• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di Fatima
    Data registrazione
    25-10-2003
    Residenza
    Empoli
    Messaggi
    180

    DSM: vantaggi e svantaggi

    Già che ci sono, mi unisco all'appello di Stillmad... nella nostra prima prova per la laurea di primo livello a Firenze, tra i possibili argomenti ci sono appunto vantaggi e svantaggi del DSM...sinceramente ricordo qualche discussione con alcuni professori, ma non un testo che tratti approfonditamente l'argomento.

    Consigli?

    Opinioni?

    Insulti?

    Qualunque cosa è ben accetta.
    Fatima su MYSPACE


    La Sarcastica Vale


    * Il faut se méfier des mots *


    .::Let's do the time warp again!::.

  2. #2
    letyzzetta
    Ospite non registrato
    Sai per cosa sta DSM?
    D evi
    S tudiare
    M olto

    Solo studiando molto potrai farne a meno.
    L

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Re: DSM: vantaggi e svantaggi

    Originariamente postato da Fatima
    Già che ci sono, mi unisco all'appello di Stillmad... nella nostra prima prova per la laurea di primo livello a Firenze, tra i possibili argomenti ci sono appunto vantaggi e svantaggi del DSM...sinceramente ricordo qualche discussione con alcuni professori, ma non un testo che tratti approfonditamente l'argomento.

    Consigli?

    Opinioni?

    Insulti?

    Qualunque cosa è ben accetta.
    Secondo me il DSM è 1 strumento diabolico, il solo "vantaggio" è quello di migliorare la comunicazione tra i professionisti, ma qual è il prezzo da pagare x questo "vantaggio" (peraltro del tutto opinabile) ?

    1. Dal punto di vista clinico: le etichette del dsm propongono 1 concezione statica di diagnosi e basata sul solito modello ortopedico applicato alla psiche (che esclude, oltretutto ogni dimensione soggettiva, tutti uguali insomma...)

    2. Dal punto di vista etico: le etichette diagnostiche del dsm creano ghetti mentali pericolosissimi e alimentano le fantasie onnipotenti di tanti "addomesticatori" che hanno la pretesa di normalizzare le persone in nome di 1 presunta normalità, se questa è la diagnosi che dobbiamo proporre ben vengano allora i sostenitori dell'anti-psichiatria!!!

    ikaro
    Ultima modifica di ikaro78 : 20-10-2005 alle ore 19.40.34

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di Fatima
    Data registrazione
    25-10-2003
    Residenza
    Empoli
    Messaggi
    180
    No ragazzi, forse non mi sono spiegata...

    Noi su questo argomento dobbiamo preparare un "ipotetico" tema per la prima prova Non servono le nostre opinioni, o quantomeno farebbero da cornice, servono informazioni ben precise e argomentate.... per questo siamo disperati!
    Fatima su MYSPACE


    La Sarcastica Vale


    * Il faut se méfier des mots *


    .::Let's do the time warp again!::.

  5. #5
    uhm...prova a guardare qui e qui dovrebbero esserti utili...in bocca al lupo
    (però io una discussione al riguardo la troverei interessante...possiamo colonizzare il thread? )
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di Fatima
    Data registrazione
    25-10-2003
    Residenza
    Empoli
    Messaggi
    180
    Originariamente postato da letyzzetta
    Sai per cosa sta DSM?
    D evi
    S tudiare
    M olto

    Solo studiando molto potrai farne a meno.
    L
    Interessante come risposta, ma se la metto nello scritto della prova la Stefanile (ndr presidentessa del corso, nonché esperta in riti satanici e bamboline voodoo contro gli studenti) come la prenderebbe secondo te?
    Fatima su MYSPACE


    La Sarcastica Vale


    * Il faut se méfier des mots *


    .::Let's do the time warp again!::.

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975
    Originariamente postato da Fatima
    No ragazzi, forse non mi sono spiegata...

    Noi su questo argomento dobbiamo preparare un "ipotetico" tema per la prima prova Non servono le nostre opinioni, o quantomeno farebbero da cornice, servono informazioni ben precise e argomentate.... per questo siamo disperati!
    Beh, ragazzi che dirvi... sveglia!! :-)
    Scherzi a parte, su 1 qualsiasi manuale serio di psicopatologia si trovano le critiche al DSM (anche se poi gli autori se ne servono), mi pare che sul manuale di Psicopatologia del bambino di Ammanniti ci fosse 1 parte ben argomentata sul tema, ma non ne sono sicuro. Comunque se proprio sei disperato, vai su google e scrivi DSM IV e trovi 1 infinità di documenti, voglio ben sperare che ci sia anche qualche critica ben argomentata... io in 2 minuti ho trovato sta cosetta che vi riporto sotto...
    Saluti,
    ikaro

    DSM IV



    Tra le diverse presentazioni esistenti dei disturbi connessi con l'apprendimento, abbiamo scelto di far riferimento alle classificazioni del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dell'American Psychiatric Association (DSM-IV, 1995), che sono ampiamente compatibili con quelle proposte dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nella decima revisione della Classificazione Statistica Internazionale delle Malattie e dei Problemi Sanitari Correlati (ICD-10, 1992). Entrambe le classificazioni sono pubblicate in Italia dall'editrice Masson di Milano.

    A tal proposito si consideri che Il DSM-IV viene utilizzato da clinici e ricercatori con diversi orientamenti (ad es. biologico, psicodinamico, cognitivo, comportamentale, interpersonale, familiare sistemico). Viene normalmente usato da psichiatri, medici, psicologi, pedagogisti, assistenti sociali, infermieri, terapisti del lavoro e della riabilitazione, consulenti ed altri operatori sanitari e della salute mentale. A nostro avviso l'uso della terminologia ufficiale rende possibile inoltre una migliore e più efficace comunicazione tra operatori dell'educazione e clinici.

    Problemi nell'uso del DSM-IV

    Limitazioni dell'approccio categoriale

    Il DSM-IV è una classificazione categoriale che suddivide i disturbi mentali sulla base di set di criteri con caratteristiche descrittive. Questa denominazione delle categorie rappresenta il metodo tradizionale di organizzare e trasmettere l'informazione nella vita quotidiana ed è stato l'approccio fondamentale utilizzato in tutti i sistemi di diagnosi medica. Un approccio categoriale alla classificazione funziona meglio quando tutti i componenti di una classe diagnostica sono omogenei, quando vi sono limiti netti tra le classi, e quando le diverse classi sono mutualmente esclusive. D'altra parte devono essere riconosciute anche certe limitazioni del sistema classificativo categoriale.

    Nel DSM-IV non vi è nessuna presunzione che ogni categoria di disturbo mentale sia una entità totalmente distinta, con confini assoluti che la separano dagli altri disturbi mentali o dalla normalità. Non esiste nemmeno l'assunto che tutti gli individui descritti all'interno dello stesso disturbo mentale siano simili da tutti i punti di vista.

    Quindi chi utilizza il DSM-IV dovrebbe considerare che gli individui che condividono una diagnosi possono essere eterogenei anche riguardo alle caratteristiche che definiscono la diagnosi, e che i casi limite saranno difficili da diagnosticare se non in modo probabilistico. Questa visione permette una maggiore flessibilità nell'uso del sistema, incoraggia una maggiore attenzione specifica ai casi limite, ed enfatizza la necessità di ottenere ulteriori informazioni cliniche al di là della diagnosi.

    Uso del giudizio clinico

    Il DSM-IV è una classificazione dei disturbi mentali concepita per uso clinico, didattico e di ricerca. Le categorie diagnostiche, i criteri e le descrizioni del testo sono destinati all'impiego da parte di persone con adeguato addestramento clinico ed esperienza nella diagnosi. E' importante che il DSM-IV non venga applicato a fini diagnostici in modo meccanico da parte di individui non preparati. I criteri diagnostici specifici inclusi nel DSM-IV sono intesi come linee guida da integrare con il giudizio clinico, e non devono essere utilizzati alla stregua di un libro di cucina. Ad esempio il giudizio clinico può giustificare una certa diagnosi per un individuo anche se la presentazione clinica non è tale da soddisfare completamente i criteri per la diagnosi, a condizione che i sintomi presenti siano persistenti e gravi. D'altra parte la mancanza di familiarità con il DSM-IV, o una applicazione eccessivamente flessibile e idiosincrasica dei suoi criteri o convenzioni, riduce sostanzialmente la sua utilità come strumento di comunicazione.

    Uso del DSM-IV nella pianificazione del trattamento

    Fare una diagnosi con il DSM-IV rappresenta soltanto il passo iniziale di una valutazione completa. Per formulare un piano di trattamento adeguato, il clinico avrà necessità di ulteriori informazioni riguardo all'individuo esaminato, oltre a quelle richieste per fare diagnosi con il DSM-IV.

