• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Come vi comportate con bambini anti-sociali?

    Come vi relazionate, o vi relazionereste, con bambini con disturbo della condotta, disturbo oppositivo-provocatorio e disturbo antisociale, ospitati in una casa famiglia, e con alle spalle vari problemi familiari?

    A parte le diagnosi e i sintomi, all'esame di neuropsichiatria infantile non è che si studi molto a livello concreto , su come comporatarsi con loro e affrontare il loro atteggiamento di sfida

    Potete darmi dei consigli ? Devo iniziare i turni in una casa-famiglia dove finalmente ho trovato posto per il tirocinio, dopo lungo tempo e immensa fatica

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di AshersNei
    Data registrazione
    15-03-2004
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    10,723
    guarda io ti posso dire che, avendo fatto un paio d'ore, ma alle superiori, in una casa famiglia con ragazzi e ragazze che hanno subito delle violenze da piccoli, l'unico era trattarli come delle persone normalissime. non so, aiutarli a fare i compiti, stare nelle loro stanze a chiaccherare del più e del meno, alle volte i libri ci riempiono di teorie, sintomi etc, ma non ci aiutano veramente ad affrontare il problema concreto!
    IL MIO FORUM SUI LIBRI ---> QUI!





  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di belanda
    Data registrazione
    25-09-2002
    Residenza
    Il mondo
    Messaggi
    5,261
    ste203xx,hai ragione quando dici che nei libri non c'è scritto molte volte come comportarsi..ma é pur vero che questi chiarimenti ce li possono dare tranquillamente anche i nostri docenti!loro sono li non solo per farci apprendere cose nuove,ma anche a far capire come mettere in pratica quello che si studia.
    Chi ha un disturbo della condotta..oppure é antisociale e via dicendo é come un animale in gabbia,irrequieto,volendo alle volte anche violento,non conoscono il significato della parole:regole..bhe,io ti consiglio di trattarli come dei bambini piccoli che vanno educati,quindi in un certo senso trattarli normalmente ma non trascurando il loro disturbo,la loro età.
    Comunque poi avrai anche il tutor che ti aiuterà e magari potrai chiedere direttamente a lui qualche suggerimento
    E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo, non sono gli amori felici bensì quelli contrastati.
    (Gabriel García Márquez)

Privacy Policy