• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di cpz
    Data registrazione
    10-07-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    112

    orientamento scolastico

    avrei la possibilità di fare orientamento scolastico per una scuola media.. il problema è che io non so assolutamente come si fa... chiedo, a chi può darmi una mano:
    come si stuttura un progetto per l'orientamento?
    in cosa consiste esattamente( ovvero so cosa vuol dire fare orientamento ma... in pratica come si concretizza??)
    si utilizzano test? e quali?
    sono previsti incontri con gli insegnanti?
    quanto tempo dedicare ad ogni classe?
    ..insomma chiedo gentilmente di spiegarmi cosa si fa.. poichè sono travolta dal buio dell'ignoranza in materia...
    grazie mille a tutti quelli che vorranno darmi una mano... grazie!

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di darcylia
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    passo dopo passo....su un cavo teso sopra Bologna
    Messaggi
    6,662
    Blog Entries
    202
    Ciao!!!!!
    Cavolo, che fortuna!!!!!!
    Io mi sto laureando in psicologia del lavoro e delle organizzazioni con una tesi nell'ambito della psicologia dell'orientamento scolastico e professionale, in particolare sull'orientamento post-diploma di studenti liceali.
    Poter lavorare nell'orientamento scolastico sarebbe il mio sogno (appena finito il tirocinio e passato l'esame di stato).
    Non essendo ancora laureata però forse posso darti qualche indicazione utile.
    Innanzitutto bisogna dire che la situazione italiana per quanto riguarda l'orientamento scolastico è molto deludente.
    In Italia la figura dell'orientatore in ambito scolastico non è ben definita come in altri paesi europeri (vedi ad es. Francia e Inghilterra), nonostante se ne parli da più di 20 anni; di concreto c'è ben poco, e quel che c'è spesso è appetibile a tanti tipi di laureati.
    Concretamente, fare orientamento nelle scuole medie significa principalmente aiutare gli studenti nella scelta della scuola superiore e, più in generale, seguirli in quello che durante questo periodo di studi di 3 anni sarà il loro percorso: significa renderli capaci di poter scegliere un percorso adatto alle loro possibilità, doti, ai loro interessi, a partire (faccio 1 es.) dalla scelta dei corsi opzionali che possono seguire. [A questo proposito ti porto la mia esperienza personale in quanto ho una sorella che frequenta la terza media e durante questi anni ha avuto la possibilità di scegliere tra alcune materie "alternative" da svolgere durante l'orario scolastico: teatro, laboratori di scrittura, comicità, lingue straniere, latino, etc.].
    Ora non sapendo esattamente cosa ti chiede la scuola, presumo che 'interesse maggiore sia rivolto all'orientamento in uscita.
    Dal mio punto di vista, spesso le scuole intendono l'orientamento come un semplice offrire informazioni riguado le varie tipologie di scuole esistenti e i possibili sbocchi lavorativi che offrono.
    Ma questo è riduttivo.
    Orientamento (come saprai anche tu) non è solo "Information": è anche consulenza, azioni di guidance, educazione alle scelte. Inoltre dovrebbe esserci più interazione, più dialogo tra insegnanti, genitori e alunni: certo la scelta è dettata prevalentemente dai genitori (essendo i ragazzi ancora troppo giovani per avere ben chiaro il loro futuro) ma a mio parere bisogna dare la possibilità ai ragazzi di partecipare di più a questa scelta, aiutati anche dagli insegnanti che durante i 3 anni hanno monitorato e seguito i loro percorsi di studio (e dovrebbero quindi conoscere le abilità degli studenti).
    Gli strumenti che si possono utilizzare nell'orientamento scolastico sono tanti (il test di Holland, l'IIP di Kunder, per es.) ma prima di tutto devi capire ciò che ti chiede di preciso la scuola: che azione di orientamento vuole, a chi deve essere rivolta (soltanto alle ultime classi oppure a tutte la classi dei 3 anni, ecc.). Da lì puoi decidere se avviare azioni di gruppo (classe per classe oppure per piccoli gruppi all'interno di ogni classe) oppure azioni individuali, rivolte al singolo studente.
    Se ti interessa posso darti un po' di titoli di libri-ricerche che secondo me possono aiutarti.
    Sono testi che sto utilizzando anch'io per la mia tesi.
    Fammi sapere.
    Bye bye
    DARCYLIA

    Ex-Referente Supremo per il F.E.R.U. nel Libero Comune di Bologna

    "Despite all my rage, I am still just a rat in a cage"
    Smashing Pumpkins, "Bullet with butterfly wings"


    E nonostante tutto....
    Enjoy life, there's plenty of time to be dead
    (la mia inguaribile vena di ottimismo...)

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di darcylia
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    passo dopo passo....su un cavo teso sopra Bologna
    Messaggi
    6,662
    Blog Entries
    202
    Ehm....sono stata un po' lunghetta....
    DARCYLIA

    Ex-Referente Supremo per il F.E.R.U. nel Libero Comune di Bologna

    "Despite all my rage, I am still just a rat in a cage"
    Smashing Pumpkins, "Bullet with butterfly wings"


    E nonostante tutto....
    Enjoy life, there's plenty of time to be dead
    (la mia inguaribile vena di ottimismo...)

  4. #4
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    28-05-2004
    Messaggi
    329
    Cara Cpz,

    il consiglio che posso darti è di "mettere temporaneamente in frigorifero", se possibile, la possibilità di fare orientamento che ti è stata offerta. Nel senso che l'orientamento richiede una serie di competenze abbastanza strutturate e delicate, e le scuole di solito si attendono parecchio da chi viene chiamato a farlo; spesso ci sono anche i soliti due o tre insegnanti rompiscatole che ti rimangono "col fiato sul collo" per vedere cosa fai e come lo fai, pronti subito a coglierti in fallo se gli sembri troppo incerta o troppo impreparata... insomma, non è una cosa che si possa "improvvisare" !

    Per evitare il rischio di "bruciarti" la scuola in questione, e magari anche altre della zona (gli insegnanti parlano molto tra di loro), ti suggerirei quindi di prenderti almeno un pò di tempo (qualche settimana o mese) per approfondire l'argomento prima di andare ad erogare l'intervento.

    Inizia con lo studiarti un paio di manuali di taglio generale, e poi approfondisci l'uso dei test usati per l'orientamento (non tutti li usano; io sinceramente non li amo molto, ma in una scuola media possono avere varie funzioni).

    Importantissima è anche una buona (anzi, ottima !) conoscenza del mercato formativo (corsi di studio, scuole, curricula formativi di tutte le scuole superiori, con particolare attenzione a quelle presenti nell'area geografica di riferimento).

    Poi, impara ad analizzare bene la domanda implicita che ti è stata posta: cosa si aspettano davvero da te ? Quali sono le loro esigenze ?
    Come interpretano il tuo intervento ?
    Tieni presenti i "desideri" e le aspettative implicite di tutti gli attori dello scenario operativo, ovvero i ragazzi, ma anche la scuola, gli insegnanti ed i genitori: ciascuno di loro, per vari motivi, ritiene che il vero orientamento debba "essere fatto da loro", e non da una "giovane sconosciuta che non conosce nemmeno i ragazzi" (probabilmente te lo sentirai dire almeno una volta, l'importante è non andare in panico !)...

    Ovviamente, da buona psicologa, dovrai destreggiarti tra tutte queste confusività implicite, agite in buona fede dai vari "stakeholders" dello scenario orientativo scolastico...


    E' diffuso il desiderio di iniziare subito, pensando magari di "imparare sulla strada", ma quando c'e' un concreto rischio di bruciarsi il nome alla prima occasione (ed ovviamente questo non vale solo per l'orientamento), torna sempre in mente il detto dei latini: "festina lente", affrettiamoci lentamente (cioè, diamoci anche da fare, ma con un pizzico di prudenza e senza farsi prendere la mano dalla pur umanissima voglia di accellerare troppo).

    Ciao, in bocca al lupo !
    Ultima modifica di Lpd : 17-09-2005 alle ore 16.23.26

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Re: orientamento scolastico

    Originariamente postato da cpz
    avrei la possibilità di fare orientamento scolastico per una scuola media.. il problema è che io non so assolutamente come si fa...
    Concordo con Lpd.
    E aggihngo che, anche se il risultato di alcune ricerche dimostra che, in realtà, i ragazzi non seguono più di tanto i consigli degli orientatori, nè degli insegnanti, ma soprattutto quello dei genitori... Stai sempre lavorando su dei giovani ragazzini che credono di avere di fronte un professionista esperto.... Si affidano a te e si aspettano da te delle risposte.
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  6. #6
    silviazero
    Ospite non registrato
    Ciao!
    Io mi sono occupata di orientamento in una scuola media, sia per le classi seconde che terze.
    Per le seconde il progetto ha avuto come obiettivo quello di rinforzare le capacità decisionali, attraverso l'uso di attività pratiche per tale scopo.
    Per la terza media, ho usato il Kuder, il Big Five e un test attitudinale (quello della Cattolica di Milano). Per ogni studente ho stilato un profilo e l'ho consegnato in busta chiusa. Poi, ho messo a disposizione del tempo per incontrare tutti i genitori e i figli che avevano bisogno di delucidazioni...
    Alle insegnanti, invece, ho fatto uno schema riassuntivo della classe...
    In bocca al lupo!
    Silvia

  7. #7
    atanvarnie
    Ospite non registrato
    Per la terza media, ho usato il Kuder, il Big Five e un test attitudinale (quello della Cattolica di Milano).


    Ciao,
    potresti darmi delucidazioni riguardo i test che hai nominato?
    Ad esempio come hai avuto la possibilità di utilizzarli? Li hai aquistati? Di che cosa si tratta qundo parli di test attitudinale?
    Scusa se ti bomabrdo di domande, ma la cosa mi interessa e vorrei sapere come sia possibile reperire materiale a riguardo per un eventuale utilizzo futuro.
    Ho anche sentito parlare del test di holland.
    Puoi scrivermi in privato, se vuoi, al mio indirizzo: alessandra.sp@tin.it
    Ii ringrazio in anticipo per la tua disponibilità.
    Buon lavoro.

    Alessandra

  8. #8

    informazioni

    ciao!
    Ho letto il tuo messaggio e vorrei chiederti una mano...anch'io sto svolgendo la tesi sull'orientamento scolastico nei ragazzi di terza media,hai per caso i risultati di qualche indagine svolta in questa fascia d'età?Ti ringrazio molto...la mia e-mail è matryoska1981@libero.it.
    matryoska

  9. #9
    Partecipante
    Data registrazione
    18-10-2006
    Residenza
    Trani
    Messaggi
    47

    Riferimento: orientamento scolastico

    ciao matrioska, posso chiederti se hai del materiale sull'orientamento? ti mando una mial. Grazie ciao

  10. #10

    Riferimento: orientamento scolastico

    ciao demonclear! sull'orienatmento ho usato il libro della mia Prof.Boncori "L'orientamento"e tutti gli articoli suoi che ho trovato su "orientamenti pedagogici" (rivista cartacea),per il resto ho svolto una tesi sperimentale con un test creato da lei.
    matryoska

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di Semplicemente
    Data registrazione
    12-04-2007
    Messaggi
    3,353

    Re: orientamento scolastico

    qualcuno può fornirmi materiale sull'orientamento scolastico? mi occorrerebbe molto... scrivetemi in pm e vi lascio la mia mail!
    Senza l'Amore di Dio non possiamo far nulla!

  12. #12

    Riferimento: Re: orientamento scolastico

    edit

    Consultare il regolamento al punto 5.7

    Grazie
    Ultima modifica di crissangel : 18-01-2015 alle ore 23.25.42

Privacy Policy