• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13
  1. #1
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646

    psicologia sperimentale e ricerca

    ciao a tutti.
    io avrei intensione di iscrivermi il prossimo anno al corso di laurea in psicologia sperimentale. la mia massima ambizione sarebbe quella di potermi un giorno dedicare alla ricerca, però so che in italia i fondi destinati alla ricerca sono assai scarsi.. cosa mi consigliate? secondo voi farei bene a tentare? il corso di psicologia sperimentale è quello più adatto? quali altri sbocchi mi fornisce? in cosa differisce da una psicologia clinica o altri? please, qualunque cosa mi può essere utile per la scelta...

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Nessuno mi risponde... nessuno ne sa qualcosa? NOn c'è nessuno a cui interessi la ricerca o che frequenti un corso di psicologia sperimentale??

    aiutatemi, per favore


  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di sallypsy
    Data registrazione
    06-10-2005
    Residenza
    Salento
    Messaggi
    63
    Ciao,
    io mi sono laureata lo scorso giugno in Psicologia sperimentale e neuroscienze cognitivo-comportamentali (laurea specialistica) a Padova.

    Quando ho scelto questa laurea specialistica, l'ho fatto perché mi piacevano molto le materie. Mi interessa la ricerca, ma mi piace molto la neuropsicologia e questo era l'indirizzo che mi permetteva di approfondirla meglio.

    Per quanto riguarda il dopo la laurea, ho fatto il tirocinio in ambito neuropsicologico. Mi piacerebbe fare ricerca, ma più che nell'università, su protocolli di valutazione e riabilitazione da applicare a dei pazienti.

    Io ti consiglio di fare la tua scelta, guardando un po' i piani di studi e vedendo gli esami che ti piacciono di più.
    Il corso di psicologia sperimentale è molto interessante, ma anche quello di psicologia clinica lo è... dipende dai tuoi gusti.


    In bocca al lupo.

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Grazie per avermi esposto la tua esperienza

    Di solito sono tutti interessati alla clinica e gli altri corsi sembravano quasi dei ripieghi per chi non era ammesso nel corso che preferivano...

    I pieni li ho letti e li sto rileggendo.. però spesso da un nome di un esame non si capisce molto quali argomnti verrano affrontati.

    Ma, usciti dall'università, ci saranno differenze tra chi si è laureato con diverse specializzazioni per quanto concerne il mondo del lavoro?

    Grazie ancora
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  5. #5
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,909
    A Firenze sia la triennale che la specialistica di Psicologia generale e sperimentale e' fatta davvero bene, ed e' molto meglio...anni luce rispetto agli altri tre corsi di laurea presenti... a detta di molti sia docenti che studenti e' fra le prime in Italia come offerta didattica offerta... Ha dei docenti davvero in gamba, tra cui la Berardi che e' stata molto vicina a vincere il premio Nobel, inolte non ha molti iscritti a differenza degli altri corsi... quindi possibilita' di rapporti anche umani con i professori... Molto incentrata sull'ambito delle neuroscienze e dei processi cognitivi... Se ti fai un giro nella stanza di Firenze ho anche messo un thread di orientamento per le matricole dove c'e' spiegato anche un po' di cose del corso...

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di sallypsy
    Data registrazione
    06-10-2005
    Residenza
    Salento
    Messaggi
    63
    Ciao CaptiveSoul,
    ci sono delle differenze. Tuttavia, c'è anche una certa flessibilità... ad esempio se uno fa il corso di psicologia clinica, può fare comunque ricerca (conosco delle persone che l'hanno fatto)...

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Grazie Duccio, il tuo intervento mi ha fatto tornare delle speranze, infatti è proprio la facoltà di firenze che spero di poter frequentare il prossimo anno accademico, ma dato che sentivo tutti parlarne male stavo iniziando a demoralizzarmi..
    Il thread di orientamento nella stanza di Firenze l'ho letto, grazie e complimenti

    Anche la flessibilità cui ha accennato sallypsy mi ha tirato su di morale

    Adesso spero soltanto di poter diventare una "dei vostri" mooolto presto

    Grazie a tutti

  8. #8
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,909
    Bene cono contento che ti sia stato utile. Ma volevo cmq fare una puntualizzazione a cio' che diceva sally, e' vero che cmq una volta laureato sei cmq dottore in psicologia... ma hai cmq competenze diverse.... quando fai ricerca cmq devi avere forti basi di motodologia e di neuroscienze.... e secondo me avere ottime basi e competenze in questo campo e' piu' difficile averle dopo.... Un manuale di dinamica lo leggi e lo studi anche dopo.... farsi da solo il Kandel se non ti obbligano e' un po' piu' difficile...
    Soprattutto a Firenze dove hanno fatto dei trienni molto specialistici e soprattutto quello clinico che e' davvero fatto con i piedi....

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    L'inverso invece è più fattibile, secondo te? Cioè un laureato in psicologia sperimentale può adeguarsi più facilmente?

    Grazie ancora per le puntualizzzioni
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  10. #10
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,909
    Secondo me si.... alla fine l'ambito metiodologico e delle neuroscienze e' un ambito difficile... che spesso non fai a tempo perso se non ti obblogano nonostante uno possa averci la passione...mentre l'ambito clinico.dinamico e' un ambito di suo molto affascinante ed interessante..... e se uno vuole puo' piu' facilmente farsi una base da solo.... Quello che voglio dire... facendo un discorso terra terra... e' piu' piacevole e riesco a studiarmi da autodidattica un manuale di dinamica o un libro su freud che un libro di biologia molecolare... questo intendevo....

  11. #11
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Ho capito, grazie ancora

    Davvero molto gentile e disponibile
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  12. #12
    albertodid
    Ospite non registrato
    Credo che sulla questione "ricerca" ci sia un po di confusione di fondo. Deve essere chiaro a tutti che è possibile fare ricerca in tutti i settori della Psicologia. Naturalmente cambiano gli scopi e di conseguenza gli strumenti d'indagine.

  13. #13
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646
    Albertodid, ti ringrazio per il tuo intervento, potresti però spiegarti meglio? In cosa differiscono?
    grazie
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




Privacy Policy