• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Confusioneee

  1. #1
    joiejoie
    Ospite non registrato

    Confusioneee

    Ciao a tutti.
    Sono al secondo anno del corso di laurea in scienze psicologiche dell'intervento clinico.
    Per poter fare questa università ho lottATO a lungo, alla fine sono riuscita e ora son tutti più o meno soddisfatti...tranne me!
    Insomma, dopo due anni non riesco ancora a dare un'immagine al mio futuro. Studio psicologia ma vedo intorno mille altre cose che mi interessano di più. Inoltre esami quali anatomia, neurofisiologia, etc.. mi stanno letteralmente smontando.
    Ormai è troppo tardi per cambiare facoltà, ma che consiglio potreste darmi per poter mettere a frutto questi miei studi, considerando che: lavorare con i bambini non mi piace e non ci so fare, lavorare negli ospedali o nei consultori non è di certo il mio sogno...
    Quali sono le alternative per trasformare il mio corso di studi in modo alternativo?

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Guarda un po' le materie che ti hanno dato piu' soddisfazione nello studio... Non so.. se non ti e' piaciuto l'esame di psicopatologia... ma hai trovato molto piu' interessante l'esame di sociale ....beh probabilmente l'indirizzo clinico non fa per te... come interessi....
    Cerca la risposta dentro di te... non nelle attese e aspettative degli altri... Non e' tardi... alla fine e' il secondo anno ma siamo appena a meta' anno.... ù
    Ho amici che dopo due anni capendo di aver fatto una scelta non congrua ai loro interessi hanno cambiato ripartendo da zero... e ora sono laureati con pieni voti... e molto soddisfatti....e molto piu' felici di prima
    Inoltre quali sono le cose che ti piacciono molto di piu'?
    Riflettici bene.... credo sia piu' sbagliato proseguire per una strada che non sentiamo nostra e che non viviamo con piacere... lasciandosi guidare dai flutti... che invece magari perdere anche uno o due anni... ma fare qualcosa che ci interessa....
    Non capisco inoltre se il tuo e' un problema della psicologia come facolta'... o dell'indirizzo al suo interno...
    Inoltre dici di aver lottato tanto per iscriverti...sei rimasta delusa dalla psicologia che e' un qualcosa di diverso da come ti aspettavi?
    Poi dici che non ti piacciono una serie di cose che sono pero' solo alcune delle cose che puo' fare un laureato in psicologia....
    Insomma il campo e' vastissimo.... forse anche per questo anche un po' vago.... Ma proprio perche' i settori sono i piu' disparati c'e' ampia possibilita' (teorica...il lavoro purtroppo non ce ne e' tanto...ovunque...)
    Se il tuo e' un problema di interssi nel campo clinico... ti consiglierei di cambiare indirizzo...
    Riflettici.... e soprattutto pensa a chi vorresti essere e cosa vorresti fare... Piu' facile a dirsi che a farsi... lo so...
    un abbraccio
    duccio
    Ultima modifica di Duccio : 29-01-2006 alle ore 17.45.25

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Re: Confusioneee

    Originariamente postato da joiejoie
    Ciao a tutti.
    Sono al secondo anno del corso di laurea in scienze psicologiche dell'intervento clinico.
    Per poter fare questa università ho lottATO a lungo, alla fine sono riuscita e ora son tutti più o meno soddisfatti...tranne me!
    Insomma, dopo due anni non riesco ancora a dare un'immagine al mio futuro. Studio psicologia ma vedo intorno mille altre cose che mi interessano di più. Inoltre esami quali anatomia, neurofisiologia, etc.. mi stanno letteralmente smontando.
    Ormai è troppo tardi per cambiare facoltà, ma che consiglio potreste darmi per poter mettere a frutto questi miei studi, considerando che: lavorare con i bambini non mi piace e non ci so fare, lavorare negli ospedali o nei consultori non è di certo il mio sogno...
    Quali sono le alternative per trasformare il mio corso di studi in modo alternativo?
    Nel bene e nel male, la laurea in psicologia non è per nulla professionalizzante, quindi non ti scoraggiare: scegli 1 piano di studi vicino ai tuoi interessi (comunicazione? organizzazione? marketing e pubblicità?) e vedi come va. Oppure prendi inconsiderazione la possibilità di cambiare facoltà: non è mai troppo tardi!

    A presto e in bocca al lupo,
    ikaro

    P.S. Ciao Duccio!! :-)

  4. #4
    joiejoie
    Ospite non registrato
    Guarda, Duccio, diciamo che il problema principale è dato dall'enorme confusione riguardo i campi di applicazione della psicologia e dal gran numero di corsi di laurea.
    In realtà non posso provare TUTTE le facoltà per capire quale è più adatta a me, però nessuno (intendo anche gli stessi professori) finora è riuscito a darmi un quadro chiaro di come si distinguono i diversi indirizzi della psicologia!
    Insomma, a me non dispiace la psicologia in generale, però come ho detto, sono gli esami tipici del clinico (ad esempio neuroanatomia, neurofisiologia,psicologia biologica...) a pesarmi molto adesso, soprattutto considerando che non vorrei fare poi i classici lavori per cui serve studiare queste cose, insomma perchè devo farmi un mazzo tanto a capire neuroni e sinapsi quando in realtà vorrei fare un lavoro molto più dinamico, creativo, positivo (nel senso che, ad esempio, non mi va di stare ad ascoltare i problemi della gente in un consultorio!!).
    Non so se sono stata chiara..

