• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12

Discussione: perplessità2

  1. #1
    Super Postatore Spaziale L'avatar di simoncino
    Data registrazione
    07-09-2005
    Messaggi
    2,672

    perplessità2

    Bè che dire?????siete stati tutti gentilissimi e così in gamba...
    i vostri consigli ed opinioni mi hanno fatto riflettere....
    MA ORA MI AVETE DATO COME UNA PUGNALATA
    quando uno sta a scuola cerca di portare avanti i propri interessi....incurante delle difficoltà della vita(quali soldi ad esempio....problemi a trovar lavoro..ecc);ma appena si trova di fronte la realta...capisce che non tutto è rosa e fiori come l'aveva immaginato ...a cominciare dalla difficoltà di entrare in quell'università che sognavi
    POI HO CONOSCIUTO QUESTO FANTASTICO FORUM
    e vi ho chiesto alcuni consigli.....ecco quello che penso...
    LA MAGGIOR PARTE DI VOI SEMBRANO CONTENTI A METà DI AVER PRESO PSICOLOGIA...perchè in italia non è tenuta in gran considerazione....
    sapevo che c'era questo problema...ma non pensavo che il numero di quelle persone che non riesce a trovare lavoro in psicologia fosse così alto...
    ALTRA COSA...alcuni di voi si sono lamentati con quelle persone che facevano psicologia solo come hobby....
    Bè devo dire che già ai test d'ingresso sentivo molte persone che iniziavano questa facoltà perchè non sapevano cosa fare
    e la ritenevano la più facile
    A QUESTE PERSONE AUGURO CON TUTTO IL CUORE DI NON RAGGIUNGERE MAI LA LAUREA
    ULTIMISSIMA COSA(lo giuro)
    sentendo i vostri discorsi ho capito che forse farò male a prendere una cosa che mi piace e che non mi darà sicuramente lavoro(anche se nessuno potrà dire come sarà la situazione tra 5anni)..ma allora che fare??
    A QUESTO PUNTO SE PROPRIO DEVO ABBANDONARE L'IDEA...PENSO DI ISCRIVERMI A CHIMICA E PROVARE IL TEST D'AMMISSIONE A MEDICINA IL PROX ANNO...ma anche qui la difficoltà di lavoro è enorme.....
    queste sono cmq le cose che mi interessano...
    CHE NE PENSATE????
    SONO APERTO AD OGNI CONSIGLIO....................RINGRAZIAMENTI ANTICIPATI
    .................................................. ..........simoncino

  2. #2
    silviazero
    Ospite non registrato
    sentendo i vostri discorsi ho capito che forse farò male a prendere una cosa che mi piace e che non mi darà sicuramente lavoro(anche se nessuno potrà dire come sarà la situazione tra 5anni)..ma allora che fare??

    Credo che la vera risposta l'abbia già data tu, e si trova fra parentesi...

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Re: perplessità2

    Originariamente postato da simoncino
    Bè che dire?????siete stati tutti gentilissimi e così in gamba...
    i vostri consigli ed opinioni mi hanno fatto riflettere....
    MA ORA MI AVETE DATO COME UNA PUGNALATA
    quando uno sta a scuola cerca di portare avanti i propri interessi....incurante delle difficoltà della vita(quali soldi ad esempio....problemi a trovar lavoro..ecc);ma appena si trova di fronte la realta...capisce che non tutto è rosa e fiori come l'aveva immaginato ...a cominciare dalla difficoltà di entrare in quell'università che sognavi
    POI HO CONOSCIUTO QUESTO FANTASTICO FORUM
    e vi ho chiesto alcuni consigli.....ecco quello che penso...
    LA MAGGIOR PARTE DI VOI SEMBRANO CONTENTI A METà DI AVER PRESO PSICOLOGIA...perchè in italia non è tenuta in gran considerazione....
    sapevo che c'era questo problema...ma non pensavo che il numero di quelle persone che non riesce a trovare lavoro in psicologia fosse così alto...
    ALTRA COSA...alcuni di voi si sono lamentati con quelle persone che facevano psicologia solo come hobby....
    Bè devo dire che già ai test d'ingresso sentivo molte persone che iniziavano questa facoltà perchè non sapevano cosa fare
    e la ritenevano la più facile
    A QUESTE PERSONE AUGURO CON TUTTO IL CUORE DI NON RAGGIUNGERE MAI LA LAUREA
    ULTIMISSIMA COSA(lo giuro)
    sentendo i vostri discorsi ho capito che forse farò male a prendere una cosa che mi piace e che non mi darà sicuramente lavoro(anche se nessuno potrà dire come sarà la situazione tra 5anni)..ma allora che fare??
    A QUESTO PUNTO SE PROPRIO DEVO ABBANDONARE L'IDEA...PENSO DI ISCRIVERMI A CHIMICA E PROVARE IL TEST D'AMMISSIONE A MEDICINA IL PROX ANNO...ma anche qui la difficoltà di lavoro è enorme.....
    queste sono cmq le cose che mi interessano...
    CHE NE PENSATE????
    SONO APERTO AD OGNI CONSIGLIO....................RINGRAZIAMENTI ANTICIPATI
    .................................................. ..........simoncino

    cosa??? già rinunci??!!! ma un motivo deve pur esserci se hai pensato di iscriverti a psicologia e non a chimica...sono 2 facoltà così diverse...e poi..." l'otttimismo e' il profumo della vita"!!!!! AUGURI!!!

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Re: perplessità2

    Originariamente postato da simoncino

    A QUESTO PUNTO SE PROPRIO DEVO ABBANDONARE L'IDEA...PENSO DI ISCRIVERMI A CHIMICA E PROVARE IL TEST D'AMMISSIONE A MEDICINA IL PROX ANNO...ma anche qui la difficoltà di lavoro è enorme.....
    Infatti non so come siano messi i medici, ma a Bologna ci sono spesso manifestazioni degli specializzandi in medicina proprio contro la difficoltà nel trovare lavoro...
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  5. #5
    taniastop
    Ospite non registrato
    Anche io dopo le superiori mi ero fatta influenzare da mille persone e ognuna aveva una "sua" buona ragione perchè io non facessi psicologia (soprattutto i genitori). Sembra che qualunque cosa tu scelga, al giorno d'oggi, per le persone sia meglio qualcos'altro! Ma pensa un po'! Quindi avevo valutato anche altri corsi di laurea, ma alla fine il mio interesse cadeva sempre sulla psicologia.
    Come ho già scritto, ripeto che sono contenta di aver seguito i miei interessi e di aver scelto psicologia. E' vero il lavoro non è facile da trovare, ma pian piano gli obiettivi nella vita si raggiungono, se c'è determinazione e non ci si lascia scoraggiare. Per me è stato così, o per lo meno in parte perchè ancora sono giovane e non posso pretendere di avere già tutto.

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di sulinari
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    provincia di Bologna
    Messaggi
    2,954
    Originariamente postato da taniastop
    Anche io dopo le superiori mi ero fatta influenzare da mille persone e ognuna aveva una "sua" buona ragione perchè io non facessi psicologia (soprattutto i genitori). Sembra che qualunque cosa tu scelga, al giorno d'oggi, per le persone sia meglio qualcos'altro! Ma pensa un po'! Quindi avevo valutato anche altri corsi di laurea, ma alla fine il mio interesse cadeva sempre sulla psicologia.
    mi sembra di rivedere la mia storia...
    Ho dovuto sorbirmi prediche e discorsi da mezzo mondo, per la mia scelta...ma l'ho portata avanti...e non intendo rinunciare a seguire questa strada!!!!!
    qui ci sono anch'io --> http://internos7.wordpress.com/

    Perfer et obdura. Dolor hic tibi proderit olim.

  7. #7
    Super Postatore Spaziale L'avatar di simoncino
    Data registrazione
    07-09-2005
    Messaggi
    2,672
    HO CAPITO RAGAZZI.....MA NON SIETE SPAVENTATI DALLE POCHE OFFERTE LAVORATIVE???è VERO CHE NESSUNA FACOLTà TI DA LA CERTEZZA DI TROVAR LAVORO...MA STUDIARE TANTO PER POI FARE UN SEMPLICE LAVORO(dove la mia laurea non conta nulla)...Bè NON è IL MASSIMO
    SE impedirò ad un cuore di spezzarsi....allora potrò dire di non essere vissuto invano

    Io sono solo un povero cadetto di Guascogna
    però non la sopporto la gente che non sogna

    la paura è il coraggio di dire io ho sempre tentato

    fare un altro round quando pensi di non farcela...è una cosa che può cambiarti al vita


    Cameron: Che ne pensi del sesso?
    House: Beh, potrebbe essere complicato, lavoriamo insieme, io sono più vecchio, però magari ti piace...
    Cameron: Dicevo che forse ha la neurosifilide!
    House: Eh! Bella copertura

  8. #8
    taniastop
    Ospite non registrato
    Io non credo che la mia laurea non valga nulla. Sono orgogliosa di ciò che ho fatto e studiato.
    Comunque io il lavoro come psicologa ben retribuito lo avevo trovato e me lo sono tenuto per quattro anni, poi ho deciso di lasciarlo per innumerevoli ragioni, ma continuo a fare la psicologa nel mio studio privato (sono anche psicoterapeuta anche se ho ancora pochissimi pazienti), come consulente in alcune scuole e come cpnsulente presso il tribunale. Quindi, anche se non guadagno molto (come invece accadeva prima) sono contenta della strada che ho scelto e del lavoro che faccio.
    Tanti auguri anche a te e alla tua futura scelta.
    Ciao

  9. #9
    Ospite non registrato
    secondo me è la motivazione che conta.Caro simoncino,dovresti capire quanta passione hai.Perchè vuoi studiare psicologia?la tua motivazione è vera e sincera?
    la risposta la puoi dare solo tu


  10. #10
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957
    Originariamente postato da simoncino
    MA STUDIARE TANTO PER POI FARE UN SEMPLICE LAVORO(dove la mia laurea non conta nulla)...Bè NON è IL MASSIMO
    No, non è il massimo.
    Ora sta a te fare un bilancio tra ciò che realmente ti interessa (psicologia o professioni sanitarie/d'aiuto in genere, visto che citi medicina) e i valori che ricerchi nel lavoro (stabilità economica? stabilità professionale? soddisfazione di interessi personali? ecc...).
    E' chiaro che se metti al primo posto il soddisfare i tuoi interessi personali, non puoi che scegliere psicologia. In questo caso sei più fortunato di altri, visto che almeno sei preparato sul "dopo".
    Oppure puoi decidere che ti interessa di più avere un lavoro stabile, e allora potresti anche pensare di indizzarti verso qualche altra professione del settore sanitario. Ad esempio, figure come quella dell'infermiere, fisioterapista, psicomotricista, logopedista, sono più ricercate che quella dello psicologo. Magari potranno avere meno fascino, oppure ti portano a "sporcarti le mani" (v. infermiere), ma il lavoro è sicuramente più semplice da trovare...

    La scelta è difficile, comunque non è mai troppo tardi per cambiare, e poi capirai man mano, andando avanti, cosa ti interessa realmente...
    Io ad esempio mi sono iscritta a psico per fare la psicoterapueta, poi mi è nata una passione per l'etologia, poi mi sono appassionata alla testistica ed oggi lavoro e mi sono specializzata nelle risorse umane! Le scelte professionali spesso procedono per progressivi aggiustamenti.... E per fortuna! Altrimenti saremmo costretti a seguire sempre una stra diritta... Sai che noia?!?!?!
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320
    Originariamente postato da simoncino
    HO CAPITO RAGAZZI.....MA NON SIETE SPAVENTATI DALLE POCHE OFFERTE LAVORATIVE???è VERO CHE NESSUNA FACOLTà TI DA LA CERTEZZA DI TROVAR LAVORO...MA STUDIARE TANTO PER POI FARE UN SEMPLICE LAVORO(dove la mia laurea non conta nulla)...Bè NON è IL MASSIMO
    1° : non è vero che non conta nulla la nostra laurea...
    2° : tutte le facoltà hanno questo margine di incertezza;
    3° io non credo che non si trovi lavoro..forse all'iniozio bisogna accontentarsi (parlo di soldi..), farsi conoscere e poi...si esce allo scoperto..... io sono una laurerata triennale con tanti ripensamenti all espalle: sono partita dal v.o., sono passata alnuovo, mi sono fermata 1 anno (convinta che nn avreio più ripreso) ed ora sto facendo gli altri 2 anni...vivo a Terracina, non è mol,to grande e nonb offre molte possibilità, ma sono 2 anni che lavoro...certo, come ti dicevo non è il massimo: ho fattpo l'educatrice in una casa famiglia x adolescenti ed ora sto seguendo un abambina autistica ovviamnete sottopagata...ma VUOI METTERE CHE SODDISFAZIONE ??? la sera torno a casa con tanta voglia di fare, strafare e crescere x divebntare semper più brava e chissà....c'è posto x tutti...lo so è un po' idealista come cosa, ma finora ha funzionato!!!
    baci

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204

    Re: perplessità2

    Originariamente postato da simoncino

    LA MAGGIOR PARTE DI VOI SEMBRANO CONTENTI A METà DI AVER PRESO PSICOLOGIA...perchè in italia non è tenuta in gran considerazione....
    sapevo che c'era questo problema...ma non pensavo che il numero di quelle persone che non riesce a trovare lavoro in psicologia fosse così alto...
    ALTRA COSA...alcuni di voi si sono lamentati con quelle persone che facevano psicologia solo come hobby....
    Bè devo dire che già ai test d'ingresso sentivo molte persone che iniziavano questa facoltà perchè non sapevano cosa fare
    e la ritenevano la più facile
    A QUESTE PERSONE AUGURO CON TUTTO IL CUORE DI NON RAGGIUNGERE MAI LA LAUREA

    Su queste cose sono pienamente d'accordo con te: fare psicologia perkè è + facile è assurdo, dopo che passi mesi a studiare biologia o fondamenti tanto che ne sai più degli studneti di Medicina su cervello&Co se ne riparla!...
    Cmq, c'è achi non piace la psicologia e l'ha studiata per 5 anni: bhè, direi che questo è normale, in tutte le facoltà accade. Non puoi decidere che cosa fare però sulla base dell'insoddisfazione degli altri... magari cerca più info, usa il forum per averle ma decidi tu e solo tu.

    PS: Cmq, disoccupato per disoccupato, studia quello che vuoi... la situazione è grigia un po' per tutti :-)

Privacy Policy