• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: La Caduta

  1. #1
    Eowin
    Ospite non registrato

    La Caduta

    Ho visto recentemente La Caduta, il film sugli ultimi giorni di Hitler nel bunker di Berlino e devo dire chè l'ho trovato estremamente ben fatto e di sicura presa (un pugno nello stomaco)
    Poi ho letto il commento di Lietta Tornabuoni sulla Stampa che lo definisce "piatto come una fiction televisiva", salvando solo la magistrale interpretazione di Bruno Ganz.
    Ma sono in totale disaccordo: io ODIO le fiction televisive, non riesco a gurardarle, non mi sembra che La Caduta abbia nulla a che vedere con quella robaccia.
    Piuttosto avevo, guardandolo, l'impressione di assistere ad un documentario, come se telecamere nascoste avessero ripreso quei tragici momenti di 60 anni fa.
    Insomma a me è piaciuto, molto, per l'accuratezza della ricostruzione scenografica e dei personaggi, colti in quella che secondo la storiografia era la loro autentica personalità.
    Un Hitler con tutte le sue contraddizioni, una struggente Eva Braun, la giovane fedele segretaria, la coppia Goebells fedele fino allo sterminio dei figli e al suicidio finale, i personaggi di contorno immersi nel climax da Caduta degli Dei...
    Qualche appunto lo potrei anche fare, ma mi astengo, visto che tutto sommato lo ritengo un grande film.
    Vorrei sentire il parere di qualcun altro che lo abbia visto.
    Ciao.

  2. #2
    Pescelupo
    Ospite non registrato
    A me è piaciuto molto, ma anche io trovo che ci siano alcuni punti.. non tanto che sembri una fiction (non direi proprio) ma certe parti eccessivamente sentimentali mi hanno un pò lasciata male. Non so se sentimentale è la parola giusta perchè in effetti sono crude, ma messe lì per suscitare compassione.. parlo ad es dei ragazzini per strada; mi ha un pò ricordato, come modo di far cinema, quello americano. Sono quelle che chiamo "Spielbergate"

    quello che mi è piaciuto di più: Bruno Ganz, la ricostruzione storica e scenografica, il personaggio di Gerda (silenzioso e ai margini ma molto realistico), i Goebbels.
    Ciau

  3. #3
    Eowin
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Pescelupo
    ... certe parti eccessivamente sentimentali mi hanno un pò lasciata male. Non so se sentimentale è la parola giusta perchè in effetti sono crude, ma messe lì per suscitare compassione.. parlo ad es dei ragazzini per strada
    Beh, non sarà un caso se era proprio l'appunto su cui avevo sorvolato io...

Privacy Policy