• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    laureati mal occupati o disoccupati

    ciao a tutti,
    vorrei la vostra opinione su una cosa:
    sono abbastanza amareggiata del fatto che laureata, prossima iscrizione all' albo degli psicologi attualmente lavoro in ospedale come ausiliare ( ma a tempo indeterminato).
    mi sento spesso demotivata e volevo sapere cosa voi pensavate di questa situazione che non è poi tanto diversa da quella di molti altri laureati....

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957
    Di questo argomento se n'è già discusso più volte, anche perchè preme molto a tutti...
    Purtroppo, come dicevi tu, la situazione è difficile per tutti i laureati (anche se sicuramente gli psicologi non sono fra quelli che stanno meglio).
    C'è anche da dire che per chi è neolaureato è molto dura, già dopo che si sono maturati 2-3 anni di esperienza diventa un po' meno complicato.
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439

    sono giustificata scondo voi?

    capisco di essere ripetitiva ma volevo sapere da voi se a vostro parere è ingiustificato il mio rammarico per un lavoro umile molto umile ma a tempo indeterminato oppure....

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678
    Lara, sei compresa al massimo..non ti dico cosa faccio per ora per mantenermi...anche se ono prossima alle'same di stao e un anno di esperienza lavorativa nel settore della consulenza aziendale..ma ho lasciato perchè mi davano troppo poco econ questo lavoro, lavoro poche ore, guadagno di più e posso studiar eper l'eds.
    Guarda..ritengo ch eun lavoro di base sia necessario per pagarsi l aformazione..poi io mi impegno atracciare mille e più strade per l amia porfessione. L'importante è lavorare ma guardare avanti senza "accontentarsi" ma, appunto vedere questi lavori più "semplici" come strumenti per raggiungere obiettivi pù gratificanti:-)
    Lucia


  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    grazie lucia le tue parole sono veramente molto confortanti non so quanti anni hai tu (io ne ho 29) speriamo il futuro ci dia gioie migliori...

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    100
    Ciao Lara,
    hai mai pensato di fare l'educatrice? Lo stipendio non e' alto, ma e' gia' qualcosa di piu' rispetto a quello dell'ausiliaria. Inoltre e' un lavoro che per molti aspetti si avvicina a quello che hai studiato e, se trovi una cooperativa o un ente serio, diventa anche l'occasione per formarti nuovamente e ottenere delle gratificazioni personali.
    ciao
    "Io non mi stupisco di coloro che cercano di spiegare l'incomprensibile, ma di quelli che credono di aver trovato la spiegazione...".
    Gustave Flaubert

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    si ho inviato molti cv, ma risposte zero
    anzi sorry, mi hanno chiesto di fare 2 mesi gratis e poi si vedra'.

  8. #8
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    100
    Iniziare e' sempre difficile. Io credo che i primi anni siano importanti per fare diverse esperienze. Qualcuno qui sul forum consigliava di sperimentarsi nel mondo del volontariato. Quando ho iniziato (perchè senza esperienza) ho accettato un lavoro dove prendevo 5 euro all'ora (5!), lavoravo 40 ore settimanali (contro le 38 dei contratti per educatore) dove non veniva rispettato il rapporto educatore-bambini, dove non avevo nemmeno un contratto (ogni mese mi rimandavano a quello successivo), dove ho cercato di modificare le cose, ma senza ottenere nulla, perchè le altre colleghe avevano paura di perdere il posto di lavoro. E' stata una scelta difficile (non avevo ancora trovato un altro lavoro) ma mi sono licenziata. A distanza di qualche mese, felice di averlo fatto! Ed ho scoperto che le cooperative corrette, anche se ti offrono un co.pro, possono offrirti un compenso orario di 9/10 euro netti all'ora...e anche se di questi tempi sembra un'utopia, sono riuscita a trovare un lavoro a tempo indeterminato. Part-time, e' gia' qualcosa. Quando ero precaria (ma lo sono tuttora, con il primo lavoro) per circa 2 mesi ho accettato un secondo lavoro che mi portava ad essere fuori casa 12 ore al giorno. E adesso ci sono giornate dove inizio alle 8 e finisco alle 20. Pero' sono felice, stanca ma felice. Ancora adesso non smetto di guardare le offerte di lavoro, perchè credo sia importante tenersi sempre aggiornati e vedere come vanno le cose. Spesso ho mandato curricula in enti e associazioni che non cercavano personale; in altri casi ho proposto la mia candidatura su internet, scoprendo che questi annunci vengono letti e considerati come una candidatura via posta. (il mio primo attuale lavoro l'ho trovato cosi'). All'inizio pero' e' stata dura perchè non avevo esperienza. E non averla ha decisamente un peso. Annunci che si trovano piuttosto di frequente sono quelli in cui cercano educatori per rsa (anziani). Alcune cooperative chiamano anche se non hai esperienza, altre non ti considerano nemmeno, anche se "vanti" tot. anni di esperienza nel sociale (ma in ambiti diversi).
    Lara, continua a cercare (e non demordere) anche perche' il lavoro occupa quasi tutta la nostra giornata e quasi tutti i nostri anni di vita...
    "Io non mi stupisco di coloro che cercano di spiegare l'incomprensibile, ma di quelli che credono di aver trovato la spiegazione...".
    Gustave Flaubert

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di terry77dgl
    Data registrazione
    02-12-2002
    Residenza
    Monza x lavoro, Napoli nel cuore
    Messaggi
    5,743
    Iris

    auguri x il tuo lavoro a tempo indeterminato, è un ottimo risultato, complimenti!

    lavori x una cooperativa?

    ciao

  10. #10
    Matricola L'avatar di notteluna
    Data registrazione
    08-07-2005
    Residenza
    provincia di VICENZA
    Messaggi
    26
    non amareggiarti...
    te lo dice una ragazza che si ritrova a fare 3 lavori per portare a casa uno stipendio quasi-completo...!! E nessuno comprende quello di psicologa..!!!!!
    Diciamo che sto lavorando per mettere via soldi, finire la scuola di specializzazione (obbligatoria, mi raccomando falla!!) e iniziare tra 2 o 3 anni a lavorare in uno studio.

    buona fortuna!!!
    'Puoi macinarne le anime nello stesso mulino
    Puoi legarli mani e piedi;
    Ma il poeta seguirà sempre l'arcobaleno nel suo cammino
    E suo fratello seguirà l'aratro.'

    John Boyle O' Reilly

  11. #11
    Partecipante Affezionato L'avatar di luisa1981
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    101
    Ciao ragazzi e ragazze, ho letto con interesse la vostra discussione...non senza un pò di preoccupazione visto che sono una povera disgraz...neolaurata (da poco più di un mese) in psi del lavoro.
    Posso chiedere gentlmente un consiglio se qualcuno sa qualcosa?
    Mi piacerebbe molto fare l'educatrice
    Ho esperienze nei campi estivi e un diploma magistrale psicopedagogico. Come è meglio che mi muova?le cooperative sociali sono sature su Firenze...domanda idiota:solo alle cooperative ci si può rivolgere per chiedere di fare l'educatrice?
    Grazie mille, so che siete psicologi e se ho fatto una domanda scema non mi tratterete male. In bocca al lupo a tutti cari colleghi.

    Luisa da Fireze

  12. #12
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    non conosco il mercato della tua zona, ma quello di roma non è molto saturo ma i datori di lavori (come in tutti i casi) tendono allo sfruttamento.
    non ci sono solo le cooperative ma anche le aziende a cui rivolgersi.
    comunque scusami ma non sono molto ottimista...

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678
    Lara..cmq..ho 25 anni..diciamo che la "fortuna" è quella di aver finito in tempo e aver lavorato un anno nel settore (contemporanemante al tirocinio..quindi 12 ore fuori casa oper una nno per avre poco meno di 500 euro..se consideri ch evivevo sola, senza la mia famiglia..era una bella tragedia...
    Lucia


  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di larapull
    Data registrazione
    24-01-2005
    Messaggi
    439
    Andalucia, la tua situazione non è stata facile ed è proprio per questo che precedentemente ho detto speriamo che il futuro ci riservi cose migliori.
    Ed ora aggiungo speriamo che tutto ciò che abbiamo fin ora seminato ci dia almento la metà dei frutti!!!

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di Serena75
    Data registrazione
    31-03-2005
    Messaggi
    206
    per Larapull

    ciao!
    davvero tu ritieni che il mercato di Roma NON sia saturo....?
    caspita, mi sa che vivo da un'altra parte e non me ne sono accorta...a parte gli scherzi: ti senti di dare qualche consiglio più specifico sul modo di proporsi? su che tipo di strutture puntare e quant'altro possa venirti in mente? io sono dell'idea che le opportunità siano più o meno nulle, però anche dell'idea che questa considerazione non debba essere un punto di arrivo (e conclusione).
    A parte il mercato, infatti, e a parte il proprio c.v., che certamente farà la differenza, ci sono anche le STRATEGIE su cui puntare.
    Grazie

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy