• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 10 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 136
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di Emiliana
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    97

    comincio con consulenze psicologiche!

    Ho deciso di buttarmi e cominciare a praticare la professione libera come psicologo. Ho pensato di iniziare con un annuncio nella sala d'attesa del medico condotto in un piccolo centro dal quale provengo.
    Offrirei: consulenze psicologiche, orientamento scolastico e professionale. Intendendo per consulenza psicologica (ascolto per un paio di sedute con invio a colleghi più esperti-se necessario).
    é importante precisare che sono una specializzanda in psicoterapia....
    chiedo a chi ha già cominciato e aveva anche un po' di paura, come è andata e se può darmi qualche consiglio.
    grazie infinite.

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    13-10-2004
    Residenza
    prato
    Messaggi
    101
    che bello!!!complimenti!!!!!! un gigantesco in bocca al lupo!!!!
    prima o poi ci arriverò anche io,sigh.....
    ancora in bocca al lupo, facci sapere come va!!!

  3. #3
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    28-05-2004
    Messaggi
    329
    Qualche consiglio sparso, dando già per scontata la parte relativa "all'avvio dello studio" da un punto di vista logistico-normativo e quella di "pubblicità"...

    1. In primo luogo, chiarirti bene il tuo orientamento teorico, cosa puoi/sai fare e cosa non puoi/non sai fare.
    2. Poi, riflettere bene su come il tuo orientamento teorico può essere implementato in diverse situazioni/contesti, e cosa ti permette di operare, differenzialmente, in questi.
    3. Svolgere un'accurata analisi della domanda dell'utente, in modo da evitare fraintendimenti tra quello che puoi fare e quello di cui lui ha bisogno o si aspetta da te.
    4. Crearsi nel tempo una rete specifica di referenti (ad esempio, se l'utente A ha bisogno di X, conosco qualcuno a cui lo posso mandare ? Se ho bisogno io di una consulenza su Y, so già a chi posso chiedere ?)

    Più in generale, rifletti su questo... cosa puoi offrrire di specifico ad una persona attraverso "due colloqui di ascolto" ? Riformulo: perchè la signora Rosa o il geometra Bianchi dovrebbero venire proprio da te, o portarti i loro figli ? Quale "valore" specifico puoi apportare al loro problema ?

    In altri termini, io non porterei mio figlio da qualcuno che lo "ascolta per due colloqui", e poi lo deve mandare comunque da qualcun'altro... cercherei direttamente la persona che se ne può fare carico nel lungo termine !

    Da questo rischio si esce pensando di specificare meglio, a te stessa ed ad altri, le tue competenze dettagliate: ad esempio, la capacità di prendere in carico "in toto" la fase di orientamento scolastico-professionale, con capacità di utilizzo autonomo di tutti gli strumenti (test di livello, di interessi, etc.) che ritieni necessari (e questo eventualmente richiede di approfondire testi o frequentari corsi sul tema)... e poi proporti a privati e scuole.

    Se hai un amico medico, chiarire bene cosa sei in grado di fare e cosa no: ad es., supporto alle famiglie di un anziano malato cronico; supporto ai pazienti terminali; attività di counselling con pazienti somatici/ansiosi/depressi, etc. etc.
    Una volta stabilito il "cosa", devi anche vedere il "come" (strumenti teorici e competenze tecniche) che vuoi/puoi/ritieni opportuno utilizzare.

    Un ultimo suggerimento: trova un buon supervisore del tuo orientamento teorico, soprattutto se ti occupi di consulenza clinica a pazienti, e non hai molta esperienza pregressa.

    In bocca al lupo !
    Lpd

  4. #4
    ciao emiliana...
    siamo allora nella stessa barca...e che barca!!
    io domani vado a ritirare la partita iva e inizio un pò come fai te in un ambulatorio a cui per l'appunto manca uno psicologo. sinceramente anch'io soffro un pò di ansia da prestazione più per l'inzio vero e proprio del lavoro che abbiamo sempre sognato di fare da quando ci siamo iscritti a questa facoltà (troppo sviolinata?)
    il mio orientamento è cognitivista/costruttivista e sono specializzando a grosseto, vorrei focalizzarmi su disturbi d'ansia in generale attraverso gli strumenti forniti dal cognitivismo, abc, lavoro sui b etc...ho avuto la fortuna di aver già avuto un paziente con attacchi di panico e agorafobia e alla fina, grazie ad una esposizione massiccia, abbiamo raggiunto buoni traguardi!!
    non vedo l'ora d'iniziare e mi piacerebbe, se ti va, di parlare dei primi "pali" presi e delle esperienze di questo mondo!!
    grazie a lpd per gli importanti consigli che sono preziosi per iniziare!!
    in bocca al lupo e aspetto tue notizie
    luca
    "c'è gente che dice che vuol lottare e poi confonde il fischio d'inizio della partita con quello dell'ultimo minuto, e va a casa" (S. Benni)

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di Emiliana
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    97
    Grazie.
    da una prima analisi credo (parlando del piccolo centro del sud di cui sopra) che la domanda si aggiri sul seguente problema: Credi che uno psicologo possa aiutarmi? ci sono psicologi qui? Che diff. c'è tra psicologo e psichiatra? Credo che dalle mie parti ci sia un'esigenza informativa in primis. Ecco perchè parlavo di un paio di sedute (o anche una sola) di orientamento.
    Mi sono informata, e lo farò più approfonditamente, su chi opera come psicoterapeuta e come psichiatra nelle mie zone (pubblico e privato)
    Per quanto riguarda il lavoro di orientamento scolastico direi di avere un ottimo know-how sull'offerta didattica italiana, dato che sono 7 anni che lavoro al cepu prorpio nel servio di informazione orientamento e pratiche burocratiche.
    Hai ragione... mi servono degli strumenti. mi tocca investire in questionari. So utilizzare il BFQ. Devo acquistarlo però (per l'orientamento professioanle)
    Ma mi auguro di poterlo fare da autodidatta. Non avrei il tempo materiale per frequentare altri corsi. pensate che sia possibile?
    insomma, nel massimo rispetto dell'etica io vorrei cominciare.
    è davvero poco gratificante pagare le tasse dell'ordine a vuoto!
    Su questo so di avere grande consenso!
    Vi saluto e aspetto ancora le vostre graditissime opinioni.

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    Per ora solo un immenso IN BOCCA AL LUPO!

  7. #7
    silpsico
    Ospite non registrato
    ciao secondo voi è utile somministrare lo STAI-Y e il Questionario EMAS ad una paziente con sospetta diagnosi di attacchi di panico?
    Io l'ho scritto nella seconda prova dell'esame di stato e vorrei sapere come posso giustificare di aver usato due strumenti per misurare l'ansia

    grazie spero in una vostra risposta

  8. #8
    Serial killer
    Ospite non registrato
    ciao! anche io sono una specializzanda in psicoterapia (sistemica) che si è finalmente decisa a "buttarsi"..per ora sono ancora in trattativa per uno studio in un poliambulatorio medico, appena avrò la certezza del luogo inizierò il pellegrinaggio dai medici di base..non nascondo che sono abbastanza in preda al panico, sia per il rischio economico che per quello professionale!!
    In bocca al lupo a tutti!!

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Dampyr
    Data registrazione
    08-05-2004
    Residenza
    Sardegna
    Messaggi
    1,320
    Posso chiedervi una cosa:
    che intendete per "consulenze psicologiche" ?

  10. #10
    Partecipante Affezionato L'avatar di Mirja***
    Data registrazione
    18-02-2005
    Messaggi
    60
    ciao a tutti! anch'io ho pensato di avviarmi alla professione nel modo descritto da Emiliana ( a proposito di dove sei? io prov SA) ma dovrò aspettare ancora qlke mese almenofino a quando il mio piccolino (di appena 4 mesi!) sarà un po' più autonomo e potrà restare con la nonna.scrivete ancora e fateci sapere!

  11. #11
    Partecipante Affezionato L'avatar di Emiliana
    Data registrazione
    27-04-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    97
    hei Mirja...che coincidenza anche io sono della prov. di salerno!
    precisamente di padula...
    magari possiamo collaborare...
    Nel frattempo mi sto documentando molto bene, e presto ve lo riporterò, sul vago concetto di "consulenza psicologica"!
    saluti e a prestissimo.
    emi

  12. #12
    Partecipante Affezionato L'avatar di Mirja***
    Data registrazione
    18-02-2005
    Messaggi
    60
    io abito vicino Agropoli nel Cilento, conosci?
    anche a me piacerebbe trovare colleghe con cui collaborare.
    teniamoci in contatto!

  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di persefone78
    Data registrazione
    17-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    683
    un'informazione...ma si possono somministrare test senza aver fatto appositi corsi???
    PS: complimenti a tutti per la grinta e il coraggio!!!io aspetto i risultati dell'esame di stato e senza abilitazione nn posso fare proprio nulla!!!uffi uffi
    Per serial killer: dove stai facendo lscuola sistemica e ome ti stai trovando???io ho fatto il tirocinio presso la scuola romana di psicoterapia sistemica ho trovato che sia davvero un bell'approccio, ma ancora ho un pò le idee confuse sul futuro!!!

  14. #14
    delfino 80
    Ospite non registrato
    Ragazzi sapreste dirmi cosa è possibile fare senza l'abilitazione?
    grazie

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di persefone78
    Data registrazione
    17-03-2005
    Residenza
    roma
    Messaggi
    683
    bella domanda davvero......delfino....a saperlo...sembra che nn possiamo fare davvero nulla!!! :-((

Pagina 1 di 10 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy