• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25

    Soprattutto per i lavoratori dipendenti

    Saprete delle modifiche in atto per quanto concerne il tarttamento di fine rapporto (TFR) e la legge del silenzio-assenso.

    Vi giro una mail... A me non piace tanto questa cosa, voi come la vedete?

    Il prossimo giugno 2005 verra' applicato il famoso decreto legge sul TFR (trattamento di fine rapporto=liquidazione) con il silenzio-assenso.
    COSA VUOLE DIRE? Significa che se non facciamo niente, il nostro TFRverra' tolto dalla gestione delle nostre aziende ed assorbito in un fondo gestito dall'INPS comune a tutte le categorie. Questo significa molte cose: 1 - non rivedremo mai piu' il capitale, ma solo un vitalizio a fine carriera di cui non si sa il valore 2 - molti dei fondi che aderiscono sono in passivo: ad es. i piloti sono in passivo e percepiscono stipendi lordi annui intorno ai 250 milioni; questi fondi cosi' "pesanti" in passivo non fanno altro che abbassare anche i nostri che magari non lo sono 3 - se non si esprime volontariamente il diniego a questo trasferimento entro i sei mesi dall'approvazione del decreto, il 100% del TFR verra' definitivamente perso ed incorporato nel fondo comune di cui sopra 4 - chi lavora, ma anche chi e' disoccupato, deve spedire la dichiarazione di non assenso: ad es. se 5 anni fa ho lavorato una stagione a raccogliere le pere e da allora non ho piu' lavorato, se non spedisco la dichiarazione mi verra' per sempre tolta la possibilita' di riavere il mio TFR. 5 - Se il mio TFR viene assorbito, non potro' piu' riaverlo neppure per motivi di salute o per la ristrutturazione o l'acquisto della casa, come invece avviene adesso 6 - l'assenso o il diniego andra' deciso prima di sapere quali saranno le condizioni di tale fondo, ergo: prima dateci tutti i vostri soldi, poi vi diciamo come ve li ridaremo!!
    Fate attenzione perché i titolari delle societa' per cui lavoriamo
    non sono obbligati a comunicarci tutte queste cose. Il decreto sarà attuato il prossimo giugno 2005, come annunciato il 23 marzo 2005 dal ministro del Welfare Roberto Maroni. Pertanto, se i tempi di pubblicazione del decreto sul silenzio/assenso saranno confermati, da giugno scatterà il termine dei sei mesi per esprimere la scelta sulla destinazione del Tfr. Dovrete pertanto esprimere il vostro eventuale diniego entro il prossimo dicembre 2005

  2. #2
    emiliano75
    Ospite non registrato
    erano informazioni che cercavo anche io...ma come si fa ad esprimere il proprio diniego? ciao

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    Da quanto contenuto nella mail mi pare di capire che tra giugno e dicembre dobbiamo mandare una lettera di non-assenso all'INPS. Appena ne sono certa, lo scrivo.

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di alita
    Data registrazione
    04-06-2003
    Residenza
    roma
    Messaggi
    1,727
    sono interessata anche io aglisviluppi di questa vicenda...sun, postaci altre info appena ne recuperi !


    C'è come un dolore nella stanza,
    ed è superato in parte:
    ma vince il peso degli oggetti,
    il loro significare peso e perdita.
    |Amelia Rosselli|

    Charlotte - Vorrei poter dormire -
    | Lost in Translation|

  5. #5
    MarioG
    Ospite non registrato
    Purtroppo è proprio così. Deve essere spedita una lettera di qualche genere dove si dichiara espressamente il 'non assenso' al trasferimento del proprio TFR nei fondi relativi.
    La cosa peggiore è che tutto questo è avvenuto con il benestare dei sindacati (tutta la triplice) che sa benissimo che, molte persone, disinformate per vari motivi, apprenderanno troppo tardi la notizia e prederanno il TFR. E fra l'altro i sindacati, probabilmente, istituiranno dei propri fondi pensione, per gestire in proprio i soldi dei lavoratori. Che meraviglia.

