• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: età falsa e identità

  1. #1
    giorgia10
    Ospite non registrato

    età falsa e identità

    Salve. Sono una laureanda della triennale di clinica a Firenze.
    Ho un problema da sottoporvi.

    Un'amica ha adottato un bambina africana e ci sono motivi fisici seri per supporre che sia più piccola dell'età dichiarata (l'età è spesso presunta in questi casi, nel caso della bambina si tratterebbe di 11 anni versus 7/8 effettivi).

    L'avvocato cui si è rivolta ha bisogno di citare studi clinici a sostegno della sua ipotesi, ovvero che la bambina verrebbe danneggiata qualora l'età non fosse abbassata dal Tribunale per i Minorenni.

    Sinceramente mi ritrovo spaesata. Non ho saputo consigliarle uno studio su questi temi.
    Qualcuno mi dà qualche consiglio? Qualche studio? Qualche idea?
    Grazie infinite
    Giorgia
    Ultima modifica di giorgia10 : 25-01-2006 alle ore 08.24.14

  2. #2
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536
    Ciao Giorgia, non conosco studi che riguardano questi temi, comunque un fatto che "salta all' occhio" è come mai (se è vero) c'è stato il "bisogno" di registrare l'età della bambina come più grande. Fa parte della 'mentalità' del paese di origine? Per mentalità intendo la possibilità che in certi paesi essere "legalmente" già "grandi" consente di fare cose altrimenti proibite.. come lavorare o sposarsi per esempio.
    Per il resto ho un dubbio: in questo paese africano, potrebbe essere possibile che le ragazzine di 11 anni siano costituzionalmente più minute rispetto a quelle italiane?
    E riguardo alle leggi sull' adozione del paese di origine della bambina, sapete se ci sono delle restrizioni riguardo l' età?
    ciaociao

  3. #3
    giorgia10
    Ospite non registrato
    Non ci sono restrizioni sull'età.
    La bambina ha avuto una "stima" dell'età dopo la morte della madre biologica nell'istituto in cui è finita.
    L'etnia non è più minuta, piuttosto il contrario.
    Il problema è che adesso lei è in Italia ed è stata sottoposta ad accertamenti fisici (che lasciano comunque un range di 2-3- anni di possibilità). La paura della madre riguarda il frequentare ragazzi/e più grandi di lei e le conseguenze cognitive di un'età minore per l'inserimento scolastico.
    Grazie
    Giorgia

  4. #4
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Se la paura riguarda soprattutto l'inserimento scolastico credo sia possibile, dietro richiesta di uno psicologo/neuropsichiatra, inserirla in una classe inferiore rispetto all'età cronologica...
    Penso sia più facile che cambiare la data di nascita sui documenti....
    Vimae

Privacy Policy