• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253

    la vecchietta dei fiori

    ieri notte dopo aver scritto a un amico che era parecchio che non ricordavo più i miei sogni:

    stavo attraversando un mercato, credo un grosso mercato, a Torino porta Palazzo per intenderci, ero vicino al banco di una fioraia, non c'era più un fiore, aveva venduto tutto, vedevo vasi e contenitori vuoti solo qualche rametto di "verde" quello che si usa per arricchire le composizioni. La fioraia aveva in mano due/tre fiorellini fa il gesto di darmeli in dono avvicino la mano mentre l'avvicina anche una vecchietta. La fioraia ci guarda e ne da uno a testa. Prima mi sento indispettita come se la vecchietta avesse "rubato" il fiore anche quello destinato a me poi la guardo ... e dolce, mite, curva ma graziosa, tanti capelli bianchi ben raccolti, ordinata, dignitosa. Le passo il mio braccio sotto il suo e l'accompagno. Attraversiamo insieme la strada a braccetto. Cammino piano per adeguarmi al suo passo. Le voglio bene con tenerezza.

    Poi ricordo che mi avviavo verso un complesso di case, erano palazzi grigi uguali "squallidi" ma ... trovo una scala metallica esterna che mi porta sul tetto a terrazza di una di queste case ... il terrazzo è un giardino disordinato e allegro di piantine in vaso un uomo gentile se ne occupa.

    al risveglio mi sentivo bene bene.


    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  2. #2
    io mordo
    Ospite non registrato
    Ciao,
    pensi che questo sogno possa aver a che fare con quello che succede qua nel forum, in questa stanza in particolare?

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    penso che riguardi il mio solito "pensare" di essere un po' vecchia per molte cose
    mi è piaciuta l'idea di una persona gentile che in luogo squallido si prenda cura di vasi e piantine tanto da rendere una terrazza di cemento un allegro giardino
    ho pensato ad una mia parte "maschile" forte ma ingentilita che si "prende cura" ...
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

Privacy Policy