• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 26
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    44

    Dottorato di ricerca... aiuto

    Salve ragazzi, io sto pensando seriamente al dottorato di ricerca... ma:
    il voto di laurea è decisivo?
    inoltre fare ricerche collaborazioni durante il tirocinio... può aumentare la probabilità di entrare a fare il dottorato?
    poi mi domando... secondo voi superare "l'esame" di ammissione per il dottorato, in una facoltà che non è quella dove mi laureo è cosi difficile?

    qualcuno fa il dottorato di psicologia della salute a firenze?
    Grassie!

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Io ho provato 2 volte un dottorato a roma, anke se mi ero laureata a parma, e la seconda volta la mia ex tutor del tirocinio mi ha detto chiaramente: "sanno già quando esce il bando ki devono prendere". Forse non è così ovunque....ma ci credo poco....

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    44
    questa cosa mi angoscia non poco, un prof di bologna mi ha detto che ci sono le possibilità per entrare per chiunque.. ma anche io (ingenuamente) gli ho detto in faccia che ci credevo poco... lui fuori dai denti mi ha detto con un certo luccichio(passatemi questa parola) negli occhi, "... noi valutiamo la motivazione con cui uno vuole entrare..." motivazione mi sa tanto di motivo o di forza che ci spinge dentro... ops... spinge... come spinta
    vabbeh mia divagazione... a parma non la vedo semplice... a meno che non cambi la storia il dottorato in psicologia dell'educazione sinceramente mi lascia perplesso.

    spero che non sia cosi impossibile... tu nel tuo curriculum hai anche delle pubblicazioni o delle ricerche? mi dicevano che quelle contano abbastanza...secondo te il voto di laurea conta?

    tu che dottorato hai provato?
    roma ho sentito parlare bene del dott. in psicologia delle condotte criminali

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Ho provato il dottorato in neuroscienze cognitive, e il mio voto di laurea non è molto alto, ma ho due pubblicazioni. Ma nel mio caso era un concorso solo per esami, cioè non ti valutavano nessun titolo.
    Credo ke a parma la situazione sia diversa, Roma è veramente uno schifo per queste cose, o conosci o non entri....e infatti eccomi qui! E non lo dico per giustificarmi, forse io non ero molto pronto, magari non in confronto ad altri, ma quando dici ke vuoi fare un dottorato e subito tutti ti chiedono chi conosci.....
    D'altra parte posso anke capirlo, un professore ha laureato uno, magari gli ha fatto anke il tirocinio e quindi lo conosce, sa come lavora, è logico ke spinga ke farlo entrare, ma non sa ki può perdersi...
    A parma è un concorso per titoli ed esami? Da chi è organizzato? La perini?

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di rachele*
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    193
    Anche a me un professore ha detto che è inutile fare i concorsi per il dottorato, visto che già si sa chi deve entrare.
    E di solito entra chi si è laureato con quel prof, ha fatto il tirocinio, ha pubblicato qualcosa, ha fatto pure da assistente... è la conclusione di un lungo percorso...
    sx-dx-sx!

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    44
    uno è della perini uno è della fruggeri.
    con la perini si entra a seguito di valutazione dell'esame dei titoli delle pubblicazioni (con loro)
    la fruggeri... non c'è proprio speranza... devi aver fatto la tesi con loro (dip di sociale) devi avere 110 almeno... (tutti i loro dottorandi non hanno meno di 110) ... è un peccato... io mi sto facendo in 4 per avere un buon voto di laurea... vabbeh vi saprò dire...

    hai scritto che non eri pronto... ma non sei una ragazza? :-) pensavo fossi una ragazza anche dai post che ho trovato on line
    ciao! e salutami roma!

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Si, sono una ragazza!!! E' stato un errore di battitura...errore scusato dall'orario....

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  8. #8
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    02-12-2004
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    66
    Ciao, posso sapere da chi ha scelto un dottorato, quale sia la sua motivazione, poichè un Prof mi ha sconsigliato di farlo in quanto sarebbe un titolo spendibile solo nell'accademia. Scusate la domanda banale, ma mi sembra che molti si facciano in quattro per fare un dottorato di ricerca. La vostra ambizione è di fare i docenti? Grazie.
    Ultima modifica di dani70 : 21-02-2006 alle ore 19.49.13

  9. #9
    Partecipante
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    44
    Iopersonalmente sono interessanto al dottorato in psicologia della salute, che è a Firenze, o in alternativa psicologia sociale, la mia aspirazione è quella di fare ricerca e aprire più opportunità possibili.
    Ho sentito che c'è chi riesce a collaborare con professori, perchè sono stati nominati cultori della materia ma non so fin dove può portare questa nomina.
    Molti cultori della materia insegnano... molti dottorandi o ricercatori insegnano...
    io vorrei tenere aperta la possibilità della carriera universitaria ma non ci faccio molte illusioni...

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Semplicemente xkè mi piacerebbe fare ricerca, insegnare è secondario, anke se nn mi dispiacerebbe....

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  11. #11
    OrangeTea
    Ospite non registrato
    Ciao,
    io sono un cultore della materia.
    Essere cultore vuol dire essere inseriti nei registri come collaboratore senza contratto, nel caso fare esami agli studenti, tenere seminari, lavorare a progetti di ricerca.
    Essere cultore è molto diverso dall'esser dottorando, di solito è la fase precedente.
    Il dottorato di ricerca, effettivamente, è utile soltanto per chi ha intenzione di spendersi in ambito accademico o per i folli come me che amano la ricerca.
    Rispetto al voto di laurea: la concorrenza è spietata, avendo meno di 110 la vedo davvero difficile.
    Spero di esserti stata utile.
    Ciao.

  12. #12
    Partecipante Affezionato L'avatar di stegg
    Data registrazione
    13-10-2003
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    111
    in genere è un docente che propone a qualcuno dei suoi laureandi se vuole fare il dottorato. chi riceve questa proposta, può esserne orgoglioso

    chi invece pensa di provare un concorso di dottorato in un ateneo "alieno" si scordi di vincere una borsa. al massimo, se è eccezionalmente preparato, potrà vincere un posto di dottorato senza borsa (in altre parole: fai per 3-4 anni il ricercatore per un docente, non pagato neanche della misera borsa di 800 euro/mese che spetta ai dottorandi)

    naturalmente l'unico sbocco lavorativo per il dottore di ricerca è fare l' "assegnista di ricerca" per TOT anni, e poi un posto di ricercatore universitario, se va bene. altrimenti una serie di collaborazioni più o meno retribuite a co.pro... finchè uno si stufa e va all'estero a lavorare.

  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Brisa
    Data registrazione
    23-03-2004
    Messaggi
    528

    Re: Dottorato di ricerca... aiuto

    Originariamente postato da snowfall
    Salve ragazzi, io sto pensando seriamente al dottorato di ricerca... ma:
    il voto di laurea è decisivo?
    inoltre fare ricerche collaborazioni durante il tirocinio... può aumentare la probabilità di entrare a fare il dottorato?
    poi mi domando... secondo voi superare "l'esame" di ammissione per il dottorato, in una facoltà che non è quella dove mi laureo è cosi difficile?

    qualcuno fa il dottorato di psicologia della salute a firenze?
    Grassie!
    Per comae la vedo io chi ha intenzione di tentare il dottorato dovrebbe fare il tirocinio interno, che secondo me è una condizione indispensabile, poi il titolo di studi, e le pubblicazioni contribuiscono sicuramente ad aumentare il punteggio...

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590
    Originariamente postato da stegg
    chi invece pensa di provare un concorso di dottorato in un ateneo "alieno" si scordi di vincere una borsa. al massimo, se è eccezionalmente preparato, potrà vincere un posto di dottorato senza borsa (in altre parole: fai per 3-4 anni il ricercatore per un docente, non pagato neanche della misera borsa di 800 euro/mese che spetta ai dottorandi)

    Ciò mi consola un pochino...

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  15. #15
    Partecipante
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    44
    il problema però diventa... se io mi laureo a parma, come faccio a afare il tirocinio a roma? dovrei fare una richiesta... la prof che mi segue per la tesi mi ha proposto il tirocinio nella sezione della facoltà in cui lavora... boh forse è presto per pensarci... io comunque sono molto fiducioso nonostante tutti mi dicano che è+ impossibile...sarà ottimismo irrealistico? :-) soffro di bias cognitivo?

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy