• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    paoletta81
    Ospite non registrato

    quando l'amore è ostacolato

    Da ormai 3 mesi vivo un rapporto stupendo con un ragazzo di un'altra città... ma è purtroppo una storia "rovinata" dall'intrusione ormai costante dei miei genitori.
    Il primo mese è andato tutto bene, i miei lo accettavano e mi lasciavano frequentarlo liberamente. Dopo un litigio tra me e lui che ha coinvolto purtroppo anche i miei, loro hanno cominciato a metterci i bastoni tra le ruote, in maniera anche molto pesante.
    Loro giustificano questo comportamento dicendo che lui è un ragazzo poco serio, non adatto a me. Si prendono quindi la briga di impedirmi con continui ricatti di andare da lui nella sua città, pretendendo che venga sempre e solo lui a roma, sapendo benissimo che nessun rapporto può andare avanti con queste condizioni. (24ore su 24 in giro senza una casa dove riposarsi?? questo xchè ovviamente lui non può salire a casa mia).
    Hanno portato avanti questo gioco sperando io cedessi, invece adesso piu' di prima sono convinta di amarlo, e di voler stare con lui. Lui dal canto suo, ha sopportato questa assurda situazione, con pazienza e dandomi un appoggio che pochi altri sarebbero stati disposti a darmi.
    Arrivata ormai allo sfinimento (dopo 2 mesi pieni di litigi continui!!!) mi domando: che diavolo ho fatto di male per meritarmi le punizioni, gli ostacoli, o l'esser cacciata di casa ??? (si',è accaduto anche questo).
    Se veramente lui non dovesse essere il ragazzo adatto a me, a quel punto sarò IO, e SOLO io a decidere del mio rapporto, e non terze persone. (anche xchè ho la bellezza di 24 anni!!!).
    D'accordo anche sul fatto che i genitori hanno il diritto di consigliare, anche di criticare se è necessario, le scelte dei propri figli...ma non certo di ostacolarle.
    Il mio ragazzo non hai MAI mancato di rispetto a loro...
    Sono sicura che da parte dei miei ci sia solo una grande paura di vedermi crescere, e da parte di mia madre la convinzione che ogni ragazzo non vada bene per me (ha forse paura che io possa fare i suoi stessi errori...?).
    Mi piacerebbe poter condividere questa mia esperienza con altre persone che l'hanno vissuta,o che la stanno vivendo...

    un bacione e grazie di aver sopportato questo mio sfogo!!

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di HellSt0rm
    Data registrazione
    02-03-2004
    Residenza
    Maleventum
    Messaggi
    3,337
    Mah... secondo me + i genitori cercano di impedire ad un figlio di fare una cosa, e + possibilità hanno che questi la faccia comunque!

    Ad ogni modo spero che rinsaviscano un pò i tuoi e che ti appoggino in questa scelta. Buona fortuna.
    "La sincerità è il primo passo verso la solitudine..."

    "Chi parla male degli altri con te, parla male di te con gli altri"

    "Ste pagliacciate e fann sul e viv, nuje simm serie, appartenimm a mort!"

    A computer is like an air conditioner, it stops working when you open Windows.

    Prendete e cliccatene tutti...questo è un mio video

    Omen Mortis Live @ Heinjoy

    Omen Mortis - Delirium Tremens live @ Heinjoy

  3. #3
    Nos*
    Ospite non registrato
    Ciao Paoletta,ascolta, non disperare..sono cose che accadono ai vivi,le intromisisone e gli ostacoli dei genitori ci sono ovunque,lo zampino ce lo mettono sempre..basta farli ricredere,con un po' di pazienza tutto torna normale,l'importante è non fare il loro gioco..oltretutto mia nonna diceva:

    Quand dugl s vonn mill nun c pon

    *Quando due si amano non bastano mille persone a fermarli..figurati se ci riescono i genitori

    Non ti preoccupare..basterà che voi due collaboriate a farli ricredere..ANDRA' BENE...

    Ultima modifica di Nos* : 02-01-2006 alle ore 15.33.00

  4. #4
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di GIUNONE
    Data registrazione
    20-01-2005
    Residenza
    Iperuranio
    Messaggi
    1,442
    Blog Entries
    1
    mi sembra di capire la tua frustrazione ed il tuo risentimento...Io sto con un ragazzo da cinque anni e i miei non ne vogliono sapere di lui, per puro partito preso..Non lo vogliono neanche conoscere. E sai perchè? Perchè lui lavora e non è laureato, il suo livello culturale è medio rispetto al mio, ha due anni meno di me..Dicono che dovrei cercare uno alla mia "altezza". I suoi invece mi hanno accolta sin da subito..Morale della favola: non si parla mai di lui quando sono con i miei, feste separate (io a casa mia), vacanze insieme altrove, ecc..
    Sono una fuori sede, pertanto scendo a casa solo alle feste, ma mi devo sempre scindere...
    Sono esausta..Mio padre è molto autoritario, io per quieto vivere non riprendo il discorso e intanto il tempo passa.. Dovrei forse impormi ed incazzarmi pretendendo da mio padre che accetti le mie scelte, ma con lui il braccio di ferro porta solo a scontri fini a se stessi. .

  5. #5
    flame81
    Ospite non registrato
    come ti capisco....
    io sto vivendo più o meno la stessa situazione e pochi mesi fa era proprio la tua... le cose sono un pò migliorate ma quando i genitori rompono alla fine va a finire che si litiga anche all'interno della coppia.... e poi dicono che nn dobbiamo nascondere le cose e dir tutto....

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368
    Sono fidanzata da 7 anni e mezzo e convivo da poco piu' di un anno. I suoi genitori gli hanno tolto anche l'aria che respira, hanno messo di mezzo me e la mia famiglia (anche con offese molto pesanti verso di me e la mia famiglia). hanno parlato male di me con tutti i parenti e hanno fatto di tutto per ostacolarci (e hanno fatto molto di piu' ma non ho davvero voglia di parlarne). L'unica cosa che hanno ottenuto e' che lui venisse via di casa, vivesse da solo per 3 anni e che, quando noi abbiamo comprato casa e ci siamo andati a vivere lo hanno saputo a cose fatte. Come sapranno a cose fatte quando ci sara' una data per un matrimonio eccetera.
    I genitori non si comportano sempre bene (anzi!) sta a noi decidere della nostra vita pero'. In modo adulto, dato che da adulti vogliamo essere trattati. E, in modo adulto e fermo dire chiaramente che loro non possono entrare nelle nostre scelte, possono non condividerle, possono non essere d'accordo ma non possono decidere per noi. Se non capiscono l'unica cosa da fare e' venire via da casa, sempre da adulti.
    I ricatti con me servono a poco sinceramente, non cedo ai ricatti, perche' non ho mai ceduto al mio diritto giusto di stare con chi amo.
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di urd
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    670
    se il tuo ragazzo è poco serio non lo si può certo sapere dopo soli 3 mesi .
    lo sbaglio principale è che i tuoi si sono immessi nel primo litigio e questo fa loro credere di poterlo fare sempre, e di aver voce in capitolo sulla tua storia:
    il problema è che quando lo fanno "per il tuo bene" non si sa che cosa fare .....
    forse i tuoi hanno una mentalità un pò retrograda e non approvano che tu possa avere troppa libertà in un'altra città, che tu vada a casa del tuo ragazzo e non ci sia nessuno o peggio che tu possa dormire da lui!!!
    e poi , xchè non vogliono che salga a casa?
    certo è difficile una relazione a distanza (una persona a me vicina ha fatto avanti e dietro per anni ma ora che lo ha tutto per sè non è molto soddisfatta), e i genitori non sono sempre d'aiuto , inoltre credo che il meccanismo sia "se ti ama deve venire lui a trovarti, in fondo è lui l'uomo;se vuole che vai tu, ti sminuisce, pensa che sei a sua disposizione e non ti rispetterà"

    i genitori vogliono tutto facile, come se la vita possa scorrere piana, ed invece non è così.

    però voglio metterti in guardia da una cosa estremamente importante : se la storia continuerà cerca di non vedere nell'ostilità dei tuoi uno stimolo ad amarlo di più e a fare tanto per lui , devi cercare di capire quanto lo ami, a prescindere dalla difficoltà
    credo che alcune storie non sarebbero durate molto se i genitori fossero stati d'accordo. l'ostilità ti spinge a tirar fuori grinta e risorse e ti fa credere ancora di più in questo amore . stai attenta che i tuoi non ti spingano tra le braccia di una persona non adatta a te .
    DE-PRESS (ora meno de-press)

  8. #8
    francesca11
    Ospite non registrato

    Re: quando l'amore è ostacolato

    Originariamente postato da paoletta81
    Da ormai 3 mesi vivo un rapporto stupendo con un ragazzo di un'altra città... ma è purtroppo una storia "rovinata" dall'intrusione ormai costante dei miei genitori.
    Il primo mese è andato tutto bene, i miei lo accettavano e mi lasciavano frequentarlo liberamente. Dopo un litigio tra me e lui che ha coinvolto purtroppo anche i miei, loro hanno cominciato a metterci i bastoni tra le ruote, in maniera anche molto pesante.
    Loro giustificano questo comportamento dicendo che lui è un ragazzo poco serio, non adatto a me. Si prendono quindi la briga di impedirmi con continui ricatti di andare da lui nella sua città, pretendendo che venga sempre e solo lui a roma, sapendo benissimo che nessun rapporto può andare avanti con queste condizioni. (24ore su 24 in giro senza una casa dove riposarsi?? questo xchè ovviamente lui non può salire a casa mia).
    Hanno portato avanti questo gioco sperando io cedessi, invece adesso piu' di prima sono convinta di amarlo, e di voler stare con lui. Lui dal canto suo, ha sopportato questa assurda situazione, con pazienza e dandomi un appoggio che pochi altri sarebbero stati disposti a darmi.
    Arrivata ormai allo sfinimento (dopo 2 mesi pieni di litigi continui!!!) mi domando: che diavolo ho fatto di male per meritarmi le punizioni, gli ostacoli, o l'esser cacciata di casa ??? (si',è accaduto anche questo).
    Se veramente lui non dovesse essere il ragazzo adatto a me, a quel punto sarò IO, e SOLO io a decidere del mio rapporto, e non terze persone. (anche xchè ho la bellezza di 24 anni!!!).
    D'accordo anche sul fatto che i genitori hanno il diritto di consigliare, anche di criticare se è necessario, le scelte dei propri figli...ma non certo di ostacolarle.
    Il mio ragazzo non hai MAI mancato di rispetto a loro...
    Sono sicura che da parte dei miei ci sia solo una grande paura di vedermi crescere, e da parte di mia madre la convinzione che ogni ragazzo non vada bene per me (ha forse paura che io possa fare i suoi stessi errori...?).
    Mi piacerebbe poter condividere questa mia esperienza con altre persone che l'hanno vissuta,o che la stanno vivendo...

    un bacione e grazie di aver sopportato questo mio sfogo!!


    Hai tutto il mio appoggio mainera...coraggio!!! SAI CHE NON SEI SOLA........! Ehehheheh....

  9. #9
    Lovely L'avatar di piccolina
    Data registrazione
    10-12-2002
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,331
    A volte i genitori sono egoisti e credono che i figli debbano vivere le loro stesse esperienze negative per riuscire ad ottenere lo stesso loro grado di maturità dato da una vita piena di stenti e rinunce!
    Non riescono molto a comprendere che si può diventare maturi anche, se non soprattutto, vivendo esperienze positive e piene di felicità!
    Anche a me è capitata e capiterà ancora la stessa cosa, ma l'importante è essere determinati nel voler vivere la propria felicità accanto alla persona che si ama...il resto non conta perchè tutto con la forza di volontà è superabile!
    "Amare significa non dover mai dire mi dispiace" (Love Story di Arthur Hiller)

    "L’uomo può sopportare le disgrazie,
    esse sono accidentali e vengono dal di fuori:
    ma soffrire per le proprie colpe,
    ecco l’aculeo della vita."
    [Aforismi, Oscar Wilde]

  10. #10
    paoletta81
    Ospite non registrato

    Re: Re: quando l'amore è ostacolato

    Originariamente postato da francesca11
    Hai tutto il mio appoggio mainera...coraggio!!! SAI CHE NON SEI SOLA........! Ehehheheh....
    ti voglio bene...

  11. #11
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    I tuoi, in parte, hanno ragione.
    Si sono sentiti coinvolti in una faccenda tra te e il tuo ragazzo e, a modo loro, vorrebbero preservarti. Quindi crucciati si, ma non fare la guerra con loro. Gli uomini vanno e vengono (purtroppo questa è la realtà dei fatti anche se mi auguro che per te non sia così, ovviamente) ma la famiglia rimane sempre.
    Prova a far trascorrere un pò di tempo, affinche si sbolliscano. Mostra loro che tu e lui vi volete bene sinceramente e che siete spiaciuti per l'accaduto (qualunque cosa sia successa) e vedrai che, a poco a poco, capiranno e vi lasceranno liberi. In fondo hai 25 anni e sei libera di fare le tue scelte e di gestire i tuoi rapporti affettivi come desideri.
    Dall'altro lato sei sempre la loro "bambina" e la loro reazione è stata abbastanza giustificabile, a parte le punizioni e il cacciarti via di casa... una cosa che davvero non capisco.
    In fondo, sei loro figlia... che senso ha? Quanto paga parlare sinceramente a 4occhi, mettendo di canto le minacce che servono solo a mettere odio e paura!

    Te lo dico perchè è accaduto anche a me. Ho fatto anche le guerre con loro. Solo che, alla fine, avevano ragione.
    Ultima modifica di pinga : 11-01-2006 alle ore 00.56.35

Privacy Policy