• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 28
  1. #1
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4

    Metodi di studio - qual'e' il vostro?

    Dovete preparare un esame:
    come vi comportate??

    Sto facendo una piccola indagine per capire se il mio metodo di studio fa pena


  2. #2
    [color=#9663CF:1258817c43]
    allora...prima di tutto, cerco di organizzare un piano di lavoro...cioè, per ogni giorno da quando inizio fino all'esame, devo fare questo o quello... :teach:
    poi...fase 1: lettura (più approfondita possibile)
    fase 2: rilettura, sottolineo le cose più importanti, faccio schemi (a lato pagina) dei concetti più ostici
    fase 3: inizio a ripetere quello che ho studiato...ma con il libro sottomano :o per controllare le cose su cui nn sono ancora sicura
    fase 4: il fidanzato mi tartassa devo ripetergli x telefono tutto quello che ho studiato...fino alla nausea e rispondendo alle sue eventuali domande (nn ci capisce molto di psicologia, ma è utile xchè così vedo se ho capito le cose e nn le ho imparate solo a memoria!) (ovviamente la fase 4 funziona con chiunque e anche da soli... )
    penso sia tutto...
    ma tu come studi Haruka? [/color:1258817c43]
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739
    io leggo, sottolineo e ripeto, cercando di organizzare tutte le nozioni in un discorso ed eventualmente creando collegamenti tra un argomento e un altro...... non faccio i classici riassunti, però, dopo aver ripetuto tutto, faccio dei "promemoria" con l'elenco degli argomenti teorie esperimenti ecc. da ricordare.......

    credo comunque,haruka, che non ci sia un metodo migliore degli altri, ognuno ha il proprio,che adotta dopo anni di scuola.... io ad esempio, avendo fatto il liceo classico, non riesco a studiare liste e liste di nomi, autori, dati senza organizzarli in un discorso.... non riesco neppure a studiare facendo un riassunto del libro, perchè un concetto devo prima elaborarlo "con parole mie".... c'è invece chi studia a memoria, per queste persone il riassunto va benissimo perchè ripetono pari pari le definizioni del libro.....

    spero di essere stata "chiara" (mio dio, questa è la battuta più squallida che abbia mai fatto ' )

    un bacio
    chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  4. #4
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    Ai miei tempi si diceva che l'esame era pronto quando l'avevi ripetuto tre volte ed io facevo così. Ma ho visto enormi variazioni individuali.
    Il più buffo che mi ricordi era un mio collega che si limitava a trascrivere
    parola per parola il libro di testo con calligrafia elegante e minuziosa.
    Inutile dire che aveva la stanza piena di pile di quaderni molto più alte di lui. Dopo ogni [i:8c59a61678]singola[/i:8c59a61678] scrittura andava a dare gli esami e prendeva tutti 30 e lode

  5. #5
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Io studio come te Mia stesso identico metodo tuo! Anche gli schemi al lato [mi manca il fidanzato solo perche' mi vergogno di ripetergli tutto al tel :o]

    Oltre a tutto quello che fai tu mi diletto anche a riscrivere tutto con parole mie su fogli

    Eppure nonostante questo certi esami nn li passo

    Sinceramente nn capisco eppure le cose me le ricordo minuziosamente

    Sara' un anatema

    lol Lorix.. pensa 5 anni di liceo e 5 di uni come potrebbero ridurre una stanza di qualcuno che usa il metodo del tuo amico

  6. #6
    [color=#9663CF:9f7f3032e9]..anch'io mi vergognavo, ma mi obbliga (e così ho una scusa in più per stare al telefono senza che mi rompano i miei :udienza: ) ma gli esami che nn passi sono esami "particolari"? mi spiego meglio, hanno qualcosa in comune/qualcosa che li differenzia da quelli che passi? magari anche solo che ti piacciono di meno...o che richiedono un tipo di studio diverso (magari più mnemonico...) ...e teniamo conto anche della componente "sfortuna" :cry: ...
    passo e chiudo e attendo risposta
    [/color:9f7f3032e9]
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  7. #7
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    [quote:4d3d08bff5="Haruka"]Io studio come te Mia stesso identico metodo tuo! Anche gli schemi al lato [mi manca il fidanzato solo perche' mi vergogno di ripetergli tutto al tel :o]

    Oltre a tutto quello che fai tu mi diletto anche a riscrivere tutto con parole mie su fogli

    Eppure nonostante questo certi esami nn li passo

    Sinceramente nn capisco eppure le cose me le ricordo minuziosamente

    Sara' un anatema

    lol Lorix.. pensa 5 anni di liceo e 5 di uni come potrebbero ridurre una stanza di qualcuno che usa il metodo del tuo amico [/quote:4d3d08bff5]

    Nah niente anatemi ci sono quelli che riesci meglio e quelli che riesci peggio. Non c'è niente da fare. Soprattutto non ti fossilizzare su quelli che ti riescono peggio. Prendi quello che ti viene e portalo a casa.
    Da molta energia e pensiero positivo levarsi le cose più ostiche. Tutte risorse risparmiate per andare avanti e fare splendidamente le cose che
    ci sono più congeniali.
    Per quanto riguarda la camera del povero Rodolfo (si chiamava così),
    c'erano molti più quaderni che vestiti negli armadi .
    A dispetto di questo metodo di studio così originale, esibiva un carattere estroverso. Era un giovialone

  8. #8
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    No sono diversi
    mi spiego: ho un "blocco" dall'appello estivo.. nn riesco piu' a superare un esame sara' il quinto al quale vengo bocciata..

    Capisco i primi [che avevo fatto un po' "a chiappa"] ma quest'ultimo l'avevo proprio studiato bene nn ci credo che sia andato cosi' male [sara' anche il prof che al terzo errore bocciava? ]

    Boh niente era per sapere perche' ormai nn so' piu' che pensare..

    Grazie cmq

  9. #9
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    il metodo migliore anche tenendo conto di come funzionano i processi della memoria è quello di leggere e individuare tutti i nessi logici tra i concetti del brano appena letto,quelli precedenti del libro e tutte le conoscenze che si hanno.Individuare tutti i legami e le relazioni causali.Un concetto oltre a essere compreso viene anche memorizzato inserendolo all'interno deigli schemi concettuali della memoria;più elementi si riescono a connettere ai nuovi,più i nuovi saranno ricordati facilmente.Io ad esempio ripeto solo una volta,di più non serve;l'importante è dopo aver letto riflettere a lungo sui concetti espressi e ripeterli una volta a voce alta;così saranno memorizzati definitivamente.

  10. #10
    [color=#9663CF:0b86e84e4a]be', i blocchi capitano a tutti (purtroppo :cry: :cry: ) e spesso la causa è la stanchezza e poi se dici che i primi li avevi preparati male e nell'ultimo ti sei beccata un prof carogna ...be', nn penso sia una questione di metodo di studio anche perchè se ti sei sempre trovata bene così...a volte per qualche esame bisogna modificare il metodo, perchè magari vengono richieste conoscenze diverse...ma in generale il metodo di studio è quello per ciascuno...
    boh, nn so se si capisce qualcosa... :o cmq la cosa più importante adesso è che nn ti fai buttare giù da questo momento di stasi, e riparti dalla prossima sessione serenamente...

    [/color:0b86e84e4a]
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  11. #11
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    avendo poco (POCHISSIMO TEMPO) studio di notte al sabato e alla domenica devo per forza essere veloce ed efficace .. quindi da non frequentante .. prima cosa mi reco ad un appello del Prof in questione per vederne almeno la faccia poi annoto le domande che fa ... sono prevedibilissimi e al limite della banalità ...poi due opzioni se l'esame , la materia, il campo mi interessa/appassiona/affascina ecc. comincio dai testi per l'esame ... una lettura veloce ma profonda (sottolineo) poi cerco materiale per conto mio articoli, libri, siti internet in seguito per tutto ciò che è possibile disegno schemi (i miei appunti di neuropsicologia ... ) la mia preparazione precedente l'Università è un disastro ... Istituto d'Arte :cry: :cry: non ho mai studiato nel vero senso della parola però ho allenato in modo strabiliante la memoria iconica e la capacità di sintesi e poi tutto condito con un'incredibile faccia ... buone capacità relazionali poca attitudine a farmi mettere in soggezione ...

    se l'esame non mi interessa .... ci metto solo più tempo ... :cry: :cry:
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  12. #12
    [color=#9663CF:05db54b5ab]anche a me piace tantissimo approfondire le materie che mi interessano ...anche se serve a me e basta, visto che con gli esami a crocette c'è poco da approfondire e quindi x me diventa un po' una perdita di tempo ai fini della preparazione :cry: è utilissimo quello che dice tv sul sapere cosa chiede il docente purtroppo io nn posso farlo direttamente, visto che oltre a nn frequentare sto anche lontana da Pavia...x fortuna c'è ops [/color:05db54b5ab]
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  13. #13
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di sfumature
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    provincia torino
    Messaggi
    1,388
    [quotef5eb3bdaa="Lorixnt2"]
    Il più buffo che mi ricordi era un mio collega che si limitava a trascrivere
    parola per parola il libro di testo con calligrafia elegante e minuziosa.
    Inutile dire che aveva la stanza piena di pile di quaderni molto più alte di lui. Dopo ogni [if5eb3bdaa]singola[/if5eb3bdaa] scrittura andava a dare gli esami e prendeva tutti 30 e lode [/quotef5eb3bdaa]

    [color=bluef5eb3bdaa]
    c'è qualcosa "che non va" in questo metodo di studio?
    è forse da "psicopatici"? :cry: :cry: :cry:
    è lo stesso metodo che uso io... :o
    è vero, ho un marito depresso perchè i miei quaderni scritti in "calligrafia elegante e minuziosa" si trovano in qualsiasi stanza della casa... però a me serve moltissimo... perchè uno mica copia e basta... anzitutto "seleziona" ciò che è da copiare... e poi, mentre lo copia, lo "fa suo"... elborandolo, facendo mentalmente collegamenti con quanto appreso in precedenza, anche in altri contesti, individuando i nessi logici e ponendosi domande... insomma, in realtà dietro c'è un lavoro mentale, anche se all'apparenza non sembra... e vi assicuro che chi fa i riassunti non ha un tipo di studio mnemonico... anzi, quelli "a memoria" in cui non c'è nulla da capire (ad esempio gli esami di "pseudo-medicina") sono proprio quelli in cui vado peggio!!!

    cmq io nn prendo tutti 30 e lode!

    i blocchi, purtroppo, esistono... non so se possa consolarti, harukina ma quello dalla sessione estiva lo condivido con te e proprio ad un passo dalla fine (sarà per quello??? )

    a tutti, [/colorf5eb3bdaa]

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    :raggiante: all'uni non ho ancora trovato il metodo migliore , lo adatto di volta in volta...
    in genere però faccio così:
    lettura attenta e comprensiva di tutto il testo con sottolineatura ( se c'è proprio molta inutilità ) o eventuale evidenziare degli spunti e dei concetti fondamentali, eventuali miei commenti laterali...
    ripetizione a voce alta di piccole parti alla volta
    ripetizione finale
    dal momento che non frequento :cry: prima dell'esame mi procuro, se riesco, gli appunti, materiali distribuiti a lezione, e integro
    poi se la materia mi interessa (quasi sempre ) approfondisco su internet o tramite articoli, ma a scopo puramente personale
    infine è bene, ma non sempre posso, assistere a un appello prima del nostro

    cmq credo sia importante come dice matteo riflettere sulla materia e farla propria, collegando quanto + possibile conoscenze pregresse alla nuova materia, rielaborandola, creando associazioni... io mi trovo bene così
    poi è ovvio, ci si blocca a volte, il consiglio che danno a me, è di andare avanti, accettare il minimo e non fissarsi , concentrandosi appunto su ciò che piace e dà soddisfazione
    bello il metodo di tal Rodolfo... quasi quasi mi cimento... ma quando? la notte?in ufficio?mentre lavo i piatti? :specchio:

  15. #15
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    [quote:23f5f9c5ae="sfumature"][quote:23f5f9c5ae="Lorixnt2"]
    Il più buffo che mi ricordi era un mio collega che si limitava a trascrivere
    parola per parola il libro di testo con calligrafia elegante e minuziosa.
    Inutile dire che aveva la stanza piena di pile di quaderni molto più alte di lui. Dopo ogni [i:23f5f9c5ae]singola[/i:23f5f9c5ae] scrittura andava a dare gli esami e prendeva tutti 30 e lode [/quote:23f5f9c5ae]

    [color=blue:23f5f9c5ae]
    c'è qualcosa "che non va" in questo metodo di studio?
    è forse da "psicopatici"? :cry: :cry: :cry:
    è lo stesso metodo che uso io... :o
    è vero, ho un marito depresso perchè i miei quaderni scritti in "calligrafia elegante e minuziosa" si trovano in qualsiasi stanza della casa... però a me serve moltissimo... perchè uno mica copia e basta... anzitutto "seleziona" ciò che è da copiare... e poi, mentre lo copia, lo "fa suo"... elborandolo, facendo mentalmente collegamenti con quanto appreso in precedenza, anche in altri contesti, individuando i nessi logici e ponendosi domande... insomma, in realtà dietro c'è un lavoro mentale, anche se all'apparenza non sembra... e vi assicuro che chi fa i riassunti non ha un tipo di studio mnemonico... anzi, quelli "a memoria" in cui non c'è nulla da capire (ad esempio gli esami di "pseudo-medicina") sono proprio quelli in cui vado peggio!!!

    cmq io nn prendo tutti 30 e lode!

    i blocchi, purtroppo, esistono... non so se possa consolarti, harukina ma quello dalla sessione estiva lo condivido con te e proprio ad un passo dalla fine (sarà per quello??? )

    a tutti, [/color:23f5f9c5ae][/quote:23f5f9c5ae]


    hihihihihihi sfumature ma no, lui riportava proprio tutto parola per parola comprese le note a piè di pagina. Il tuo metodo, invece, per come lo descrivi, sembra una semplice variazione della sottolineatura.
    Comunque Rodolfo, a dispetto del metodo curioso, era tutt'altro che pazzo.
    Anzi, più simpatico di molti altri direi :hic: [img:23f5f9c5ae]http://utenti.lycos.it/lorixnt2/metallica.gif[/img:23f5f9c5ae]

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy