• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Grandi magazzini innevati

    Eccomi di nuovo qui

    Nel sogno di stanotte io, Federico, Nicoletta e Danilo (cioè noi 4 che siamo usciti ieri sera a cena... ne manca solo uno) eravamo all'Iper Coop di Pesaro. Prima di entrare, ci fermiamo al bar e Federico prende un cioccolatino e una caramella, rispettivamente di 2 e 3 euro (al che lui era sconvolto quando glie l'ho raccontato stamattina mah chissà, forse eravamo nel futuro...). Federico chiede al tipo del bar di farci uno sconto, e lui gentilmente decide di farci pagare solo 2 euro. Tiro fuori la banconota da 5, e lui mi fa: "ah beh... se ce li hai, allora li prendo tutti!" e senza che io riesca a fare niente, se li prende. Io mi sento una cacca, perchè mi faccio sempre sovrastare... ma che potevo dirgli?

    Arriviamo all'ingresso dell'iper coop (dove ci sono tutte le casse) e guardando dentro vedo che è sempre lo stesso posto, ma di diverso ha che nevicava! Dentro! E i pavimenti erano ricoperti di neve, che copriva anche i piani bassi degli scaffali. Le persone giravano col cappotto, e anzichè i carrelli c'erano delle carrozze ottocentesche coi cavalli che si fermavano davanti agli scaffali dove qualcosa interessava al passeggero.

    Facciamo per entrare, ma una commessa ci dice che prima siamo obbligati a fare una foto di riconoscimento in vestiti ottocenteschi (si vede che era una cosa a tema!). Gli altri 3 fanno subito, ma quando tocca a me alla commessa finisce il rullino e va di la a cambiarlo, ma non torna mai. Aspetto, aspetto, con la cuffietta e il vestito d'epoca, e alla fine chiedo alla sua collega che cacchio stia facendo. Lei risponde che se n'è andata, e nessun altro può farmi la foto, lei non ne aveva il permesso.
    Sono arrabbiatissima e inizio a urlare, dico che cavolo, io lavoro (?) a Urbino, e mi hanno fatto perdere un sacco di tempo!
    Un signore mi sente e mi fa il verso: "sentitela lei, poverina! Lavora a Urbino! Coraggio, fatela passare perchè lei è un pezzo grosso, si fa il mazzo tutto il giorno per lavoro, a Urbino!" io vado da lui e inizio ad arrabbiarmi sul serio, gli dico che non ha capito, che è una persona maligna e, per dirla chiaramente, "lei non capisce un ca...o" insomma, io aggressivissima (non sono assolutamente così), lui però si altera, tira fuori la pistola e inizia ad inseguirmi. Io fuggo seguita dalui e dalle commesse (per la serie "ma lei la foto... l'aveva fatta?" no ), scivolo sulla neve, e nel frattempo incontro un sacco di gente che conosco, ma i miei 3 amici non si vedono, e io sono in ansia perchè li devo trovare!
    Raggiungo l'ascensore. E'uno strano macchinario immerso in un acquario coi pesci, che va su con la spinta dell'acqua (e i poveri pesciolini vengono spinti pure loro su e giù dalla pressione, o del movimento dell'ascensore... non sono esperta di fisica!). Il problema è che ci mette mezz'ora ad arrivare al sesto piano dove probabilmente sono i miei amici. Non so perchè siano li nel frattempo inizio ad avere fame, ma i miei soldi li ho finiti col bastardo del bar, e quindi mi "serve" Federico

    Arrivo al sesto piano, chiusa nell'ascensore con una ragazza un pò pesce pure lei (mi pare avesse la coda da sirena e il pancione come se fosse incinta) e corro verso il fast food, ma non li trovo. Vedo un hamburger avanzato e inizio a mangiarlo, mentre due ragazzi sul palco dei musicisti (fast food con musica dal vivo ) suonano la ciaramella (!!!).
    Mentre mi sbaghino l'hamburger, arriva Danilo che mi chiede dove diavolo sono stata, se sono sempre rimasta li a mangiare senza di loro! Gli spiego che non è così, e nel frattempo arrivano la Nicoletta e Federico. Ora sono tranquilla e mangiamo tutti insieme ascoltando i suonatori di ciaramella

    Poi un altro pezzo di sogno era: siamo io e la Nicoletta a un safari nella savana (vagamente somigliante al mio quartiere ), passeggiamo quando veniamo attaccate da delle leonesse veramente spaventose, con zampe grosse quanto la mia testa! Lei viene uccisa io fuggo. Conosco benissimo la savana perchè è come la mia via, quindi so esattamente dove nascondermi o arrampicarmi, ma loro sono molto agili! Non riesco mai a seminarle del tutto... il sogno continua a lungo così... poi basta

    Ultima modifica di Ember : 30-10-2005 alle ore 22.27.59
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    una femminilità problematica ...
    prima un po' retrò : "ottocentesca"
    poi strana/ambigua: "la sirena" (incinta)
    poi chiaramente aggressiva e predatoria : "le leonesse"

    sullo sfondo una tua "aggressività" che viene palesata e poi negata (io non sono ASSOLUTAMENTE così)

    Ciao ember, sono solo "immagini, suggestioni" veloci. Pat assonnata 8ero già a letto ma il cambio d'ora mi ha resa instabile, ho sonno ma non riesco ad addormentarmi)

    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Ciao Pat femminilità problematica sicuramente, ma nel senso che me la so "giocare" abbastanza bene...

    Riguardo alla mia aggressività negata... non so, io posso essere molto aggressiva se voglio ma raramente mi viene da esserlo o dimostro aggressività nei confronti di altri (che non se la meritano mai, o quasi e comunque so che me ne pentirei)... certo quando mi arrabbio sul serio, chi mi è vicino è meglio che si allontani di qualche metro
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

Privacy Policy