• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12

Discussione: quante psicologie?

  1. #1

    quante psicologie?

    Ragazzi, ho un principio di depressione post-lauream!!!

    Sto aspettando dall’ordine l’ok per sentirmi finalmente psicologa, e inizio a chiedermi perché ho buttato via un sacco di soldi tra esame di stato ed iscrizione: sentirmi psicologa e fare la commessa non è un granché!
    Scherzi (ma neanche troppo) a parte, ho bisogno di avere un’idea più chiara delle possibilità lavorative che ci offre la nostra professione: ho sempre immaginato che “da grande” avrei fatto la psicoterapeuta, ma ora ho il desiderio di ponderare anche altre opportunità e capire quali siano le effettive possibilità di lavoro che offrono.
    Visto che psicologia non equivale a psicoterapia, quante e quali psicologie ci sono?
    Ne parliamo insieme?
    Ad esempio, cosa fanno uno psicologo di comunità, uno psicologo della salute, uno psiconcologo, uno psicologo ambientale, un sessuologo, uno psicologo delle emergenze,…? Come ci si specializza? E, soprattutto, si mangia?

    E, fatemi capire, quanto specifica è la figura dello psicologo in campi quali la formazione, l’orientamento, la selezione del personale? L’impressione che ho è che i laureati in qualsiasi disciplina umanistica possano cimentarsi in questi campi.

    Illuminatemi d’immenso!!!

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Re: quante psicologie?

    Originariamente postato da betta79

    E, fatemi capire, quanto specifica è la figura dello psicologo in campi quali la formazione, l’orientamento, la selezione del personale? L’impressione che ho è che i laureati in qualsiasi disciplina umanistica possano cimentarsi in questi campi.
    Non vorrei acuire la tua depressione, ma anche laureati di discipline non umanistiche lavorano in questi ambiti! Tutto dipende da dove lavori e cosa ti viene richeisto, ovvero se si richiedono competenze proprie dello psicologo (somministrare test) oppure generiche
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  3. #3
    ora sono in fase di remissione
    ...oggi ho fatto un colloquio in un'agenzia interinale:a fare selezione (anche somministrare -e basta- il Big Five) era una laureata in giurisprudenza.
    ...pensavo che la somministrazione di questo tipo di test potesse essere fatta solo da uno psicologo!


  4. #4
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    10-03-2006
    Residenza
    Bresso
    Messaggi
    261

    solidale con betta

    Betta,mi hai fatto trasalire dalla sedia(mi riferisco alla laureata in giurisprudenza)...solidarizzo con la tua depressione post-lauream,la sto vivendo anch'io,così come sento la mancanza di regolamentazione in questo paese,dove con corsi triennali persone con scuola superiore diventano conseulor(o come si scrive):non oso nemmeno immaginare cosa facciano dopo aver conseguito tale titolo...la risoluzione alla mia depressione postlauream sta nel fare un passo alla volta. Prima finisco il mio inconcludente tirocinio, poi cerco lavoro come psicologo, che credo sia la prima cosa. All'inizio credevo nel passo obbligato della scuola in psicoterapia,ora non ne sono così certo,o per lo meno non per l'immediato futuro..ti dirò,invece sembra molto interessante il corso x..ehm...ebbene sì..conseulor(??!) di Obiettivo Psicologia. Auguri!!! Pier

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957
    Originariamente postato da betta79
    ora sono in fase di remissione
    ...oggi ho fatto un colloquio in un'agenzia interinale:a fare selezione (anche somministrare -e basta- il Big Five) era una laureata in giurisprudenza.
    ...pensavo che la somministrazione di questo tipo di test potesse essere fatta solo da uno psicologo!

    Questa sarebbe da segnalare all'Ordine... Comunque se controlliamo sul catalogo OS, http://www.osnet.it/cgi-bin/os/creap...0&nome_db=Wos, il BFQ è vendibile (quindi utilizzabile da) a:psicologi iscritti alla sezione B dell’albo professionale
    medici
    con specializzazione in geriatria
    con specializzazione in neurologia
    con specializzazione in pediatria
    logopedisti
    terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
    terapisti occupazionali
    fisioterapisti
    educatori professionali
    insegnanti di sostegno

    E ho detto tutto....
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  6. #6
    cmq mi sto accorgendo che molto spesso i test sono somministrati troppo superficialmente, cosa che ne rende i risultati totalmente privi di valore.

    So, ad esempio, di educatori che somministrano test di valutazione delle funzioni cognitive dell'anziano (mini mental state examination, di libero utilizzo) guidando e correggendo le risposte dei soggetti!

    D'altra parte ho visto anche psicologi interpretare il Wartegg senza tener conto delle norme ("...perchè sono troppo complesse, una perdita di tempo..."), utilizzando criteri MOOLTO più semplici, ma non scientificamente validati o studiati.


  7. #7
    l'unica cosa che sono riuscita a trovare io (da psicologa) è VOLONTARIATO a Neropsichiatria infantile!!!


    ...in bocca al lupo Pier

  8. #8
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    10-03-2006
    Residenza
    Bresso
    Messaggi
    261

    ottima scelta

    ehi,ma allora siamo in grado di parlare la stessa lingua!
    Io ho lavorato in una neuropsichiatria infantile,ne sono molto nostalgico..ho lasciato xkè avevo solo incarichi a termine,tra il primo e il secondo m'hanno tenuto due mesi a casa e quindi ho accettato di lavorare dove sono tutt'ora,a tempo indeterminato,ma non copro solo l'età evolutiva ma tutto l'arco di vita!
    Io cmq sono neuro e psicomotricista dell'età evolutiva..azz,potevo già somministrare il big five e non lo sapevo...

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di angelocollev
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    chieti
    Messaggi
    138
    Ciao!
    per quanto riguarda la somministrazione dei test, purtroppo li soministrano tutti, chi prima trova un manualetti o delle pagine in cui si descrive genericamente un test si mette a fare lo psicologo.
    per quanto riguarda la professione dello psicologo devo dire che io non sono tanto sfiduciato.
    come psicologi possiamo fare counseling e colloqui di sostegno a famiglie e individui. una cosa fondamentale è, secondo me, crearsi una rete di conoscenze e di informazioni: concorsi e altri tipi di contratti si possono reperire negli appositi uffici delle ASL e dei comuni.
    Nuovo blog di psicologia...attendo consigli per migliorarlo www.psicopub.blogspot.com

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di nebelexe
    Data registrazione
    20-03-2006
    Residenza
    ovunque e da nessuna parte
    Messaggi
    593
    Mi sono a voi psicologi (io farò l'eds a giugno) sfiduciati e forse illusi dalla facoltà che abbiamo scelto.
    Mi trovo d'accordo con quanto dice PierreMI in relazione alla scuola di specializzazione. Anche per me era una tappa fondamentale, alla quale aspiravo dalla terza superiore, ossia da quando ho deciso di farmi del male e buttarmi nel mare dei disoccupati, ma ora ci sto ripensando. Ritengo che non sarà l'aver fatto una scuola di specializzazione a darmi un lavoro! Ciò è dimostrato dal fatto che anche una laureata in giurisprudenza (che non c'entra niente con uno psicologo) possa somministrare un test! (può anche se certamente non è in grado)!!!

    Ero partita con tanto entusiasmo...ma l'ho perso per strada...

    La cosa che mi fa rabbia è che poi ci sono psicologi che hanno talmente tanti impegni lavorativi che non hanno nemmeno il tempo di respirare!!!!

    E poi a noi ci tocca ripiegare sul lavoro di educatore che, nonostante meriti tutto il rispetto possibile, non c'entra niente con la nostra professione e specializzazione!

    Ovviamente anch'io mi butterò in quel campo dopo l'eds e poi...chissà...aspetto che mi ritorni un pò di entusiasmo e di amore per la professione che ho scelto ormai anni fa e che mi ha tradito.
    E' proprio così che mi sento...tradita e offesa nella mia dignità e nel mio orgoglio.

    In bocca al lupo a tutti.

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di nebelexe
    Data registrazione
    20-03-2006
    Residenza
    ovunque e da nessuna parte
    Messaggi
    593
    Mi associo a voi psicologi (io farò l'eds a giugno) sfiduciati e forse illusi dalla facoltà che abbiamo scelto.
    Mi trovo d'accordo con quanto dice PierreMI in relazione alla scuola di specializzazione. Anche per me era una tappa fondamentale, alla quale aspiravo dalla terza superiore, ossia da quando ho deciso di farmi del male e buttarmi nel mare dei disoccupati, ma ora ci sto ripensando. Ritengo che non sarà l'aver fatto una scuola di specializzazione a darmi un lavoro! Ciò è dimostrato dal fatto che anche una laureata in giurisprudenza (che non c'entra niente con uno psicologo) possa somministrare un test! (può anche se certamente non è in grado)!!!

    Ero partita con tanto entusiasmo...ma l'ho perso per strada...

    La cosa che mi fa rabbia è che poi ci sono psicologi che hanno talmente tanti impegni lavorativi che non hanno nemmeno il tempo di respirare!!!!

    E poi a noi ci tocca ripiegare sul lavoro di educatore che, nonostante meriti tutto il rispetto possibile, non c'entra niente con la nostra professione e specializzazione!

    Ovviamente anch'io mi butterò in quel campo dopo l'eds e poi...chissà...aspetto che mi ritorni un pò di entusiasmo e di amore per la professione che ho scelto ormai anni fa e che mi ha tradito.
    E' proprio così che mi sento...tradita e offesa nella mia dignità e nel mio orgoglio.

    In bocca al lupo a tutti.

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di angelocollev
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    chieti
    Messaggi
    138
    ciao!
    io a dir la verità non sono così sfiduciato nei confronti del futuro. farò l'esame a giugno.
    ho riflettuto tantissimo su come spendere la laurea in psicologia e sono arrivato alla conclusione che sia una laurea valida e versatile, l'unico limite è la fantasia. molto spesso si pensa allo psicologo come solamente clinico invece ho visto che bisogna ritagliarsi uno spazio nel mercato, bisogna essere bravi in poche cose ma con poca concorrenza!
    appena finirò l'esame mi dedicherò un paio di mesi a studiare il mercato nei minimi particolari e preparare così un buon piano di battaglia.
    quando il gioco si fà duro, i duri cominciano a giocare!!
    Nuovo blog di psicologia...attendo consigli per migliorarlo www.psicopub.blogspot.com

Privacy Policy