• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    regolamentazione della prostituzione: idee a confronto

    Questo argomento scotta, apro questo tread sperando che, vista la delicatezza del tema, si argomentino le proprie posizioni pacatamente

    http://www.repubblica.it/2005/e/sezi.../leggemer.html

    in questo articolo sono concisamente esposti punti di vista differenti rispetto al tema della prostituzione, cosa ne pensate?
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Caspita, l'argomento è molto complesso. Per quel che ne penso, la prostituzione è stata, è e sarà un problema sempre aperto, ma molto si può fare per migliorare le cose. La cosa grave è che dietro alla prostituzione c'è un giro di malavita e di delinquenza allucinante e a farne le spese sono anche molte donne costrette a questa vita: vidi tempo fa un documentario sulla prostituzione delle donne straniere, donne che vengono attirate da noi da persone che promettono buone propsettive di lavoro e che poi quando vengono qui si ritrovano su un marciapiede. Una delle ragazze intervistate disse: "La prostituzione esisterà finchè ci saranno gli uomini che ne usufruiscono, bisogna punirli e sanzionarli per far finire questo schifo". E questa potrebbe essere vicina alla proposta che fece Amato nel 2000. Ma servirebbe a mettere la parola fine al giro della prostituzione? Domanda da cento milioni di dollari. Purtroppo queste donne non sono assolutamente tutelate: io non conosco mlto bene la realtà delle case di tolleranza, proprio perchè da mezzo secolo non ci sono più, ma forse lì le donne sarebbero più seguite, tutelate. Ma ci vorrebbero comunque dei cambiamenti: è un problema che interessa varie figure sociosanitarie e ci vorrebbero delle strutture in cui queste donne sono ospitate, seguite, se non altro riguardo ai dovuti controlli medici, ma anche volendo affiancate da altri operatori sociosanitari. Finchè queste donne saranno dipendenti dallo sfruttamento dei "magnacci" non c'è speranza per loro di essere tutelate in alcun modo.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  3. #3
    Ospite non registrato
    In effetti è molto delicato come argomento comunque non posso fare a meno di trasmettere la mia idea,

    Sia in teoria che in pratica sono contro la prostituzione, la legge Merlin la considero come una forma di salvezza, per delle ragazze talvolta minorenni costrette a dare se stesse a degli sconosciuti, se aprissimo le case chiuse le ragazze, che vi vengono confinate, non avranno via di scampo sorvegliate 24 h su 24 dai loro schiavisti,
    Come qualsiasi merce, va in fallimento, se non viene acquistata, con queste mie parole voglio dire, ch se la prostituzione dilaga è perchè ci sono i clienti, quindi c'è domanda in termini economici.

    Tra poco in Italia per risanare i conti pubblici mettiamo in loco le imprese del sesso! bella roba!

    Mi sorprende molto l'opinione di Don Gallo, non condivido la sua opinione in merito alla prostituzione.

    Da noi a Cagliari il problema è serio, specialmente d'estate entrando in città dalla statale 131, vedi non solo 1 o 3 prostitute ma decine e decine! spesso quasi nude, tra loro vedi anche ragazzine di 14 anni ! tutte queste persone sono costrette ogni sera a portare ai loro padroni 600 euro, da un'intervista fatta da una telivisione locale, la tariffa per un rapporto sessuale si aggira sui 30 euro, se devono portare ogni 600 euro devono avere 20 rapporti sessuali al giorno, v'immaginate una ragazzina di 14 anni 20 rapporti al giorno se no sono botte?

    Elimando la prostituzione di strada, e aprendo dei quartieri a luci rosse, non si argina il problema anzi si tende solo a non voler rovinare l'immagine di una città, semplicemente nascondendo il problema e arginando lo stesso entro certi confini.

    I vantaggi sono questi i bambini giustamente non si turbano, le persone sono tranquille il turismo non ne risente, l'immagine della città neanche,

    Ma uno svantaggio grande esisterà le sofferenze ed il dolore di decine e decine di persone che verranno sfruttate senza pietà.

    Nel 90 % dei casi la prostituzione non è libera scelta, ma costrizioni e violenze!

  4. #4
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Ottimo post Luthien

    Mi documento un pò e dico la mia

  5. #5
    falce1976
    Ospite non registrato
    Di tratta delle donne (che è diversa dalla prostituzione) mi occupo per lavoro.

    Ci sono associazioni che si servono di unità di strada per contattare le donne che si prostituiscono: instaurano con loro un rapporto di fiducia, le sensibilizzano su questioni riguardanti la salvaguardia della salute e la dignità, e in più offrono un aiuto concreto a quelle che, costrette o ingannate, vogliono cambiare la loro vita.

    Le unità di strada lavorano, appunto, in strada.

    Le ragazze in appartamento ( o club) sarebbero più difficilmente raggiungibili.

    Forse bisognerebbe ascoltare le proposte di chi non è costretta, e lottare con più forza contro il traffico e lo sfruttamento...




  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di morrigan
    Data registrazione
    21-12-2004
    Residenza
    seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino
    Messaggi
    4,275
    la prostituzione in sè non sarebbe un problema se colei che la esercitasse lo facesse di sua spontanea volontà. credo anche, però, che poche tra coloro che scelgono questa strada, lo facciano perchè è un loro reale desiderio. anche chi non viene sfruttata, ingannata, sequestrata, può trovarsi in una difficilissma situazione (economica, ad esempio) e scegliere come ultima spiaggia la prostituzione. in questo caso, quanto la sua scelta è libera?
    è sicuramente un problema spinoso, io, probabilmente, sarei d'accordo con le cooperative di prostitute, che si autogestiscono, che decidono loro il da farsi, in cui le minorenni non possono accedere, solo a questa condizione sarei favorevole alle case chiuse. ma se tutto cadesse nelle mani della malavita, allora non sarei più d'accordo in ogni caso.
    non mi interessa il "problema" morale, non credo che parlare seriamente di prostituzione debba includere ciò che è morale e ciò che non lo è. il sesso può essere usato come "merce di scambio" in molti modi più subdoli, meno evidenti, non sarebbe condannabile solo quello retribuito con denaro, a questo punto, ma questo è un altro argomento.
    rendiamoci anche conto, allo stesso tempo, che se esiste un offerta è perchè c'è una domanda...forse l'unico modo per eliminare la prostituzione sarebbe, allora, cambiare la cultura di uomini che trovano la cosa divertente...
    bel thread ghiretto
    ...non sono forse un accordo stonato, nella divina sinfonia,
    grazie alla vorace ironia che mi squassa e che mi morde?
    E' dentro la mia voce, come stride!
    E' il mio sangue, questo veleno nero!
    Sono lo specchio sinistro in cui si guarda la megera.
    io sono la piaga e il coltello! Sono lo schiaffo e la gota!
    Sono le membra e la ruota, e la vittima e il carnefice!
    Sono del mio cuore il vampiro,uno di quei grandi derelitti
    condannati all'eterno riso
    e che non possono più sorridere


    my blog
    le mie foto


    Sono un'erinni



  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    Originariamente postato da morrigan
    non credo che parlare seriamente di prostituzione debba includere ciò che è morale e ciò che non lo è. il sesso può essere usato come "merce di scambio" in molti modi più subdoli, meno evidenti, non sarebbe condannabile solo quello retribuito con denaro, a questo punto
    Basti pensare a quanto viene usato il sesso nella pubblicità, dimmi se non è merce di scambio anche così. E poi in ben tante altre situazioni.

    rendiamoci anche conto, allo stesso tempo, che se esiste un offerta è perchè c'è una domanda...forse l'unico modo per eliminare la prostituzione sarebbe, allora, cambiare la cultura di uomini che trovano la cosa divertente...
    Altra cosa giusta: l'avevo scritto anche in precedenza, una delle ragazze prostitute in un programma lo disse chiaramente: bisogna innanzitutto che gli uomini cambino modo di pensare: faceva notare quanti uomini sposati e con figli andavano poi la sera con le donne di strada.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  8. #8
    alberag
    Ospite non registrato
    Io non credo che il problema della prostituzione sia risolvible con un intervento legislativo: la prova è il fallimento della legge Merlin. MD dici che il problema a Cagliari è particolarmente grave: vieni a farti un giro a Milano o a Torino, li il fenomeno c'è 365 giorni l'anno.
    A mio avviso il problema sta nell'educazione al rispetto della vita, che nelle cose grandi e in quelle piccole non è evidentemente presente in Italia. Al di là della legge che non punisce chi compra, naturalmente.

  9. #9
    Postatore OGM L'avatar di morrigan
    Data registrazione
    21-12-2004
    Residenza
    seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino
    Messaggi
    4,275
    il punto è che la prostituzione ha anche una certa aura di fascino: gli uomini hanno sempre visto questa pratica come un qualcosa da fare come iniziazione alla vita e all'età adulta, poco importava che le donne fossero schiave di una padrona che sfruttava la loro condizione. non è facile cambiare un comportamento socialmente condannato, ma ufficiosamente tollerato. nessuno si chiede come vivono le ragazze, le donne, le bambine che camminano per strada. ho visto ragazzine di 16 anni, ai bordi delle strade, le macchine si fermavano per caricarle, nessuno di quei bravi cittadini italiani, che pagano le tasse e la sera guardano la tv, si è mai chiesto perchè una ragazzina di 16 anni stesse lì, la freddo, seminuda, da chi fosse sfruttata, a chi dovesse portare i soldi. per quegli uomini in macchina è una merce, come per me lo può essere una maglietta. fino a che la cultura sarà questa, poco importano le leggi, poco importa la presenza o l'assenza di case chiuse, quartieri a luci rosse e via dicendo...

    x luthien: è vero...il sesso è usato come merce di scambio in un'infinità di situazioni, nella publbicità si rasenta il ridicolo, corpi nudi ovunque. ed io non sono una bigotta, il corpo umano non mi fa paura, non mi provoca pruderie, però lo si smitizza sicuramente, mostrandolo in continuazione, senza un filo logico, senza un minimo di rispetto....
    ...non sono forse un accordo stonato, nella divina sinfonia,
    grazie alla vorace ironia che mi squassa e che mi morde?
    E' dentro la mia voce, come stride!
    E' il mio sangue, questo veleno nero!
    Sono lo specchio sinistro in cui si guarda la megera.
    io sono la piaga e il coltello! Sono lo schiaffo e la gota!
    Sono le membra e la ruota, e la vittima e il carnefice!
    Sono del mio cuore il vampiro,uno di quei grandi derelitti
    condannati all'eterno riso
    e che non possono più sorridere


    my blog
    le mie foto


    Sono un'erinni



  10. #10
    Matricola L'avatar di lorena322
    Data registrazione
    11-04-2005
    Residenza
    sori(ge)
    Messaggi
    27
    Mi sono occupata di prostituzione per la mia tesi. Purtroppo la situazione è molto grave. La prostituzione di donne italiane, spesso volontaria, non esiste più. Le ragazze che si trovano in strada o, peggio, negli appartamenti (peggio perchè meno visibili,e ignorate dall'opinione pubblica: qualcuno ha mai sentito parlare delle prostitute cinesi e delle violenze perpetrate nei loro confronti?) sono tutte vittime di tratta: se non sono state rapite(è il caso spesso delle ragazze albanesi) almeno sono state ingannate. Vengono in Italia a cercare un lavoro e trovano la prostituzione...e pagano un prezzo molto alto. Il valore della vita di queste ragazze è, per i loro sfruttatori, pari ai soldi che qualcuno è disposto a pagare per prenderle con sè, e farne quel che vuole. Le violenze documentate nei pochi processi avviati sono indicibili.
    Cosa fare?La nuova legge volta a tutelare queste ragazze,offrendo loro protezione e un permesso di soggiorno, è buona sulla carta.Molto è lasciato in mano alle procure delle singole città, e la legge viene applicata con ampi margini di libertà. Un esempio: in teoria il permesso di soggiorno dovrebbe essere concesso a tutte le prostitute che chiedono di essere immesse in un programma di aiuto. In realtà alcune procure pretendono anche che le ragazze denuncino i loro sfruttatori: di fronte a questa richiesta molte ragazze si tirano indietro, spaventate dalle possibili ritorsioni (a ragion veduta: troppe sono le prostitute uccise per tali motivi).
    Purtroppo si ha a che fare con grosse organizzazioni criminali, che operano a livello mondiale, trasportando le ragazze da un capo all'altro del mondo.
    Alcune idee buone ci sono. Bisogna saperle impiegare con criterio.

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di LUTHIEN
    Data registrazione
    17-10-2004
    Residenza
    grosseto
    Messaggi
    3,501
    C'è troppa ignoranza sull'argomento, troppa poca informazione: davvero quella gente che va con queste donne non ha idea delle atrocità e dello schifo che c'è dietro. E infatti queste ragazze invitate a denunciare gli sfruttatori non hanno neanche il coraggio di farlo, perchè c'è troppo poco appoggio per queste donne e quellli là non scherzano: se li denunci ti uccidono a meno che tu non sia tutelata nel dovuto modo. E di questo mercato schifoso fanno parte tantissime minorenni. Lo stato deve agire con decisione mobilitando varie forze in campo, comprese serie campagne di sensibilizzzazione su questo tema.
    "Sono un viandante sullo stretto marciapiede dela terra e non distolgo il pensiero dal Tuo volto, che il mondo non mi svela..." Karol Woitila
    +Luthien Tinuviel+

  12. #12
    Postatore OGM L'avatar di morrigan
    Data registrazione
    21-12-2004
    Residenza
    seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino
    Messaggi
    4,275
    no è che la gente non sa cosa c'è dietro alla prostituzione, luthien, è solo che non interessa in alcun modo, il cliente che fa salire in macchina una ragazza non è minimamente interessato alla sua condizione di schiava, pensa a sè, al suo piacere....siamo fatti così...ognuno pensa al proprio orticello, ognuno ha interesse solo per lo spazio che sfiora la punta ed il tacco delle proprie scarpe, oltre non guarda...l'oltre non interessa...
    ...non sono forse un accordo stonato, nella divina sinfonia,
    grazie alla vorace ironia che mi squassa e che mi morde?
    E' dentro la mia voce, come stride!
    E' il mio sangue, questo veleno nero!
    Sono lo specchio sinistro in cui si guarda la megera.
    io sono la piaga e il coltello! Sono lo schiaffo e la gota!
    Sono le membra e la ruota, e la vittima e il carnefice!
    Sono del mio cuore il vampiro,uno di quei grandi derelitti
    condannati all'eterno riso
    e che non possono più sorridere


    my blog
    le mie foto


    Sono un'erinni



  13. #13
    falce1976
    Ospite non registrato
    Vero è che a molti clienti non frega niente delle condizioni in cui lavorano le ragazze, però...

    Però ce ne sono alcuni che diventano confidenti delle ragazze; dopo aver ascoltato le loro storie, non hanno più rapporti con loro, si pongono come amici e le aiutano (ne ho conosciuti 2) a rivolgersi alle strutture che possono sostenerle.

    La sensibilizzazione è fondamentale, e sono d'accordo che il tasto del moralismo non sia quello più adeguato.


    F.

  14. #14
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di el loco
    Data registrazione
    24-08-2004
    Residenza
    Lecce - Milano - Parma- Figline
    Messaggi
    1,032
    Blog Entries
    8

    la

    scrivo alla cieca, scusate...pensavo che l'importante è tipo rimanere, come dire, sulla propria strada...si parla di prostituzione,.. la strada è quella che ognuno intende come sua ..la statale dei platani, l'A 14 o la tangenziale est di Lecce.
    salute
    "... per favore Dio, per favore Knut Hamsun, non abbandonatemi adesso." (J. Fante)



    http://youtube.com/watch?v=jjXyqcx-mYY

  15. #15
    Ospite non registrato
    ma che dire? la legalizzazione della prostituzione, non è la ricetta ottimale, la prostituzione è un mercato, scusate la frase, ma è la realtà c'è offerta, le povere ragazze schiavizzate, ma c'è anche la domanda, il cliente, quindi bisognerebbe a mio avviso promuovere delle campagne di solidarietà, e d'informazione per far capire le persone la realtà di questo fenomeno, il mio non è un discorso utopistico, ma una possibile lotta contra una realtà, che considero non umana, in quanto di umano c'è ben poco a parte il corpo, ma cosa distingue l'essere umano dalle bestie? la capacità d'amare la sensibilità etc

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy