• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Cos'è questa psicologia clinica?

    Ciao a tutti/e. Mi veniva in mente una cosa curiosa. Normalmente, una disciplina si definisce in funzione dell'oggetto di studio. Quindi, la chimica studia i composti chimici, la geologia le rocce e i minerali, la filosofia l'attivtà di pensiero, e così via.
    Ma la psicologia clinica è curiosa, perché mi sembra che non possa venire definita in funzione del suo oggetto. Non studia la patologia, dato che c'è già la psicopatologia. Non il cervello, perché c'è già psicologia fisiologica, neuropsicologia ecc. Non la personalità, né le attività cognitive, né l'apprendimento.
    Allora mi pare che sia l'unica branca della scienza che si definisce in funzione del metodo utilizzato e non dell'oggetto di studio. Solo che, a questo punto, mi viene da chiedermi: qual'è il metodo utilizzato da questa disciplina?
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  2. #2
    CAro Willy diciamo che la domanda che hai posto è di respiro estremamente ampio...non facile... se una definizione di Psico Clinica può essere " disciplina che si propone la prevenzione, la comprensione e l'intervento *trasformativo* sulle situazioni di disagio relative a individuo, gruppo e società" allora credo che appartengo alla Clinica metodi differenti in base allo scopo prefisso.
    Penso ai colloqui clinici per la psicodiagnosi, ai test vari: di livello (ex WAIS), di personalità, di orientamento, per rilevare il clima o la cultura di un'organizzazione ecc.
    Penso alla prevenzione nelle scuole, alla psicoeducazione sessuale, all'attivazione della rete sociale.
    La psicologia clinica è insomma una sorta di ombrello sotto al quale ci sono le diverse aree della psicologia...i metodi perciò possono essere tutti quelli utili ad aumentare il benessere, dal singolo alla comunità.
    Non so se ti ho risposto in maniera simmetrica rispetto alla domanda... spero di si!
    Ciao!!!
    "io sono Pessoa e...la Quarta...!"
    ....."MORBOSOooo"
    "Amo il rigore Bauhaus...cravattina nera, camicia bianca...stailosisssima"

    "...mi disturbi esteticamente..."

    http://www.radiodd.com

  3. #3
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    la mia prof di psicologia clinica avrebbe risposto così (almeno credo ) .
    La psicologia clinica non si definisce in base all'oggetto,come dici,appunto,tu,ma in base al metodo.
    Ciò che caratterizza il metodo della psicologia clinica è l'analisi della domanda
    Che è,non solo diagnosi del disturbo,della storia di vita del paziente,delle sue risorse ecc.,ma anche analisi delle sue aspettative sulla consultazione e sullo psicologo e del suo stile di relazione con lo psicologo stesso.
    Io aggiungerei che è importante valutare anche le spiegazioni che si dà della propria sofferenza.

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di katia906
    Data registrazione
    06-02-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    130


    caro willy,
    posso condividere "in pieno" la tua perplessità di questa Psicologia Clinica - ti dirò di più, nel fare l'esame (bocciato) mi aspettavo sulle domande sul DSM-III,IV e non le operazioni statistiche che ahimè e un altro esame, ma la facoltà in se stessa e un campo minato di STATISTICA, PSICOMETRIA e.... non PSICOLOGIA - povero Freud... spero di non averti confuso di più le idee...
    ciao, ciao
    katia

  5. #5
    Johnny
    Ospite non registrato
    La psicologia clinica è caratterizzata da contiguità e rapporti interdisciplinari con altri settori scientifici e professionali. Tali contiguità riguardano a vario titolo alcuni settori della medicina, tra cui la neurologia e la psichiatria, delle scienze sociali, tra cui la sociologia e l’antropologia culturale e altre discipline storiche, filosofiche e pedagogiche attinenti al comportamento umano. Nonostante queste contiguità, la psicologia clinica mantiene una sua autonoma caratterizzazione di ricerca, di metodo e di assunti metateorici, per cui le sue competenze e pratiche operative non sono di pertinenza dei settori limitrofi, né di altre discipline psicologiche non finalizzate alla pratica clinica diretta.
    Ultima modifica di Johnny : 06-10-2008 alle ore 12.38.23

  6. #6
    io mordo
    Ospite non registrato
    Nessuno sa cosa sia, fai finta di niente, usala per fare ciò che ti appassiona, non fare confusione e vai avanti! no?
    E' un concetto che serve a fare lo psicologo clinico, se no sembrava di studiare l'aria fritta, serve a praticare questa professione che sembra non abbia molte regole, così è più professional...
    Ciao



  7. #7
    letyzzetta
    Ospite non registrato
    Cari,
    la psicologia clinica è lo studio della psicologia nella clinica, come dice la parola stessa.
    Clinica deriva dal greco klinè e significa disteso. Si intende il paziente, il signore che abbiamo al nostro studio. Quel signore non può essere studiato dalla psicopatologia in quanto quest'ultima studia le patologie della psiche e non le patologie del signore nostro paziente.
    Per riassumere, la psicologia clinica è un'applicazione nella pratica, appunto, clinica della psicologia intesa come corpus teorico.

  8. #8
    76pamy
    Ospite non registrato
    la psicologia clinica è un settore della psicologia applicata che ha come scopo il supporto e l'intervento. utilizza il metodo clinico che si avvale del rapporto interpersonale come strumento conoscitivo. il termine clinico infatti non si riferisce ad un obiettivo terapeutico ma al rapporto interpersonale.

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di shannarah
    Data registrazione
    14-09-2005
    Residenza
    napoli
    Messaggi
    339
    si ok sono daccordo con tutti voi, ma... una volta presa la specialistica in clinica non si puo' mica già esercitare? restano l'esame all'albo, l'anno di analisi... e la scuola di psicoanalisi non ce la metti??? lavoriamo a 30 anni se tutto va bene, e inizi a guadagnare a 50!!!
    (*'°:,..Crys..,:°'*)

  10. #10
    Giurato di Miss & Mister OPs L'avatar di Parsifal
    Data registrazione
    04-03-2002
    Residenza
    Nel buio vicino alle porte di Tannoiser
    Messaggi
    2,719
    Originariamente postato da shannarah
    si ok sono daccordo con tutti voi, ma... una volta presa la specialistica in clinica non si puo' mica già esercitare? restano l'esame all'albo, l'anno di analisi... e la scuola di psicoanalisi non ce la metti??? lavoriamo a 30 anni se tutto va bene, e inizi a guadagnare a 50!!!
    Dai,basta l'iscrizione all'albo;per esercitare occorre essere psicologi,non è necessaria la specializzazione!

  11. #11

    Riferimento: Cos'è questa psicologia clinica?

    Li mi sà ke hai sbagliato te..t spiego..Potresti rifarti al DSM solo nel caso di ricerca clinica ma normalmente la psico clinica si rifà al PDM (manuale psicodiagnostico dinamico)

  12. #12

    Riferimento: Cos'è questa psicologia clinica?

    ehm veramente klinè significa letto -.-

  13. #13
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Cos'è questa psicologia clinica?

    Citazione Originalmente inviato da Desirèe88 Visualizza messaggio
    ehm veramente klinè significa letto -.-
    kliné significa "letto" (dal greco) e indica l'attività che l'operatore fa "al letto" del malato. Dunuqe la Psicologia Clinica include nel suo etimo la sua destinazione alla malattia e alla sofferenza, nel tentativo di dare aiuto col ricorso a conoscenze e metodi psicologici. Psicodiagnostica, psicopatologia, psicosomatica e psicoterapia sono le componenti nelle quali si sottoarticola la Psicologia Clinica.
    Ultima modifica di Johnny : 29-10-2010 alle ore 09.44.22

  14. #14

    Riferimento: Cos'è questa psicologia clinica?

    psicologia clinica, come medicina clinica, dovrebbe significare mettere in atto il proprio sapere professionale.

    Da distinguere da una psicologia di ricerca o storica o filosofica.

    Teoricamente [pararadosso]dovrebbe essere la pratica della psicologia. Il "Come si opera" nella propria attivita'.

    Sempre che non sia un modo per moltiplicare le cattedre, e relativi docenti e assistenti.
    Ultima modifica di moscarorolus : 15-11-2010 alle ore 19.56.11

Privacy Policy