  5. #5
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Innanzitutto un saluto a ikaro

    Il tuo problema e' simile al mio in effetti... Studio psicologia del lavoro e delle organizzazioni ma a lungo andare mi sono accorto che la psicologia sociale e quella organizzativa non era cio' che mi interessava di piu' e che mi piaceva.... e che avevo interessi maggiori in altri campi... Ma non ho cambiato per una serie di motivazioni che non sto qua ad elencarti.... ma avrei cmq cambiato indirizzo e non facolta'...
    Mi sono iscritto a psicologia perche' amo la psicologia come campo di studi, e alla fine mi piacerebbe poter fare tutto, mi piace la psicologia sociale, mi piaccioni le neuroscienze, mi piace l'ambito clinico.... Forse l'ambito che mi piace meno e' quello dello sviluppo... che trovo piu' restrittivo rispetto a quello clinico.......... E questo e' dovuto anche agli indirizzi triennali di Firenze molto restrittivi e specifici... noi a lavoro ed organizzazioni...facciam0o solo materie di sociale e sulle organizzazioni.... manco un esame sulle neuroscienze e manco uno sulla dinamica.... E questo mi limita fortemente a livello personale e di interessi.... ma tant'e'... Alla fine mi piace... ma se tornassi indietro probabilemte avrei scelto un altro indirizzo.... E quindi ora cerco da autodidatta ogni tanto quando ho tempo di informarmi e di leggere anche altro...
    Se cerchi definizioni precise, standardizzate e preconfezionate... non e' a psicologia che le troverai.... Non usciremo ingegneri o farmacisti, o medici chirurghi.... Non saremo specilizzati altamente in un settore iperspecifico......
    Alla fine dei 5 anni siamo tutti psicologi, con competenze diverse ma con una stessa laurea.... spendibile pero' in diversi campi....
    Anche io quando entrai ebbi la tua stessa idea del sentire parlare di cose un po' fumose.... Entri e ti dicono ...dopo puoi fare assestment... si ...ma cosa ne sapevo io che era sto assestment??? Oppure lavorare nei gruppi.....ehm...ssi....
    Oppure fare orientamento.......................
    Insomma c'e' la sensazione che te le buttino un po li.......
    L'importante e' avere chiari i campi d'azione....
    L'ambito clinico (correggetemi se sbaglio) basa il suo lavoro sul soggetto... sul suo recupero... sulla riabilitazione...
    L'ambito sociale invece e' centrato sulla collettivita', sui gruppi, sulla formazione, puo' lavorare in azienda...
    L'ambito sperimentale fa sostanzialmente ricerca...e puo' benissimo lavorare in un equipe medica...

    Ma tutto questo e non solo.....
    Non so quanto ti possa essere d'aiuto ma ti linko un thread di orientamento per le matricole che ho fatto con altri amici e che ho inserito nella stanza di Firenze...
    spero ti possa essere d'aiuto....
    http://www.opsonline.it/forum/showth...threadid=25317
    Ultima modifica di Duccio : 29-01-2006 alle ore 18.23.26

  6. #6
    joiejoie
    Ospite non registrato
    Ti ringrazio molto, veramente. In effetti io studio ad urbino e avrei potuto scegliere tra clinico e lavoro. All'inizio mi sono buttata sparata sul primo però mi sto accorgendo che non mi entusiasma poi molto. E' vero, ho seguito proprio questo semestre le lezioni di dinamica e mi hanno incantata, ma poi anatomia dove me la metto???me la trascino dallo scorso anno e pian piano mi si sta ammucchiando tutto.
    Allora ho caldeggiato l'idea di fare il passaggio all'indirizzo del lavoro (non penso che perderò molto, alla fine resto sempre lì)..ma se poi mi pento?????

  7. #7
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    06-08-2005
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    236
    Ciao,
    il tuo problema se lo pongono in tanti,ed anch'io me lo sono posto in un primo momento.
    Ci sono esami quali Biologia o Psicometria che ci mettevo una vita a studiarli,finchè non ho capito che il problema era che ignoravo la loro utilità e non ero motivato a studiarli.Poi però,studiandoli,informandomi di più sull'argomento,seguendo varie lezioni di clinica etc ho capito la loro grandissima utilità e così sono riuscito a studiarli in poco tempo e passarli con facilità.Se fossi in te prenderei molto in considerazione il fattore"motivazione".Inoltre devi cercare di sentirti molto capace di apprendere l'argomento,anche se non ti piace,devi pensare di essere portata per tutte le materie,come se avessi una dote particolare.Poi collega la Biologia,la Neurofisiologia all'interno del tuo bagaglio di conoscenza interessandoti degli argomenti che più ti incuriosiscono di queste materie,ad es per me gli psicofarmaci,o le droghe,o il funzionamento del cervello,la dipendenza etc.Leggi articoli correlati magari su internet.Se riesci a predisporre la tua mente in maniera aperta e positiva a qualsiasi argomento nulla ti potrà più fermare.E non parlo solo del campo della psicologia.
    Per quanto riguarda poi l'immagine del tuo futuro non ti devi preoccupare!Ogni cosa al suo tempo.Pian piano le cose si sistemano da sole e ti assicuro che arriverai a capire un giorno che cosa di più ti piace fare,e considera che il campo della psicologia è veramente ampio.Si va dalla letteratura ai masters in Psicologia dell'arte a Psicologia del sè e filosofie orientali.Si va dalla Biologia al pensiero filosofico,quindi non ti proccupare.E' una cosa normale e positiva che tu sia spinta a fare anche altre cose,altri corsi di laurea etc:significa che sei una persona curiosa e aperta mentalmente.Appena riuscirai a convogliare tutto ciò anche nel campo della psicologia molti problemi si risolveranno da soli e poi dovrai solo scegliere.
    Buona fortuna!
    "Il vostro amore per la vita sia amore per la vostra speranza più alta:e la vostra più alta speranza sia il più alto pensiero della vita!"
    Nietzche

Privacy Policy