    Considerazioni etniche e culturali

    E' stato fatto uno sforzo particolare durante l'elaborazione del DSM-IV per riflettere la consapevolezza che il manuale viene utilizzato per popolazioni diverse culturalmente. Ai clinici viene richiesto di valutare individui provenienti da molti diversi gruppi etnici e retroterra culturali (compresi molti immigrati recenti).

    La valutazione clinica può essere particolarmente impegnativa quando un clinico utilizza il DSM-IV per esaminare un individuo proveniente da un gruppo etnico o culturale diverso dal proprio. Il clinico che non ha familiarità con le sfumature della cornice culturale di riferimento del soggetto può erroneamente giudicare come psicopatologia quelle normali variazioni di comportamento, convinzioni o esperienze peculiari della cultura dell'individuo.

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di stillmad
    Data registrazione
    28-07-2004
    Residenza
    peripezie mentali
    Messaggi
    3,577
    copiona

    scherzo

    si sì colonizzate fate pure

  9. #9
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Originariamente postato da letyzzetta
    Sai per cosa sta DSM?
    D evi
    S tudiare
    M olto

    Solo studiando molto potrai farne a meno.
    L
    Sei un mito! Ed hai perfettamente ragione. Studiare molto, impararlo praticamente a memoria, a quel punto abbandonarlo e cominciare a comprendere cosa passa per la testa del paziente.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  10. #10
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Originariamente postato da Fatima
    Interessante come risposta, ma se la metto nello scritto della prova la Stefanile (ndr presidentessa del corso, nonché esperta in riti satanici e bamboline voodoo contro gli studenti) come la prenderebbe secondo te?
    1) ti direbbero che sei presuntuosa assai

    2) In seconda battuta e dopo lungo interrogatorio, ti darebbero ragione.

    Buona vita


    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di Fatima
    Data registrazione
    25-10-2003
    Residenza
    Empoli
    Messaggi
    180
    Ikaro grazie... effettivamente io avevo provato a fare una ricerca inserendo anche le parole chiave "vantaggi e svantaggi", ma se metto solo DSM IV è meglio...

    Willy... conoscendo la persona suddetta... non credo che userebbe il linguaggio verbale
    Comunque, aldilà della prova, vi do ragione anch'io: del resto credo che ogni bravo psicologo faccia un generale riferimento al dsm, ma lo detesti nel suo profondo...
    Fatima su MYSPACE


    La Sarcastica Vale


    * Il faut se méfier des mots *


    .::Let's do the time warp again!::.

  12. #12
    letyzzetta
    Ospite non registrato
    E' proprio così, tutti lo detestano (anche gli psichiatri) ma tutti lo usano. In particolare può essere utile nel portare avanti un discorso unico in diverse regioni del pianeta su ricerche empiriche e per formulare diagnosi che abbiano un senso diffuso nelle istituzioni di cura.
    Fatima, per calmare la prof, ti do una dritta in anteprima planetaria. Stanno lavorando al DSM V, uscirà nel 2016 e, udite udite, non conterrà più l'asse II, quello delle diagnosi di disturbi di personalità, molto vago ed impreciso come dimostrato da molte ricerche cliniche. Al suo posto dovrebbe essere inserita una parte che predilige il concetto di tratto di personalità. Ad esempio un tratto schizoide può essere presente in una personalità anche non primariamente tale. Dillo alla prof perchè questo si che è un argomento anti rito vodoo.
    L

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di Fatima
    Data registrazione
    25-10-2003
    Residenza
    Empoli
    Messaggi
    180
    Grande Lety!
    Fatima su MYSPACE


    La Sarcastica Vale


    * Il faut se méfier des mots *


    .::Let's do the time warp again!::.

  14. #14
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    La caratteristica principale del dsm è quella di individuare delle categorie che si basano sui fenomeni,ma non sulle cause: questo ha il vantaggio di creare categorie accettabili un po' da tutti,ma esse possono diventare poco valide.

    Ad esempio la depressione e il doc sono categorie distinte con sintomi effettivamente diversi.
    D'altra parte questa distinzione non sottolinea il fatto che questi disturbi abbiano dei processi e degli esiti comuni.
    Da un punto di vista neuropsicologico hanno caratteristiche comuni,e inoltre rispondono entrambi agli antidepressivi.

  15. #15
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204
    Originariamente postato da Mia_Wallace
    uhm...prova a guardare qui e qui dovrebbero esserti utili...in bocca al lupo
    (però io una discussione al riguardo la troverei interessante...possiamo colonizzare il thread? )
    grazie il primo sito che segnali è proprio bello e non lo conoscevo :-)

Privacy Policy