• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140

    Specializzazione in psicoterapia cognitiva a Torino

    Ciao a tutti,

    Ho 31 anni, lavoro nell'ambito delle risorse umane da circa 4 anni ma questo tipo di lavoro mi "sta stretto": ho una grande nostalgia per l'area clinica e sto seriamente pensando di iscrivermi alla scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva a Torino. L'azienda in cui lavoro (full-time) mi viene incontro per quanto riguarda permessi e ferie ma io ho ancora qualche dubbio...qualcuno di voi mi sa dare qualche informazione? Come funziona il tirocinio? E poi...non sarò troppo "vecchia" per iniziare un percorso di questo tipo?

    Roberta

  2. #2
    Ospite non registrato
    Ciao Roberta,
    non so aiutarti per quanto riguarda la tua domanda
    ... ma ti rispondo solo perchè mi ha colpito il fatto che lavoro nell'ambito delle risorse umane... ed è proprio il campo che piacerebbe a me!
    Io lavoro come impiegata, non sono laureata, e da un po' di tempo sono interessata e affascinata dalla psicologia del lavoro, infatti mi sta frullando in testa di iscrivermi alla facoltà di psicologia di Torino (se passo il test di ingresso), però ho tanti dubbi... e non so se riuscirò a conciliare tutto , lavoro, famiglia, studi (ho quasi 32 anni).
    Ciao

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140
    Ciao Alexia,

    in effetti mi rendo conto di essere stata fortunata a trovare subito lavoro dopo la laurea e ad avere il cosiddetto "posto sicuro"...ed è anche questo uno dei motivi che mi rendono un po' titubante sulla scelta della specializzazione!
    Per quanto riguarda la tua scelta...beh, io sono lontana dall'ambiente universitario da parecchi anni ma forse (ma non ci metteri la mano sul fuoco....) con il nuovo ordinamento e con le lauree triennali è un po' più semplice conciliare scuola e lavoro: gli esami dovrebbero essere un po' più "snelli"! Comunque capisco davvero i tuoi dubbi, io mi trovo in una situazione simile, mi sento "vecchia" per cambiare di colpo la mia vita, sono piuttosto combattuta sul da farsi e spaventata dai grandi sacrifici che una scelta del genere comporterebbe per i prossimi 4 anni!
    Ma forse ne val la penna, no??
    In bocca al lupo per la tua decisione!

  4. #4
    Ospite non registrato
    ... condivido il fatto che anche io mi sento "vecchia" per intraprendere scelte che avrebbero ripercussioni sullo stile di vita attuale
    In effetti io faccio da 6 anni questo lavoro (recupero crediti) e ti posso assicurare che per cambiare professione è necessaria un laurea.
    Sono un po' "annoiata" da questo tipo di lavoro... sia ben chiaro, psicologia non sarebbe una ripercussione "solo per avere una laurea" , ma sono veramente interessata - affascinata a questo campo.
    Vabbè, ci penserò ancora sù bene!!!
    Ciao e auguri anche per la tua scelta!

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kenekila
    Data registrazione
    20-02-2006
    Messaggi
    136
    Ciao Roberta!
    ma dai che vecchia!?!
    l'importante è la passione (che ti aiuta e sostiene nei momenti di stanchezza e di crisi) e la flessibilità mentale per tornare a studiare dopo tanto tempo..
    per il resto io inizierò l'anno prossimo. Non ricordo precisamente, però :
    Devi fare un colloquio, se poi ti danno l'idoneità, puoi iscriverti. A me ha convinto tanto l'approccio quanto le persone che ci formeranno. Neo : la botta di soldi.
    Puoi scegliere sia la sede (To, Ge, No, Vc) che il tipo di frequenza che ti fa più comodo : o più scolastica, un paio di giorni di lezione al mese ai quali si aggiungono 2 weekend lunghi; oppure più residenziale, credo siano 3 settimane sparse nell'anno raggruppate 1 ad 1 in modo da poterle sfruttare come vacanza per chi lavora.
    Il tirocinio non so quando si inizia, credo fin dal primo anno, e va dalle 100 alle 250 ore, una mia collega fa 1 g la settimana, scegli con loro l'ambito, la struttura o il tutor con il quale vorresti lavorare.
    Per esperienza personale posso dire che ho trovato sempre disponibilità da parte loro.
    baci!
    K.

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140
    Grazie mille per i consigli, Kenekila!
    Io avevo già fatto prima l'incontro di gruppo e poi il colloquio individuale con il prof. Veglia circa 3 anni fa e avevo avuto l'idoneità: poi ho cambiato lavoro e quindi ho deciso di rimandare ancora per un po'...e sono passati altri 3 anni...ma adesso l' azienda ed il lavoro di ufficio (seppure nell'ambito delle risorse umane, quindi abbastanza attinente ai miei studi) comincia davvero a pesarmi: ogni giorno mi sveglio con l'angoscia di dover venire in ufficio e penso con grande nostalgia al periodo di tirocinio che, anche se non retribuito, mi dava grandi soddisfazioni! Di qui l'idea di iscrivermi alla scuola: credo che mi iscriverò alla residenziale di vercelli perchè mi è più facile organizzarmi con il lavoro. Tu hai già scelto la sede? Ti sei già iscritta? Magari ci ritroviamo come compagne di corso! A me la segreteria ha anche detto che è possibile, iscrivendosi già adesso, frequentare alcune lezioni opzionali (quelle del sabato e della domenica) pagandole metà prezzo e scalandole poi il prossimo anno dal monteore totale. Il tirocinio invece mi spaventa un po' soprattutto perchè non sarà facile trovare una struttura che mi ospiti nei weekend...insomma, le perplessità ci sono (e anche il costo non aiuta!!!) però la voglia di ritornare ad essere felice del mio lavoro è tanta!
    buona giornata!

  7. #7
    Partecipante Affezionato L'avatar di rainulfo
    Data registrazione
    20-05-2005
    Residenza
    milano
    Messaggi
    119
    Ciao roby,
    anch'io ho la tua età e non mi sento affatto vecchia per continuare a studiare, anzi!
    Mi daresti maggiori informazioni su questa scuola?
    Il nome, le sedi le ho già viste, e un indirizzo e-mail o un numero di telefono.
    Chissà che non si inizi insieme...

    Un salutone

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140
    Ciao!
    Vediamo...da dove cominciare...la scuola ha durata quadriennale e a seconda della modalità di frequenza che sceglierai (a Torino o residenziale a Vercelli) dovrebbe iniziare il prossimo dicembre o il prossimo febbraio. Il monte ore annuale è di 400 ore suddivise in 3 parti: circa 150-200 ore di lezioni "istituzionali", 100-150 ore di lezioni "opzionali" (ogni anno la scuola attiva dei corsi sui disturbi alimentari, sulla sessuologia o su altre tematiche) e 100 ore di tirocinio in una struttura del sistema sanitario nazionale (una persona che frequenta la scuola mi ha detto che ti viene solo fornito un elenco di strutture ma sta a te contattarle e trovare chi ti ospita...e la flessibilità negli orari è piuttosto limitata!).
    Io pensavo di scegliere la modalità residenziale (4 blocchi di circa 5-6 giorni presso una struttura di Vercelli più una serie di weekend sparsi durante l'anno....quindi ci sono anche i costi dell'albergo...) perchè dovrebbe permettermi di organizzarmi meglio con il mio lavoro di ufficio. Anche tu lavori?
    E adesso il punto negativo...il costo...si aggira intorno ai 4600-4900 euro l'anno!
    L'indirizzo e-mail della scuola è scuole.ccc@gmail.com.
    Ho letto poi su qualche forum che, da pochi mesi a questa parte, chi frequenta una scuola di specializzazione privata non ha più l'accesso ai concorsi pubblici: al che ho scritto all'ordine nazionale degli psicologi e sono in attesa di una risposta....insomma, sono ancora un po' confusa sul da farsi, sto raccogliendo più informazioni possibile per avere un quadro ben definito!
    Bene, se hai bisogno di altre informazioni scrivimi...per quanto mi è possibile e per quanto ne so sull'argomento, cercherò di risponderti al meglio!

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di rainulfo
    Data registrazione
    20-05-2005
    Residenza
    milano
    Messaggi
    119
    Ti ringrazio tantissimo.
    Io abito a Magenta, in provincia di Milano. Il costo non è molto più alto di tutte le scuole di Milano che ho visto. Tra l'altro la possibilità di fare i corsi residenziali a Vercelli mi alletta moltissimo (io non avrei bisogno dell'albergo). Anch'io lavoro a tempo pieno e ho intenzione di allargare la famiglia... come complicarsi la vita!
    Credo proprio che contatterò questa scuola...
    Grazie ancora.
    Ti farò sapere

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140
    Il corso di Vercelli in realtà si svolge in un piccolo paesino dell'alta val sesia...però non so dirti se sia "obbligatorio" fermarsi anche per la notte e non solo per le lezioni durante il giorno!

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kenekila
    Data registrazione
    20-02-2006
    Messaggi
    136
    mi spiace deludervi, ragazze, ma i corsi sono residenziali per tutti. Ovvero, si risiede in una struttura che ha tariffe convenzionate con la scuola. Mi avevano spiegato che è stato fatto dopo qualche tempo per "salvaguardare" da un lato il "setting" della classe.. stare insieme 24 h su 24 per una settimana può avere un bel costo emotivo, ma fa parte dello sperimentarsi e del mettersi in gioco, che rimane una tappa fondamentale per percorso.. Dall'altro lato, avevano bisogno di un posto che aiutasse a contenere i costi per tutti gli studenti.. altrimenti i posti si esaurivano in fretta e c'era chi trovava posto in ostello, chi nei 5 stelle, troppa disparità di costi, lamentazioni.. quindi hanno scelto questa via.

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140
    Beh...certo che una convivenza di questo tipo porta davvero a sperimentarsi e a mettersi in gioco! In effetti è un approccio che mi convince parecchio solo che ha dei costi davvero non indifferenti!
    Tu quale sede frequenterai?

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kenekila
    Data registrazione
    20-02-2006
    Messaggi
    136
    sì anche a me piaceva l'approccio, mi ha fatto pensare ad un Epg di psicodramma che ho trovato coinvolgente.. credo che questo tipo di esperienza finisca per essere più "incarnata" come dice spesso Veglia ^__^ e meno "accademica" rispetto alla formula tradizionale.. ma ho scelto quella su Torino.

    Perchè la residenziale obiettivamente non potrei sostenerla.. già così il mio stipendio di "assistente personale" in un call center è solo per la retta.. anche trovando un altro lavoro part time, adesso che ho finito il tirocinio, come posso pensare di andare a vivere da sola e mantenermi? Uff a volte questa strada mi sembra lunga e difficile.. chiede una cambiale molto esosa in termini di tempo, impegno, soldi, incertezza.. ma poi mi ricordo che nulla mi incuriosisce e mi attrae più della psicologia, delle persone, delle emozioni.. e mi passa. ^__^

  14. #14
    Partecipante Assiduo L'avatar di robypsycho
    Data registrazione
    18-10-2004
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    140
    E' vero, anche per me nulla è più attraente della psicologia (anche se in realtà la mia passione più profonda è la neuropsicologia...ma ho dovuto metterla da parte perchè qui in Italia la situazione è proprio tragica!).
    Se ho capito bene hai appena terminato il tirocinio....se io potessi tornare indietro a 6 anni fa (quando ho finito il mio tirocinio) mi iscriverei subito ad una scuola di specializzazione...ed invece ho trovato lavoro e ho messo in archivio l'idea di fare la psicoterapeuta....ma alla fine la passione salta fuori, accompagnata da una profonda insoddisfazione per il mio lavoro! Ho solo un po' paura perchè andrò incontro all'incertezza, non so bene come farò a gestire lavoro, scuola, tirocinio, casa, convivente, famiglia ecc...! E poi una volta terminata la scuola chissà se mi si apriranno nuove porte?

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di Kenekila
    Data registrazione
    20-02-2006
    Messaggi
    136
    "La passione salta fuori.." VERO, VERO, VERO. ^__^

    Io ho rischiato più volte di perdermi d'animo lungo il percorso universitario! Ho sempre lavoricchiato ed è capitato di appassionarmi ad altre cose.. magari pagate anche bene, non "aggratiss" (come le uniche offerte nel nostro campo, vedi stage non retribuiti e tirocini e affidamenti con rimborsi spese)!!! E mi dicevo chi te lo fa fare!?? Ma alla fine qualcosa mi riportava sempre sulla strada giusta.. un libro illuminante, un professore che ti donava una visione del mondo convincente/interessante, un esame stimolante.. e mi sono fatta un esame di coscienza.. era venuto il momento di rimboccarsi le maniche o lasciare perdere. Ora so di aver fatto la scelta giusta.

    Quest'anno ho fatto tirocinio e lavoro insieme, uscivo alle 7 di casa e tornavo alle 8 di sera, mi sbattevo 60 km al giorno nel traffico e tornavo stravolta.. ma quando chiudevo gli occhi la notte.. beh ero soddisfatta. E credo ci siano poche sensazioni più belle di questa. Avere un lavoro che ami. Che ti faccia alzare al mattino con un sorriso, o PER LO MENO, non con l'ansia o la depressione, ecco!!!

    Certo il futuro è un grosso punto interrogativo, per tutti, credo Ho faticato per arrivare dove sono.. e ora? Il lavoro? La cosa più incredibile è proprio questa.. le pochissime opportunità che abbiamo. Ma anche negli altri campi sono tempi duri. Speriamo nel futuro.

    Pondera bene. Ma io al posto tuo... mi butterei! ANIMO, ANIMO!!! ^__^

Privacy Policy