• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 26 12311 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 376
  1. #1
    Ospite non registrato

    L'esorcismo fenomeno attuale che viene tutt'oggi praticato, qual'è la vostra opinione

    Cari Amici

    Navigando su vari siti mi sono imbattuto in questo banner ecco il link: http://www.giovani.it/cinematv/news/emily_rose.php

    Parla di una storia vera...
    Gli esorcismi vengono praticati anche al giorno d’oggi uno dei massimi esponenti è sicuramente Padre Amorth, le cui testimonianze sono scritte in alcuni testi, molti ne sono vittime, soprattutto dei cosiddetti riti satanici, nelle quali sono morte delle persone. ma la scienza nega l’esistenza di questi fenomeni, la psicologia clinica e la psichiatria non sanno ancora dare una spiegazione, gli esponenti di queste due branche, usano un termine comune Isteria, con attacchi epilettici.
    Io personalmente ho un’opinione ma mi piacerebbe sapere la vostra in merito a questo fenomeno di attualità e sfortunamente di cronaca…

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Molti esorcismi non vengono riconosciuti nemmeno dalla stessa chiesa, il caso di Emily è l'unico riconosciuto, ma non è certo il solo. Padre Amorth ne ha descritti moltissimi nei suoi scritti e in moltissimi ha trovato la risoluzione con un esorcismo. E' ovvio lo scetticismo verso un'entità misteriosa quanto controversa qual è quella del demonio, l'uomo non può tollerare la possibilità di poter essere schiavo di qualcosa che non può prevedere, controllare, di qualcosa di così forte, potente e crudele quanto il demonio, ma certo non tanto potente quanto Dio e lui lo sa. In ogni caso molti casi di malattia mentale, soprattutto di isteria, venivano prima spiegati tramite la possessione demoniaca e quindi curati tramite esorcismo. Certo si tendeva ad ipergeneralizzare, perchè molti casi non erano certo imputabili a possessione, ma a vera e propria malattia mentale. Poi è stato necessario trovare una spiegazione più razionale, poichè l'uomo ha necessariamente bisogno di spiegazioni razionali, con la conseguenza di escludere completamente il campo dell'ultraterreno e dell'invisibile dal campo del plausibile, etichettando tutto come assurdo. Mai sbaglio più grande.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Re: L'esorcismo fenomeno attuale che viene tutt'oggi praticato, qual'è la vostra opinione

    Originariamente postato da Paperinus
    Cari Amici

    ...la scienza nega l’esistenza di questi fenomeni, la psicologia clinica e la psichiatria non sanno ancora dare una spiegazione, gli esponenti di queste due branche, usano un termine comune Isteria, con attacchi epilettici.
    Io personalmente ho un’opinione ma mi piacerebbe sapere la vostra in merito a questo fenomeno di attualità e sfortunamente di cronaca…
    A mio parere, la psicologia clinica e la psichiatria hanno dato molte e valide spiegazioni di questi fenomeni. A seconda delle teorie di riferimento, li possiamo definire come isteria, stati di depersonalizzazione, derealizzazione, allucinazioni visive ed auditive, psicosi, bouffée delirante.

    Il fatto che esistano persone che credono ai demoni, non è una buona ragione per pensare che i demoni esistano.

    Credo sarebbe ora di smetterla di pensare in termini religiosi o magici al mondo in cui viviamo, no? Altrimenti finiremo per ridurci ad una massa di scondiderati, che sa tutto su come si leggono i tarocchi, ma nulla su come funziona un frigorifero.... e che dimentica che, mentre i tarocchi non hanno mai salvato nessuno dalla fame (a parte i furbi che li leggono ), i frigoriferi sì.

    Sarò magari duro, ma credo proprio che sarebbe ora di studiare un po' di scienza in più ed un po' di religione in meno.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Essere così realisti vuol dir escludere tutto un mondo invisibile che non conosciamo: ed è giusto escluderlo solo perchè non possiamo studiarlo con mezzi scientifici? Assolutamente no! Il tangibile e l'intangibile vanno di pari passo, è di questo che sarà bene prendere atto se non vogliamo finire come dei poveri automi tecnologici e materiali.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  5. #5
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Luthien, ho visto ancora cervelli senza mente, ma menti senza cervello, mai.
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Certo non cambio opinione perchè qualcuno trova una spiegazione che esclude ciò che non si può vedere: se fare finta che quel mondo non esiste può essere fonte di conforto allora buon proseguimento di vita!
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  7. #7
    Ospite non registrato
    Beh Guglielmo, anche se uno dice che i demoni, non esistono non significa che per forza non esistano, uno cosa è fantasticare ed essere poco realisti dire ogni cosa mi è colpa della strega, bisogna saper anche ragionare in termini razionali e qui devo darti ragione, io essendo credente non significa ch sia irrazionale, nel nostro mestiere la razionalità è elemento fondamentale che non deve mai smettere d'esistere altrimenti...

    Comunque togo questo post che dice: ho visto ancora cervelli senza mente, ma menti senza cervello, mai. ma che cosa intendi?

  8. #8
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da LUTHIEN
    Certo non cambio opinione perchè qualcuno trova una spiegazione che esclude ciò che non si può vedere: se fare finta che quel mondo non esiste può essere fonte di conforto allora buon proseguimento di vita!
    Cara Chiara .....

    Il mondo è vario, la fede purtroppo esiste e non esiste, per chi non esiste è chiaro pensarla in questa maniera, stessa cosa per chi è credente è normale pensarla in quella maniera

  9. #9
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Originariamente postato da Paperinus
    Comunque togo questo post che dice: ho visto ancora cervelli senza mente, ma menti senza cervello, mai. ma che cosa intendi?
    Semplicemente questo: che i demoni, gli spiriti, gli dei e consimili entità, sono esseri incorporei. Io non ho mai visto, né sentito, né misurato, né incontrato esseri privi di corpo e di materia che riescano ad influire sulla materia di cui è composto il mondo. E non tiratemi in ballo l'idea che non sappiamo tutto e quindi non possiamo essere certi di questo. Anche se non so tutto, sono ragionevolmente certo che senza un substrato materiale, non può esistere un'intelligenza. Senza corpo non c'è mente.

    E preferirei che le persone conoscessero le tre le ggi della termodinamica , piuttosto che i nomi della santissima trinità o delle incarnazioni del buddha o dei jinn dell'islam o gli infiniti nomi di shiva. Ma, ovvio, parlo per me. Ma rimango convinto che rifiutarsi di pensare che questo mondo appartiene a noi e non agli dei significhi rinunciare alla propria responsabilità verso questo pianeta e verso coloro che lo abitano

    Buona vita

    Guglielmo

    P.S.: Luthien carissima, io non sono solito "fingere". Semplicemente il mondo al quale ti riferisci non esiste da nessuna parte.
    Ultima modifica di willy61 : 01-10-2005 alle ore 19.58.06
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di korianor
    Data registrazione
    30-06-2005
    Messaggi
    335
    “Essere così realisti vuol dir escludere tutto un mondo invisibile che non conosciamo: ed è giusto escluderlo solo perchè non possiamo studiarlo con mezzi scientifici?”

    Cosa significa che non possiamo studiarlo con mezzi scientifici?
    Una delle basi del metodo scientifico è l’oggettività, cioè il fatto che osservatori diversi (o lo stesso osservatore in tempi diversi), nelle medesime condizioni, compiano le stesse osservazioni. Se non possiamo studiarli in modo scientifico, non sono fenomeni oggettivi…e quindi sono fenomeni interpretabili nelle maniere più diverse. Vorrei sapere cosa pensi di questa mia osservazione.


    “Assolutamente no! Il tangibile e l'intangibile vanno di pari passo, è di questo che sarà bene prendere atto se non vogliamo finire come dei poveri automi tecnologici e materiali. ”

    A mio parere la conoscenza scientifica del mondo non implica che finiremo ‘come poveri automi’. Io sono laureato in psicologia generale e sperimentale, e come puoi immaginare ho un approccio con taglio molto scientifico sulle tematiche psicologiche, e sottoscrivo tutto quello che Willy ha scritto. Malgrado questo sono appassionato, come te (ho anche visitato il tuo blog, complimenti!), di letteratura fantasy e fantascientifica, oltre a dedicarmi ai giochi di ruolo da oltre 15 anni (praticamente solo come Master, e, vorrei sottolinearti, con un approccio molto narrativo e per nulla regolistico, che aborro). Riesco a far convivere tranquillamente questi due mondi: anche se vivo in un mondo solo ‘tangibile’, la mia vita non è certo solo ‘tecnologica e materiale’, ma amo fantasticare pensando a mondi in cui draghi e magia esistono….
    "Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere" (L. Wittgenstein)

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359
    Parapsicologia arti divinatorie e talismani in trasferta.....
    ..ma datosi questo un sito di psicologi o aspiranti tali, non sarebbe più opportuno trattare gli argomenti prima partendo dalla spiegazione più plausibile scientificamente parlando allo stadio delle conoscenze attuali e poi eventualmente lanciarsi in ipotesi meramente speculative?
    Cioè, popperianamente parlando, cerchiamo di falsificare, non di verificare le nostre teorie, altrimenti il medoto cade di per se in errore epistemologico. Almeno fino a quando non faremo un altro salto di paradigma Kuhniano.
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  12. #12
    Partecipante Esperto L'avatar di korianor
    Data registrazione
    30-06-2005
    Messaggi
    335
    Sottoscrivo tutto quello che hanno scritto Willy e Ghiretto (piccolo O.T. credo che se tra gli psicologi circolassero di più 'formae mentis' di questo tipo, la psicologia sarebbe una disciplina migliore, e la figura dello psicologo meno controversa, distorta, e svalutata). Riallacciandomi a Ghiretto, questo link suggerisce delle spiegazioni scientifiche del fenomeno.

    http://www.cicap.org/piemonte/vs/1/p..._demoniaca.htm
    "Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere" (L. Wittgenstein)

  13. #13
    Ospite non registrato
    qui si tratta di un caso diverso ragazzi, è un fenomeno che non trova spiegazioni scientifiche però è una realtà che esiste com'è possibile?, cari amici crederci non significa fantasticare, beh dobbiamo capire per chi crede ovviamente che esistono anche cose che non possiamo toccare con mano.

    Poi ognuno di noi ha le sue opinioni...

  14. #14
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da korianor
    Sottoscrivo tutto quello che hanno scritto Willy e Ghiretto (piccolo O.T. credo che se tra gli psicologi circolassero di più 'formae mentis' di questo tipo, la psicologia sarebbe una disciplina migliore, e la figura dello psicologo meno controversa, distorta, e svalutata). Riallacciandomi a Ghiretto, questo link suggerisce delle spiegazioni scientifiche del fenomeno.
    Mi dispiace ma non condivido, perchè uno psicologo se è credente non è un buon psicologo? NON è cosi, uno psicologo deve essere capace di discernere razionalmente le situazioni, a prescindere se sia credente o meno

  15. #15
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281
    Uno psicologo credente può essere un ottimo psicologo, così come l'essere atei non è una garanzia di capacità professionale. Ma non è questo l'argomento di discussione, mi pare. Si stava discutendo di esorcismi e cose del genere no?

    Buona vita

    e buon ritorno in topic

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

Pagina 1 di 26 12311 ... UltimoUltimo

Privacy Policy