• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13

Discussione: Zombie

  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253

    Zombie

    questa notte:

    Ero intrappolata con altre persone in un palazzo con vetrate e cristalli e porte automatiche, fuori stava pian piano scendendo la notte ... dai vetri delle finestre guardo giù ... si sta formando un assembramento di forme sinistre ... zombie. Sono terribili e sanguinari, violenza cieca allo stato puro hanno in mano coltellacci mostruosi, seghe elettriche sono evidentemente senza controllo si avventano su ogni persona nel loro raggio d'azione "uomini" o "zombie" che siano ... si introducono anche nel palazzo, fuggiamo, io devo proteggere qualcuno e a mia volta o qualcuno che mi protegge, riesce a farmi fuggire da scale di servizio. Ci ritroviamo poi nel piazzale ai piedi del palazzo si avvinano in troppi , il terrore non mi fa agire con lucidità fuggo ma non so neanche verso quale direzione. Insieme ad altri entriamo in un edificio basso, un unico stanzone con una sola entrata che crediamo difendibile e blocchiamo l'ingresso ai "mostri".
    Loro cominciano a straziarsi a vicenda assetati di sangue, mutilazioni e "squartamenti" riescono a farsi un varco e a entrare nell'edificio dove siamo noi. io so che sta per arrivare l'alba e attendo con trepidazione che i raggi del sole facciano sparire i mostri. Alle prime luci anche l'edificio si trasforma ... è una chiesa. La potenza del luogo sacra associata alla luce del sole DISINTEGRA i mostri ... siamo salvi e liberi

    Mi sono svegliata in preda al panico e mi sono riaddormentata dopo molto con la lucetta accesa
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  2. #2
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2

    Re: Zombie

    Originariamente postato da alea
    questa notte:

    Ero intrappolata con altre persone in un palazzo con vetrate e cristalli e porte automatiche, fuori stava pian piano scendendo la notte ... dai vetri delle finestre guardo giù ... si sta formando un assembramento di forme sinistre ... zombie. Sono terribili e sanguinari, violenza cieca allo stato puro hanno in mano coltellacci mostruosi, seghe elettriche sono evidentemente senza controllo si avventano su ogni persona nel loro raggio d'azione "uomini" o "zombie" che siano ... si introducono anche nel palazzo, fuggiamo, io devo proteggere qualcuno e a mia volta o qualcuno che mi protegge, riesce a farmi fuggire da scale di servizio. Ci ritroviamo poi nel piazzale ai piedi del palazzo si avvinano in troppi , il terrore non mi fa agire con lucidità fuggo ma non so neanche verso quale direzione. Insieme ad altri entriamo in un edificio basso, un unico stanzone con una sola entrata che crediamo difendibile e blocchiamo l'ingresso ai "mostri".
    Loro cominciano a straziarsi a vicenda assetati di sangue, mutilazioni e "squartamenti" riescono a farsi un varco e a entrare nell'edificio dove siamo noi. io so che sta per arrivare l'alba e attendo con trepidazione che i raggi del sole facciano sparire i mostri. Alle prime luci anche l'edificio si trasforma ... è una chiesa. La potenza del luogo sacra associata alla luce del sole DISINTEGRA i mostri ... siamo salvi e liberi

    Mi sono svegliata in preda al panico e mi sono riaddormentata dopo molto con la lucetta accesa

    AARGH....che incubo!!! Non è che avevi mangiato pesante...co ste feste...sai....

    Comunque, prima di dare il mio umile parere onirico..volevo chiederti: hai visto film orror recentemente?
    hai mai fatto sogno simile a questo?

    baci e buone feste, sogni compresi
    Buona vita a tutti!

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    ho mangiato pochissimo, pasta al burro con una spolverata di parmigiano.

    Si ho già fatto incubi simili era da un po' però che non ne avevo di così "truculenti" e orrorifici. No, evito accuratamente film dell'orrore. Mi sono spaventata anche a guardare Henry Potter (si capisce il genere di fifona)
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  4. #4
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Uhm.....vivi con uno stato di continua ansia la tua vita...forse.

    non so, ma è come se ti sentissi minacciata da forze più grandi di te, che non ti sentissi l'unica, che attendessi che qualcuno, dopo i tuoi tentativi estremi, se tu non riuscissi da te a salvarti, salvasse te!

    Cosa ti può spaventare tanto, mi chiedo?
    Buona vita a tutti!

  5. #5
    io mordo
    Ospite non registrato

    Re: Zombie

    Originariamente postato da alea
    io devo proteggere qualcuno
    non credo sia la prima volta nei tuoi sogni... probabilmente il soggetto è tuo figlio, no? poi mi sembra che tu abbia già sognato pure gli zombie...



    Originariamente postato da alea
    e a mia volta o qualcuno che mi protegge, riesce a farmi fuggire da scale di servizio.


    ...allora, tu crei una situazione terribile per poter provare il tipo di eccitamento che deriva dall'avere sangue freddo, dal dover difendere qualcuno, dalla possibilità di distruggere gli zombie... pensi che sia giusto?
    ...crei addirittura un tuo difensore visto che probabilmente non ti senti all'altezza di difendere quel qualcuno... quindi trattasi di uno dei famosi scherzetti: segnale di pericolo: non ti senti all'altezza di poter soddisfare il tuo desiderio trucido...
    ..il desiderio di difendere x anche se probabilmente non ce n'è bisogno... suppongo allora che tu sia solita, nella veglia, avere paranoie riguardo alla presunta precarietà di x...
    ...è lecito supporre allora che sia tu stessa a sentirti indifesa (visto che ti crei un difensore)... e che proietti quindi la tua precarietà su x così da generare appunto le paranoie su di lui e poter fruire in fine del piacere paradossale...

    che dici?

    ciao Pat

    Buone feste!

  6. #6
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2

    Re: Re: Zombie

    [QUOTE]Originariamente postato da io mordo
    [B]non credo sia la prima volta nei tuoi sogni... probabilmente il soggetto è tuo figlio, no? poi mi sembra che tu abbia già sognato pure gli zombie...







    ...allora, tu crei una situazione terribile per poter provare il tipo di eccitamento che deriva dall'avere sangue freddo, dal dover difendere qualcuno, dalla possibilità di distruggere gli zombie... pensi che sia giusto?
    ...crei addirittura un tuo difensore visto che probabilmente non ti senti all'altezza di difendere quel qualcuno... quindi trattasi di uno dei famosi scherzetti: segnale di pericolo: non ti senti all'altezza di poter soddisfare il tuo desiderio trucido...
    ..il desiderio di difendere x anche se probabilmente non ce n'è bisogno... suppongo allora che tu sia solita, nella veglia, avere paranoie riguardo alla presunta precarietà di x...
    ...è lecito supporre allora che sia tu stessa a sentirti indifesa (visto che ti crei un difensore)... e che proietti quindi la tua precarietà su x così da generare appunto le paranoie su di lui e poter fruire in fine del piacere paradossale...


    può darsi...può darsi....

    Però mi chiedo: se è come dici tu, perchè , allora, l'ansia che arrivi l'alba della salvezza?
    Buona vita a tutti!

  7. #7
    io mordo
    Ospite non registrato
    casomai l'ansia che l'alba della salvezza non arrivi in tempo...
    poi arriva e credo sia espressione del desiderio istintivo senza che vi sia un adeguato segnale di pericolo... mi sembra che in generale nei sogni di Alea i segnali di pericolo siano solitamente deboli...
    ciao

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    eh già ... più la situazione è terribile più DEVO essere io brava e in gamba per riuscire a fronteggiarla.
    Zombie ... qualcosa di "morto" che però ritorna.
    Si se mi devo "sempre" prender cura di altri più deboli e indifesi posso "negare" la mia debolezza.

    Di cosa ho così terribilmente paura e reputo mostruosamente pauroso .?.. mi viene in mente solo una "cosa" ... la rabbia ingovernabile, violenza cieca.

    "mi sembra che in generalE nei sogni di Alea i segnali di pericolo siano solitamente deboli" ...

    mi "racconti" un po' di più su questo?

    grazie

    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  9. #9
    io mordo
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da alea
    eh già ... più la situazione è terribile più DEVO essere io brava e in gamba per riuscire a fronteggiarla.
    Zombie ... qualcosa di "morto" che però ritorna.
    Si se mi devo "sempre" prender cura di altri più deboli e indifesi posso "negare" la mia debolezza.

    Di cosa ho così terribilmente paura e reputo mostruosamente pauroso .?.. mi viene in mente solo una "cosa" ... la rabbia ingovernabile, violenza cieca.
    qui si sta appunto discutendo su quanto possa considerarsi vera l'affermazione che dietro una paura ci sia sempre il desiderio di ciò che ci spaventa...


    Originariamente postato da alea
    "mi sembra che in generalE nei sogni di Alea i segnali di pericolo siano solitamente deboli" ...

    mi "racconti" un po' di più su questo?

    grazie

    Pat
    Significa che il tuo senso del pericolo è scarso... in realtà non so dirti molto altro a riguardo... immagino che sia la conseguenza del fatto che si reagisca con rabbia al sintomo stesso, attaccandolo... la difficoltà a tollerare il segnale di pericolo (tolleranza alla frustrazione) scatena ancora un'altra reazione di rabbia, istintiva, di eccitamento per cui non si percepisce il segnale come spaventoso e si va avanti allo stesso modo...

    ciao

  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    provo a darne una mia "lettura" ... io sono gli zombie assetati di sangue, violenti, mostruosi, "morti" , io sono anche il "difensore", io sono anche il "luogo sicuro", stanzone che si fa chiesa.

    Credo di non riuscire più a tollerare la "rabbia" che sento invadermi, ora mi sto domandando perchè sempre rabbia e non modalità più evolute (sane?) di risposte emotive agli eventi?

    credo che quando inizierò a prendermi cura del mio "stanzone" e a farlo diventare luogo "sacro" non dovrò più preoccuparmi ne' di trasformarmi in mostro assetato di sangue ne' di essere sempre un "eroe" all'altezza della situazione.

    forse sono un po' troppo criptica, mi sono servita di questo discutere per riflettere ...
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  11. #11
    io mordo
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da alea
    provo a darne una mia "lettura" ... io sono gli zombie assetati di sangue, violenti, mostruosi, "morti" , io sono anche il "difensore", io sono anche il "luogo sicuro", stanzone che si fa chiesa.

    Concordo, certo.



    Originariamente postato da alea
    Credo di non riuscire più a tollerare la "rabbia" che sento invadermi, ora mi sto domandando perchè sempre rabbia e non modalità più evolute (sane?) di risposte emotive agli eventi?


    Beh, perchè ognuno di noi ha la propria soglia cerebrale (quella oltre la quale scatta una risposta paradossale) tarata in base alla sua storia, alle sue esperienze, alla sua educazione, ai modelli appresi... il succo sta nel concetto di tolleranza alla frustrazione... chi tollera di più e chi di meno... bisogna imparare a tollerare la frustrazione, sentire il dolore, la precarietà senza cedere alla rabbia (rabbia in senso lato) e tentando di apprendere nuove modalità di consolazione... sentire la propria dipendenza dagli altri... non voler essere un'eroe sempre e a tutti i costi...

    Originariamente postato da alea
    credo che quando inizierò a prendermi cura del mio "stanzone" e a farlo diventare luogo "sacro" non dovrò più preoccuparmi ne' di trasformarmi in mostro assetato di sangue ne' di essere sempre un "eroe" all'altezza della situazione.

    Credo che quando smetterai di trasformarti in mostro assetato di sangue e\o in eroe vorrà dire che ti sarai decisa a prenderti cura del tuo luogo sacro...

  12. #12
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da alea
    provo a darne una mia "lettura" ... io sono gli zombie assetati di sangue, violenti, mostruosi, "morti" , io sono anche il "difensore", io sono anche il "luogo sicuro", stanzone che si fa chiesa.

    Credo di non riuscire più a tollerare la "rabbia" che sento invadermi, ora mi sto domandando perchè sempre rabbia e non modalità più evolute (sane?) di risposte emotive agli eventi?


    Agisci con rabbia perchè ti senti frustrata. E poi, la rabbia non è una modalità sana di risposta? Io penso che qui, il punto non è, che la risposta sia sana o meno. La rabbia è una modalità di risposta sana quando sia inizio di altre modalità, non unica risposta, che la renderebbe insana.

    ciao

    Buona vita a tutti!

  13. #13
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Originariamente postato da sinonimo
    Agisci con rabbia perchè ti senti frustrata. E poi, la rabbia non è una modalità sana di risposta? Io penso che qui, il punto non è, che la risposta sia sana o meno. La rabbia è una modalità di risposta sana quando sia inizio di altre modalità, non unica risposta, che la renderebbe insana.

    ciao


    Buona vita a tutti!

Privacy Policy