• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16

Discussione: psicologia/psichiatria

  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di kikka5
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    211

    psicologia/psichiatria

    ciao a tutti/e!!!
    se avete un po di voglia e tempo vi propongo un dibattito....
    quest estate ho avuto un lungo dibattito su psichiatria e psicologia...qualcuno mi sa dire la sua delle differenze?
    una ragazza sosteneva che lo psichiatra avendo competenze mediche puo fornire una diagnosi migliore in caso sia coinvolto un aspetto fisico del problema..
    il ruolo dello psichiatra prevede anche questo?
    libero sfogo ai commenti!

  2. #2
    silviazero
    Ospite non registrato
    Beh, lo psichiatra essendo a tutti gli effetti un medico può prescrivere delle medicine, cosa che non può invece fare lo psicologo.
    Inoltre, in caso di diagnosi, il soggetto andrebbe prima visto da uno psichiatra per escludere problemi fisici. Almeno, questo è quello che succede ad es. quando si chiede la certificazione di un alunno: è il neuropsichiatra che la redige!
    Questo, naturalmente, non esclude poi l'intervento di uno psicologo...

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di monic2004
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    asti
    Messaggi
    73
    Beh lo psichiatra essendo medico, non solo puo' prescrivere i farmaci ma si presume che intervenga anche nella fase acuta di una qualsiasi sindrome di ordine psic. e non mi riferisco solo ai T.S.O, dovrebbe essere in grado di decodificare anche altri sintomi di vario ordine eventualmente presenti ed inviare al collega specialista, ovvio non è escluso (vivaddio) da tali consulenze lo psicologo, che non mi risulta possa intervenire in fase acuta in un pronto soccorso, di solito è chiamato lo psichiatra. Inoltre le materie di studi all' università sono differenti : la fisiologia riguarda tutti gli organi a medicina, inoltre a psicologia non mi risulta di avere sostenuto esami di chimica, farmacologia e quant' altro ma ad esempio teorie e tecniche del colloquio, in cui non mi sembra che i medici siano molto preparati...psicologia clinica, psicologia sociale.... io non parlerei di migliore diagnosi per gli psichiatri, ma di diagnosi effettuate privilegiando strumenti differenti. Altrimenti perchè uno psicologo richiederebbe la consulenza psichiatrica ed uno psichiatra quella psicologica?

  4. #4
    silviazero
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da monic2004
    io non parlerei di migliore diagnosi per gli psichiatri, ma di diagnosi effettuate privilegiando strumenti differenti.
    Appunto!
    Nessuno ha mai parlato di miglior diagnosi...

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di kikka5
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    211
    grazie ragazze!!
    il dibattito qui si faceva acceso...
    la mia amica sosteneva maggior competenza...io invece (ovviamente sono di parte!!ma difendo la categoria!! ) sostengo ambiti e metodi diversi e non maggior o minor competenza...
    lei è medico... mi innnervosiva da morire il fatto che molti di loro si sentano "onnipotenti"..tutto sanno e tutto possono.. mentre noi poveri psicologi... facciamo una facoltà da 5 anni mentre i loro sono 10...
    nn immaginate il nervoso!!!

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di sulinari
    Data registrazione
    11-01-2005
    Residenza
    provincia di Bologna
    Messaggi
    2,954
    Io penso che si tratti di due professioni diverse, che privilegiano aspetti diversi della mente umana.
    Ho avuto spesso a che fare con psichiatri, e quelli che ho conosciuto fin'ora erano oltre che molto tronfi, molto legati all'idea che per ogni problema c'è sempre un farmaco da somministrare.
    sicuramente non sono tutti così, ma hanno in genere un'impostazione di tipo medico e non psicologico.
    Purtroppo non riesco ad essere oggettiva sull'argomento, ma cercherò di esserlo in futuro se mi troverò a confrontarmi con altri psichiatri diversi da quelli che ho già incontrato.
    qui ci sono anch'io --> http://internos7.wordpress.com/

    Perfer et obdura. Dolor hic tibi proderit olim.

  7. #7
    Partecipante Affezionato L'avatar di monic2004
    Data registrazione
    21-10-2004
    Residenza
    asti
    Messaggi
    73
    una ragazza sosteneva che lo psichiatra avendo competenze mediche puo fornire una diagnosi migliore ...


    Così dice il primo messaggio di Kikka5 percio' mi sono permessa di ribattere...

  8. #8
    silviazero
    Ospite non registrato

    Re: psicologia/psichiatria

    Originariamente postato da kikka5
    una ragazza sosteneva che lo psichiatra avendo competenze mediche puo fornire una diagnosi migliore in caso sia coinvolto un aspetto fisico del problema..
    Penso proprio sia vero, visto che ha precisato in caso in cui ci sia coinvolto un ASPETTO FISICO...
    Lo psicologo generalmente entra in causa quando la possibilità che vi sia un problema fisico è stata scartata, e comunque nel caso in cui vi sia il dubbio DEVE rivolgersi allo psichiatra...

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di kikka5
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    211
    monic hai fatto benissimo a rispondere...
    lo psichiatra entra in gioco sicuramente nel caso in cui i problemi necessitino l uso di farmaci ma credo che per il livello fisico entrino in gioco gli specialisti...neurologo,medico specializzato o generico...
    nn penso lo psichiatra si metta ad analizzare ad esempio una lesione al cervello che implica modificazioni alla vista...
    o invece è cosi??
    i 6 anni di medicina servono a questo? o solo per prescrivere,conoscere,utilizzare farmaci?

  10. #10
    silviazero
    Ospite non registrato
    Per fare maggiore chiarezza, ho trovato questo documento in internet:

    http://www.psicoterapia-palermo.it/d...a/diagnosi.htm

    Spero possa essere utile!

  11. #11
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Originariamente postato da silviazero
    Per fare maggiore chiarezza, ho trovato questo documento in internet:

    http://www.psicoterapia-palermo.it/d...a/diagnosi.htm

    Spero possa essere utile!
    L'articolo è utile e fatto bene brava Silviazero

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di kikka5
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    211
    grazie silvia.....

  13. #13
    Ciao,
    credo anch'io che psichiatra e psicologo abbiano competenze diverse, ma se badiamo agli anni di studio e pensiamo alla specializzazione che ci consente di divenire psicoterapeuti, credo che non studiamo meno di un medico, abbiamo tirocini non pagati e spesso un percorso di analisi personale da pagarci, più le supervisioni...che forse potrebbero essere utili anche per alcuni medici.
    Credo che sia nella nostra che nella loro categoria ci siano persone che peccano di onnipotenza...ma a noi, forse più scoraggiati per le difficoltà lavorative, spetta il duro compito di non farci screditare da figure professionali che non hanno studiato di più, ma semplicemente tematiche diverse.
    E poi cosa ne pensate del fatto che uno psichiatra per legge(così mi è stato riferito recentemente) può esercitare anche come psicoterapeuta?
    blackino

  14. #14
    Partecipante Assiduo L'avatar di kikka5
    Data registrazione
    16-10-2004
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    211
    daccordisssssssssssimo con te in tutto!!!!!!!!

    ho trovato questo :
    LO PSICHIATRA
    E' laureato in Medicina e Chirurgia, con specializzazione in Psichiatria, per poter esercitare la professione deve essere iscritto all'Ordine dei Medici. Si occupa della diagnosi e la cura delle sindromi enumerate dal D.S.M. IV. Una diagnosi psichiatrica richiede un'accurata visita medica preliminare, con colloquio ed eventuali test, al fine di formulare una terapia precisa che si basa soprattutto sulla prescrizione di psicofarmaci. Se ha anche una specializzazione di quattro anni in Psicoterapia, può effettuare trattamenti psicoterapici.

    quindi nnsaprei se la notizia è vera..
    cmq è vero che in pgni professione ci sono i casi a sè..ma noi spesso veniamo screditati.. e questo mi da veramente fastidio....
    credo che il nostro lavoro sia veramente duro...e merita rispetto!!

  15. #15

    Riferimento: psicologia/psichiatria

    Citazione Originalmente inviato da blackino Visualizza messaggio
    Ciao,
    credo anch'io che psichiatra e psicologo abbiano competenze diverse, ma se badiamo agli anni di studio e pensiamo alla specializzazione che ci consente di divenire psicoterapeuti, credo che non studiamo meno di un medico, abbiamo tirocini non pagati e spesso un percorso di analisi personale da pagarci, più le supervisioni...che forse potrebbero essere utili anche per alcuni medici.
    Credo che sia nella nostra che nella loro categoria ci siano persone che peccano di onnipotenza...ma a noi, forse più scoraggiati per le difficoltà lavorative, spetta il duro compito di non farci screditare da figure professionali che non hanno studiato di più, ma semplicemente tematiche diverse.
    E poi cosa ne pensate del fatto che uno psichiatra per legge(così mi è stato riferito recentemente) può esercitare anche come psicoterapeuta?
    Io non capisco dove sia il problema. Purtroppo non è semplice fare una diagnosi, infatti anche per una "apperentemente banale" depressione, é sempre necessario escludere altre cause (malattie della tiroide, del metabolismo, del surrene, delle gonadi, ecc...). Vi porto altri esempi: l' ansia va posta in diagnosi differenziale con: morbo di Basedow, Aritmie cardiache, abuso di farmaci e sostanze eccittanti, ecc...; per le psicosi l' elenco è lunghissimo, ci sono tanti tipi di malattie che possono presentarsi con sintomi psicotici. Io vorrei capire cosa fa anche solo lontanamente pensare allo psicologo di essere in competizione con lo psichiatra. Dovreste cercare di capire che la psicologia non è medicina, quindi sarebbe opportuno che utilizzaste le vostre conoscenze per essere di supporto al medico quando si tratta di persone malate. Se il medico esclude ogni possibile patologia, ma esistono problematiche psicologiche, lo psicologo puó fare diagnosi, ma solo restando in questo ambito. Per la terapia, poi, molti psichiatri non si dedicano alla psicoterapia perchè preferiscono collaborare con psicologi psicoterapeuti che fanno solo quello (risultando molto preparati). Di solito il medico si preoccupa di restare aggiornato sui farmaci perchè questi sono una straordinaria risorsa in tutti i campi della medicina. Leggevo su questo forum che qualcuno si lamentava perchè non puó prescrivere farmaci. Ovviamente non sapeva che per somministrare un farmaco ad una persona e dormire tranquilli, bisogna conoscere: anamnesi familiare, anamnesi patologica remota, anamnesi patologica prossima, anamnesi farmacologica, ecc... Tutto questo perchè con un farmaco si puó anche morire (crecatevi su google la sindrome di Reye o la tossicità del paracetamolo), quindi bisogna essere laureati in medicina per sapere come quel farmaco può agire, quali reazioni avverse potrebbe determinare, come intervenire in caso di danno, quali interazioni puó dare con altri farmaci o alimenti, quale posologia utilizzare, per quanto tempo, ecc... Io non capisco perchè si deve mettere a confronto il medico con lo psicologo. La salute non é un business. Se un signore va dallo psicologo e lamenta presunti attacchi di panico, sarebbe opportuno che gli si dicesse di farsi visitare dal medico per escludeere le cause organiche. Poi, se lo riterrà giusto, potrà fare psicoterapia, ma potrebbe anche decidere di curarsi con i farmaci, o di non fare un bel niente. È un suo diritto e bisogna tutelare sia la salute del paziente che la sua libertà di decidere se curarsi e come curarsi.

    In ultimo, per rispondere a te, credo che il medico studi di più perchè fa sei anni di uni e non cinque. La specializzazione in paichiatria dura cinque anni e non quattro come quella in psicoterapia. Inoltre durante la specializzazione si lavora e quindi si fa esperienza. Ma poi non capisco il senso: se anche lo psicologo studiasse di più cosa cambierebbe? Non sarebbe comunque un medico, perció non capisco dove vuoi arrivare. Mi sembra quasi che si voglia paragonare lo psicologo al medico a tutti i costi. Continuo a non capire perchè.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy