• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 22

Discussione: sentimenti

  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di iceffusion
    Data registrazione
    27-09-2002
    Residenza
    Noci (Ba)
    Messaggi
    121

    sentimenti

    vorrei proporre un forum sui sentimenti...in cui ognuno possa dire la sua sulla complessità delle relazioni e sulle difficoltà della gestione dei rapporti umani....ma anche su tutto ciò che di bello ruota intorno ad essi!!!!
    aspetto le vostre risposte!!!!!

  2. #2
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    mi sembra una tematica molto interessante ice ma forse se ne potrebbe
    parlare semplicemente qui

  3. #3
    [color=#9663CF:e958d643c7]ciao iceffusion
    se vuoi proporre un nuovo forum, dovresti dare un'occhiata alle [b:e958d643c7]regole[/b:e958d643c7] per richieste e attivazione nuovi forum su OPs
    a me sembra una bella idea se deciderai di portarla avanti...in bocca al lupo

    chia [/color:e958d643c7]
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  4. #4
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    L'idea è carinissima volendo se ne puo' cominciare a parlare qui cmq.. come dice Lorixnt2...

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di iceffusion
    Data registrazione
    27-09-2002
    Residenza
    Noci (Ba)
    Messaggi
    121
    parlarne qui va benissimo....
    aspetto le vostre opinioni!!!!!!

  6. #6
    Ospite non registrato
    E' un'idea bellissima...

    per parlarne un po qui volevo fare una domanda..

    Da quando ho iniziato a studiare psicologia mi è venuto un dubbio atroce che non riesco a far andar via.
    Studiamo in tutte le salse il perchè di tutto, compreso il perchè dei sentimenti, ci sono motivazioni di tutti i tipi, a partire da quelle bioloogiche a quelle psicoanalitiche, il mio dubbio atroce è che da quando studio tendo a razionalizzare tutto, compresi appunto i sentimenti...
    Nei rapporti con gli altri non riesco più a prendere le cose per cosi come sono, ad esempio se provo una simpatia per qualcuno e un antipatia per un altra persona comincio a chiedermi il perchè... (con conseguenze catastrofiche sulla spontaneità del rapporto!)

    Ora mi chiedo, è giusto farlo o mi devo adagiare sulla risposta: "semplice, uno ti è simpatico, l'altro ti è antipatico"?

    Baci a tutti!!

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    io credo sia abbastanza normale come deformazione e anche inevitabile , ma che vada accettata, nel senso che , dati gli studi che facciamo , indubbiamente nel relazionarci agli altri siamo e saremo condizionati da domande che puntualmente e senza che lo vogliamo ci verranno in testa, cercando di analizzare le motivazioni di ognuno puntigliosamente e vedendoci la mente affollata di associazioni, richiami alle varie teorie studiate.... una sorta di incubo in cui ti viene da dire: fermate il mondo voglio scendere :specchio: ...
    penso che non possiamo prescindere da questo... ma penso anche che la simpatia e l'antipatia viaggino sulla ns pelle prima che nella ns testa e che magari possiamo affidarci alle sensazioni prima che ai ragionamenti, che poi verranno inevitabili, altrimenti rischiamo un conflitto insanabile tra emozioni e logica, non trovi?

  8. #8
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    Aderisco parola per parola a quello che ha detto sunflower.
    Semmai potessi fare un flame di quelli grossi con un filosofo che amo
    quasi incondizionatamente, Immanuel Kant, sceglierei questa sua massima

    [i:23ae46372b]La passione è il cancro della ragione[/i:23ae46372b]

    che ne configura, imho, uno degli aspetti più revocabili.

  9. #9
    Ospite non registrato
    Penso anch'io che sia inevitabile ma credo anche che ragionare troppo e soprattutto spontaneamente sulle cose porti un po a "perdere" l'essenza della relazione con gli altri ( oltre che con se stessi).

    Sul un libro di psicologia dinamica trovai una frase di Isaac Asimov che diceva
    "se la conoscenza vi da dei problemi, non sarà l'ignoranza a risolverli"

    Intendo dire che ogni tanto mi ritrovo a crearmi problemi a causa di associazioni e intuizioni che mi fanno vedere le cose, e parlo soprattutto di sentimenti, in modo diverso da come magari le vedono gli altri e magari trovarmi a desiderare di NON SAPERE....un enorme desiderio di NON SAPERE....in questo senso intendevo che gli studi di psicologia stanno interferendo non poco sulla mia vita di tutti i giorni e anche in modo molto prepotente!

    Fino a qualche anno fa vedevo i sentimenti come un qualcosa di "magico" e so che è una concezione molto "ottocentesca" ma devo dire la verità che tra credere a quella magia e soffermarmi a razionalizzare tutto... preferivo la prima!

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    [quote:bf3b480843="kikka"]Penso anch'io che sia inevitabile ma credo anche che ragionare troppo e soprattutto spontaneamente sulle cose porti un po a "perdere" l'essenza della relazione con gli altri ( oltre che con se stessi)...
    Fino a qualche anno fa vedevo i sentimenti come un qualcosa di "magico" e so che è una concezione molto "ottocentesca" ma devo dire la verità che tra credere a quella magia e soffermarmi a razionalizzare tutto... preferivo la prima![/quote:bf3b480843]

    perchè non provi a "sfruttare" le tue conoscenze come risorsa in più nella relazione con gli altri, cimentandoti nell'impossibile, ma pur sempre degna di considerazione, impresa di conciliare ragione e sentimenti? forse potrebbe uscirne un bel mix!
    cmq concordo in pieno con la tua visione ottocentesco-romantica dei sentimenti: sarà infantile, ingenua, illusa, e quant'altro, ma è l'unica di cui mi fidi e che mi dia appagamento!

  11. #11
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    ciao Kikka
    Bè effettivamente chi studia psicologia finisce per iper analizzare i motivi dei propri sentimenti e di quelli altrui;spesso crea dei problemi questa tendenza..primo perchè è faticoso,mentalmente e affettivamente poi perchè gli altri se ne accorgono e hanno così la sensazione spiacevole di essere continuamente valutati.Secondo me bisognerebbe evitare di analizzare troppo il comportamento e i sentimenti di chi ci è vicino,perchè in fondo non possiamo mai sapere per certo quali siano le sue motivazioni;di solito è meglio fidarci di quello che ne pensa lui.
    Riconoscere le proprie motivazioni invece è positivo,soprattutto delle emozioni negative.E' sempre meglio capire perchè qualcuno ci è antipatico.
    per la simpatia può essere diverso..ma in fondo io non la vivo così,anche se posso trovare delle spiegazioni al perchè sento un legame per qualcuno..l'esperienza,il mio modo di sentire questa affinità,questa vicinanza, rimane magica;non l'ho scelto questo sentimento,ed è una parte vera di me stesso,qualunque sia la sua origine.
    Se queste riflessioni ti fanno perdere la spontaneità del rapporto devi stare attenta..anche su questo dovresti riflettere,potrebbe essere un meccanismo di difesa che usi;razionalizzare per non esporti troppo,e le tue conoscenze psicologiche possono diventare uno strumento,non la causa della razionalizzazione.Beh la mia è solo un'ipotesi,però pensaci.
    Ciao

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    non avevo pensato al meccanismo di difesa, e credo possa essere unìinterpretazione giusta visti i meccanismi inconsci che si attivano così spesso a livello latente...
    e poi sono daccordo con te Matteo anche per quello che riguarda le motivazoni delle ns azioni. trovo sia fondamentale capirle, sia quelle che ci muovono verso gli altri che con noi stessi

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di iceffusion
    Data registrazione
    27-09-2002
    Residenza
    Noci (Ba)
    Messaggi
    121
    Io invece mi chiedo un'altra cosa.....
    sarà xchè in questo momento a parlare è il mio cuore ferito :cry: :cry: ....mi chiedo:
    perchè nonostante lo studio della psico dovrebbe permettermi di avere una consapevolezza maggiore nel gestire le relazioni,mi ritrovo sempre nei casini...?voglio dire...x me è una lotta continua tra cuore e ragione...anche quando so che è meglio stare con i piedi x terra e non aspettarsi niente,mi ritrovo ad essere già "partita" emotivamente...e non è facile fare marcia indietro dopo....
    Help me.....

  14. #14
    Lorixnt2
    Ospite non registrato
    [quote:112eba0714="iceffusion"]voglio dire...x me è una lotta continua tra cuore e ragione...anche quando so che è meglio stare con i piedi x terra e non aspettarsi niente,mi ritrovo ad essere già "partita" emotivamente...e non è facile fare marcia indietro dopo....
    Help me.....[/quote:112eba0714]


    When Love with Reason fought
    Before the latter came to fly
    Her soul was vanishing and she thought:
    A million stars are in the sky

    And even if the stars would cease to shine
    When we are far apart my Love and I,
    If she would only come, I should not care
    Although a thousand stars were in the sky

    But why did God conspire to make her beauty?
    He made it with spring to wake desire
    as long as one weak star will be in the sky.



  15. #15
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Iceffusion:[quote:248d55b261]...x me è una lotta continua tra cuore e ragione...anche quando so che è meglio stare con i piedi x terra e non aspettarsi niente,mi ritrovo ad essere già "partita" emotivamente...e non è facile fare marcia indietro dopo.... [/quote:248d55b261]è vero quando si "parte emotivamente"la consapevolezza non può più fare niente..e inoltre si è molto attratti da questa partenza ..dopo non si può più fare marcia indietro finchè non si è costretti dalla realtà.La consapevolezza però può essere utile prima..c'è sempre uno spazio,un periodo di tempo in cui le emozioni sono ancora un po' indefinite..in quel momento la ragione può ancora guidarci..e bisogna fare in fretta

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy