• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di darcylia
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    passo dopo passo....su un cavo teso sopra Bologna
    Messaggi
    6,662
    Blog Entries
    202

    Devo scrivere.....ma cosa? Da dove parto? AIUTOOOOOO!!!!!!!!

    Perdonate la mia ignoranza ma ho provato a cercare un po' in tutta questa sezione e non ho trovato risposta.

    Sto lavorando alla tesi.
    Mi laureerò a novembre.....o almeno così dovrebbe essere....ma per come stanno andando le cose penso proprio che non ce la farò.
    Sì, perchè non ho ancora scritto nulla
    E' una tesi sperimentale in psicologia dell'orientamento, in particolare orientamento scolastico.
    Il capitolone della ricerca lo devo fare più avanti, visto che sto aspetando l'assistente della prof per l'analisi dei dati.
    Ma non è quello che mi preoccupa.
    Il mio vero scoglio è la parte teorica: non so come strutturarla!!!!!
    Non so proprio da che parte iniziare.
    Ho provato a cercare delle tesi su argomenti simili, per farmi un'idea, ma non ho trovato nulla.
    E nonostante abbia chiesto più volte un'aiuto alla prof.....niente, nemmeno qualche linea guida.

    Qualcuno mi può dare qualche suggerimento?
    Anche piccolo.
    Ve ne sarei imensamente grata.
    DARCYLIA

    Ex-Referente Supremo per il F.E.R.U. nel Libero Comune di Bologna

    "Despite all my rage, I am still just a rat in a cage"
    Smashing Pumpkins, "Bullet with butterfly wings"


    E nonostante tutto....
    Enjoy life, there's plenty of time to be dead
    (la mia inguaribile vena di ottimismo...)

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Brisa
    Data registrazione
    23-03-2004
    Messaggi
    528
    Bè è un po' difficile aiutarti... non so che dirti... io , su suggerimento della prof mi sono regolata così, visto che abbiamo messo in relazione più variabili abbiamo deciso di dedicare un cap a ciascuna variabile e l'ultimo alla parte sperimentale, poi spero di inserire anche un cap introduttivo che guidi nella lettura...

    più di così nn so che dirti, conoscessi il lavoro sperimentale forse potrei darti un aiuto più concreto..

    cmq più che chiedere aiuto alla prof io le porterei uno schema, una sorta di indice, forse avendo qualcosa da cui partire e su cui discutere lei stessa ti darà dei suggerimenti per trasformare la tua bozza in un vero e proprio schema da seguire!

    Ciao e in bocca al lupo per tutto!!

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di darcylia
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    passo dopo passo....su un cavo teso sopra Bologna
    Messaggi
    6,662
    Blog Entries
    202
    Ti ringrazio per il suggerimento.
    In effetti una piccola idea di un ipotetico indice ce l'avrei già, ma è talmente confusionaria che non so nemmeno come presentarla alla prof....
    Ad ogni modo, ci proverò.
    Grazie ancora.

    DARCYLIA

    Ex-Referente Supremo per il F.E.R.U. nel Libero Comune di Bologna

    "Despite all my rage, I am still just a rat in a cage"
    Smashing Pumpkins, "Bullet with butterfly wings"


    E nonostante tutto....
    Enjoy life, there's plenty of time to be dead
    (la mia inguaribile vena di ottimismo...)

  4. #4
    Registered User L'avatar di effina
    Data registrazione
    11-07-2003
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    144
    aiutati anche con una bibliografia, o comunque chiedi alla prof se ti può suggerire qualche testo......

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di darcylia
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    passo dopo passo....su un cavo teso sopra Bologna
    Messaggi
    6,662
    Blog Entries
    202
    Ho già chiesto alla prof ma "non collabora": mi da' sempre poche indicazioni e piuttosto vaghe......praticamente non mi sta seguendo minimamente, sto facendo tutto io.
    Ho già trovato un po' di libri interessanti e qualche articolo.
    Grazie per il consiglio.

    DARCYLIA

    Ex-Referente Supremo per il F.E.R.U. nel Libero Comune di Bologna

    "Despite all my rage, I am still just a rat in a cage"
    Smashing Pumpkins, "Bullet with butterfly wings"


    E nonostante tutto....
    Enjoy life, there's plenty of time to be dead
    (la mia inguaribile vena di ottimismo...)

  6. #6
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    28-05-2004
    Messaggi
    329
    Usa la tecnica della Clessidra...

    Una clessidra ha una parte ampia all'inizio, si restringe progressivamente al centro e poi si allarga di nuovo. La parte teorica della tua tesi deve essere strutturata alla stessa maniera.

    Inizi cioè con una trattazione ad ampio spettro del problema: di cosa parlerai e quali sono le grandi teorie che se occupano. Poi inizi a "stringere", specificando meglio il sottosettore disciplinare di cui ti occupi tu: modelli teorici utilizzati, teorie, dibattiti in corso. Poi stringi ulteriormente, e specifichi la DOMANDA: ogni tesi è il tentativo di risposta ad una domanda specifica (ad esempio, gli esseri umani preferiscono ritmi regolari o irregolari ? Lo strumento di valutazione X mi da vantaggi rispetto allo strumento Y ? L'atteggiamento verso questo argomento cambia in base al variare di certe caratteristiche demografiche ? Quante persone hanno un certo tipo di problema all'interno della popolazione di riferimento ? Etc. etc.) Tu devi chiederti quale è la domanda di fondo della tua tesi, e specificarla bene. Poi parli del tuo disegno sperimentale, con tutti i dettagli: è la parte più "tecnica e specifica" della tesi, corrispondente alla "strozzatura della clessidra". Dopo parli dei tuoi risultati ed inizia a discuterli; la discussione significa iniziare a riallargarsi, riportando i "dati" che hai trovato tu al quadro teorico generale che hai tratteggiato nella prima parte della tesi. La conclusione, il fondo allargato della clessidra, ritorna ad osservare il quadro iniziale del settore, ma integrato dalle tue riflessioni e dai tuoi risultati.

    Ad esempio, nel tuo caso, inizia con l'orientamento scolastico: cos'e', a cosa serve, la sua storia (in sintesi), le sue grandi teorie di riferimento, gli strumenti classici usati. Poi stringi approfondendo sul gruppo di teorie e strumetni più legati al tuo argomento di laurea, spiegandoli bene e discutendo i loro problemi. Poi specifica ancora di più, citando tutti gli articoli recenti sull'argomento iperspecifico; poi introduci il lavoro sperimentale, spiega il "perchè teorico" di come avete organizzato il disegno sperimentale così e non cosà, parla dei risultati. Poi la discussione dei dati, la ricolleghi in seguito al tema in oggetto, infine fai riflessioni di ordine generale ricollegandoti alla parte iniziale.

    Buon lavoro!
    Lpd

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di darcylia
    Data registrazione
    22-01-2005
    Residenza
    passo dopo passo....su un cavo teso sopra Bologna
    Messaggi
    6,662
    Blog Entries
    202
    GRAZIEEEEE!!!!!!!

    Bella la tecnica della Clessidra.
    Grazie ancora per il consiglio, terrò ben a mente.
    DARCYLIA

    Ex-Referente Supremo per il F.E.R.U. nel Libero Comune di Bologna

    "Despite all my rage, I am still just a rat in a cage"
    Smashing Pumpkins, "Bullet with butterfly wings"


    E nonostante tutto....
    Enjoy life, there's plenty of time to be dead
    (la mia inguaribile vena di ottimismo...)

Privacy Policy