• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11

Discussione: il pranzo

  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ariuxe
    Data registrazione
    24-09-2005
    Messaggi
    506

    il pranzo

    Vi racconto un sogno che mi ha seguito per tanti anni: mi trovavo sempre nella stessa casa, ma le persone non le vedevo sapevo che erano lì ma non le vedevo. Sapevo di dover preparare loro un pranzo, dovevo farle mangiare...adesso sono un pò di anni che non lo faccio più questo sogno ma il suo ricordo è ben vivo
    ciao e un abbraccio a tutti
    Molti vedono le cose così come sono e si domandano il perchè. Io sogno di cose che non sono mai state e mi domando perchè NO!
    G.B. Shaw

  2. #2
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    Forse, dico , forse, questo sogno rivela le aspettative che alcuni da sempre hanno nutrito per te. I commensali rappresentano le persone che devi soddisfare col cibo ( simbolo di buoni comportamenti da offrire loro, il meglio di te). Non vedi i commensali ma sai che ci sono: non sai o non vuoi vedere chi nutre aspettative nei tuoi confronti.

    mi fermo qui perchè un conto è che tu sai chi c'è a tavola ma non lo vedi, un conto se è gente sconosciuta. Nel primo caso è un sogno più orientato verso una relazione oggettuale meglio definita e la gente ne è il simbolo, nel secondo cambierei interpretazione.

    Allora, queste persone sapevi o immaginavi chi potessere essere?
    Buona vita a tutti!

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    e la casa? sai quale casa era? ulteriori descrizioni della casa ...
    usi "dovevo preparare da mangiare" un'azione connotata da dovere e non da piacere, aver voglia, preoccuparsi o ...
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ariuxe
    Data registrazione
    24-09-2005
    Messaggi
    506

    ciao

    ciao alea e sinonimo!
    l'interpretazione di sinomino mi calza da sempre molti si aspettano molto da me!
    Le persone so che sono della famiglia oppure persone con cui lavoro.
    La casa la sensazione è che la casa sia quella dove vivevo con i miei genitori, però è enorme nel sogno, lavoro in una cucina grande però faccio fatica a vedere c'è poca luce
    Non riesco a mettere insieme altri particolari
    Molti vedono le cose così come sono e si domandano il perchè. Io sogno di cose che non sono mai state e mi domando perchè NO!
    G.B. Shaw

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253

    Re: ciao

    Originariamente postato da santina60

    La casa la sensazione è che la casa sia quella dove vivevo con i miei genitori,

    però faccio fatica a vedere c'è poca luce
    All'inizio dici che è un sogno che ti ha seguita per molti anni ... e difatti pensi di riconoscere la casa dell'infanzia ...

    faccio fatica a vedere: non voglio/desidero vedere, è ancora tutto da "scoprire" ... c'è bisogno di più luce

    sono solo "mie associazioni" ma sembra, come sogno ricorrente, far parte di un lavoro "faticoso" per portare alla luce elementi riferiti alle "prestazioni" per farsi amare da "altri significativi"

    ripeto sono "miei" associazioni, molto spesso i miei sogni hanno a che fare con cucine e la preparazione di pasti e cibo, c'è però nei miei sogni la componente di vedere il cibo di godere della preparazione, del faccendare e del calore delle cucine. Nei miei sogni io mi vedo preparare con cura , molto spesso con piacere e amore il cibo che però io non consumo, ricorrente è che preparo per gli altri ma io mi "auto-escludo".

    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ariuxe
    Data registrazione
    24-09-2005
    Messaggi
    506

    bella!

    il sogno è svanito quando ho cominciato ad avere un pò di sano egoismo, non che ora non continui ad essere Mary Poppins ma lo faccio con moderazione. Non ho mai visto ciò che cucinavo e riflettendoci l'emozione forte che sentivo era il senso del dovere.
    Grazie Alea mi hai dato un ottimo spunto, sto' senso del dovere mi stanca mi toglie energie e sto di nuovo esagerando anche al lavoro...
    Molti vedono le cose così come sono e si domandano il perchè. Io sogno di cose che non sono mai state e mi domando perchè NO!
    G.B. Shaw

  7. #7
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2

    eh..no..

    EH, no...attenti al dovere ...bello essere bravi, diligenti, ma cercare la perfezione no....e quei sogni rivelano ,credo, l'ansia connessa alla ricerca del perfezionismo...visto come imposizione.
    Concordo cn Alea, il non visto come segno di ciò che non vuoi vedere, cioè è come se dicessi: ok, volete che faccio la brava? Me lo chiedete di continuo? va bene, preparo qualcosa per voi..( uffa che barba!) ma di mala voglia, resto indifferente a ciò che sto preparando...apparentemente sto lavorando per voi, in realtà non mi impegno veramente a far qualcosa...che me frega di ciò che vi preparo?
    Buona vita a tutti!

  8. #8
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    in pratica , il perfezionismo reale non esiste: non è una tua esigenza essere brava e diligente, non lo fai per te, in tal senso dico. Sono le aspettative degli altri che ti impongono di far vedere ( preparare pranzo) che sei brava in qualcosa , ma questo qualcosa poco conta: nn vedi il pranzo, forse non sai cosa vogliono da te realmente, comunque sei infastidita e agisci senza voler vedere la strada che ti chiedono di tracciare; ovvero inizi a tracciarla, i preparativi ma nn c'è una meta tua, è una strada fantasma.
    Buona vita a tutti!

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ariuxe
    Data registrazione
    24-09-2005
    Messaggi
    506

    sinonimo

    ci penso. In effetti non mi ero soffermata su quest desiderio di perfezionismo, questo potrebbe spiegare perchè sono ordinata al lavoro quasi maniacale e "svaccata" a casa? Oppure perchè i miei cassetti sono un disastro ma tengo perfetti quelli del mio compagno? E poi perchè devo sempre finire quello che comincio e vivo con angoscia le cose in sospeso?
    Credo che non me ne freghi nulla di ciò che cucino perchè lo faccio per dovere devo farlo...
    Molti vedono le cose così come sono e si domandano il perchè. Io sogno di cose che non sono mai state e mi domando perchè NO!
    G.B. Shaw

  10. #10
    Super Postatore Spaziale L'avatar di sinonimo
    Data registrazione
    21-07-2005
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    2,880
    Blog Entries
    2
    si infatti, è come se tu fossi ordinata solo per "dovere", non perchè ti piaccia esserlo....
    Buona vita a tutti!

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di ariuxe
    Data registrazione
    24-09-2005
    Messaggi
    506

    casa che accoglie

    ho riflettuto molto sulla tua frase. E' vero faccio le cose per gli altri anzi per essere accettata...credo proprio che il tema dell'accettazione si leghi al senso del dovere.
    La casa non la vedo forse perchè mi sento io una casa che accoglie?
    Molti vedono le cose così come sono e si domandano il perchè. Io sogno di cose che non sono mai state e mi domando perchè NO!
    G.B. Shaw

Privacy Policy