè una elevata varianza può anche essere indice di qualche errore di misura.
    Nuovo blog di psicologia...attendo consigli per migliorarlo www.psicopub.blogspot.com

Privacy Policy