• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10

Discussione: esoterismo

  1. #1
    MENTALmente
    Ospite non registrato

    esoterismo

    apro anche io una discussione.
    un'argomento che mi ingarbuglia la mente, curioso di ciò che ne pensate vi propongo di parlarne insieme..

    Esoterismo
    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Esoterismo è un termine indicante genericamente le dottrine di carattere segreto i cui insegnamenti sono riservati agli adepti, ai quali è riservata la possibilità della rivelazione della verità occulta, del significato nascosto.

    L'etimo deriva dal greco esoterikos, interno. Nel linguaggio filosofico, il termine esoterico caratterizza l'insegnamento riservato dagli antichi filosofi greci, specialmente da Pitagora e Aristotele ai soli discepoli, in contrapposizione ad essoterico, con il significato di "esterno", destinato cioè ai profani, ovvero a quanti non erano iniziati alla comprensione del linguaggio degli adepti. Essoteriche erano definite le lezioni della scuola peripatetica di più facile ascolto, da cui l'attributo passò poi alle opere aristoteliche destinate al grosso pubblico. L'esoterismo fa riferimento a qualcosa di privato, specificamente ad argomenti che sono costretti a rimanere privati per paura di persecuzioni.

    Attualmente con esoterismo si è soliti indicare il complesso dei sistemi di pensiero filosofico-religiosi che si configurano in fenomeni culturali come la magia, l'alchimia, la cabala e le religioni misteriche e gnostiche. Sebbene la conoscenza esoterica fosse in passato tenuta nascosta, ora è comunemente insegnata apertamente. Essa è generalmente distinta dalla religione organizzata, che insegna più apertamente. Mentre l'esoterismo tende a focalizzare l'illuminazione personale e la pratica spirituale interiore, la religione organizzata si concentra sulla pratica e ritualità spirituale esteriore e su leggi che governano la società.

    Molti gruppi o scuole di pensiero abbracciano una tradizione o filosofia esoterica:

    Alchimia
    Astrologia
    Cabala
    G. I. Gurdjieff
    Gnosticismo
    Magia
    Massoneria
    Misticismo
    Occultismo
    Rosacroce
    Teosofia
    Trappisti
    Sciamanesimo
    Sufismo
    Vajrayana (Buddismo esoterico)
    Yoga
    [modifica]
    Voci correlate
    New Age
    Qigong
    Religioni misteriche

  2. #2
    MENTALmente
    Ospite non registrato
    noto che non c'è nessuno che ha partecipato alla discussione, forse anche perchè non ho stimolato molto a parteciparvi.
    allora vi racconto un aneddoto molto particolare:
    un giorno mi aggiravo per una grande città delle marche alla ricerca di una libreria, nella speranza di trovarne una con i libri che mi servivano.chiedevo qua e là informazioni visto che non conosco molto bene la città. un signore mi indica una libreria abbastanza facile per arrivarci dove sicuramente avrei trovato i miei libri di psicologia..
    vado e l'insegna era al quanto strana
    entro e mentre una signora faveva i tarocchi
    un'altra svogliava riviste energetiche, un'altra controllava l'assetto lunare (lo so leggendo le copertine dei libri..
    mi si avvicina la commessa chiedendomi di cosa avessi bisogno..io le rispondo che stavo cercando un libro e bla bla bla bla questa mi dice che ce l'ha.. il libro era la mente di alberto oliverio..
    me lo son comprato visto che il mio scopo era quello..
    ma mi sono stupito e ho ancora una domanda che mi pervade la mente.. cosa c'è di esoterico in quel libro per essere venduto in quel genere di 'libreria'?
    cosìè la confusione dei nostri giorni non fa più distinzioni neanche di generi letterari, di target di consumo, è tutto un miscuglio che tanto non avrebbe fatto differenza se fosse stato in una feltrinelli o in una libreria esoterica?
    per esempio a me la differenza la fa..e infatti ero proprio curioso di sapere di cosa parlasse il libro di oliverio per essere venduto da una libreria esoterica..

    che ne pensate?

  3. #3
    Pescelupo
    Ospite non registrato
    Mah. Per l'appunto alla Feltrinelli, come in altre librerie, la sezione "psicologia" è di un caos deprimente.. Freud e Jung stanno spalle a spalle con libri del tipo "imparate come essere più felici/vincenti/fiki etc." e i libri su oroscopi, tarocchi e simili sono subito accanto.
    Credo che sia una questione di marketing: il lettore medio ha della psicologia un'idea ingenua di scienza che risolve problemi esistenziali e personali, come non si sa bene e quindi facciamogli trovare tutto, ma proprio tutto!
    Del resto [OT?] la tv che immagine dà della psicologia?...

  4. #4
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    Deprimente....per essere gentili ed ottimisti!!!.....in libreria coma in tv!!! Strano poi che ci guardino male....!!!!

    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di stillmad
    Data registrazione
    28-07-2004
    Residenza
    peripezie mentali
    Messaggi
    3,577
    lo so che a qualcuno sembra deprimente...sono diversi decenni che la psicologia tenta di definirsi scienza....piano piano..ci riusciremo(?)....ma non è mica tanto facile tracciare un solco o un confine tre "la psicologia" che non ha ancora un paradigma.e l'elenco fatto da MENTALmente!!
    tra l'altro credo che proprio questo voler essere scienza a tutti costi provochi una sindrome tipo quella del macho che spacca tutto per non sembrare gay....ecco...non esageriamo..la nostra forza dovrebbe stare nel capire che la mente è un qualcosa di complesso,che non sappiamo tutto-tutto ,e che per essere credibili non dobbiamo per forza snobbare queste realtà-possibilità.
    tra l'altro credo che in ambito terapeutico tutto dipenda da ciò che fa bene.
    se un mio paziente che credesse fortemente nell alchimia ne traesse giovamento(ora non so in quale modo...)ma dico:perchè no???

  6. #6
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    Per quel che mi riguarda.....

    Non dico che la psicologia debba essere scienza a tutti i costi...non vorrei mai trovare la sezione psicologia tra matematica e fisica.....
    Però....neanche di fianco a "come curarsi con i cristalli"!!!

    Poi che certe influenze siano innegabili ed importanti.....Jung era decisamente affascinato dall'esoterismo e dalle discipline orientali....

    Certo...se un mio paziente credesse di curarsi con la cromoterapia magari non dovrebbe venire da una psicologa ma andare da qualcun'altro
    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  7. #7
    Pescelupo
    Ospite non registrato
    Bè, è vero, non bisogna peccare di intolleranza ne' di snobismo, altrimenti ci si arrocca su posizioni troppo rigide. Ma, c'è un ma..
    Sono d'accordo sul fatto che ciò che fa bene, fa bene, a prescindere dal suo fondamento scientifico.
    Però non dobbiamo dimenticare che uno psicologo ha una formazione lunga e (si spera) approfondita, e che viene a contatto con diverse realtà, insomma: che "sa di cosa parla" e distingue ad esempio, una nevrosi da una patologia su base organica.. (troopo ottimista? )
    Invece molti libri esoterici o di psicologia spicciola sono spesso scritti da persone che non hanno una competenza specifica (ad es. giornalisti) e a volte nemmeno una laurea.
    Ora non è che voglio ricadere nello snobismo.. non credo che la laurea da sola faccia una cultura. ma forse fornisce una base che dà più garanzie sulla serietà di chi scrive e opera.
    Sennò si rischia di finire come quel paziente descritto da O. Sacks, a cui non fu diagnosticato un tumore cerebrale perchè gli hippies con cui viveva scambiarono i sintomi per illuminazione divina..

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di stillmad
    Data registrazione
    28-07-2004
    Residenza
    peripezie mentali
    Messaggi
    3,577
    Originariamente postato da Pescelupo
    Bè, è vero, non bisogna peccare di intolleranza ne' di snobismo, altrimenti ci si arrocca su posizioni troppo rigide. Ma, c'è un ma..
    Sono d'accordo sul fatto che ciò che fa bene, fa bene, a prescindere dal suo fondamento scientifico.
    Però non dobbiamo dimenticare che uno psicologo ha una formazione lunga e (si spera) approfondita, e che viene a contatto con diverse realtà, insomma: che "sa di cosa parla" e distingue ad esempio, una nevrosi da una patologia su base organica.. (troopo ottimista? )
    Invece molti libri esoterici o di psicologia spicciola sono spesso scritti da persone che non hanno una competenza specifica (ad es. giornalisti) e a volte nemmeno una laurea.
    a certo,poco ma sicuro...su lavoro ed imprenditoria..ho fatto un intervento in proposito dicendo prorpio questo...
    mi immaginavo una situazione del tipo...un mio paziente( trooooooppo ottimista....!!!) mi dice che crede...in un adi quelle cose elencate...e io di certo non gli vado a dire "nonon è scienza "!!
    però chiaramente con la mia preparazione poi agirei col cossiddetto approccio integrato...
    chiaro ora??
    no per carità non confondiamo i maghi con gi psicologi ...quello non sono d'accordo nenache io ...dico solo che dovremmo essere aperti anche ad altre forme di terapie( specie se queste giovano in qualche modo al pz) e mantenere sempre un senso critico

  9. #9
    Postatore Compulsivo L'avatar di stillmad
    Data registrazione
    28-07-2004
    Residenza
    peripezie mentali
    Messaggi
    3,577
    Originariamente postato da pollon2

    Certo...se un mio paziente credesse di curarsi con la cromoterapia magari non dovrebbe venire da una psicologa ma andare da qualcun'altro
    io invece gli consiglierei tutte e due...la terapia...e ,se proprio gli piacciono,e crede di poter ricavarne qualcosa di buono,pure i cristalli

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di diegozzo
    Data registrazione
    24-10-2005
    Residenza
    periferia
    Messaggi
    302
    forse tra qualche anno anche la psicologia verrà catalogata sotto "esoterismo"...

Privacy Policy