  6. #6
    Nos*
    Ospite non registrato

    Re: Soprattutto per i lavoratori dipendenti

    Originariamente postato da sunflower
    sopra 4 - chi lavora, ma anche chi e' disoccupato, deve spedire la dichiarazione di non assenso: ad es. se 5 anni fa ho lavorato una stagione a raccogliere le pere e da allora non ho piu' lavorato, se non spedisco la dichiarazione mi verra' per sempre tolta la possibilita' di riavere il mio TFR

    Tutto ciò quali tragiche conseguenze comporterà?Quali secondo loro i vantaggi nel varare questo decreto?
    Ultima modifica di Nos* : 31-05-2005 alle ore 13.52.20

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368
    Originariamente postato da MarioG
    Purtroppo è proprio così. Deve essere spedita una lettera di qualche genere dove si dichiara espressamente il 'non assenso' al trasferimento del proprio TFR nei fondi relativi.
    La cosa peggiore è che tutto questo è avvenuto con il benestare dei sindacati (tutta la triplice) che sa benissimo che, molte persone, disinformate per vari motivi, apprenderanno troppo tardi la notizia e prederanno il TFR. E fra l'altro i sindacati, probabilmente, istituiranno dei propri fondi pensione, per gestire in proprio i soldi dei lavoratori. Che meraviglia.

    da noi i sindacati hanno gia' proposto i propri fondi pensione....
    appena so qualcosa anche io vi faccio sapere!!!
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Megghina
    Data registrazione
    10-11-2003
    Residenza
    Fornacette (Pisa)
    Messaggi
    5,368

    Re: Re: Soprattutto per i lavoratori dipendenti

    Originariamente postato da Nos*
    Tutto ciò quali tragiche conseguenze comporterà?Quali secondo loro i vantaggi nel varare questo decreto?
    i loro vvantaggi sono quelli di avere piu' soldi disponibili subito cosi' da poter pagare le pensioni attuali e fare investimenti per quelle future, secondo me.
    L'idea non sarebbe bruttissima se saremmo sicuri che il nostro tfr ci venisse ridato. Io ho 26 anni e ho gia' piu' di 4000 euro di tfr e ancora una vita di lavoro davanti..... non me la sento proprio di buttarlo via!!!
    Se non puoi esser strada, sii sentiero,
    se non puoi esser sole, sii una stella;
    vincere o perdere
    non ha a che vedere con la grandezza
    ma bisogna essere al meglio quello che si è




    docente del corso accelerato di Spigazione
    attendiamo iscritte

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Syrinx
    Data registrazione
    28-11-2002
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    6,675
    Blog Entries
    4

    Re: Soprattutto per i lavoratori dipendenti

    Originariamente postato da sunflower
    Saprete delle modifiche in atto per quanto concerne il tarttamento di fine rapporto (TFR) e la legge del silenzio-assenso.

    Vi giro una mail... A me non piace tanto questa cosa, voi come la vedete?

    Il prossimo giugno 2005 verra' applicato il famoso decreto legge sul TFR (trattamento di fine rapporto=liquidazione) con il silenzio-assenso.
    COSA VUOLE DIRE? Significa che se non facciamo niente, il nostro TFRverra' tolto dalla gestione delle nostre aziende ed assorbito in un fondo gestito dall'INPS comune a tutte le categorie. Questo significa molte cose: 1 - non rivedremo mai piu' il capitale, ma solo un vitalizio a fine carriera di cui non si sa il valore 2 - molti dei fondi che aderiscono sono in passivo: ad es. i piloti sono in passivo e percepiscono stipendi lordi annui intorno ai 250 milioni; questi fondi cosi' "pesanti" in passivo non fanno altro che abbassare anche i nostri che magari non lo sono 3 - se non si esprime volontariamente il diniego a questo trasferimento entro i sei mesi dall'approvazione del decreto, il 100% del TFR verra' definitivamente perso ed incorporato nel fondo comune di cui sopra 4 - chi lavora, ma anche chi e' disoccupato, deve spedire la dichiarazione di non assenso: ad es. se 5 anni fa ho lavorato una stagione a raccogliere le pere e da allora non ho piu' lavorato, se non spedisco la dichiarazione mi verra' per sempre tolta la possibilita' di riavere il mio TFR. 5 - Se il mio TFR viene assorbito, non potro' piu' riaverlo neppure per motivi di salute o per la ristrutturazione o l'acquisto della casa, come invece avviene adesso 6 - l'assenso o il diniego andra' deciso prima di sapere quali saranno le condizioni di tale fondo, ergo: prima dateci tutti i vostri soldi, poi vi diciamo come ve li ridaremo!!
    Fate attenzione perché i titolari delle societa' per cui lavoriamo
    non sono obbligati a comunicarci tutte queste cose. Il decreto sarà attuato il prossimo giugno 2005, come annunciato il 23 marzo 2005 dal ministro del Welfare Roberto Maroni. Pertanto, se i tempi di pubblicazione del decreto sul silenzio/assenso saranno confermati, da giugno scatterà il termine dei sei mesi per esprimere la scelta sulla destinazione del Tfr. Dovrete pertanto esprimere il vostro eventuale diniego entro il prossimo dicembre 2005
    ne ero già a conoscenza
    la cosa che nn sapevo però è che ci fosse un limite (6 mesi) entro cui spedire la lettera

    cioè se non comunico all'inps entro fine anno,che non voglio riversare il mio TFR sul fondo pensione,non posso farlo più?!
    ..se già lo faccio a gennaio 2006 non vale più.... e vale la regola "chi tace acconsente"


    Ma non potevano farla al contrario questo decreto?
    di modo che chi voleva tramutare il TFR in fondo pensione,lo comunicava all'Inps e fine della storia
    "Remember me and smile...for it's better to forget than to remember me and cry"

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    Gilda è così , il trucco è tutto lì. E non potrai mai più cambiare idea. Cambia proprio il modo di regolamentare il tfr. Mi chiedo a questo punto cosa ne è di chi non ha mai lavorato perchè piccolo o altro. Chi decide per lui e perchè?

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di Syrinx
    Data registrazione
    28-11-2002
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    6,675
    Blog Entries
    4
    accidenti! O_O a questo non avevo pensato!
    i bambini di oggi si troveranno(in un domani lavorativo) automaticamente la liquidazione sul fondo pensione
    "Remember me and smile...for it's better to forget than to remember me and cry"

  12. #12
    Pescelupo
    Ospite non registrato

    Re: Re: Soprattutto per i lavoratori dipendenti

    Originariamente postato da Nos*
    Tutto ciò quali tragiche conseguenze comporterà?Quali secondo loro i vantaggi nel varare questo decreto?
    Riempire il paniere, banalmente.. mettere una pezza nei buchi dei conti pubblici
    ..quel che si dice una manovra lungimirante

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359
    Nel pubblico è già così da tempo, nel comparto scuola, gli assunti dopo il 2000 come me entrano direttamente in tfr. Fine della storia.
    Daltronde 40 anni di sperpero pubblico con mini pensioni a gente che ha lavorato 19 anni 6 mesi e 1 giorno porta al fatto che io ci andrò con 40 anni di contributi e i privilegi di alcuni sono a scapito di tutti, vedi pensioni d'oro ai parlamentari anche con un solo mandato.
    Poi la forza lavorativa ufficiale, cioè di chi lavora in regola, diventa sempre più precaria e l'età media si allunga, aggiungeteci che in Italia solo il 40 % delle donne in età lavorativa ha un impiego, in Europa peggio di noi solo Malta, e questa bilancia fra le entrate e gli esborsi sta sempre meno in equilibrio.
    Ultima chicca, la previsione ad oggi della mia pensione futura è di circa il 50-60% della mia attuale busta paga qualcosa come 600 euro di oggi. Ottime cose.
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di sunflower
    Data registrazione
    28-04-2002
    Residenza
    Taranto
    Messaggi
    3,664
    Blog Entries
    25
    novità: Il Ministro del Welfare ha slittato l'inizio dei sei mesi al 1° gennaio 2006.

    vi metto un link: http://www.cub.it/htm-pensioni-TFR/s...ensioni.htm...

    quindi discorso rimandato al 2006, ricordiamocene però! La mia idea è quella di volere oggi la mia liquidazione, che come gilda, si aggira sui 4000 e più, tasse escluse.....alla pensione ci penserò da sola fra 10 anni...

Privacy Policy