• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253

    astronavi, alieni e di nuovo pranzo

    di nuovo sogni, nel sonnelino pomeridiano, o meglio molti ricordi dopo giorni senza ricordi ma solo sensazioni di aver sognato.

    Su un'astronave che io governavo, mi spostavo in compagnia di "essere" di un'altra specie, visitavo mondi e incontravo "alieni sempre differenti, non paura non sgomento ma curiosità, avvicinarmi anche a luoghi dove i cieli erano di altri colori. Sensazione di serenità di stima nelle mie capacità di muovermi.

    ...
    preparavo io un pranzo per molte, molte persone, preparavo "cose buone" fritti croccanti e dorati, pasta al forno molte libagioni, ne vedevo i colori, ne sentivo i profumi nell'aria. Tutti mangiavano, tutti godevano. Non io. poi rabbia frustrazione, dolore, non mi avevano lasciato quasi niente mi siedo a tavola in un angolo da sola con i cibi quasi freddi, per la rabbia non riesco neanche a mangiare mi alzo per prepare un caffè, c'è un arnese, tipo una bilancia che serve a riempre le caffettiere, non mi riesce di usarlo, verso la polvere di caffè allora prendo la caffettiera e la scaglio con violenza contro un muro ...

    mi sembra di aver sognato anche altro ma non ricordo.

    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  2. #2
    agex
    Ospite non registrato
    Ci hai raccontato un sogno, grazie!! Ma noi cosa dobbiamo farne?? Ti proponiamo di lavorarci insieme...dunque, cerchiamo la tua interpretazione.
    Dovresti essere in grado di farla.
    Ci devi offrire altri elementi quali lo stato d'animo nei vari passaggi e a cosa si ricollega il sogno negli eventi della veglia antecedente al sogno. Grazie.

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    di nuovo un pranzo, a differenza del sogno precedente dove c'era la tavola con stoviglie ma nessun cibo, tanto che in un altro spezzone di sogno uscivo per comprare del pane. In questo sogno IO CUCINO, preparo il cibo e lo offro, lo offro a tutti tanto da restarne senza. La rabbia è il sentimento preponderante insieme alla frustrazione.
    L'arnese-bilancia che serve a dosare il caffè per poi riempire la caffettiera, rimanda a un mio vissuto sul controllo, sulla misura, un meccanismo "mio" che questa volta vacilla e mi impedisce di contenere la rabbia, da qui l'esternazione palese nello scagliare l'oggetto-caffettiera lontano da me, con violenza contro un muro, per distruggere.

    Non ricordo quale dei due sogni sia precedente, averli esposti nel primo post in quell'ordine mi fa pensare che così si siano presentati, ma sono troppo avezza agli "inganni" per non accorgermi che troppe volte ciò che manifestamente è consolatorio,nel suo lato oscuro è gabbia e viceversa.

    Il sogno di Astronavi, alieni e mondi da esplorare mi riporta alle mie idealizzazioni, e questo sentirmi "capace", in grado e con i mezzi (addirittura un'astronave) mi riporta a quello che riconosco come il mio più grande difetto (pregio? caratteristica?) travestita da umiltà, sempre fa capolino la mia superbia.

    Antecedente della veglia discussione "fuori dai denti" con mio marito a cui è seguita una pacificazione rasserenante e piacevole anche se avvertita come "passeggera". il materiale: la caffettiera davvero esplosa l'altra notte a casa di un'amica di cui mi ha raccontato al telefono che ha lasciato schizzi di caffè su tutta la cucina, compreso il soffitto.
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  4. #4
    io mordo
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da alea

    Il sogno di Astronavi, alieni e mondi da esplorare mi riporta alle mie idealizzazioni, e questo sentirmi "capace", in grado e con i mezzi (addirittura un'astronave) mi riporta a quello che riconosco come il mio più grande difetto (pregio? caratteristica?) travestita da umiltà, sempre fa capolino la mia superbia.

    Ciao Pat ,
    ...ma questa è una scoperta relativamente recente o no?
    Marco

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    ciao Marco, in effetti non è una scoperta recente, è recente il mio saperlo riconoscere, esplicitare, cercare di elaborare e gestire. Mi verrebbe da dire : integrare.
    La mia analista sta facendo un ottimo lavoro (a dire il vero sto lavorando tanto IO).


    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  6. #6
    io mordo
    Ospite non registrato
    Son contento!

  7. #7
    agex
    Ospite non registrato
    "di nuovo un pranzo, a differenza del sogno precedente dove c'era la tavola con stoviglie ma nessun cibo, tanto che in un altro spezzone di sogno uscivo per comprare del pane. In questo sogno IO CUCINO, preparo il cibo e lo offro, lo offro a tutti tanto da restarne senza. La rabbia è il sentimento preponderante insieme alla frustrazione."
    Notiamo con un certo interesse che la rabbia è esplicita del desiderio mentre la frustrazione è significativa come segnale. Come dire: ti rendi conto di cosa ti stai arrabbiando??? Accanto al desiderio troviamo con un certo interesse la novità: durante il sogno c'è una critica.

    "L'arnese-bilancia che serve a dosare il caffè per poi riempire la caffettiera, rimanda a un mio vissuto sul controllo, sulla misura, un meccanismo "mio" che questa volta vacilla e mi impedisce di contenere la rabbia, da qui l'esternazione palese nello scagliare l'oggetto-caffettiera lontano da me, con violenza contro un muro, per distruggere."
    Appunto la rabbia, un meccanismo di crescita della rabbia e di realizzazione del gesto rabbioso.

    "Non ricordo quale dei due sogni sia precedente, averli esposti nel primo post in quell'ordine mi fa pensare che così si siano presentati, ma sono troppo avezza agli "inganni" per non accorgermi che troppe volte ciò che manifestamente è consolatorio,nel suo lato oscuro è gabbia e viceversa."

    "Il sogno di Astronavi, alieni e mondi da esplorare mi riporta alle mie idealizzazioni, e questo sentirmi "capace", in grado e con i mezzi (addirittura un'astronave) mi riporta a quello che riconosco come il mio più grande difetto (pregio? caratteristica?) travestita da umiltà, sempre fa capolino la mia superbia."
    Condividiamo in pieno, complimenti, ci siamo; la superbia è un residuo del rimosso, che poi sarebbe l'orgoglio nel ruolo istintivo, la differenza a volte è sfumata..

    "Antecedente della veglia discussione "fuori dai denti" con mio marito a cui è seguita una pacificazione rasserenante e piacevole anche se avvertita come "passeggera"."
    Ecco il segnale di pericolo, perché non rafforzare la pacificazione????Perché minacciarla con il "passeggera", perché ti piace l'instabilità, cosa produce il filo del rasoio?????? Il gusto per la ricaduta; a Roma si dice "l'amore non è bello se non è stuzzicarello" è la tomba della coppia..si dovrebbe avere più cura del giardino della coppia.

    " il materiale: la caffettiera davvero esplosa l'altra notte a casa di un'amica di cui mi ha raccontato al telefono che ha lasciato schizzi di caffè su tutta la cucina, compreso il soffitto."
    E ti è piaciuta la scena e allora te le sei ripresa, come un effetto speciale sbalorditivo.Grazie..ci hai aiutato...così ci sentiamo più utili....

  8. #8
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    Originariamente postato da agex
    Grazie..ci hai aiutato...così ci sentiamo più utili....

    veramente sono io che mi sento aiutata, in qualsiasi modo questo si espliciti, anche nella contrapposizione c'è spazio per la riflessione, perciò grazie davvero per l'attenzione. se fate un pezzettino di strada in più per venirmi incontro avrei molte cose da chiedere.


    Notiamo con un certo interesse che la rabbia è esplicita del desiderio mentre la frustrazione è significativa come segnale. Come dire: ti rendi conto di cosa ti stai arrabbiando??? Accanto al desiderio troviamo con un certo interesse la novità: durante il sogno c'è una critica.

    mi spieghi questo passo,? è riferito al desiderio manifesto del sogno = la rabbia nasce dal desiderio del cibo che non ho per me?
    mi rendo conto per cosa mi sto arrabbiando? Mi vien da dire mi arrabbio perchè ho fatto, ho creato, ho dato e non è rimasto nulla per me. la critica??


    Appunto la rabbia, un meccanismo di crescita della rabbia e di realizzazione del gesto rabbioso.
    SOGNO= REALIZZAZIONE DI UN DESIDERIO
    riuscire ad abbandonare la logica "adulta", civile (e tutti i sinonimi che riusciamo a trovare) per tornare alla logica del principio del piacere,esternare la rabbia (qui direste dare spazio al trucido?)

    la superbia è un residuo del rimosso, che poi sarebbe l'orgoglio nel ruolo istintivo, la differenza a volte è sfumata..
    perchè o in che modo la superbia "evoluzione" (negativa?) dell'orgoglio (ovvio era una semplificazione) sarebbe un residuo del rimosso?

    Ecco il segnale di pericolo, perché non rafforzare la pacificazione????Perché minacciarla con il "passeggera", perché ti piace l'instabilità, cosa produce il filo del rasoio?????? Il gusto per la ricaduta; a Roma si dice "l'amore non è bello se non è stuzzicarello" è la tomba della coppia..si dovrebbe avere più cura del giardino della coppia.

    Il gusto per la ricaduta ... cosa significa si dovrebbe avere più cura del giardino della coppia? purtroppo mi riconosco soprattutto nelle continue "ricadute" ogni volta cerco con tenacia, tenerezza, impegno e poesia di prendermi cura di un giardino ... che curo solo io
    grazie a tutti coloro i quali vorranno intervenire, il gruppo agex ha indubbiamente teorie, mezzi, tecniche e capacità per far riflettere, ma OGNI contributo è prezioso. Se pensavo di volere un consulto o un'interpretazione personalizzata avrei usato un mezzo diverso dal forum.
    Indubbiamente sapere di poter discutere, studiare, parlare, analizzare, riflettere, imparare, compredere dai sogni sui sogni è per me grande stimolo.

    Patrizia
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  9. #9
    agex
    Ospite non registrato
    Alea“veramente sono io che mi sento aiutata, in qualsiasi modo questo si espliciti, anche nella contrapposizione c'è spazio per la riflessione, perciò grazie davvero per l'attenzione. se fate un pezzettino di strada in più per venirmi incontro avrei molte cose da chiedere.”

    Siamo qui.

    ”Notiamo con un certo interesse che la rabbia è esplicita del desiderio mentre la frustrazione è significativa come segnale. Come dire: ti rendi conto di cosa ti stai arrabbiando??? Accanto al desiderio troviamo con un certo interesse la novità: durante il sogno c'è una critica. “”mi spieghi questo passo,? è riferito al desiderio manifesto del sogno = la rabbia nasce dal desiderio del cibo che non ho per me?”mi rendo conto per cosa mi sto arrabbiando? Mi vien da dire mi arrabbio perchè ho fatto, ho creato, ho dato e non è rimasto nulla per me; la critica??”

    La critica (per noi) è lo stato di frustrazione che ci segnali nel sogno. Facciamo un esempio: possiamo sognare di violentare una bambina. Si tratta di un segnale drammatico dell ‘inconscio (apparato di emergenza), ma se durante il sogno io provo piacere è una cosa se provo dolore un’altra cosa, in sostanza emerge (contemporaneamente nel segnale) una specie di critica (dolore) al desiderio rimosso (violentare una bambina). In pratica nell’apparato di emergenza incomincia strutturarsi la critica al desiderio rimosso, è la prima fase che denota il cambiamento per opera dell’analisi.


    ”Appunto la rabbia, un meccanismo di crescita della rabbia e di realizzazione del gesto rabbioso.” :il meccanismo di crescita consiste nel fatto che il sogno è un sintomo, ovvero un segnale di pericolo, ed è il nucleo centrale della nostra teoria riguardante il codice binario che vede il sonno come un periodo necessario al cervello per fare l’inventario degli eventi accaduti nella veglia. Come si può notare noi diamo importanza fondamentale al processo “archiviazione” perché deve avvenire attarevsro un codice binario di riconoscimento ( su per giù come il codice binario a barre del supermercato). Le teorie psicologiche che non privilegiano la fase di archiviazione ma solamente la relazione sono monche, parziali, e dunque non scientifiche né utilizzabili clinicamente.. a nostro modesto parere, ovviamente.

    “ SOGNO= REALIZZAZIONE DI UN DESIDERIO “

    Nò,nò,nò!!! Lo era a tempo di Freud, oggi con le scoperte del codice binario attarevrso lo studio delle soglie dei sistemi aspecifici e del cervello limbico-emozionale il sogno è un segnale di pericolo rispetto a un desiderio rimosso…
    (ovviamente per noi, se poi qualcuno ci vuole smentire deve portare dati, contributi…a noi la critica retorica non serve).

    “riuscire ad abbandonare la logica "adulta", civile (e tutti i sinonimi che riusciamo a trovare) per tornare alla logica del principio del piacere,esternare la rabbia (qui direste dare spazio al trucido?)”

    ehmm..troppi concetti insieme!!! Il desiderio rimosso è il contenuto manifesto del sogno..il segnale di pericolo o sintomo è l’insieme…

    ….”la superbia è un residuo del rimosso, che poi sarebbe l'orgoglio nel ruolo istintivo, la differenza a volte è sfumata..”
    ”perchè o in che modo la superbia "evoluzione" (negativa?) dell'orgoglio (ovvio era una semplificazione) sarebbe un residuo del rimosso?”

    La superbia è un sentimento di auto valutazione: orgoglio, fierezza, nel versante sentimento affettivo, superbia, arroganza, nel versante istintivo (trucido).

    ”Ecco il segnale di pericolo, perché non rafforzare la pacificazione????Perché minacciarla con il "passeggera", perché ti piace l'instabilità, cosa produce il filo del rasoio?????? Il gusto per la ricaduta; a Roma si dice "l'amore non è bello se non è stuzzicarello" è la tomba della coppia..si dovrebbe avere più cura del giardino della coppia.”

    ”Il gusto per la ricaduta ... cosa significa si dovrebbe avere più cura del giardino della coppia? “ Il Papa l’ha chiamata la “vigna del Signore” insomma curare, allevare, la coppia è come un figlio….un giardino, un orto, una pianta, un seme….quanti esempi….

    “purtroppo mi riconosco soprattutto nelle continue "ricadute" ogni volta cerco con tenacia, tenerezza, impegno e poesia di prendermi cura di un giardino ... che curo solo io

    Bene è importante che hai chiaro il fascino del piacere paradossale delle ricadute, è un lavoro che ti attende….buon lavoro…


    ”grazie a tutti coloro i quali vorranno intervenire, il gruppo agex ha indubbiamente teorie, mezzi, tecniche e capacità per far riflettere, ma OGNI contributo è prezioso.”

    Brava insistiamo sul’OGNI, noi veniamo dal marciapiede (abbiamo fatto la gavetta, quella vera…) ma ci sentiamo contenti dei nostri risultati (che vengono dal laboratorio scientifico)

    “ Se pensavo di volere un consulto o un'interpretazione personalizzata avrei usato un mezzo diverso dal forum.”

    Lo pensiamo anche noi il forum è una risorsa incredibile e scarsamente utilizzata…


    ”Indubbiamente sapere di poter discutere, studiare, parlare, analizzare, riflettere, imparare, compredere dai sogni sui sogni è per me grande stimolo. “

    Alea tu ci hai dato tanto, hai permesso un dibattito che sfido chiunque a rintracciare, come livello scientifico, nelle lezioni dei soloni……grazia Patrizia…dagli Agex

Privacy Policy