• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 20
  1. #1
    Psicojazz
    Ospite non registrato

    Un'altro caso di omicidio di neonato, riflessioni

    Scrivo questo 3d in riferimento a quest'ultima notizia che mi ha fatto riflettere...

    ecco L'ansa....



    Bimba in cassonetto:genitori liberi
    Ma restano indagati per omicidio e occultamento cadavere


    (ANSA) - ALESSANDRIA, 13 GEN - Il pm di Alessandria, Stefano Puppo, ha deciso di rimettere in liberta' i genitori della bimba trovata morta in un cassonetto.I due, Francesco Santaniello, 46 anni,e Manuela Scotti, 36, restano indagati per omicidio e occultamento di cadavere. Dai primi risultati dell'autopsia non c'e' certezza se la bimba, gettata in un cassonetto subito dopo il parto,sia nata viva o morta. Saranno compiuti altri esami. Intanto si apprende che la donna ha nascosto sino alla fine la sua gravidanza.

    La coppia è sposata con altri due figli.
    La donna una volta ricoverata in ospedale per emorraggia ha confessato di aver gettato la bambina in un cassonetto...


    Riflettero sul fatto che una notizia del genere, un dramma del genere ci viene da una situazione familiare ''normale'', della nostra quotidianità. Cosa può aver spinto una famiglia ''normale'' di persone ''normali'' a compiere un gesto del genere?

    (scusate se sto usando questo termine senza significato ma al momento non me ne vengono altri)

    Cosa impedisce il diffondersi della contraccezione nella pianificazione familiare? Perchè siamo ancora così lontani da questa cosapevolezza? C'è paura e si ignora la contraccezione e purtroppo nei casi estremi l'aborto, tanto da spingere una madre di famiglia a compiere un omicidio.
    Ultima modifica di Psicojazz : 13-01-2006 alle ore 22.25.10

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di marcheseblu
    Data registrazione
    27-10-2004
    Residenza
    Roma - SudTirol
    Messaggi
    1,635
    Effettivamente è scioccante
    Soprattutto perché in Italia esiste già da tempo una legge che tutela coppie in difficoltà, o meglio, è una legge che è nata per agevolare - più che altro - gli extracomunitari, ma può avvalersene qulsiasi tipo di coppia che trovi difficoltà ad allevare un bambino.
    E dire che i TG hanno più volte ricordato - in questi ultimi mesi - questa legge, appunto, per la quale il neonato può essere affidato all'ospedale che lo dirigerà in centri specializzati, nel pieno rispetto della privacy e dell'anonimato per i genitori (anche se figlio di extracomunitari senza permesso di soggiorno), quindi, tanto più per una coppia italiana ecco perché resto davvero di sasso.
    "La voce dell'intelligenza è una voce sommessa, ma non tace finché non trova ascolto"

    Hai dato un'occhiata al Regolamento di Ops? Clicca [Quì] o [Quì]

    *Die schöpferische Gestaltung des Ganzen ist mehr als die Summe der einzelnen Teile*


    *Il mio spazio* sulla "Cucina Giapponese"
    Visita il sito di Altra Psicologia

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Non è mai semplice comprendere fino in fondo il perchè di certi gesti, anche per esperti del settore come dovremmo essere noi. Sicuramente non c'è una sola causa, e il fatto che sia succeso in una coppia "normale" (nemmeno a me viene un termine migliore) mi fa pensare che il confine tra "normale" e "a-normale" è molto sfumato. E che non è vero che questi drammi succedono solo nelle coppie di emarginati e/o extracomunitari.
    Come ha ricordato marcheseblu esiste una legge che tutela le madri che non vogliono/possono abortire permettendo loro di partorire in completo anonimato. E' probabile che quando una cosa del genere capita nelle comunità di immigrati è perchè non sono sufficientemente informati delle leggi italiane, o perchè l'italiano non lo parlano o hanno paura di finire in galera. Più difficile è capire il perchè succeda in coppie italiane, ma anche qui si possono trovare molte cause.
    Tra l'altro, oltre questa legge, da un pò di tempo è tornata in vigore in alcune città italiane la vecchia ruota, che è stata ribattezzata "Culla per la Vita". Il metodo può sembrare un pò discutibile sulle prime, ma può contribuire a salvare delle vite. Sicuramente è meglio del cassonetto!
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  5. #5
    Psicojazz
    Ospite non registrato
    Io sono nata e cresciuta in una città di provincia e la prima cosa che mi viene in mente è la classica frase ''pe' non fà vvedè''!!

    Credo si tratti di paura ed ignoranza e credo che con la nostra futura professione dovremo calarci in questa sottile sfaccettatura del sociale fatta di luoghi comuni, paura del giudizio degli altri.
    Molte volte dietro alle maschere del ''per bene'' si nasconde questo ed altro: dal caso estremo dell'omicidio e occultamento di un neonato, alla violenza domestica, ad una candida non curata per paura di ''far vedere'' ai genitori o al marito.

    La causa è la paura di parlare apertamente ed in certi contesti manca proprio la cultura dell'aprirsi, dell'esporsi alla ''luce del sole''. Tra figli e genitori, tra genitori e figli , tra coniugi, tra famiglia ed istituzioni ( consultorio, associazione parrocchia, scuola, psicologo, ginecologo). Ed ecco che figure come lo psicologo, il ginecologo , l'assistente sociale vengono viste in modo sadico.

    La paura dell'aborto ''per non far vedere'' e poi l'abbandono del corpicino in un cassonetto.
    Non si può neanche dire che la famiglia non sia tutelata, le leggi ci sono, manca la consapevolezza, la conoscenza.

    Lo stesso vale per la contraccezione, il cancro al collo dell'utero virale si sta diffondendo in modo mostruoso, perchè? Perchè si è abbassata la soglia d'età del primo rapporto sessuale senza che sia stata fatta un'adeguata informazione sulla contraccezione e sulle malattie veneree. Perchè culturalmente siamo impreparati e soprattutto perchè abbiamo paura di informarci e di informare su certi argomenti.

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di Egocentrum
    Data registrazione
    27-11-2005
    Residenza
    Viterbo-Roma
    Messaggi
    417
    forse sarebbe stato che non fosse mai nato...
    Non cè persona sulla faccia della terra che io possa capire del tutto, ma non ce n'è e non ce n'è mai stata una che non riesca a capire affatto
    ------------------------------------------------
    Ho fallito... non importa... vorrà dire che la prossima volta fallirò meglio!

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Si, ma è nato e lo hanno buttato in un cassonetto. E' un dato di fatto, nel 2006 succede ancora, e i motivi posso essere quelli detti da psicojazz e tanti altri ancora. Il discorso è: noi operatori (o futuri tali) del settore come ci poniamo di fronte a questo? E cosa molto importante, è necessario un ulteriore intervento legislativo?
    Personalmento credo che la reintroduzione della ruota dei trovatelli sia un buon modo per arginare il fenomeno, ma ovviamente da sola non basta. C'è bisogno di un intervento profondo al livello sociale, anche garantendo alle coppie le condizioni minime di sopravvivenza.
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Io non riesco a trovare una plausibile spiegazione di questo fatto Tutte queste mamme che ammazzano i loro bambini nelle maniere più truci che si possano immaginare e concepire, mi lascia letteralmente di stucco. Non vuoi più figli? Bene, esistono efficaci metodi contraccettivi...Non vuoi abortire perchè è un omicidio? Giustissimo...però il figlio non lo vuoi tenere? Bene, allora rivolgiti ai centri specializzati che offrono assistenza: ma almeno tuo figlio vive. Sembra quasi che in queste mamme killer scatti l'idea che se non dev'essere loro quel figlio non dovrà essere di nessun'altra...oppure vedono quel figlio come uno sbaglio e decidono di ucciderlo "per il loro bene, per non farlo soffrire"...alcuni citano la depressione post partum...ma a me sembrano tutte spiegazioni parziali e limitanti che non riescono a coprire la complessità del fenomeno.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  9. #9
    samy
    Ospite non registrato
    concordo con psycojazz,in questo caso l'omicidio e per non far vedere...il fatto stesso che abbia tenuto la gravidanza segreta fino alla fine(e che chi le stava intorno non abbia voluto vedere che era incinta)indica proprio che la persona ha fatto ciò per paura che gli altri sapessero...il motivo di questa paura,non lo so andrebbe chiesto a lei(dato che queste situazioni sono più comuni con ragazze giovane,non sposate che restano incinta per sbaglio e vogliono negare il tutto)
    sul fatto del perchè ci siano così tante madri che uccidono i loro bimbi,pare,da alcuni studi che sia dovuto a un calo del senso di maternità che attanaglia la nostra società in questi anni,semplicemente le donne mettono al mondo i filgli perchè li vorrebbero,ma quando poi li hanno,si rendono conto che essi limitano le loro libertà o carriera o chissà che e li eliminano perchè non sentono affetto,senso di maternità.si dice che sia una cosa ciclica,ogni tanto accade,ad esempio mi è stato detto che nel 1700(non sono sicura della data)in Francia c'era stato u calo del senso di maternità e le donne ricche davano i loro figli alle contadine,che dato non erano loro figli li abbandonavano in mezzo ai campi

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Originariamente postato da samy

    sul fatto del perchè ci siano così tante madri che uccidono i loro bimbi,pare,da alcuni studi che sia dovuto a un calo del senso di maternità che attanaglia la nostra società in questi anni,semplicemente le donne mettono al mondo i filgli perchè li vorrebbero,ma quando poi li hanno,si rendono conto che essi limitano le loro libertà o carriera o chissà che e li eliminano perchè non sentono affetto,senso di maternità.
    questo è altamente probabile...questa società caotica e sempre di fretta, in cui ciò che conta sono la carriera e la cura senza limiti dei propri spazi, non favorisce il senso di maternità e la voglia di spendere tempo dietro ad un bambino, che ovviamente richiede il suo tempo. Sembra quasi che sussista un conflitto in queste madri: da un lato il desiderio di maternità, forse un pò istintivo nelle donne, le porta a fare un figlio, poi però prevale la parte di esse che vuole i propri spazi e la propria liberà. Ciò però non spiega chi uccide il secondo o terzo figlio: a quel punto non dovrebbe più rappresentare una novità la cura di un bambino, non dovrebbe più rappresentare uno sconvolgimento come può essere nel caso del primo figlio
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  11. #11
    samy
    Ospite non registrato
    certo ogni caso è a se ogni persona ha delle sue motivazioni,che vanno cercate,diciamo che in generale l'aumento degli infanticidi è legato a questo...alla società che non dà più certezze,che ti fa sentire sola in ogni momento,della famiglia che si disgrega....insomma ci sono tanti motivi legati tra loro

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359
    dagli studi effettuati è molto probabile che non sia affatto il numero degli omicidi ad essere aumentato, ma la visibilità sociale del fenomeno....

    c'è, per chi volesse, questo tread
    http://www.opsonline.it/forum/showth...threadid=20394
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  13. #13
    samy
    Ospite non registrato
    ghiretto,anche quello è vero,le notizie vengono spesso date con un allarmismo e dando a risalto ad alcuni fenomeni che sono sempre avvenuti...
    diciamo anche una volta magari il bimobo uccciso veniva occultato con più facilità o alla società immportava meno...insomma ci sono davvero tanti fattori in gioco

  14. #14
    Psicojazz
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da ghiretto
    dagli studi effettuati è molto probabile che non sia affatto il numero degli omicidi ad essere aumentato, ma la visibilità sociale del fenomeno....
    Lo penso anche io

  15. #15
    Partecipante Affezionato L'avatar di cucciola
    Data registrazione
    01-02-2005
    Residenza
    in giro
    Messaggi
    74
    Ciao ragazzi, se posso dire la mia, credo che oggi come oggi, alla base c'è una carenza profonda di valori e di amore della vita! Pensiamo che oggi come oggi, la tv ha un peso nelle menti di ognuno. Vediamo continuamente episodi frustranti, dove i ruoli uomo-donna, sono capovolti..si è donne "in una certa maniera", si è uomini "in una certa maniera". Ci vogliono felici, tutti allo stesso modo: non magiare tanto, mettiti a dieta, la minigonna di richmond, le scarpe di prada, gli occhali di un certo tipo...Insomma...queste cose plasmano, e osservo con mio grande dispiacere che a volte le persone seguono questo tipo di cose, e entrano in crisi, se non hanno queste caratteristiche. Una mamma, che..vive questa grande confusione dettata dai nostri tempi, e non in grado di fornteggiarle..prende spunto da avvenimenti precedenti..assumendo che se una certa mamma x l'ha fatto..lo posso fare anche io! Insomma, noi non siamo piu' liberi di essere noi stessi, quanto invece si vuol far credere! Pensiamo, ad esempio, che oggi la famiglia "normale" è composta da un nucleo di 4 persone, mamma padre e due figli (cosa che viene spesso ripetuta nelle pubblicità). Il ruolo della madre è, un insieme tra donna (che non ha un filo di rughe), madre (perfetta che deve dare tutto, e amica..per cui ci si mette alla pari dei propri figli), e di essere Forte( che deve saper reagire a tutto). Ma spesso tutto questo è difficile..perchè è contronatura..non siamo invincibili..siamo solo persone.
    Con tutto ciò non voglio giustificare, ma credo che come futuri operatori, si dovrebbe fare una profonda riflessione sulle ragioni invisibili, che i tg non trasmettono..ma possiamo solo noi sapere in ragione del nostro buon senso.
    Scusate se mi sono troppo dilungata!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy