• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Lorixnt2
    Ospite non registrato

    La Divoratrice di Lordure

    [img:b16f51bed7]http://utenti.lycos.it/lorixnt2/lord.jpg[/img:b16f51bed7]

    [size=9:b16f51bed7]Il fiume non lo vedi scorrere perchè ci sei immerso. Ma, se ti fermi un istante, lo puoi sentire?[/size:b16f51bed7]


    [b:b16f51bed7]A Don Francisco Conte di... et cetera, et cetera, et cetera... [/b:b16f51bed7]

    M'ha avvinto e compiaciuto la vostra ultima lettera, conte. E sapete perchè?
    Perchè m'offre prova evidente della verità di quanto v'ero andato scrivendo
    in passato. In un sol colpo avete scordato tutta la vostra metafisica!
    Mi descrivete il fascino della baronessa con un piacere che prova che i vostri
    sentimenti non son certo così delicati come volevate farmi credere e come
    forse, in buona fede, avevate voi stesso creduto.
    Francamente, se il vostro amore non fosse opera dei sensi, come potreste
    provar tanto piacere nel contemplar quella figura, quegli occhi che vi incantano,
    quelle bianche guance, quelle gote vermiglie, quelle succhiose labbra che disegnate con i colori tanto vivi e carnali della concupiscenza?
    Come mi manca la vostra amicizia e, sebbene le donne di questo paese non
    siano estranee alle focose tenzoni dell'amore, come mi mancano le nostre donne di Madrid!
    Nel caldo afoso di questa fine di giugno, in una metropoli straniera ridotta ormai a scheletro abbattuto e a
    fantasma di sè stessa, sole mi rimangono ormai a discernere, lunghe e meste, le file dei portatori
    di tributi. Certo Re Carlos non avrà di che lamentarsi! Non potreste immaginare
    quantità d'oro più grande. Per le mie mani passano idoli e ornamenti a centinaia. Diabolici, certo;
    ma con una storia, un'energia barbarica palpabile e viva.
    E, di fronte a me, gli indios che li vedono scomparire dentro le nostre casse, i nostri sacchi, come i morti per fame, per arma e malattie che, a mucchi, dovemmo gettar nelle fosse comuni.
    Proprio un attimo or sono m'han portato un idolo di proporzioni inusitate.
    Ho domandato all'interprete e lui m'ha risposto che quelle forme demoniache
    son quelle d'una dea il cui nome, tradotto nella nostra lingua, suonerebbe
    [i:b16f51bed7]"Divoratrice di Lordure"[/i:b16f51bed7]. L'ho soppesato sul tavolo e l'ho buttato
    nel sacco il cui peso ora è giusto. Chetamente brillava ancora, giallo attraverso l'apertura,
    prima che gli inservienti lo legassero buttandolo da una parte insieme agli altri.
    In Spagna gli orafi ne faran lingotti buoni per le spese della corte o per
    le guerre di Re Carlos ma, forse, anche trastulli per le nostre nobildonne che diventeranno
    sogni per slanciate ragazze andaluse e, infine, un giorno, nuovamente lingotti.
    Ma voi vivete, godete e riguardatevi chè mi siete caro. M'è rimasto solo un attimo per dirvi addio.

    Dictatum in Tenochtitlan - Ciudad de Mexico anno Domini MDXXII

    [b:b16f51bed7]ECCE SIGNUM

    Don Hernando Conte di... et cetera, et cetera, et cetera...[/b:b16f51bed7]

  2. #2
    Ospite non registrato
    Ma che è 'sto messaggio? mi spiace ma sono un po' tardo, proprio non ci arrivo...

  3. #3
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    uhuh attendevo che qualcuno lo scrivesse

    Lorix esplicati!!! Anche io nn ho capito

  4. #4
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    Una trappola per psicologi


    [b:aecb22451a][size=24:aecb22451a]KLAK!!!![/size:aecb22451a][/b:aecb22451a]


    (la trappola è scattata)



  5. #5
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Magari fosse scattata :p sono psicologa quanto la mia gatta fisica nucleare





    cmq mi sento stupida

  6. #6
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    maddai Ilaria che dici Si gioca non si fa sul serio .
    Quello è un raccontino scritto da me dietro il quale si possono intravvedere
    in maniera anche troppo ovvia e banale suggestioni di Autori ben più
    fervidi ed immaginativi del lumacone. Jennings ad esempio. Ma anche qualcosina di Eco, della Yourcenar, di Giordano Bruno ecc. ecc.
    Ma, secondo te, da un punto di vista psicanalitico, che cos'è un'opera d'arte?

  7. #7
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Ussignur che domandone

    nn ne ho la minima idea lascio il posto ai miei colleghi di gran lunga piu' competenti di me :o

    Cmq bella l'idea ora me lo rileggo in questa nuova chiave di lettura

    ps: è incredibile come il tuo modo di scrivere e di ragionare nello scrivere mi piaccia sempre di piu' mai pensato di scrivere libri?

  8. #8
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    [quote:70cc15de14="Haruka"]Ussignur che domandone

    nn ne ho la minima idea lascio il posto ai miei colleghi di gran lunga piu' competenti di me :o

    Cmq bella l'idea ora me lo rileggo in questa nuova chiave di lettura

    ps: è incredibile come il tuo modo di scrivere e di ragionare nello scrivere mi piaccia sempre di piu' mai pensato di scrivere libri? [/quote:70cc15de14]

    Mmmmm ora che ci penso in effetti è probabile
    che lo sia un domandone :o . Sta a vedere che invece che una trappola per psicologi diventa una trappola per lumaconi ed il klak!! era solo il rumore delle mie giunture incartapecorite
    Per quanto riguarda i libri non so proprio. La cosa più lunga che m'è venuta è di una quarantina di paginette. Un respiro un po' asfittico direi :cry: Vabbè se si arriva all'età pensionabile ancora in grado di intendere e di volere si vedrà
    Però, da qualunque parte si rigiri la frittata, a me pare che un'opera d'arte
    sia comunque risultato di una pulsione a produrla. Beh aspettiamo che qualche psicologo venga a fare il lumacone a fette :cry:

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di sfumature
    Data registrazione
    10-06-2002
    Residenza
    provincia torino
    Messaggi
    1,388
    [color=blue:17d2058f15] bello!
    quante cose ci sarebbero da esprimere sull'arte e sull'interesse umano per la bellezza in tutte le sue forme...

    mi limito ad una piccola citazione di freud, visto che a carlo interessa la prospettiva psicanalitica... senza esprimere giudizi sulla condivisione o meno... e senza, soprattutto, voler fare a fette nessun lumacone! (da quando si è sparsa la voce, non vera, che imbalsamo scorpioni... non vorrei mi si attribuissero torture varie a tutti gli esserini viventi... )

    secondo freud l'arte è un appagamento sostitutivo. "l'artista è un uomo che si distacca dalla realtà, giacchè non riesce a rinunciare al soddisfacimento pulsionale che essa inizialmente esige e lascia che i suoi desideri d'amore e di gloria si realizzino nella vita della fantasia. egli trova però la via per ritornare dal mondo della fantasia alla realtà, poichè, grazie alle sue doti particolari, trasfigura le sue fantasie in una nuova specie di cose vere".
    l'arte viene, così, a collocarsi in un'area intermedia tra la realtà che frustra i desideri e la fantasia che, invece, li appaga: sia l'artista che il fruitore possono, attraverso l'opera d'arte, accedere ad una soddisfazione "sublimata"


    [/color:17d2058f15][quote:17d2058f15="Haruka"]Ussignur che domandone[/quote:17d2058f15]

    [color=blue:17d2058f15]
    parli piemontese???

    [/color:17d2058f15]

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    ciao Carlo ... cos'è un Opera d'Arte .. dal punto di vista Psicoanalitico ... le tue "provocazioni" mi stuzzicano così come mi aveva appassionato il lunghissimo, sofferto, ricchissimo e fertile post di BELLEZZA E GUERRA .. Quanto ho sofferto della mia pochezza di mezzi a leggere Te, Parsifal e Agex (dove sarà finito?) qui esce fuori tutta la mia invidia di studente "fai da tè" con percorso scolastico da "scuole basse" e cattive letture/compagnie/frequentazioni ... Che io ricordi tanto è stato l'interesse del Padre della Psicoanalisi non per l'Opera d'Arte ma per l'ARTISTA ... torno domani ... cause di forza maggiore mi chiamano.
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  11. #11
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    Grazie sfumature. Freud è bene non perderlo mai di vista. Sarà forse il fatto che, da un po' di tempo a questa parte, ricordo i sogni ma non il loro contenuto a predispormi maggiormente a questo desiderio di affabulazione, di fissazione di concetti a metà strada tra sogno e realtà?
    Ora non ho tempo ma bisogna che ne trovi un po' per considerare anche la prospettiva junghiana.


    [quote:47629e650e="alea"]... Quanto ho sofferto della mia pochezza di mezzi a leggere Te, Parsifal e Agex (dove sarà finito?) qui esce fuori tutta la mia invidia di studente "fai da tè" con percorso scolastico da "scuole basse" e cattive letture/compagnie/frequentazioni ... [/quote:47629e650e]

    Mah, più penso a questa cosa e meno son certo che i mezzi siano l'aspetto
    più importante. Quali erano i mezzi di Kerouac? e quelli di Pollock nell'informale o dei naif nelle arti figurative? Un eccesso di mezzi, paradossalmente, non potrebbe anzi costituire un freno, portarti allo scarto di uno spunto o di un'ispirazione perchè troppo visti, troppo sentiti e quindi banalizzati?
    La favola che segue, comunque, la dedico a Te, mia cara. Speriamo sia una favola bella. Non m'è mai riuscito, nonostante tutto, di immaginare
    "madri totemiche". L'influenza femminile è diversa anche se non necessariamente più complessa. L'interpretazione di questo la lascio a voi tutti.

    [b:47629e650e]Polvere opaca, polvere brillante[/b:47629e650e]

    [img:47629e650e]http://utenti.lycos.it/lorixnt2/polvere.jpg[/img:47629e650e]



    [size=9:47629e650e]...contro la fuga del tempo
    che ti spiana e scancella
    vorrei porre il limine vivo
    di una parola...

    Angelo Barile(1888-1967)[/size:47629e650e]

    Dalla finestra aperta, a sfida dei rigori dell'inverno, a fiotti si riversava nello studio, ormai un po' vecchiotto e démodé, la luce accecante e consolatoria di uno di quei mezzogiorni limpidi, frizzanti e cristallini che sa donare, a volte, la stagione più fredda. Dalla piazzetta di sotto, il caldo richiamo di un fragrante odor di caldarroste e, davanti alla scrivania, una piccola donna dal viso smunto.
    Ottant'anni, gli occhi all'improvviso lontani, con la voce roca parole di memoria.
    "Vede dottore, meno male che c'è lei a darmi un aiutino, che vuol fare...
    pensione minima, la fatica degli autobus da prendere e m'hanno pure aumentato il ticche delle medicine e cambiato l'orario delle visite ...però...si sta bene lo stesso sa? Lo sente questo profumo? Mi ricorda una giornata come questa di cinquant'anni fa. Ero giovane allora ed i giovani oggi manco sanno e manco immaginano...Qui, dalle nostre parti, la linea gotica si fermò per settimane, mesi.
    Prendevamo bombe addosso, sia dai tedeschi che dagli americani e vivevamo
    come capitava, sfollati nei boschi. Molti di noi li salvò dal morir di fame
    l'annata che Dio volle buona per le castagne. Ancora ricordo quell'ansia,
    le notti insonni, il respiro troncato da rumori sconosciuti, minacciosi, un groppo, come bloccato in gola. Poi, un bel giorno, si seppe che il fronte s'era mosso e si potè far ritorno. Stavo proprio in questa piazzetta che oggi è sotto
    la sua finestra; tutto il paese, intorno a me, distrutto. Allora, sentii che qualcosa si rompeva, mi si liberava dentro e, finalmente dopo mesi, potei piangere".

    Nulla mi fecero dire allora una luce di deserto, il pudore inibito dei sentimenti trattenuti.
    Ma oggi, attraverso l'abisso decennale che mi separa ormai dalla tua morte,
    vorrei gridarti Marisa, piccola artigiana sola, con la pensione minima e la quinta elementare che, dopo, rilessi Ungaretti, rilessi Saba e Levi...
    Con occhi nuovi, con occhi vivi.
    Con occhi [i:47629e650e]tuoi[/i:47629e650e].

  12. #12
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    grazie
    e grazie per aver riportato nelle mie mani "Psicoanalisi dell'arte e della letteratura : Il Mosè di Michelangelo, un ricordo d'infazia di Leonardo da Vinci ecc ecc" S.Freud, insieme a Matisse, Kandinski, Munch, Cezanne i Preraffaelliti e Jorge Amado.

    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

Privacy Policy