• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 11 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 155
  1. #1
    Ospite non registrato

    Il Divorzio è sempre necessario ed utile? e se si hanno anche dei figli?

    Cari Amici e colleghi

    Il Divorzio ! argomento d'estrema attualità

    In Italia e nel mondo è un fenomeno sociale e di costume che dilaga sempre più.

    Ormai si divorzia per svariate cause che possono essere dai motivi più semplici e futili a motivi gravi e seri, e quando ci sono dei figli? sono loro i primi a soffrirne qual'è la vostra opinione in merito?


  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    A volte è la soluzione migliore per tutti (figli compresi).

    Poi c'è caso e caso... ci sono coppie che tengono su un matrimonio che crolla per motivi stupidi (come il buon nome della famiglia o di un membro di questa), altre che ne fanno crollare uno che poteva funzionare in modo altrettanto stupido...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  3. #3
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Re: Il Divorzio è sempre necessario ed utile? e se si hanno anche dei figli?

    Originariamente postato da MD^_^
    Cari Amici e colleghi

    Il Divorzio ! argomento d'estrema attualità

    In Italia e nel mondo è un fenomeno sociale e di costume che dilaga sempre più.

    Ormai si divorzia per svariate cause che possono essere dai motivi più semplici e futili a motivi gravi e seri, e quando ci sono dei figli? sono loro i primi a soffrirne qual'è la vostra opinione in merito?

    Che le cause dei divorzi e delle separazioni siano svariate è certo. Che i motivi di una separazione possano essere futili mi riesce difficile da credere. Non credo esistano rapporti banali, che possano essere presi e raccolti, o buttati, come fazzoletti usati. Ogni separazione è un dolore rinnovato. E nuovo.
    Parlo per esperienza personale (e recente). E mia figlia mi sembra (ma è un parere mio, da osservatore interno al sistema) stia meglio con me da una parte e sua madre dall'altra, entrambi più contenti e meno arrabbiati e tristi, piuttosto che con noi due assieme e in guerra perenne. Io me la ricordo ancora, poco prima di dividere la mia strada da quella della mia compagna, che mi diceva "Papà triste, mamma triste.". Ora sorride e gioca e ci vuole bene ed è più contenta. Più avanti sarà più dura. E difficile. Ma dipenderà da me e da sua madre. L'importante è esserci. Come genitori. Non come compagni. O mariti. O mogli. Vhe quella è altra cosa.

    E cerchiamo di trattare queste cose "in punta di piedi", per favore.

    Ciao

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Re: Re: Il Divorzio è sempre necessario ed utile? e se si hanno anche dei figli?

    Originariamente postato da willy61
    Che le cause dei divorzi e delle separazioni siano svariate è certo. Che i motivi di una separazione possano essere futili mi riesce difficile da credere. Non credo esistano rapporti banali, che possano essere presi e raccolti, o buttati, come fazzoletti usati. Ogni separazione è un dolore rinnovato. E nuovo.

    ....omissis...

    E cerchiamo di trattare queste cose "in punta di piedi", per favore.

    Ciao

    Guglielmo
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  5. #5
    Ospite non registrato
    Per Willy 61 mi dispiace per la tua storia, ma si divorzia anche x motivi non gravi come la routine la noia, oppure come quella coppia da poco che si sono presi per i capelli e picchiati dopo 2 ore che si sono sposati, motivi? il volume ed il tipo di musica che ascoltavano in macchina non piaceva alla sposa! hanno divorziato il giorno seguente al matrimonio, ditemi voi!

    Io sono figlio di genitori divorziati, e da piccolo preferivo che i miei stessero assieme, certo non era bello vederli litigare tutti i giorni, ma forse dentro di me covava il desiderio d'avere una famiglia unita, ad esempio so che ognuno ha il desiderio ed il diritto di risorgere, con questi termini intendo rifarsi una vita, ma da piccolo come ora non accetterei mai, un estraneo che viene in casa mia a dirmi ed impormi cosa devo fare, come devo comportarmi etc. Ma non posso nel contempo impedire a mia madre di rifarsi una vita.
    Mio Padre è tedesco e per la sua mentalità ed i costumi vigenti in quella nazione, il divorzio viene vissuto con meno drammi, ricordo la tipa che stava con lui, mi diceva cosa dovevo fare, ed io le ho risposto per bene tanto che non si è mai più azzardata, con certi argomenti...ed atteggiamenti

    Per i figli divorziati è sempre un processo di stigmatizzazione, come per i membri della coppia che passano dalla condizione, di sposati a persone sole, entrano in gioco molteplici situazioni e fattori stressori come sensi di colpa, feedback negativi dall'ambiente sociale, solitudine etc...

  6. #6
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Invece non divorziare per i figli e farli vivere per il loro bene in una famiglia senza amore??? Non e' meglio avere dei genitori felici e soddisfatti che si sono amati ma che non stanno piu' insieme invece che vederli insoddisfattie costretti a sopportarsi ogni giorno??
    Vogliamo la famiglia per forza e ad ogni costo....cosa non farebbero alcuni per la facciata....

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368
    i miei genitori si sono separati dopo quasi 25 anni e dopo 3 figlie. io avevo 12 anni. da quando ne avevo 8 sapevo gia' che si sarebbero separati (non chiedetemi come ma lo sapevo).
    dal momento della decisione ci sono stati 2/3 anni di comporto, cioe' in cui hanno provato a vivere insieme. Vi dico la mia vita in quegli anni.
    Mio padre si e' ammalato di psicosi maniaco depressiva con forme violente verso mia mamma. Dopo l;anno che abbiamo dovuto passare in Finlandia (mio padre era in italia) proprio per sicurezza di mia mamma siamo tornate in italia. E ogni giorno, ogni notte, appena sentivo alzare la voce mi prendevano gli attacchi di panico, perche' mio padre poteva diventare violento, per evitare 10mila scenate.
    Mio padre ha allontanato tutti gli amici di famiglia, quando vivevamo con lui era un continuo scusarsi a destra e sinistra.
    dopo 15 anni ancora non sono riusciti ad avere un rapporto adulto, periodicamente (via telefono fortunatamente) si devono chiamare e attaccarsi a vicenda rivangando tutto il passato.
    Non ho mai saputo i motivi della loro separazione, so solo che quella separazione ci ha davvero rovinato la vita (abbiamo perso la casa, mia mamma ha perso il lavoro, anche alcuni parenti) e ancora ora portiamo i segni di quella seprazione.
    Ma, nemmeno per un attimo, potrei mai pensare al fatto che forse era meglio che rimanessero insieme, che forse era meglio continuare a vedere la freddezza di mia madre e la sofferenza di mio padre (prima che si separassero).

    Secondo me il punto non e' separarsi o non separarsi (stare insieme per i figli e' la'ssurdita' piu' grossa a cui si possa credere), il punto e' separarsi in maniera civile, da persone intelligenti ed adulte. Continuare a fare la madre e il padre, senza attaccarsi stupidamente, senza dover rovinare l'altro... perche', rovinando la'ltro, si rovineranno solo e solamente i figli che devono continuare a pagare per i genitori. Questo i miei genitori non lo hanno saputo fare... e la sofferenza che io e le mie sorelle ci portiamo dietro non e' dalla separazione, ma da tutti i comportamenti successivi che potevano e possono benissimo essere evitati!


    per quanto rigurada persone che si lasciano entri i primi due anni di matrimonio, non vogliocommentare . Il matrimonio e' un impegno serio, c'e' la convivenza eventualmente, non ci si puo' lasciare subito solo perche' ci da' fastidio lo spazzolino dell'altra persona... vivere insieme richiede forza e pazienza e forse ora ce ne e' sempre meno.
    Ultima modifica di Megghina : 02-07-2005 alle ore 15.52.39
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  8. #8
    Ospite non registrato
    anche la storia di megghina è una storia che lascia il segno, ma il passato è passato mio padre non mi vuole bene ma nemmeno mi odia, nei miei confronti sussiste una sorta di apatia emotiva, le cause non le ho mai capite, mi ricordo che l'anno scorso venne per il mio 30 compleanno mi fece piacere, e mi regalò una macchina di 6 mano meglio di niente un giorno mi chiese d'accompagnarlo all'aeroporto di olbia da cagliari, io acconsentii ma il giorno prima della partenza si bucò una ruota, allorà si cambiò la ruota, e mi ritrovai costretto a guidare la uno con 2 ruote anteriori di taglio diverso, anche il gommista disse che non va bene una situazione se mi beccava la polizia erano multe salate oltre che essere pericoloso per la sicurezza, sapete cosa rispose? al gommista? questo è un problema di mio figlio non mio!, bel padre... e poi non avevo neanche l'attrezzatura per cambiare le ruote non voleva spendere 15 euro all'AUCHAN, dovevo chiamare l'ACI! per una gomma !! bella figura!
    Scusate se sono andato un pò off topic, ma purtroppo per essere genitori occorre coscienza e mio padre sembra che non ne abbia!

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368
    MD, scusa ma non penso che il comportamento di tuo padre abbia a che fare con il divorzio. Intendo dire che ci sono genitori che stanno ancora insieme e si comportano malissimo con i figli (il mio ragazzo ne e' un'esempio... ci siamo trovati!).
    I miei con noi figlie hanno cercato di comportarsi bene da madre e da padre, sono stati tutti i guai combinati che ci hanno fatto soffrire e messo in situazioni poco piacevoli.
    Non dare la colpa al divorzio dei tuoi genitori se hai problmei con tuo padre, i problemi ci sono indipendentemente da quello (anche se sono nati con il dizvorzio).
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  10. #10
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Voglio fra l'altro raccontarvi la storia di una mia carissima amica...che sono anni che non vedo..era mia compagna di scuola alle superiori...
    Aveva i genitori divorziati...lei ha sofferto molto, e soffriva molto cmq quando stavano insieme sotto lo stesso tetto....e non si cagavano di striscio....
    Adesso (da diversi anni) si sono separati, il padre convive con un altra e la madre non so..mi pare avesse avuto una storia... La mia amica mi confido' di essere stata davvero felice come non mai per la prima volta nella sua vita nel vedere i genitori dopo anni di anaffettivita' reciproca e di musi linghi riacquistare il sorriso anche se con altre persone... Mi ricordo che mi faceva sorridere il fatto che mi parlasse di due famiglie allargate ... ovvero lei con quella del suo babbo e con quella della su mamma.... Vi posso garantire che almeno quando la frequentavo io era fra le ragazze piu' solari che abbia mai conosciuto.
    Certo questo non vuol dire che non le manchi un po' il fatto di non avere piu' una famiglia normale.... ma meglio questa che una situazione di vivere con due persone che si ritengono estranee fra di loro...
    Non credo affatto che si arrivi al divorzio con leggerezza...anche perche' divorziare costa un sacco... fra avvocati e sopese legali e di mantenimento....
    E' anche per tutto questo che credo che la convivenza almeno di un annetto prima del matrimonio possa essere una delle cose piu' utili e sensate...perche' stare insieme e' una cosa e vivere insieme e' un'altra cosa...

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Originariamente postato da Megghina
    per quanto rigurada persone che si lasciano entri i primi due anni di matrimonio, non vogliocommentare . Il matrimonio e' un impegno serio, c'e' la convivenza eventualmente, non ci si puo' lasciare subito solo perche' ci da' fastidio lo spazzolino dell'altra persona... vivere insieme richiede forza e pazienza e forse ora ce ne e' sempre meno.
    é proprio questa cosa che io non sopporto: una volta ci raccontò un amico di mia madre, che è avvocato del diritto di famiglia, che due sposi si lasciarono dopo un mese di matrimonio, a seguito di furibonde litigate perchè non erano d'accordo sulll'arredamento della casa!!! Ma gente! Queste cose si dovrebbero sapere ben prima ed è un'assurdità bella e buona il fatto che molti matrimoni cadano giù a picco per queste imbecillate! E' questa la responsabilità con cui ci si mette di fronte all'altare o si va in municipio?
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  12. #12
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Infatti e' anche per questi motivi che credo che prima di convolare a nozze si dovrebbe fare un periodo di convivenza per verificare meglio il rapporto....

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368
    o forse capire che ci vuole tanta tanta pazienza e tanta forza per vivere insieme.
    Io convivo da 8 mesi, dopo 7 anni da fidanzati, dopo 4 anni che lui ha vissuto da solo e dopo tutti i week end a dormire da lui ecc. ecc.
    Intendo dire con questi numeri che noi non siamo persone che ci vedevamo solo alle 6 della domenica del pomeirggio ma che ci conosciamo molto bene.
    Siamo andati a vivere insieme e manca poco ci lasciamo. Troppi problemi portati dietro sicuramente ma che cosa sarebbe successo se io non mi fossi intestardita e gli avessi dettoche io dalla nostra casa non me ne vado?? sarebbe successo che me ne sarei andata e che la storia sarebbe finita. Invece ho preferito stare male e pazientare, cercare di capire e di salvare il salvabile.. ora siamo di nuovo quasi tranquilli, alcune cose vanno sistemate ancora ma il peggio e' passato.
    Non voglio dire che io sono stata brava, voglio solo dire che ho lottato per noi, perche' noi valiamo di piu' di qualche ora per poter dormire in piu' la notte, di piu' delle discussioni sull'ordine... valiamo di piu' e basta. e questo "valere di piu" ci ha permesso di lottare e di avere la forza per farlo... cosi' come fanno tante coppie... ma cosi' come tante non fanno e dopo due mesi a casa ognuno per conto suo...
    ... certo perche' e' molto piu' facile tornare da mammina invece che mettersi faccia a faccia con la persona che ami e magari cambiare per lui..
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    E' vero Megghina, secondo me molte persone convolano a nozze senza sapere esattamente cosa questo comporta: non basta che colui che ti sposa ti rinfreschi la memoria su quali sono gli impegni ben precisi che dovrai affrontare col matrimonio, se quelle cose non le fai tue non ha alcun senso. Se l'amore c'è è necessario impegnarsi a fondo per tenere viva quella fiamma che si è accesa, fare dietrofront alla prima difficoltà e tornare a casina dai genitori è facile e comodo!

    Per quanto riguarda la convivenza prima del matrimonio credo che sia utile per provare in prima persona la vita col tuo futuro coniuge, ma non so se sia sufficiente. Credo che la convivenza sia vissuta in modo diverso dal matrimonio, me lo spiegò una volta uno psicologo: mi sembra si riferisse al fatto che la convivenza è vissuta come un periodo di euforia e ricco di attese e speranze per il più o meno vicino matrimonio e quindi può capitare che i reciproci difetti o i problemi non si vogliano vedere per non affrontare la realtà. Io credo che questa cosa sia plausibile, lo dimostra il fatto che pur cpn qualche anno di convivenza, alcune coppie si dividono ugualmente entro l'anno o due di matrimonio.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  15. #15
    alberag
    Ospite non registrato
    Premetto che non sono figlio di divorziati, non sono sposato e non mi passa neanche per l'aticamera del cervello. La mia esperienza ravvicinata su separazione e divorzio riguarda molti miei amici, alcuni parenti (fra cui mia sorella).
    Il punto della separazione e del divorzio è di lasciare la libertà, a persone che non desiderano stare più assieme, di prendere strade differenti. Se ci sono dei figli di mezzo si dovrebbe essere in grado di scindere la genitorialità dal matrimonio: alcuni ci riescono bene, altri meno, altri per nulla, ma non credo che le cose siano così strettamente collegate. Credo che se due persone sono capaci di fare i genitori siano in grado di farlo sia nel contesto di un matrimonio che in quello di una separazione/divorzio.
    Detto questo ritengo che se due persone litigano per il volume della musica in auto e si separano 2 ore dopo, o dopo un mese per l'arrredamento, non penso che il problema per loro sia di divorziare: il problema è che dovevano starsene a casa quella mattina anzichè andare in chiesa o in comune. Mi sembra che il problema sia la loro mancanza cronica di comunicazione, di sapersi ascoltare, di non aver preso la relazione (prima che il matrimonio) sul serio.

Pagina 1 di 11 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy