• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 33
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678

    Come fare selezione in azienda?

    Buongiorno a tutti voi,
    avrei bisogno di un consiglio.
    da 2 anni circa (poco prima della laurea) lavoro come selezionatrice del personale sia in una società di ricerca e selezione (che usa test) sia in un'agenzia di lavoro temporaneo.Adesso, mi domando: come potrei fare per fare selezione (anche in termini di consulenza) all'interno di un'azienda?Anche di medie-piccole dimensioni...


    Si accettano consigli di tutti i tipi...

    BUona giornata e grazie di cuore
    Lucia


  2. #2
    Neofita L'avatar di pinky di pinky
    Data registrazione
    17-01-2006
    Residenza
    catania
    Messaggi
    4
    ciao, volevo trovare un mio collega che frequentara la specialiastica di formazione nei contesti organizzativi lunedi..

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di pollon2
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    2,877
    Secondo me l'unica è andare personalmente presso le aziende della tua zona e proporti come consulente... Certo se tu ti potessi appoggiare ad una qualche organizzazione che nella tua zona sia già un pò conosciuta sarebbe forse meglio.....



    Ciambellana dei Film dell'anno 2005/06

    "Zio Stojil", ho detto stupidamente, "Stojil, Stojil, tu che mi avevi giurato di essere immortale!"
    "E' vero, ma io non ti ho mai giurato di essere infallibile... Del resto, io non muoio, arrocco."
    (Signor Malaussène, D. Pennac)

    "La cosa che preferisco fare in assoluto è niente..."
    (Winnie the Pooh)

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di russodany78
    Data registrazione
    13-11-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    90
    ...un buon curriculum, una lettera motivazionale, elegante presenza e ... qualceh conoscenza!
    Purtroppo è quello che cerco di fare da mesi ma senza conoscenze è davvero difficile.
    In bocca al lupo!

  5. #5
    giuseppe_76
    Ospite non registrato
    Ciao Lucia,

    sono un ragazzo in cerca di occupazione presso un'azienda (adesso lavoro in università). Sono laureato in Economia.
    Ho riscontrato difficoltà in sede di colloquio di selezione. Volevo chiederti qualche consiglio su come affrontare questo momento di valutazione.

    In particolare, ho fatto alcuni colloqui di gruppo (assessment day), test con varie figure geometriche (penso di logica) ecc., ma sono andati male.

    Ti ringrazio fin da ora.
    Giuseppe

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678
    Ciao Giuseppe,
    purtroppo anche io ho toppato in alcuni assessment per 2 motivi fondamentalmente:
    1.avrei dovuto esercitarmi,anche per gioco, nel fare test logico-matematici e verbali (ti consiglio di comprare dei libri appositi per rendere la mente più allenata..serve a prescindere dal colloquio);
    2.nell'assessment occorre esporsi e per chi, come me, è abituato a non lavorare in gruppo è un pò un problema.

    Questi sono i consigli che ti posso dare, basati su esperienze di vita personale e professionale.

    Se,invece, vuoi consigli su come mostrarti al colloquio individuale...beh...questo è più quello che faccio ogni giorno io:-)

    In bocca al lupo (anche per me)

    Lucia
    Lucia


  7. #7
    giuseppe_76
    Ospite non registrato
    grazie lucia, vedrò di trovare qualche testo del genere allora. gentilissima!

  8. #8
    arkady03
    Ospite non registrato
    Giuseppe, le prove di assessment a cui si è partecipato costituiscono forse il miglior tirocinio per le successive medesime prove e, come avrai potuto notare, ora sei a conoscenza delle tematiche che occorre approfondire per prepararsi ad una selezione di gruppo, i test e le prove di gruppo. In particolare, in queste ultime sono valutate una serie di dimensioni che non attengono ai contenuti tecnici della preparazione dei selezionandi, quanto piuttosto agli aspetti comportamentali e relazionali, dimensioni, ad esempio, quali la comunicazione, la delega, il controllo, la leadership etc. E' forse opportuno, dunque, 'prepararsi' alla selezione avendo come riferimento la posizione per la quale si concorre, chiedendosi quali caratteristiche comportamentali debba possedere la persona che verrà scelta e, di conseguenza, cercando di 'curare' le abilità necessarie, rimanendo quanto più possibile se stessi.
    Certo, è necessario che tutto ciò sia valutabile dagli osservatori in sede di assessment, da qui nasce l'esigenza di doversi 'esporre'.
    Concludendo, è forse preferibile cercare di rimanere centrati non sul 'cosa' viene detto ma sul 'come', sul modo di 'relazionarsi' al gruppo, il modo di esporre le proprie opinioni, di analizzare un problema, di esporre una sintesi, di veicolare l'attenzione e via discorrendo.
    In bocca al lupo!

  9. #9
    giuseppe_76
    Ospite non registrato
    molto chiaro...grazie.

    cercherò di comprare qualche libro su selezione del personale ed anche qualche libro con i test.

    g

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di raffina
    Data registrazione
    25-02-2002
    Residenza
    MILANO
    Messaggi
    123
    Non vorrei fare la parte della bacchettona dicendo che non esistono modi per prepararsi ad un assessment, ma alla fine è quello che penso!

    Appena laureata, come molti, ho partecipato a selezioni su selezioni per conquistare il mio posto da tirocinante e, nella totale ingenuità che potevo avere in quei contesti, mi è sempre andata bene.
    Negli anni non ho poi avuto più esperienze di questo tipo da partecipante, ma ora che l'assessment è diventato il mio pane quotidiano (mi occupo di valutazione e sviluppo R.U.), credo onestamente che potrei avere qualche difficoltà... Più conosci lo strumento e ciò che ci sta dietro e più cerchi (anche solo a livello inconscio) di conformarti alle attese di chi hai di fronte, rischiando di apparire goffa, artefatta e poco coerente.

    Forse sono bacchettona davvero...

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di Andalucia
    Data registrazione
    31-05-2005
    Residenza
    Dove mi mandano
    Messaggi
    7,678
    Ma non è che uno deve prepararsi e fingere ma usare qualche strumento in più da preparare ed elaborare per imparare a relazionarsi in certi contesti...
    E'la stessa differenza che intercorre tra lo studiare a memoria e, al contrario, elaborare ciò che si studia per migliorarsi...
    Lucia


  12. #12
    arkady03
    Ospite non registrato
    L'intero filone della formazione psicosociale (role play, giochi analogici, le esercitazioni sul 'qui ed ora', etc.) è incentrato sull'analisi dei processi individuali e collettivi e dei relativi modelli relazionali, nel senso più appropriato del termine 'formazione'. Oltre a questo, ci sono corsi 'informativi ' di ogni genere, tra cui particolarmente utili sono quelli centrati sulla 'comunicazione'.

  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ariuxe
    Data registrazione
    24-09-2005
    Messaggi
    506
    ciao a tutti
    sono d'accordo con raffina, più cerchi di allenarti e più appari artefatta e goffa, la semplicità e la spontaneità sono l'arma vincente. Certo se si tende ad essere un pò orsi forse conviene frequentare gruppi di volontariato cineforum che so un qualche cosa che ti spinga a lavorare nel gruppo e pensare in gruppo l'università non basta li lo fai per avere l'esame a prezzo di costo!
    vorrei consigli su libri da leggere sull'assessement cosa mi consigliate? ciao e grazie
    Molti vedono le cose così come sono e si domandano il perchè. Io sogno di cose che non sono mai state e mi domando perchè NO!
    G.B. Shaw

  14. #14
    arkady03
    Ospite non registrato
    Santina, la tua affermazione è a mio parere condivisibile laddove dici che in certi contesti la semplicità e la spontaneità possono essere utili prerogative, rilevo tuttavia una certa contraddizione allorquando sostieni che piu ti alleni e più appari goffa, laddove nel periodo successivo prefiguri la 'convenienza' alla partecipazione ad attività collettive, quali ad esempio un cineforum, al fine di allenarsi al 'pensare in gruppo' o per attenuare 'l'essere orsi'... Queste attività non sono forse un 'allenarsi'....?
    Sull'assessment ci sono molti libri, di cui tanti sono ben fatti a mio avviso. Però dipende cosa 'vuoi' leggere sull'argomento, ossia se sei interessata al punto di vista dell'assessor o di colui che vi partecipa in veste selezionando. In tale ultimo casi i testi sull'assessment non sono utili più di tanto poichè trattano l'argomento da un punto di vista tecnico-procedurale.

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di raffina
    Data registrazione
    25-02-2002
    Residenza
    MILANO
    Messaggi
    123
    Scusa Arkady03 ma io questa contraddizione che tu indichi non la rilevo: una cosa è "allenarsi" leggendo uno, due, tre libri sull'argomento, altra cosa è intraprendere un percorso di sviluppo di determinate abilità attraverso attività di un certo tipo, significative in tal senso e protratte nel tempo...
    Volevo poi precisare ad Andalucia che le mie parole erano riferite principalmente all'aspetto chiamiamolo "relazionale" dell'assessment e non certo alle prove di abilità (test attitudinali e di conoscenza) per cui anche io ritengo che un po' di esercizio sia in una certa misura utile...

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy