• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 7 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 100
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243

    scuole di psicoterapia e porspettive lavorative

    salve a tutti
    volevo discutere su questo thread un argomento molto importante per noi psicologi: le scuole di SPECIALIZZAZIONE e le PROSPETTIVE LAVORATIVE che ci offrono....

    insomma sono molto indeciso se intraprendere una scuola oppure no...
    vorrei sapere, dagli specializzati e/o specializzandi, come è la loro situazione lavorativa: di cosa vi occupate? siete soddisfatti dell'impiego assunto? siete soddisfatti della paga?

    gradirei che si astenessero da questa discussione le persone che ancora stanno studiando per la laurea in psicologia e che vedono il futuro lavorativo con irrealistico ottimismo...
    insomma qui vorrei parlare non di speranze, non di ipocrisie (del tipo: "chi cerca trova", "non bisogna mai arrendersi" ecc ecc... ) bensì di FATTI!

    un saluto a tutti

  2. #2
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Mi sembra una discussione molto interessante e ancor più interessante il fatto che nessuno abbia risposto...
    Forse perchè si tende a legare le possibilità lavorative alla scuola di specializzazione facendo il ragionamento: "se non trovo lavoro come psicologo mi iscrivo alla scuola di specializzazione perchè ho più possibilità lavorative", senza tener conto che se il lavoro non c'è per una serie di motivi che non hanno a che fare con la scarsa preparazione delle persone che si propongono, difficilmente ci sarà semplicemente per il fatto che ci siamo specializzati (nahce perchè è una formazione per imparare a fare lo psicoterapeuta e non lo psicologo!).
    Vedo parecchie persone iscritte a costosissime scuole di specializzazione che nel fine-settimana frequentano le lezioni e studiano e durante la settimana fanno gli educatori, le segretarie o altro, con una parentesi un giorno a settimana quando fanno tirocinio e possono finalmente sovolgere la professione per cui si stanno formando ma completamente gratis.

    Se tu parli di paga credo che nessuno possa risponderti perchè finchè non è finita la scuola non puoi fare lo psicoterapeuta perciò sicuramente nessuno ti può pagare per farlo!
    In quanto alla professione privata non puoi parlare di paga: io due mesi fa sono stata contattata da due potenziali pazienti, poi uno non si è fatto più sentire e per l'altro si è visto che necessitava di una struttura specializzata, da allora più nessuno e non si sa fino a quando. Perciò sono guadagni non garantiti e che possono esserci oggi e domani non più.
    Non credo di conoscere nessuno (a parte forse qualche docente di scuole di specializzazione) che vive solo del lavoro di psicoterapeuta privato: tutti sono consulenti per qualche comunità-ente-associazione per almeno qualche ora la settimana in modo da avere un'entrata fissa da affiancare all'attività privata, oltre che un modo di mantenere utili e preziosi contatti per continuare ad avere pazienti.
    Comunque magari mi sbaglio e c'è invece qualcuno che grazie alla scuola di specializzazione ha dato una svolta alla sua vita...
    Vimae

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    è proprio questo il problema...la maggior parte delle persone ha ben pochi pazienti...e cmq insufficenti a ripagarsi almeno l'affitto dello studio...

    rimango dell'ipotesi che siamo + psicologi/psicoterapeuti che pazienti..

    ma tu Vimae sei già specializzato/a?
    se si in che cosa?

    ciao

  4. #4
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    No non mi sono ancora specializzata, sono al 2° anno.
    Però lavoro da qualche anno come psicologa e ho deciso di intraprendere la specializzazione sia per fare qualcosa di diverso e nuovo (mi piace buttarmi in nuove cose) sia perchè sentivo che spesso non avevo gli strumenti per proseguire il lavoro che avevo iniziato e mi ritrovavo a fare molti invii mente invece mi sarebbe piaciuto andare avanti.
    Nella struttura in cui lavoro poteva far comodo una psicoterapeuta che si occupasse di bambini... ed ecco fatta la scelta!
    Devo ammettere che però ho volutamente aspettato un pò perchè volevo prima rendermi ben conto di cosa significasse fare la psicologa e devo ammettere che questa soluzione di fare entrambe le cose (una ancora allo stato potenziale) mi paice molto.
    Primo perchè grazie al lavoro di psicologa (che è più avviato) riesco a vivere (sopravvivere forse è più corretto), secondo perchè è utile avere uno stacco e fare cose diverse.
    Quando lavori con la psicopatologia e fai un lavoro profondo come quello psicoterapeutico reggi qualche ora e non di più e per me è un sollievo fare qualche ora di terapia e poi dedicarmi a qualche colloquio "semplice" o a qualche progetto.
    Se dovessi fare la psicoterapeuta (o l'apprendista come ora) tutto il giorno probabilmente rischierei il burn-out e non riuscirei a lavorare più di 3 ore al giorno!
    Invece così stacco ma nello stesso tempo rimango in ambito e questo mi permette di applicare ogni giorno le cose che studio, anche nei colloqui "semplici" che ora riesco spesso a rivedere in una luce diversa quando torno a casa e ci rifletto sopra.
    Insomma una cosa aiuta l'altra e viceversa...
    Vimae

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    in che tipo di struttura lavori?

  6. #6
    Partecipante L'avatar di topo1974
    Data registrazione
    24-06-2002
    Residenza
    brianza
    Messaggi
    56
    io sono ormai quasi al quarto anno di scuola di specializzazione...se mi chiedi se il biglietto da visita del "sto frequentando la scuola di specialità" mi è servito per trovare un lavoro la mia risposta è un no secco e anzi, aggiungerei che in molti casi è stato un ostacolo perchè per alcuni giorni al mese non puoi lavorare e per alcuni capi è sata una seccatura. Questa è la cattiva notizia...
    la buona notizia invece è che credo che la scuola mi stia dando molto e se tornassi indietro la rifarei, nonostante i sacrifici sia economici che non.
    altra buona notizia è che dopo una gavetta di circa due anni in cui ho fatto pressoché solo l'educatrice (prima un anno in comunità per minori e poi vari servizi per minori come lo spazio gioco per bambini 0-3 anni e genitori, il prescuola, l'intermensa, i centri estivi...etc etc) più lezioni delle materie più disparate presso scuole professionali (immaginati a insegnare "tecniche di ricerca attiva del lavoro"e via dicendo agli elettricisti!) ad un certo punto ho vinto un concorso (e sottolineo: senza racconandazione!!) e ora lavoro come psicologa presso un comune nel servizio tutela minori...e ti assicuro che la scuola di specialità non mi ha dato molto punteggio per entrare, tanto che all'orale del concorso mi sono persino dimenticata di dire che la frequentavo! Certo, sono a tempo determinato, ma mi hanno già rinnovato il contratto tre volte e sono lì da circa due anni... nel frattempo ho trovato anche un altro lavoro (perchè in comune sono solo a 20 ore settimanali e oltretutto lo stipendio non è granché): coordino dei corsi di formazione professionale...non faccio proprio la psicologa (anche se ci sarebbe da discutere rispetto a questo!) ma guadagno bene ed è un buon lavoro.
    in aggiunta vedo anche qualche paziente in studio...ma è cosa rara...
    insomma, il futuro è nero e soprattutto credo che quello che lo renda così nero è il perenne senso di precarietà, e a questo non sono immune nemmeno io, ma non sempre ci sono momenti cupi...
    "le premesse sono come le piante dei piedi: non puoi vederle perché ci stai sopra."
    Gianfranco Cecchin

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    ciao Topo, grazie per il tuo intervento.
    mi sembra di capire che nel tuo caso i 4 anni sono utili per una tua personale formazione...ti danno sicurezza...ma non sono strettamente necessari per il tuo lavoro (visto che cmq lavori pur non essendo ancora specializzata sulla carta)...

    sono contento di sentire che ogni tanto c'è qualcuno che "guadagna bene"

    vorrei capire se, insomma, questi 4 anni sono indispensabili per lavorare o se sono una sorta di elemento aggiuntivo importante ma non necessario...

    grazie in anticipo a tutti!

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di belanda
    Data registrazione
    25-09-2002
    Residenza
    Il mondo
    Messaggi
    5,261
    Secondo me,bisogna far prima gavetta da psicologo..vedere come vanno le cose,capire tu su cosa sei portato e poi eventualmente fai la scuola di specializzazione.
    Io sto ancora studiando,sono al primo anno della laurea specialistica in ps.clinica..ed io ho pensato di fare quello che ti ho scritto su.Non voglio "tapparmi"le ali subito con la scuola di specializzazione..cmq ho ancora un anno x pensare
    E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo, non sono gli amori felici bensì quelli contrastati.
    (Gabriel García Márquez)

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    BELANDA: grazie per aver postato...
    anche io la penso così...prima è meglio capire cosa vuoi e poi agisci di conseguenza...

    il punto è che io, in realtà, so benissimo cosa vorrei fare...ma non so se mi sarà permesso di farlo dai tempi che corrono (in italia e in questo periodo lo psicologo/psicoterapeuta non fa fortuna)...

    POSSIBILE CHE NON CI SONO PERSONE GIà SPECIALIZZATE (MAGARI ANCHE SU CON GLI ANNI) CHE STANNO LEGGENDO QUESTO FORUM????
    CARI PSICOTERAPEUTI...ASPETTO LE VOSTRE CONSIDERAZIONI!

    saluti

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di belanda
    Data registrazione
    25-09-2002
    Residenza
    Il mondo
    Messaggi
    5,261
    Originariamente postato da marco.78
    il punto è che io, in realtà, so benissimo cosa vorrei fare...ma non so se mi sarà permesso di farlo dai tempi che corrono (in italia e in questo periodo lo psicologo/psicoterapeuta non fa fortuna)...
    Secondo me é sbagliato decidere in base a quanta fortuna ti vuoi fare..se volevi diventare milionario prendevi odontoiatria,ingegneria,economia..nn psicologia.
    Io ragiono così..non mi va di diventare milionaria sulle spalle della povera gente ke ha bisogno di un aiuto.
    E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo, non sono gli amori felici bensì quelli contrastati.
    (Gabriel García Márquez)

  11. #11
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743
    Credo che Marco per "fortuna" intendesse la possibilità di lavorare e non i soldi...
    Anche perchè se vuoi lavorare bene e tanto devi continuare a formarti e con quello che costa la formazione non vedo ampi margini di guadagno!
    Anche io concordo sulla necessità di imparare prima a fare lo psicologo e poi poter scegliere se fare lo psicoterapeuta, altrimenti rischi di scegliere una scuola che non fa per te o addiruttura un lavoro che non fa per te.
    Però non sempre ti danno la possibilità di imparare a fare lo psicologo perchè ormai è difficile non solo trovare lavoro ma anche sedi per fare il tirocinio!
    Dove lavoro io arrivano in media 20-30 curriculum per due posti da tirocinante e anche per i tirocini di specializzazione la situazione non è rosea: le domande sono talmente superiori ai posti che qualche tempo fa qua a Milano alcune strutture chiedevano 500 euro di "tassa" agli specializzandi... era anche stato sollevato da qualcuno qui sul forum...
    Vimae

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    Originariamente postato da belanda
    Secondo me é sbagliato decidere in base a quanta fortuna ti vuoi fare..se volevi diventare milionario prendevi odontoiatria,ingegneria,economia..nn psicologia.
    Io ragiono così..non mi va di diventare milionaria sulle spalle della povera gente ke ha bisogno di un aiuto.
    scusa vado a vomitare e torno!

    ma ke ti salta in testa?
    ma ke dici?

    tra i milionari hai nominato anche i dentisti! ...e loro non fanno i soldi sulla sofferenza degli altri???

    speravo che non ci fosse ipocrisia in questo forum...mi sbagliavo!

    se vuoi redimerti sono disposto a darti un'altra possibilità...ma una soltanto

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    secondo me ci sono speculatori e speculatori....
    lo psicologo che specula sulla povera gente è quello che si prende 100€ a seduta per sedute di 45 minuti scarsi! che magari in ogni seduta non fa altro che ripetere cose dette in sedute precedenti...

    io sicuramente non sarò così...

    RAGA PER FAVORE: NO ALL'IPOCRISIA...NO AI DISCORSI CON GLI OCCHI LANGUIDI SULLA SFORTUNA DEGLI ALTRI...NO A FALSE SPERANZE...NO ALL'OTTIMISMO IRREALISTICO...
    SI AI FATTI...

    per fortuna intendo anche il semplice lavorare per vivere..anzi sopravvivere...

    capito cara Belanda?

  14. #14
    Partecipante Assiduo L'avatar di kikka5
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    211
    tra i milionari hai nominato anche i dentisti! ...e loro non fanno i soldi sulla sofferenza degli altri???

    speravo che non ci fosse ipocrisia in questo forum...mi sbagliavo!

    non per farmi i fatti vostri........
    ma........
    scherzi vero??????????????????

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di marco.78
    Data registrazione
    06-02-2005
    Messaggi
    243
    io non scherzo, se Belanda scherza non posso saperlo...

    il forum sta già prendendo una brutta piega..
    Belanda, Kikka..se avete voglia di continuare la discussione "parallela" facciamolo in privato o in altri forum...

    qui cerchiamo di capire altre cose!

    saluti

Pagina 1 di 7 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy