• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di Aedon
    Data registrazione
    10-05-2002
    Residenza
    L'isola che non c'è
    Messaggi
    830

    In un'epoca diversa... che c'entra Spielberg?

    Di nuovo uno dei miei sogni macabri.

    Questa volta ero in un'epoca diversa. Non so bene che anno fosse, ho capito che non era questo periodo da alcuni particolari: l'illuminazione della stanza da pranzo era possibile grazie a particolari "aggeggi" in metallo, sul fondo un grande piatto da cui partiva un asta metallica su cui poggiava una specie di cappello grande quanto un tappino. Questo cappello poteva essere alzato e vi si infilava una stoffa imbevuta di olio o cose simili, cui si dava fuoco. I pezzi di stoffa bruciati finivano per cadere nel piatto metallico.
    Nella stanza c'era mia nonna che dormiva. Un grande tavolo di legno e una serie di madie che faceva il giro della stanza. Su ogni madia c'era uno o due di questi oggetti per l'illuminazione.
    Ero a conoscenza di una riunione di alcuni membri della famiglia di mio padre (ormai morto anche in questo sogno) io cercavo di andare di nascosto, perchè sentivo che stavano tramando qualcosa.
    Origliando da una finestra capivo che avevano intenzione di uccidere una donna, conosciuta come la pazza del paese, una sorta di barbona.
    Nel sogno cercavo di impedirlo correndo da lei, ma la trovavo già ferita a morte, con la gola tagliata. Le mani ricoperte da una cosa simile al muschio. In piedi vicino a lei c'erano curiosi e due degli uomini della riunione. Mi avvicinavo e cercavo di parlarle, lei mi diceva chi l'aveva uccisa, inizialmente non capivo poi comprendevo che diceva "il regista". Poi si raccomandava che mi occupassi del figlio, che sarebbe rimasto orfano.
    Una volta morta la donna me ne tornavo a casa, fingendo di non aver capito le parole, se on quelle riguardanti il figlio.
    Al mio rientro mia nonna stava preparando la tavola assieme a mia mamma, portavano piatti di ceramica, tipo quelli di Deruta.
    Dalla cucina vedevo una scala e sapevo che quella scala portava all'abitazione della famiglia di mio padre (i mandanti di questo assassinio).
    Proprio in quel momento passa dalla scala un gruppo di bambini, tra questi c'è il figlio della donna uccisa. Lo chiamo, con il nome di Alessio, e lui si avvicina. Inizialmente ostile.
    Parlando con lui spiego che avevo promesso a sua madre che mi sarei occupata di lui, non so come ma il bambino si convince e si siede a tavola con noi.
    Ciò che mi ha impressionato del bambino è che aveva la faccia di un mio parente (che non posso vedere tanto lo detesto) ed il corpo di un nano.
    Appena finito il pranzo, il bambino si avvicinava e mi abbracciava, poi mi sussurrava all'orecchio: "Spielberg".
    A questo punto mi sono svegliata...

    Ma che razza di sogni faccio???

    Sostenitore del "Movimento per la riscoperta della lingua italiana"

    My Blog
    -----------------------------------------

    Il dolore di oggi...
    .......fa parte della felicità di ieri


  2. #2
    psicorox
    Ospite non registrato
    complimeti per la memoria, ma come fai a ricordare tutti questi dettagli?
    Cmq quello che mi ha colpito maggiormente del sogno è il tuo atteggiamento positivo verso coloro che sono deboli ed in difficoltà, forse nella tua vita stai attraversando un periodo in cui
    senti il dovere di aiutare qualcuno che si trova in uno stato di bisogno...

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Aedon
    Data registrazione
    10-05-2002
    Residenza
    L'isola che non c'è
    Messaggi
    830
    Originariamente postato da psicorox
    complimeti per la memoria, ma come fai a ricordare tutti questi dettagli?
    Non mi accade spesso, ma alle volte faccio dei sogni talmente vividi che noto i più piccoli particolari e me li ricordo. Poi, nel sogno, l'oggetto (la specie di lampada) mi aveva incuriosita perchè notavo di usarlo come se fosse abitudine, ma nello stesso tempo lo osservavo attentamente, al punto che questa mattina ho provato anche a disegnarlo.

    Originariamente postato da psicorox
    forse nella tua vita stai attraversando un periodo in cui
    senti il dovere di aiutare qualcuno che si trova in uno stato di bisogno...
    Si, anche questo è vero... proprio alcuni giorni fa ho iniziato le pratiche per una adozione a distanza
    Ultima modifica di Aedon : 14-08-2005 alle ore 18.40.19

    Sostenitore del "Movimento per la riscoperta della lingua italiana"

    My Blog
    -----------------------------------------

    Il dolore di oggi...
    .......fa parte della felicità di ieri


  4. #4
    psicorox
    Ospite non registrato
    adozione a distanza che bello! :
    credo che vale la pena mettersi in gioco e buttarsi in questa meravigliosa esperienza, :

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    interessante il disegno, anch'io a volte per mantenere vividi i ricordi di un sogno "particolare" faccio degli schizzi.
    guardando il disegno due "opposte" intuizioni_associazioni
    una "razionale" : una lampada da tavolo e l'usanza di avvolgerle con stoffe quando si vuol rendere la luce più fioca (facendo molta attenzione il pericolo è quello che prendano "fuoco" )
    una ... (non so definirla) : se il pomellino potesse essere una testa stilizzata ... lo straccio svolazzante cosa rappresenterebbe ???

    credo che il "tessuto" del sogno abbia fortissimi legami con la tua storia personale e con i legami familiari, nodi ancora da districare ma su cui dovrai lavorare con delicatezza, pazienza e con la profondità e l'attenzione giusta e necessaria (ora dirò una cosa che mi renderà impopolare non credo che un forum, il forum sia lo spazio-contenitore adatto per materiale tanto "sensibile")
    ti abrraccio
    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

Privacy Policy